Windows Dev Center

Linee guida per lo zoom semantico

Il controllo zoom semantico consente all'utente di spostarsi tra due diverse visualizzazioni dello stesso set di dati. Diversamente da uno zoom grafico standard, che aumenta o riduce le dimensioni e i dettagli degli oggetti, lo zoom semantico cambia i parametri e il layout di una rappresentazione grafica e modifica la visualizzazione della struttura e la selezione dei dati.

Funzionalità

  • Un'app può contenere un solo controllo zoom semantico.
  • Le dimensioni della visualizzazione ridotta sono vincolate dai limiti del controllo zoom semantico.
  • Toccando un'intestazione di gruppo si cambia visualizzazione. È possibile abilitare il movimento di avvicinamento delle dita per passare da una visualizzazione all'altra.
  • Le intestazioni attive consentono di spostarsi tra le visualizzazioni.

Esempi

Una rubrica è un esempio di set di dati in cui lo spostamento può essere notevolmente semplificato tramite un controllo zoom semantico. Una visualizzazione offre una panoramica completa, in ordine alfanumerico, dei contatti nella rubrica (immagine a sinistra), mentre la visualizzazione ingrandita contiene i dati ordinati e con maggiori dettagli.

Esempio di zoom semantico in una rubrica

Indicazioni generali

  • Quando usi lo zoom semantico nella tua app, assicurati che il layout degli elementi e la direzione di panoramica non cambino in base al livello di zoom. I layout e le interazioni di panoramica devono essere coerenti e prevedibili in tutti i livelli di zoom.
  • Lo zoom semantico permette all'utente di passare velocemente al contenuto, quindi ti consigliamo di limitare a tre il numero di pagine o schermate nella visualizzazione ridotta. Un livello eccessivo di panoramica riduce la praticità dello zoom semantico.
  • Non usare lo zoom semantico per cambiare l'ambito del contenuto. Ad esempio, un album fotografico non deve passare a una visualizzazione cartella in Esplora file.
  • Usa una struttura e una semantica essenziale per la visualizzazione.
  • Usa i nomi dei gruppi per gli elementi di una raccolta raggruppata.
  • Usa un ordinamento per una raccolta non raggruppata ma ordinata, ad esempio un ordinamento cronologico per le date o alfabetico per un elenco di nomi.

Argomenti correlati

Per progettisti
Linee guida per le interazioni utente comuni
Per sviluppatori (XAML)
Guida introduttiva: Input tocco
Guida introduttiva: Gestione dell'input del puntatore
Windows.UI.Xaml.Input
Per sviluppatori (HTML)
Guida introduttiva: Aggiunta di un controllo SemanticZoom
Windows.UI.Input
Per sviluppatori (app di Windows Runtime in DirectX con C++)
Risposta all'input tramite tocco (DirectX e C++)
Esempi (XAML)
Input: Esempio di eventi di input utente XAML
Esempio di scorrimento, panoramica e zoom con XAML
Esempi (WinJS)
Esempio di SemanticZoom HTML per controlli personalizzati
Esempio di raggruppamento di oggetti ListView e SemanticZoom HTML
Esempi (DOM)
Esempio di scorrimento, panoramica e zoom HTML
Input: Esempio di gesti istanziabili
Esempi (DirectX)
Esempio di input tramite tocco DirectX
Input: Esempio di manipolazioni e gesti (C++)

 

 

Mostra:
© 2015 Microsoft