Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Il presente articolo è stato tradotto manualmente. Passare il puntatore sulle frasi nell'articolo per visualizzare il testo originale. Ulteriori informazioni.
Traduzione
Originale

Configurazione dei servizi

Dopo aver progettato e implementato il contratto di servizio, è possibile configurare il servizio. Questa è la fase in cui si definisce e si personalizza il modo in cui il servizio viene esposto ai client, inclusa l'indicazione dell'indirizzo, del trasporto e della codifica dei messaggi utilizzata per inviare e ricevere messaggi e del tipo di sicurezza richiesto.

La configurazione specificata in questo punto include tutti i modi, imperativo nel codice o mediante un file di configurazione, in cui è possibile definire e personalizzare i vari aspetti di un servizio, ad esempio la specifica degli indirizzi dell'endpoint, dei trasporti utilizzati e degli schemi di sicurezza. In pratica, la creazione della configurazione è un fattore essenziale della programmazione di applicazioni WCF.

Configurazione semplificata

A partire da .NET Framework versione 4, WCF viene fornito con un nuovo modello di configurazione predefinito che semplifica i requisiti di configurazione di WCF. Se non si specifica alcuna configurazione di WCF per un determinato servizio, il runtime configura automaticamente il servizio con endpoint, associazioni e comportamenti predefiniti.

Configurazione dei servizi tramite file di configurazione

Un servizio Windows Communication Foundation (WCF) può essere configurato mediante la tecnologia di configurazione .NET Framework. In genere, gli elementi XML vengono aggiunti al file Web.config per un sito Internet Information Services (IIS) che ospita un servizio WCF. Gli elementi consentono di modificare i dettagli, ad esempio gli indirizzi dell'endpoint (gli indirizzi effettivi utilizzati per comunicare con il servizio) per i singoli computer.

Associazioni di Windows Communication Foundation

In aggiunta, WCF include molte configurazioni comuni fornite dal sistema rappresentate da associazioni che consentono di selezionare rapidamente le funzionalità di base per definire la comunicazione tra un client e il servizio, ad esempio i trasporti, la sicurezza e le codifiche dei messaggi.

Endpoint di Windows Communication Foundation

La comunicazione con un servizio WCF si verifica interamente tramite gli endpoint del servizio. Gli endpoint contengono il contratto, le informazioni di configurazione specificate nelle associazioni e gli indirizzi che indicano dove si trova il servizio o dove ottenere informazioni sul servizio.

Protezione dei servizi

Mediante WCF e i meccanismi di sicurezza esistenti, è possibile implementare aspetti quali la riservatezza, l'integrità, l'autenticazione e l'autorizzazione in qualsiasi servizio. È inoltre possibile controllare le attività di sicurezza riuscite e non riuscite.

Creazione di servizi interoperativi WS-I Basic Profile 1.1

I requisiti per la distribuzione di un servizio che sia interoperativo con i servizi e i client su qualsiasi altra piattaforma o sistema operativo sono delineati nella specifica WS-I Basic Profile 1.1.

Amministrazione e diagnostica

Monitoraggio delle varie fasi della vita di un'applicazione: registrazione eventi e messaggi, traccia e monitoraggio delle prestazioni abilitato da un set di strumenti di gestione.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2015 Microsoft