Case study sulla progettazione: app di Windows Runtime line-of-business aziendali

Applies to Windows and Windows Phone

Windows 8.1 è la piattaforma ideale per lo sviluppo di app aziendali progettate per aumentare la produttività, facilitare la distribuzione e consentire ai dipendenti di interagire con il PC in modo più naturale. Questo articolo illustra come progettare e sviluppare app di Windows Store line-of-business (LOB) aziendali per Windows 8.1, oltre a fornire linee guida e consigli per gli sviluppatori che vogliono sfruttare le nuove funzionalità di Windows 8.1. Fornisce anche suggerimenti per ottimizzare i nuovi fattori di forma, in modo da offrire esperienze coinvolgenti agli utenti aziendali.

Progettazione di app line-of-business per Windows 8.1

Le app line-of-business (LOB) per aziende presentano una serie di sfide particolari per gli sviluppatori. Le app destinate ai consumatori generici vengono commercializzate a tutti gli utenti tramite Windows Store, mentre le app LOB vengono in genere distribuite a utenti che partecipano a operazioni aziendali per una specifica organizzazione. Inoltre, le app LOB vengono solitamente usate con archivi dati back-end, sono destinate a specifici processi aziendali e devono rispettare rigorosi criteri di sicurezza. Per garantire la sicurezza delle risorse aziendali, è necessario il massimo controllo sugli aggiornamenti delle app LOB. Gli esempi di app LOB aziendali includono app per POS, cataloghi di prodotti, dashboard, app di vendita o assistenza, app di gestione del flusso di lavoro e app di monitoraggio e risposta.

Con Windows 8.1, Microsoft ha introdotto le app di Windows Store realizzate in base alla nuova piattaforma Windows Runtime. Le app di Windows Store offrono numerosi vantaggi per soddisfare i crescenti requisiti degli sviluppatori di app LOB, tra cui una maggiore mobilità, il supporto a elevate prestazioni per il tocco, una maggiore sicurezza e procedure semplificate di distribuzione e aggiornamento. Anche se Windows Runtime è un nuovo ambiente, gli sviluppatori possono comunque sfruttare le attuali conoscenze e competenze. Le app di Windows Store possono essere scritte in HTML e in JavaScript, oltre che nei tradizionali linguaggi desktop come C# e C/C++. Per le aziende, il risultato è una maggiore produttività per utenti, responsabili IT e sviluppatori interni.

Per questo case study, abbiamo parlato con il team di sviluppo di Sonoma Partners LLC, una società che usa soluzioni Microsoft per creare app per i clienti aziendali. Anche se i clienti di Sonoma Partners disponevano già di app per gli utenti che lavoravano in ufficio, desideravano che Sonoma Partners sviluppasse nuove esperienze per la loro forza lavoro mobile in continuo aumento. Un cliente in particolare aveva l'esigenza di creare un'app per i rappresentanti commerciali operanti sul campo. Per questi dipendenti era necessaria una soluzione portatile che consentisse di lavorare in remoto presso le sedi dei clienti, in auto, al bar e così via. Gli smartphone si sono rivelati troppo piccoli per queste esigenze, mentre i portatili troppo grandi. In questo caso, i tablet rappresentavano i dispositivi ideali.

In questo articolo esamineremo i requisiti comunicati a Sonoma Partners per questa specifica app LOB, descriveremo come la società sia riuscita a creare una soluzione con Windows 8.1 e le app di Windows Store e illustreremo come sia possibile usare le app di Windows Store per creare esperienze utente eccellenti per le organizzazioni. Per proteggere la proprietà intellettuale di Sonoma Partners e dei suoi clienti, nel corso di questo case study mostreremo un'app Fabrikam generica basata sul progetto di Sonoma Partners.

Per questo case study, Fabrikam è un produttore di widget che ha l'esigenza di fornire un'app ai propri rappresentanti commerciali business-to-business.

In alto

Informazioni sui casi di utilizzo

Windows 8.1 è progettato per essere eseguito su dispositivi che variano dai tablet palmari ai grandi PC all-in-one. Come strumenti di input, questi dispositivi possono usare il tocco, la penna o il mouse e la tastiera. Il funzionamento di Windows e delle app è efficiente con ognuno di questi tipi di input.

Prima di progettare l'app, Sonoma ha trascorso un certo periodo a fianco del cliente per esaminare gli specifici casi di uso dell'app e studiarne gli utenti. Restringendo il campo a un numero limitato di usi, è stato possibile identificare le caratteristiche dell'app. Un modo utile per raggiungere questo obiettivo è offerto dalla "dichiarazione di specificità"—ad esempio, una particolare app è "ideale per consentire ai rappresentanti commerciali di mantenere il controllo quotidiano sugli account dei clienti mentre operano sul campo". Questa dichiarazione funge da punto focale, suggerendo gli scenari e i fattori di forma principali dell'app.

Poiché i rappresentanti commerciali trascorrono la maggior parte del tempo fuori sede, è molto probabile che usino PC ultraportatili. Per questi scenari, sono particolarmente indicati dispositivi come tablet, convertibili e la nuova generazione di portatili basati su touch supportati da Windows 8.1. Questi nuovi dispositivi sono molto più portatili rispetto ai notebook tradizionali, oltre a offrire una maggiore produttività rispetto agli smartphone. Sono leggeri, con una durata della batteria prolungata, occupano poco spazio in borsa o sulla scrivania e possono essere facilmente passati di mano in mano per la consultazione.

I PC di queste nuove categorie vengono inoltre forniti con funzionalità predefinite di georilevazione e con fotocamere incorporate. Grazie a queste caratteristiche, Sonoma Partners riesce ad aggiungere all'app funzionalità cartografiche, foto e video, per permettere ai rappresentanti commerciali di ottenere facilmente indicazioni stradali per gli appuntamenti o di acquisire immagini e video sul campo. Le app di Windows Store sono compatibili con gli all-in-one e con il mouse e la tastiera in ufficio, per cui non sono mai limitate a un particolare fattore di forma.

In alto

Progettazione dell'esperienza utente

Le app di Windows Store vengono create sulla base della nuova interfaccia utente di Windows, che enfatizza il contenuto, relegando sullo sfondo tutti gli elementi non essenziali. Questo risultato si ottiene grazie a layout puliti e aperti, con una gerarchia ben definita delle informazioni, animazioni mirate e interazioni dirette ottimizzate per il tocco.

Tenendo presenti questi principi, Sonoma Partner sviluppa la "dichiarazione di specificità" in un elenco concreto di scenari. Questi scenari consentono di definire il flusso dell'app—Cosa viene prima? Cosa viene dopo? Per questa app specifica, gli scenari più importanti sono la pianificazione di appuntamenti con i clienti, la gestione degli ordini e l'analisi dei dati di vendita.

In alto

Esplorazione dell'app

In base all'analisi precedente, è evidente che questa app LOB deve supportare un notevole flusso di dati. Un'attenzione speciale all'organizzazione e alla gestione visiva di questi dati è stata essenziale per rendere utilizzabile l'app mantenendo la conformità con la nuova interfaccia utente di Windows.

Gli elementi principali dell'app identificati da Sonoma sono i conti vendite e gli ordini. Si tratta di elementi cruciali per i rappresentanti commerciali. È quindi importante creare raggruppamenti o gerarchie per questi contenuti.

A differenza delle tradizionali applicazioni desktop, le app di Windows Store non prevedono l'uso di schede e menu per l'esplorazione. Vengono invece usati modelli di esplorazione gerarchici o semplici costituiti da pagine o visualizzazioni a schermo intero. L'elevato volume di contenuto e il tipo di questa app sono particolarmente indicati per un modello di esplorazione gerarchico. In questo caso, gli ordini e i contatti sono collegati agli account e gli appuntamenti sono collegati ai contatti.

Il punto focale del modello gerarchico è la pagina hub, ovvero la pagina principale dell'app. L'hub è costituito da varie sezioni visivamente distinte, corrispondenti ad aree diverse dell'app. Queste sezioni espongono contenuto o funzionalità univoche direttamente nella pagina. Nel caso di Sonoma Partners, la pagina hub avrebbe mostrato contenuto sugli account e sugli ordini—appuntamenti, impegni, ordini non evasi, collegamenti diretti agli account principali e dati sui trend di vendita sono tutti elementi importanti per i dipendenti fuori sede.

I progettisti o gli autori di app possono definire ogni pagina della gerarchia separatamente e quindi usare le classi di esplorazione per gestire il flusso dell'app. Un esempio di flusso è mostrato nella figura seguente.

Esplorazione dell'app

Come nel caso del Web, puoi definire il tipo di esplorazione che si verifica quando un utente fa clic su un determinato contenuto o in una sezione della pagina. Nelle app di Windows Store, l'esplorazione viene anche gestita tramite un pulsante Indietro permanente in ogni pagina o usando lo spazio nella barra dell'app superiore.

Per informazioni su come scegliere il miglior modello di esplorazione per la tua app, vedi Modelli di esplorazione.

Per una dimostrazione pratica, vedi l'argomento Modello di esplorazione semplice incluso nella serie Funzionalità delle app dall'inizio alla fine.

In alto

Spostamento dei comandi nella barra dell'app per evidenziare il contenuto e ridurre gli elementi di disturbo

Il principio di dare il massimo risalto al contenuto è alla base delle app di Windows Store. Tutti gli elementi di presentazione o interazione con il contenuto (riquadri) possono disturbare l'esperienza e compromettere lo scopo dell'app. Nelle app di Windows Store i comandi si trovano molto raramente nella pagina stessa (tranne nei casi in cui sono particolarmente importanti). Il contenuto dovrebbe invece essere modificato direttamente, laddove possibile, ad esempio avvicinando le dita per fare zoom indietro oppure mediante i comandi sulla barra dell'app.

La barra dell'app è visualizzata sui margini superiore e inferiore dell'app. La parte superiore viene in genere usata per la navigazione. La barra dell'app contiene comandi contestuali per la pagina corrente e il contenuto selezionato, come illustrato nella figura seguente.

La barra dell'app

La barra dell'app in genere non è disponibile sullo schermo, ma può essere visualizzata con uno scorrimento rapido del dito dal bordo superiore o inferiore, facendo clic con il pulsante destro del mouse oppure premendo la combinazione tasto logo Windows+Z sulla tastiera. Compare inoltre automaticamente ogni volta che viene effettuata una selezione nel contenuto di un'app. Poiché la barra dell'app è basata su gesti di sistema usati diffusamente nelle app di Windows Store, si tratta di un'esperienza familiare per gli utenti. In questo modo è più facile imparare a usare l'app.

Per informazioni su come usare la barra dell'app, consulta questi argomenti.

In alto

Uso dello zoom semantico per esplorare e riepilogare il contenuto

Un'app LOB, come quella sviluppata da Sonoma Partners, ha in genere una notevole quantità di contenuto da gestire. Come creare un'esperienza ottimizzata per il tocco, con layout puliti e aperti, e che semplifichi allo stesso tempo l'esplorazione di notevoli quantità di contenuto in una singola visualizzazione? Con lo zoom semantico.

Si tratta di una funzionalità che consente di eseguire lo zoom indietro in una visualizzazione con un gesto di avvicinamento delle dita oppure con un pulsante, se si usano mouse e tastiera. In questa modalità, l'utente vede una visualizzazione sintetica del contenuto che può essere usata per l'esplorazione o per fornire un contesto più significativo. Se ad esempio l'utente esegue lo zoom indietro in un elenco di contatti, potrebbe visualizzare un elenco di lettere con il numero di contatti al di sotto di ognuna di esse—facendo clic sulla lettera "A" verrebbe visualizzato l'elenco di contatti che iniziano con "A". Nella figura seguente lo zoom semantico offre una semplice panoramica dei dati principali, consentendo inoltre l'esplorazione della visualizzazione estesa dell'hub.

Zoom semantico

Come illustrato nella figura, lo zoom semantico riguarda solo in parte il raggruppamento di dati per semplificarne l'esplorazione. In questo caso, la navigazione consente di passare da un'estremità all'altra di un lungo elenco, l'equivalente dello "zoom ottico". Lo zoom semantico consente inoltre di usare la visualizzazione ridotta per fornire conti e statistiche che descrivono i dati complessivi in modo sintetico. In questo modo gli utenti ottengono un accesso rapido e immediato ai dettagli importanti del quadro generale.

Poiché il controllo dello zoom semantico è basato sui modelli che fornisci, hai la flessibilità per rendere disponibili tutte le visualizzazioni che ritieni importanti per gli utenti, con un semplice movimento di avvicinamento delle dita. Gli utenti preferiscono visualizzare date in un elenco o in formato calendario? Vogliono vedere i nomi dei contatti con o senza foto? Con lo zoom semantico, esistono numerose possibilità per la visualizzazione dei dati.

Per informazioni su come usare il controllo dello zoom semantico nella tua app, consulta questi argomenti.

In alto

Supporto di layout diversi

Windows 8.1 può essere eseguito in un'ampia varietà di dispositivi, più o meno recenti. Le app di Windows Store vengono eseguite in tablet da portare con sé, in PC all-in-one in ufficio, in potenti desktop collegati a monitor HDPI (High Dots Per Inch) professionali e in qualsiasi altro tipo di sistema. Invece di creare più pagine per supportare più dimensioni dello schermo, Sonora Partners deve semplicemente definire più layout per la stessa pagina. Ogni layout specifica la disposizione degli elementi dell'interfaccia utente per una particolare visualizzazione, oltre agli elementi che devono essere visualizzati in base alla quantità di spazio disponibile sullo schermo. L'interazione con l'utente, l'associazione dati e altri componenti dell'app non cambiano. Cambia solo l'area di visualizzazione.

Un lavoro simile deve essere svolto per supportare diversi orientamenti e il multitasking a larghezze ridotte, come illustrato nella figura seguente.

Larghezza ridotta

Grazie alla possibilità di ridimensionare l'app su qualsiasi larghezza, Sonoma ha progettato l'app in modo da soddisfare le varie preferenze e i diversi requisiti di ergonomia degli utenti, che non sono vincolati a un layout specifico. L'app è più facile da usare per gli utenti, perché può essere visualizzata insieme ad altre app aziendali, ad esempio quella dell'e-mail.

Per i dettagli sulla progettazione di app con diverse dimensioni delle finestre, vedi Linee guida per le dimensioni delle finestre e il ridimensionamento in base allo schermo.

In alto

I contratti assicurano un'esperienza Windows coerente

I contratti consentono di partecipare alle comuni interazioni di Windows. Implementando i contratti nella tua app, puoi offrire gli utenti un'esperienza coerente tra tutte le piattaforme Windows.

Contratto Search

La ricerca nel sistema e sul Web è una delle principali esperienze di Windows. Per cercare facilmente app, file e impostazioni, gli utenti possono usare una casella di ricerca sul canvas dell'app oppure far scorrere rapidamente il dito da destra (o spostare il mouse nell'angolo destro) e fare clic o toccare l'accesso alla ricerca. Questa esperienza può essere vantaggiosa anche per le app con l'implementazione del contratto Ricerca, che consente agli utenti di eseguire ricerche globali dall'interno dell'app. Sonoma Partners sfrutta questa funzionalità implementando il supporto dell'app per la ricerca di un account, contratto o ordine specifico. Te lo dimostriamo nella figura seguente.

Implementazione del contratto Search

Implementando il contratto Search, l'app diventa ricercabile dall'esterno, con una maggiore produttività dell'utente. Ad esempio, un dipendente può avviare una ricerca di un contatto commerciale dalla schermata Start. Può quindi cercare nell'app di e-mail i messaggi recenti, e quindi passare all'app LOB per cercare gli ordini. Lo sviluppatore ha il pieno controllo sull'esperienza di ricerca e sull'eventuale indicizzazione che può essere necessario implementare.

Il contratto Ricerca è semplice da configurare. Un contratto è, in effetti, un accordo tra la tua app e il sistema operativo che descrive i requisiti dell'app per l'uso di questa funzionalità. Per il contratto Ricerca, ciò significa che è necessario aggiungere un gestore eventi che resta in ascolto del momento in cui l'utente immette una query. Puoi anche fornire suggerimenti quando l'utente immette un termine di ricerca. Quando riceve una query, l'app cerca nei propri dati e visualizza i risultati appropriati.

Puoi anche aggiungere una casella di ricerca in-app in modo da personalizzare completamente l'esperienza di ricerca nella tua app. Per un esempio su come implementare il contratto Ricerca nella tua app, consulta l'argomento Guida introduttiva: Aggiunta della funzionalità di ricerca alle app. Per informazioni su tutti i contratti disponibili per le app di Windows Store, vedi Contratti ed estensioni delle app.

In alto

Contratto Impostazioni

Come per il contratto Search, puoi usare il contratto Impostazioni per creare un'esperienza coerente per le impostazioni specifiche dell'utente, ad esempio opzioni per le notifiche di tipo avviso popup e l'accesso ai dispositivi e le impostazioni di rilevamento della posizione. Puoi anche creare un'esperienza coerente per valori globali dell'app ma che possono cambiare, ad esempio nomi di server, percorsi e informazioni di accesso. Per le app di Windows Store LOB, altri aspetti per i quali il contratto Impostazioni è perfetto sono le impostazioni di gestione degli account, ad esempio l'identità e le autorizzazioni utente, la gestione di più account, l'uscita e i dettagli relativi all'account. L'accesso alle impostazioni rende più semplice l'esperienza per gli utenti e consente di eliminare elementi inutili dall'app, ad esempio un pulsante di impostazioni dedicato che occuperebbe solo spazio. L'accesso alle impostazioni offre un'esperienza standard in tutte le app di Windows Store.

Per informazioni sull'implementazione del contratto Impostazioni nella tua app, vedi Aggiunta di impostazioni dell'app.

In alto

Riquadri animati per informazioni aggiornate, notifiche di tipo avviso popup, riquadri secondari per i collegamenti

I rappresentanti commerciali, quasi per definizione, vanno spesso fuori sede. Mentre sono in viaggio, capita di frequente che debbano controllare dove andare per l'appuntamento successivo. Con il supporto di riquadri animati nell'app, il riquadro stesso può fornire informazioni sugli appuntamenti successivi senza la necessità di eseguire l'app. Sonoma estende ulteriormente l'app con il supporto di riquadri secondari che possono essere aggiunti nella schermata Start. I riquadri secondari sono illustrati nella figura seguente.

Riquadri animati

Questi riquadri secondari consentono l'accesso rapido a dati importanti su conti vendite e clienti, indirizzando gli utenti direttamente nella pagina di dettagli appropriata e supportando gli aggiornamenti dei riquadri animati per un account specifico.

I riquadri sono disponibili in tre dimensioni (piccola, media e grande) e in una dimensione estesa. Per le dimensioni media, grande ed estesa sono disponibili diverse variazioni di modelli.

Mentre l'utente usa un'altra app, è possibile comunicargli informazioni importanti tramite notifiche di tipo avviso popup. Se l'utente fa clic o tocca l'avviso popup, passa immediatamente all'app. Sonoma usa gli avvisi popup per informare i rappresentanti commerciali in merito a un appuntamento imminente, un cambiamento nello stato di un ordine e altri dati importanti, come illustrato nella figura seguente.

Notifica di tipo avviso popup

Per informazioni su come usare i riquadri animati, le notifiche tramite avvisi popup e i riquadri secondari nella tua app, consulta gli argomenti seguenti.

In alto

Supporto incorporato per i dispositivi

Per ottimizzare l'esperienza utente e semplificare il flusso di lavoro dei rappresentanti commerciali, Sonoma vuole sfruttare le nuove funzionalità disponibili nei PC Windows di nuova generazione. Una di queste funzionalità è la georilevazione. Combinando le funzionalità di georilevazione con le mappe di Bing, Sonoma mostra la posizione corrente dell'utente in una visualizzazione mappa insieme al luogo della riunione e alla sede del cliente, offrendo un'esperienza più intuitiva di quanto non fosse possibile in passato.

Per informazioni su come usare la georilevazione e le mappe di Bing nelle tue app di Windows Store, vedi gli argomenti seguenti.

Oltre al supporto per la georilevazione, Sonoma Partners può sfruttare il supporto per la fotocamera integrata e la selezione file di Windows 8.1, semplificando notevolmente il processo di aggiunta di immagini e video nell'app LOB. Con questa funzionalità, l'utente può facilmente aggiungere una foto di un cliente usando la fotocamera incorporata, il disco locale, il cloud o anche servizi di terze parti. Per informazioni su come aggiungere il supporto per la selezione file e le funzionalità della fotocamera nelle tue app di Windows Store, vedi Acquisizione o rendering di audio, video e immagini e Accesso a dati e file.

In alto

Connessioni ai dati

Sonoma Partners crea l'app di Windows Store nell'ambito di una soluzione globale per la gestione delle app del cliente per i dati e i processi aziendali. Tutte queste app si basano su Microsoft Dynamics CRM come archivio dati. Poiché l'app di Windows Store sviluppata da Sonoma Partners è stata progettata per i rappresentanti sul campo, è necessario offrire a questi utenti la possibilità di connettersi ai dati aziendali tramite reti pubbliche. Usando servizi Web protetti, è possibile trasferire i dati di Microsoft Dynamics CRM nell'app di Windows Store senza esporre i dati sensibili dei clienti. I servizi Web forniscono un framework comune per descrivere e condividere i dati e offrono un sistema efficace per gestire i dati in ambienti distribuiti.

Per informazioni su come connetterti a servizi Web dalla tua app, vedi gli argomenti seguenti.

Le app di Windows Store possono archiviare anche i dati in locale nell'applicazione per l'accesso offline e l'utilizzo da parte dell'applicazione. Questa funzionalità può risultare utile negli scenari in cui i dati offline vengono sincronizzati periodicamente con l'archivio dati centrale oppure solo quando è disponibile una connessione. Per ulteriori informazioni, vedi Uso di dati e file.

Per le app di Windows Store che richiedono l'accesso offline ai dati sono necessari database relazionali per l'archiviazione dei dati. Per questi scenari, le app di Windows Store possono usare SQLite per Windows Runtime. Per ulteriori informazioni, vedi SQLite con app di Windows 8.

In alto

Associazione dati

Come per qualsiasi altra app, l'associazione dati è uno strumento potente che semplifica il codice. Le app di Windows Store includono numerose risorse e controlli che puoi usare per l'associazione dati, tra cui il controllo ListView o il controllo FlipView. Per informazioni dettagliate ed esempi, vedi Associazione dati.

In alto

Autenticazione e sicurezza

Come accennato in precedenza, Sonoma Partners usa Microsoft Dynamics CRM come archivio dati per l'app. Di conseguenza, anche le informazioni di accesso degli utenti vengono facilmente gestite mediante Microsoft Dynamics CRM. Come nel caso dei dati, Sonoma Partner crea un servizio Web con Windows Communication Foundation (WCF) per gestire gli accessi. Anche in questo caso, la sicurezza è garantita dall'uso di SSL (Secure Sockets Layer). Quando l'app viene caricata, dopo la schermata iniziale viene visualizzata una schermata di accesso, come illustrato nella figura seguente.

Implementazione di una schermata di accesso

Per ottimizzare l'esperienza utente, Sonoma Partners usa l'insieme di credenziali delle password di Windows 8.1, evitando all'utente la necessità di ripetere continuamente l'accesso all'app.

Le app di Windows Store possono supportare qualsiasi numero di funzionalità di autenticazione, tra cui accesso a dominio, autenticazione a più fattori con smart card o account Microsoft. Puoi inoltre gestire tutte le credenziali fornite nell'app tramite insiemi di credenziali delle password, in modo che l'applicazione non richieda all'utente di specificare le credenziali per lo stesso servizio a ogni accesso. Queste credenziali devono essere gestite dall'utente tramite il riquadro Impostazioni dell'app. Per informazioni sull'insieme di credenziali delle password, vedi la documentazione di riferimento di PasswordVault.

In alto

Ambiente di sviluppo

Per sviluppare la soluzione, Sonoma Partner sceglie Microsoft Visual Studio 2012 come ambiente di sviluppo potente e noto per scrivere il codice per l'app di Windows Store. Per progettare l'interfaccia utente, usa Microsoft Expression Blend con Microsoft Visual Studio. In questo modo è possibile separare il codice di background dagli elementi dell'interfaccia utente dell'app di Windows Store. I progettisti sono riusciti quindi a creare un'interfaccia utente coinvolgente, mentre gli sviluppatori hanno connesso l'interfaccia utente ai dati, ai dispositivi e alle funzionalità dell'app.

Puoi scaricare Visual Studio, che include Expression Blend, dalla pagina di download per lo sviluppo di app di Windows Store. Le figure seguenti illustrano Expression Blend e Visual Studio in azione.

Blend per Visual Studio

Visual Studio

In alto

Test

Le app devono essere testate per verificare che siano di alta qualità e non riservino sorprese.

Il Kit di certificazione app Windows, disponibile tramite Windows Software Development Kit (SDK) per Windows 8.1, verifica la conformità tecnica delle app e assicura che si attengano alle procedure consigliate e ai suggerimenti per la progettazione di app di Windows Store. Per altre informazioni, vedi Uso del kit di certificazione app Windows.

Visual Studio include diversi strumenti per l'esecuzione di test completi delle app in un PC di sviluppo. Oltre al debugger di Visual Studio, sono disponibili un emulatore e il framework di test di Visual Studio. Per altre informazioni, vedi Debug e test delle app di Windows Store e il video di Channel 9 sui test manuali delle app di Windows Store per Windows 8.

Le app dovrebbero essere sempre testate in un PC diverso dal computer di sviluppo e all'interno di architetture diverse, versioni diverse del sistema operativo e fattori di forma diversi. Per informazioni sull'esecuzione di app in un PC diverso dal PC di sviluppo, vedi Esecuzione di app di Windows Store da Visual Studio e Come ottenere una licenza sviluppatore.

In alto

distribuzione

Anche se Windows Store rappresenta una risorsa ideale per la commercializzazione e la distribuzione di app, le app LOB verranno il più delle volte distribuite direttamente all'utente finale dall'organizzazione IT della società. Il processo di installazione di app senza passare per Windows Store si chiama trasferimento tramite sideload. Ecco alcune procedure consigliate utili per garantire agli utenti un'eccezionale esperienza la prima volta che installano ed eseguono queste app trasferite con sideload.

  • Usa il Kit di certificazione app Windows—Come accennato in precedenza, prima di distribuire un'app esegui i test di certificazione del Kit di certificazione app Windows per verificare che soddisfi i requisiti delle app di Windows Store.
  • Firma l'app—Usa un'autorità di certificazione (CA) attendibile per firmare l'app con un certificato aziendale. Questa operazione fa parte del processo di distribuzione, indipendentemente dal fatto che l'app sia distribuita tramite Windows Store o meno. Il certificato dovrà essere attendibile in tutti i PC che eseguiranno l'app. Il nome dell'autore nel certificato deve corrispondere a quello dell'app.
  • Imposta criteri di gruppo—Verifica che i criteri di gruppo siano impostati per essere installati in tutte le app attendibili. In questo modo gli utenti del gruppo potranno installare app con sideload.
  • Distribuisci l'app—Sono disponibili diverse opzioni per la distribuzione di app agli utenti di una rete. È possibile usare le comuni soluzioni di gestione delle app, come Microsoft System Center, oppure consentire agli utenti di installare l'app mediante uno script di Windows PowerShell.

Per i dettagli sui diversi modi in cui è possibile distribuire app LOB e gestire i relativi aggiornamenti, vedi Distribuzione di applicazioni aziendali eNovità di Windows 8.1, Miglioramenti apportati per il modello Bring Your Own Device (BYOD).

In alto

Gestione di app di Windows Store

Come nelle precedenti versioni di Windows, i responsabili IT possono continuare a usare strumenti come Windows Intune e Microsoft System Center Configuration Manager per gestire l'accesso alle app LOB aziendali. Con l'introduzione di Windows Store, i responsabili IT vorranno assicurarsi che l'accesso degli utenti a Windows Store sia conforme ai criteri aziendali.

Per le app di Windows Store, i responsabili IT hanno diverse opzioni per la gestione delle app, sia distribuite internamente che tramite Windows Store.

  • Gli strumenti di gestione resi disponibili da System Center Configuration Manager e Windows Intune consentono di controllare quali app possono essere distribuite alla base di utenti dell'organizzazione.
  • I criteri aziendali consentono di abilitare l'accesso degli utenti a Windows Store, ma solo per specifiche app. In questo caso, i responsabili IT possono limitare le app a cui gli utenti aziendali hanno accesso in Windows Store usando lo strumento AppLocker.
  • I criteri aziendali consentono anche di concedere l'accesso a Windows Store solo a un insieme di utenti o PC selezionati. In questo caso, i responsabili IT possono disabilitare l'accesso a Windows Store per gli utenti o i PC non autorizzati tramite Criteri di gruppo.

Per altre informazioni, vedi Gestione dell'accesso dei client a Windows Store, Windows Intune e System Center Configuration Manager.

In alto

Informazioni sull'autore

Doug Rothaus

Doug Rothaus è un programmatore/autore del team Windows Developer Content. Scrive contenuti per sviluppatori in Microsoft da oltre 10 anni ed è entusiasta di offrire agli sviluppatori gli strumenti e le informazioni necessarie per creare soluzioni eccellenti con il software Microsoft.

 

Un ringraziamento speciale a Jim Prothe e Brad Bosak di Sonoma Partners LLC per averci fornito alcune informazioni utili sul lavoro che svolgono con Windows e Microsoft Dynamics CRM. Grazie anche a Kraig Brockschmidt, Miron Vranjes, Kushal Shah, Lora Heiny, Todd Landstad e Robert Green per il loro contributo al contenuto di questo articolo.

In alto

 

 

Mostra:
© 2015 Microsoft