01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 10  hero banner  blue arrow  Bullet 

Crea un sito di e-commerce scalabile nel cloud

Introduzione

In questa esercitazione verrà usato il Servizio app di Azure per trasformare in meno di 15 minuti il progetto di un sito di e-commerce con Magento in un'applicazione completamente funzionale.

Magento è attualmente una delle principali piattaforme di e-Commerce in termini di popolarità, che unisce a una community in continua crescita, un set completo di funzionalità e molteplici estensioni, da installare in pochi semplici passaggi. Secondo Datanyze, Magento è la piattaforma di e-Commerce più conosciuta, al primo posto tra un milione di altri siti Web nella classifica Alexa.

Il Servizio app di Azure è una piattaforma distribuita come servizio (PaaS) offerta da Microsoft che consente agli sviluppatori di distribuire e ridimensionare un'applicazione Web in pochi minuti, grazie a strumenti all'avanguardia dell'ecosistema Microsoft e Open Source. Poiché PHP è l'elemento essenziale del servizio app, la configurazione di Magento risulta semplice e rapida.

Prima di procedere con il deployment, assicurati di disporre di una sottoscrizione di Azure. In caso contrario, all'indirizzo https://azure.microsoft.com/it-it/trial/free-trial-open-source/ è disponibile una prova gratuita, che ti consente di ottenere 170 € di credito da spendere entro un mese in risorse cloud di Azure.

Creazione del sito Web

Per configurare il nostro e-commerce, useremo il portale di Azure, disponibile all'indirizzo https://portal.azure.com/. Se non ti limiti all'uso dell'interfaccia della riga di comando, tieni presente che tutte le attività indicate possono anche essere eseguite dalla console: PowerShell per Windows o strumenti CLI multipiattaforma di Azure per Linux.

Vediamo come si procede.

Nel portale di Azure vai a New (angolo in alto a sinistra), seleziona la categoria Web + Mobile, quindi "See all" per visualizzare tutti i prodotti disponibili in Azure Marketplace.

Potresti anche selezionare "Web App", che consente di creare un sito Web vuoto in cui distribuire Magento, ma perché rinunciare a utilizzare una delle configurazioni Magento preesistenti disponibili?

Alla visualizzazione dell'interfaccia di ricerca, digita "Magento" nel campo di ricerca e seleziona la voce in "AppDirect". Sono disponibili più pacchetti, di cui la maggior parte usa però Macchine virtuali come servizio cloud. Nel nuovo pannello, ovvero la finestra che si apre quando si fa clic sul pacchetto, seleziona "Create".

Le macchine virtuali sono un'ottima scelta se si desidera gestire autonomamente runtime PHP e sistema operativo. In questo caso, tuttavia vogliamo servirci di Azure, quindi selezioneremo il pacchetto del servizio app.

Viene ora visualizzato un pannello dei dettagli dell'app Web. Una volta immessi i dettagli richiesti, Azure li userà per creare l'infrastruttura e copiare il pacchetto Magento.

Analizziamo ciascuna opzione un po' più nel dettaglio. Anche se sembra un po' complesso, il processo richiederà pochissimo tempo.

In App Service Name immetti il sottodominio che desideri usare nel dominio Microsoft .azurewebsites.net. È un vantaggio aggiuntivo offerto da Azure: un nome host gratuito. Ovviamente, il nome del servizio è univoco tra tutti gli account di Azure.

In Subscription scegli la sottoscrizione da usare. Se hai appena creato una prova gratuita, assegna alla sottoscrizione un nome simile a "Prova gratuita Azure".

Resource Group consente semplicemente di raggruppare più risorse in un'unità logica. Puoi digitare un nome qualsiasi, l'importante è che sia descrittivo.

App Service plan/location rappresenta il modo in cui Azure raggruppa più app Web (e altri prodotti PaaS) in una singola unità scalabile. Se raggruppi più siti Web in un singolo piano, potrai ospitarli in una singola macchina o ridimensionarli contemporaneamente. È comunque un metodo economico per l'hosting dei siti Web.

Poiché si tratta del tuo primo sito Web, creeremo un nuovo piano. Se tuttavia ne hai già creato uno, usalo tranquillamente. Per il nuovo piano da creare, dobbiamo specificare un nome, l'area in cui vogliamo che venga ospitato (ne sono disponibili più di 19) e il piano tariffario.

La scelta del piano tariffario è un po' più complessa, ma vediamo comunque di seguito una breve descrizione delle opzioni disponibili.

  • Free: il sito Web è ospitato in un ambiente condiviso, con quote di utilizzo adatte ad applicazioni quali blog personali a traffico ridotto. La cosa straordinaria è che questo piano è completamente gratuito.
  • Shared: simile a quello gratuito, ma in questo caso puoi usare il tuo nome di dominio, le quote di utilizzo sono più elevate e sono previsti costi modesti.
  • Basic: il sito Web è ospitato in una o più macchine dedicate. Non sono previste quote di utilizzo, la macchina è completamente tua e il sito Web può essere replicato su un massimo di 3 macchine.
  • Standard: tutti i vantaggi inclusi nei piani Basic, oltre a supporto SSL (5 SNI, 1 IP) per aumentare le risorse fino a 10 macchine, backup giornalieri dei file distribuiti e possibilità di disporre di più ambienti di test/gestione temporanea.
  • Premium: versione "deluxe" di Siti Web di Azure. Oltre a includere tutti i vantaggi del piano Standard, offre fino a 20 istanze di macchina, 50 backup/giorno, più ambienti, possibilità di integrazione con le reti locali, integrazione di Servizi BizTalk e altro ancora.

Seleziona il piano più adatto alle tue esigenze. Se hai dubbi, puoi iniziare con il piano Free o Shared ed effettuare l'aggiornamento in seguito, non appena raggiungi le quote. Puoi ridimensionare il piano in pochi secondi.

Come ultimo passaggio di configurazione, dobbiamo selezionare un Database in cui archiviare i dati. Fortunatamente, un partner Microsoft offre già database MySQL gestiti in Azure Marketplace, quindi dobbiamo solo selezionare il tipo di database, che verrà creato insieme al sito Web.

Ecco le informazioni da specificare:

  • Database name: ovvero il nome del database
  • Database type: seleziona il tipo di database per indicare se il tuo database deve trovarsi in un ambiente condiviso o un server dedicato. Possiamo tranquillamente usare ambienti condivisi.
  • Location: seleziona la stessa località usata per il piano di servizio app.
  • Pricing Tier: seleziona il piano tariffario più adatto alle tue esigenze, in base alle dimensioni del database e al numero di connessioni previste. Per piani più avanzati, seleziona "Dedicated" come tipo di database. Consiglio di selezionare "Titan" per un negozio online Magento di piccole dimensioni.

Per salvare le impostazioni del database, facciamo clic su "OK".

Possiamo infine fare clic su "Create" dopo aver accettato le note legali di ClearDB, quindi attendiamo che l'hub di notifica ci segnali il completamento della distribuzione.

Installazione di Magento

Ora che il sito Web è stato creato, analizziamo alcuni dettagli ed eseguiamo l'accesso tramite un browser. Possiamo individuare le risorse appena create con facilità: basta fare clic su "All Resources" nel riquadro sinistro e selezionare il nuovo sito Web, nel mio caso "ssd-webshop". Nell'elenco è anche presente il database creato con il sito Web ("Webshop-DB").

Fai clic sul nome del sito Web per visualizzare i dettagli.

Vengono indicate parecchie informazioni. Per iniziare, accediamo al sito Web usando l'URL Azure. Inserendo l'indirizzo indicato nel browser, verrà visualizzata la schermata di installazione di Magento.

Per questo primo passaggio, seleziona la casella per accettare le Condizioni, quindi fai clic sul pulsante per continuare e attendi qualche istante.

Per il passaggio successivo, seleziona i valori desiderati per impostazioni locali, fuso orario e valuta di acquisto, quindi seleziona il pulsante per continuare.

Nel terzo passaggio ti verrà richiesto di immettere i dettagli della connessione del database, le opzioni di accesso Web e quelle di archiviazione della sessione. I dettagli della connessione sono stati compilati automaticamente da Siti Web di Azure, quindi dovrai solo modificare l'opzione relativa al percorso di salvataggio di dati della sessione, "Save Session Data In", da "Filesystem" a "Database". Quindi, seleziona il pulsante per continuare.

Siamo arrivati all'ultimo passaggio di immissione dati. Inserisci le informazioni personali relative all'amministratore, che verranno usate per l'invio delle notifiche, le informazioni di accesso per il pannello di amministrazione e la chiave di crittografia. Se non disponi della chiave di crittografia, lascia il campo vuoto: ne verrà generata una automaticamente. Seleziona il pulsante per continuare.

Abbiamo terminato! Dovrai solo annotare e conservare la chiave di crittografia in un posto sicuro e fare clic su "Go to Frontend" per ammirare il tuo sito Web o su "Go to Backend" per iniziare ad aggiungere prodotti, modificare temi e così via.

Abbiamo effettuato tutti i passaggi necessari.

Scalabilità

Se l'e-commerce ha successo, ed è certo, è solo una sola questione di tempo, il passaggio logico successivo consiste nella richiesta ad Azure di ulteriori risorse di calcolo, per riuscire a soddisfare il traffico in aumento.

A tale scopo, vai a dettagli del sito Web nel portale, quindi a "All Settings" e seleziona una di queste due opzioni:

  • Scale up per modificare il piano (scegliendo Free, Shared, Basic, Standard o Premium) o per aumentare le dimensioni della macchina dedicata.
  • Scale out per aumentare il numero di istanze/macchine su cui è distribuito il sito Web (se disponibile: alcuni piani non consentono l'uso di più istanze).

Tieni presente che il ridimensionamento ha impatto su tutti i siti Web inclusi nel piano di servizio app, non solo su quello di cui si stanno attualmente modificando le impostazioni.

Se hai scelto un piano Standard o Premium, è disponibile anche una funzionalità di ridimensionamento automatico, che consente di definire regole complesse in base alle quali aumentare le istanze. Nell'esempio precedente, abbiamo indicato a Siti Web di Azure di aggiungere o rimuovere automaticamente istanze (una alla volta) ogni volta che vengono raggiunte determinate soglie CPU, ma di mantenere sempre un numero di istanze compreso tra 1 e 5.

Conclusione

Eseguendo un'applicazione Magento in Azure, oltre a trarre vantaggio da un'esperienza di configurazione veloce, potrai modificare le dimensioni dell'infrastruttura in base al tuo business, anche in caso di incrementi di traffico imprevedibili. Nell'ambito di un negozio Web, la possibilità di disporre della flessibilità necessaria per soddisfare costi di infrastruttura e vendite rappresenta un importante vantaggio competitivo e Siti Web di Azure è una delle piattaforme di hosting di applicazioni più flessibile disponibili.

E non dimenticare, puoi sempre effettuare la registrazione per una prova gratuita di Azure di 30 giorni.

Torna all'inizio