Requisiti per l'installazione di Visual SourceSafe

In questo argomento sono riportati i requisiti e le informazioni che è opportuno conoscere per eseguire l'installazione di Visual SourceSafe. Come descritto in Funzionamento di Visual SourceSafe, il team può scegliere di utilizzare Visual SourceSafe tramite plug-in di Visual Studio o un'altra applicazione compatibile di terze parti. Per i computer in cui si desidera utilizzare i plug-in, è necessario installare il programma di terze parti oltre a Visual SourceSafe.

Licenze

È necessario disporre di singole licenze Visual SourceSafe per ciascun computer in cui si intende installare o utilizzare il prodotto. Se ad esempio gli utenti del database di Visual SourceSafe sono 100, è necessario acquistare 100 licenze Visual SourceSafe per ottemperare alla legge sul copyright. Se Visual SourceSafe viene installato in computer client, è necessario fornire a ciascun utente un codice "CD key" riportato sulla confezione del prodotto. È possibile riutilizzare lo stesso codice "CD key" per tutti gli utenti che effettuano un'installazione, tuttavia è comunque necessario disporre di una licenza per ogni utente.

Autorizzazioni Windows

Per poter registrare il programma in Windows, è necessario disporre dei privilegi di amministratore per il computer in cui installare Visual SourceSafe. L'amministratore del database deve inoltre disporre delle autorizzazioni di amministratore per utilizzare Visual SourceSafe sul computer server. Tali autorizzazioni non sono invece necessarie per gli utenti di computer client che utilizzano Visual SourceSafe dopo l'installazione.

Requisiti del computer server

Il server Visual SourceSafe include il software Visual SourceSafe, unitamente ai servizi richiesti dai package del controllo del codice sorgente per l'esecuzione in programmi di terze parti, ad esempio i plug-in di SourceSafe per Visual Studio. In genere il server contiene anche i database per il team. Il server ospita i database su un'unità accessibile a tutti i client Visual SourceSafe. Se si desidera utilizzare il computer server come una workstation, è anche possibile installare il software client Visual SourceSafe.

Le specifiche minime consigliate di sistema per un server Visual SourceSafe sono riportate nel file Leggimi di Visual SourceSafe. Se tuttavia si opera in ambienti di team più estesi, è preferibile disporre di un sistema potente, più vicino alle specifiche consigliate per una workstation di sviluppo Visual Studio.

Tenere presente che il tempo richiesto per le normali operazioni di amministrazione di database di Visual SourceSafe dipende principalmente dalla velocità del processore e dalla quantità di RAM disponibile. È inoltre consigliabile disporre di un disco di capacità pari a circa il doppio della dimensione del database di Visual SourceSafe.

Nella tabella seguente sono riportate le specifiche relative al server Visual SourceSafe.

Piattaforma

PC

Sistema operativo

Windows XP, Windows 2000, Windows NT 4.0 con SP6 o versione successiva, Windows Server 2003.

NoteNota

Se si desidera configurare il server per il supporto del servizio Web di SourceSafe, è necessario utilizzare una versione di Windows Server. È possibile utilizzare Windows XP come servizio Web di SourceSafe personale (un solo utente), ma, se più di un utente prova ad accedere al servizio Web di SourceSafe configurato su un computer Windows XP, è possibile raggiungere il numero massimo di connessioni in ingresso in Windows XP. Per ulteriori informazioni, cercare l'articolo della KB "Inbound connections limit in Windows XP" in MSDN Library (informazioni in lingua inglese).

Configurazione file system

NTFS

Protocollo di comunicazione

TCP/IP, certificato di autenticazione server, necessario per utilizzare Secure Sockets Layer (SSL)

File server

Qualsiasi file server compatibile Windows, ad esempio Windows NT, Novell, Banyan

Dimensioni massime database

4-6 GB

Dimensioni massime file

2 GB

Spazio disponibile su disco

Almeno 141 MB per il server

59–72 MB per il client (facoltativo)

57–59 MB per MSDN

Altri 43–59 MB per Internet Explorer

Processore

233 MHz o superiore; si consiglia: Pentium 300 MHz o superiore

Memoria

96 MB per Windows NT 4.0 4.0 (si consigliano 128 MB)

128 MB per Windows 2000 e Windows XP

Almeno 128 MB per Windows Server 2003 (si consigliano 256 MB)

Unità

CD-ROM o DVD-ROM

Monitor

VGA o risoluzione superiore (si consiglia Super VGA)

Software

Software server e client Visual SourceSafe (Amministrazione Visual SourceSafe obbligatorio)

Internet Information Services (IIS) 5.0 o versione successiva

MSDN Library (facoltativa per l'ambiente di sviluppo)

Internet Explorer 4.01 SP1 o versione successiva

Autorizzazioni di accesso Windows

Amministratore

Autorizzazioni di accesso Visual SourceSafe

Amministratore

Requisiti Secure Sockets Layer (SSL)

Windows Server 2003, Windows 2000 Server

Internet Explorer 4.01 SP1 o versione successiva

Servizi certificati Microsoft per la creazione di certificati server (facoltativo)

È opportuno installare sul computer server anche archivi con tolleranza d'errore, sotto forma di configurazione RAID (Redundant Array of Independent Disks) o equivalente. RAID consente di ridurre le perdite di dati causate da problemi di accesso al disco. Con RAID parte della capacità di archiviazione fisica include informazioni ridondanti sui dati archiviati sui dischi. È quindi possibile rigenerare i dati utilizzando le informazioni ridondanti in caso di errore dei dischi o del percorso di accesso oppure di errore di lettura di un settore del disco.

RAID di livello 1 è adeguato per sistemi operativi e registri. Installare RAID di livello 5 o RAID 0+1 per dati quali il database di Visual SourceSafe. Per informazioni su come incrementare l'affidabilità del server, fare riferimento alle seguenti risorse (in lingua inglese):

  • http://www.microsoft.com/windows2000/techinfo/howitworks/management/relavail.asp

  • http://www.microsoft.com/ntserver/techresources/deployment/ntserver/highavail1.asp

Requisiti del computer client

Un computer client Visual SourceSafe è una workstation che accede ai database di Visual SourceSafe, presenti sia nello stesso computer che in un computer remoto che fornisce accesso al database a tutti i client. In un ambiente di sviluppo è consigliabile utilizzare come computer client una workstation di sviluppo Visual Studio o equivalente. Tale computer è necessario se si desidera utilizzare i plug-in Visual SourceSafe in Visual Studio o in altro programma di terze parti.

Nella tabella seguente sono riportate le specifiche relative a un computer client Visual SourceSafe che non ospita un database.

Piattaforma

PC

Sistema operativo

Windows XP, Windows Server 2003, Windows 2000

Configurazione file system

NTFS

Protocollo di comunicazione

TCP/IP, necessario per utilizzare Secure Sockets Layer (SSL)

Spazio disponibile su disco

Almeno 141 MB per il server

59–72 MB per il client (facoltativo)

57–59 MB per MSDN

Altri 43–59 MB per Internet Explorer

Processore

486DX/66 MHz o superiore; si consiglia: Pentium 300 MHz o superiore

Memoria

Almeno 128 MB

Unità

CD-ROM o DVD-ROM

Monitor

VGA o risoluzione superiore (si consiglia Super VGA)

Software

Software client Visual SourceSafe

Visual Studio 6.0 o versione successiva (richiesto solo per l'esecuzione di plug-in Visual SourceSafe). Versioni Express di Visual Studio non compatibili

MSDN Library (facoltativa per l'ambiente di sviluppo)

Autorizzazioni di accesso Windows

Amministratore

Autorizzazioni di accesso Visual SourceSafe

Utente o amministratore

Requisiti per database separati

È possibile ospitare database di Visual SourceSafe su un computer remoto sia al server che ai client. I requisiti del computer per database separati sono identici a quelli del computer server Visual SourceSafe descritti in "Requisiti del computer server". Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: configurare l'accesso al database tramite il plug-in di Visual SourceSafe (Internet).

Requisiti del server di generazione

Se si utilizza Visual SourceSafe in un ambiente di sviluppo, ad esempio con Visual Studio, è possibile impostare un server di generazione per consentire la gestione delle dipendenze. Oltre a ospitare lo script per la generazione di versioni specifiche del sistema, il server di generazione gestisce inoltre un insieme di cartelle condivise che rappresentano la più recente operazione di generazione, nonché versioni precedenti organizzate in base al numero di build.

La struttura delle cartelle per la gestione di soluzioni, progetti e file del codice sorgente Visual Studio deve essere coerente nel server di generazione e nelle workstation di sviluppo. Per informazioni dettagliate sui requisiti del server di generazione, vedere la Guida in linea di Visual Studio.

Requisiti del server di backup

Il server di backup viene utilizzato per il backup del database di Visual SourceSafe, sia ai fini dell'archiviazione che per garantire la ridondanza con il computer server. È consigliabile eseguire regolarmente il backup dei database di Visual SourceSafe. Nella tabella seguente sono riportate le specifiche relative a un server di backup.

Piattaforma

PC

Sistema operativo

Windows 2000 Professional con Windows 2000 Server

Windows XP Professional

Configurazione file system

NTFS

Processore

486DX/66 MHz o superiore; si consiglia: Pentium 300 MHz o superiore

Pentium II 450 MHz per il server di generazione; si consiglia: Pentium III 600 MHz

Memoria

96 MB per Windows 2000 Professional (si consigliano 128 MB)

192 MB per Windows 2000 Server (si consigliano 256 MB)

160 MB per Windows XP Professional (si consigliano 192 MB)

Unità

CD-ROM o DVD-ROM

Monitor

800x600, 256 colori; si consiglia: 65.536 colori, 16-bit

Software

Se il server viene utilizzato solo ai fini dell'archiviazione, è necessario disporre solo del software per il backup. Se tuttavia il server di backup viene utilizzato per garantire la ridondanza con il computer server, deve essere caratterizzato dalla stessa configurazione software del computer server Visual SourceSafe.

Autorizzazioni di accesso Windows

Amministratore

Autorizzazioni di accesso Visual SourceSafe

Amministratore

Requisiti del server Virtual Private Network (VPN)

Per garantire agli sviluppatori dell'ambiente l'accesso ai servizi aziendali, è necessario creare un server VPN che esegua il sistema operativo Windows 2000 e i servizi Routing e Accesso remoto. In alternativa, è possibile distribuire il server Microsoft Internet Security and Acceleration (ISA), il plug-in Internet di VSS o soluzioni di terze parti.

Requisiti del server Web

Se si intende sviluppare servizi Web XML, è necessario installare nell'ambiente un server Web. Questo tipo di server è inoltre richiesto se il sito ospita applicazioni Web, ad esempio per supportare l'integrazione, il test del sistema o degli utenti. Un server Web viene eseguito sul sistema operativo Windows 2000, Windows XP o Windows Server 2003. È inoltre richiesto IIS 5.0 o versione successiva. Per informazioni dettagliate sul server Web, vedere la Guida in linea di Visual Studio.

Requisiti per la sicurezza aziendale

Visual SourceSafe può essere utilizzato in numerosi ambienti di team. A seconda del tipo di team è necessario considerare quanto segue prima di installare il prodotto:

  • Standard aziendali esistenti per account utente e build per workstation

  • Criteri di sicurezza aziendali

  • Meccanismi di dominio aziendali

  • Utilizzo di una connessione VPN alla rete aziendale per l'accesso a servizi quali posta elettronica e Intranet

  • Se si desidera poter accedere al database in modalità remota utilizzando il plug-in Internet di Visual SourceSafe.

Se si intende installare Visual SourceSafe in un ambiente di sviluppo, tenere presente che gli sviluppatori necessitano di maggiori privilegi sulle workstation. Tra l'altro devono poter installare aggiornamenti o Service Pack del sistema operativo, gestire IIS in locale ai fini del test e dell'ottimizzazione delle applicazioni, nonché eseguire il debug di applicazioni Web.

Per la definizione di un ambiente di sviluppo è necessario:

  • Stabilire se inserire il team di sviluppo in un dominio autonomo o nel dominio aziendale. Se si sceglie per un dominio distinto, è necessario stabilire se si desidera implementare o meno relazioni di trust.

  • La scelta di un dominio autonomo senza relazioni di trust garantisce la massima sicurezza poiché gli utenti aziendali non potranno accedere all'ambiente di sviluppo. Si noti che una rete distinta supporta l'isolamento quando i membri del team eseguono il test di carico per la pianificazione della capacità e operazioni correlate. Per questo tipo di ambiente è richiesta una VPN.

  • La scelta di un dominio autonomo con relazioni di trust consente di disporre di un ambiente conveniente che non richiede una VPN. L'accesso al dominio non sarà consentito agli utenti aziendali. In questo ambiente, in cui è possibile impostare account utente di sviluppo, il dominio aziendale deve considerare attendibile il dominio di sviluppo per consentire l'accesso ai servizi. Se si desidera utilizzare questo tipo di dominio, verificare con attenzione i criteri di sicurezza aziendali per garantire la compatibilità con i piani.

  • La scelta di un ambiente di sviluppo compreso nel dominio aziendale consente di evitare la separazione dei domini e di garantire agli sviluppatori l'accesso all'infrastruttura e ai servizi aziendali. Tenere presente che i singoli sviluppatori potrebbero non disporre dei diritti di amministrazione locale in base a quanto previsto dai criteri di sicurezza aziendali. Una tale situazione può risultare problematica per gli sviluppatori perché per eseguire il debug di un'applicazione Web ASP.NET su una workstation di sviluppo è necessario essere amministratore locale. I criteri di sicurezza aziendali potrebbero inoltre impedire agli sviluppatori di installare i Service Pack richiesti. Uno dei principali problemi associati a questo tipo di ambiente di sviluppo è tuttavia rappresentato dal fatto che è il dominio di sviluppo a dover considerare attendibile il dominio aziendale, rendendo la rete suscettibile agli attacchi di intrusi.

Requisiti per un ambiente di sviluppo

Se il sito supporta un ambiente di sviluppo, tenere presenti i requisiti riportati di seguito durante l'installazione di Visual SourceSafe:

  • Adottare una struttura di file system corrispondente a quella del server di generazione ed eseguirne il mirroring su tutti i computer client. Tale precauzione è particolarmente importante per le directory che contengono soluzioni e progetti Visual Studio .NET.

  • Le workstation di sviluppo devono essere conformi ai requisiti minimi consigliati per Visual SourceSafe. Devono pertanto essere caratterizzate dagli stessi requisiti hardware del server di generazione. Vedere "Requisiti del server di generazione".

  • Dopo aver configurato una workstation di sviluppo, è consigliabile creare un'immagine della workstation, da distribuire su altri computer con software di terze parti per la creazione di immagini disco.

  • Preparare le workstation pianificando l'archiviazione di tutti i dati utente (comprese soluzioni e progetti) su una partizione o un disco fisico distinto. Questo tipo di archiviazione consente di installare un'immagine di workstation sull'unità C esistente. Per la distribuzione di aggiornamenti secondari e software aggiuntivo è possibile utilizzare Criteri di gruppo nei servizi Active Directory di Windows 2000.

  • È possibile utilizzare modelli Enterprise Visual Studio per favorire l'uso di procedure di sviluppo e pratiche standard idonee tra progetti di sviluppo. Per ulteriori informazioni sui modelli, vedere "Modelli Enterprise per applicazioni distribuite" nella Guida in linea di Visual Studio.

Vedere anche

Mostra: