Funzione MobileServiceClient.login

Aggiornamento: giugno 2013

Connette un utente in un servizio mobile utilizzando il provider di identità specificato.

mobileServiceClient.login(provider, token);

provider
Tipo: string

Il nome del provider di identità, che indica ai Servizi mobili il provider da utilizzare per l'autenticazione. Sono supportati i valori seguenti:

 

Valore del provider Descrizione

microsoftaccount

Account di accesso Microsoft.

facebook

Account di accesso Facebook

twitter

Account di accesso Twitter

google

Account di accesso Google

token
Tipo: string

Rappresentazione JSON facoltativo di un token di autenticazione, che può essere fornito quando il client ha già ottenuto un token dal provider di identità.

useSingleSignOn
Tipo: boolean

Indica se utilizzare il Single Sign-On per l'accesso. Supportato solo in un'.

Tipo: oggetto Promise che restituisce un oggetto utente quando viene completato.

Chiamare il metodo done sull'oggetto Promise per accedere all'utente restituito e gestire eventuali errori.

Tramite il codice seguente si autentica l'utente tramite un account Facebook e si accede al valore ID utente restituito.

mobileService.login("facebook").done(function (results) {
    var userId = results.userId;
    // Do something with the user ID.
}

Quando si imposta il valore useSingleSignOn su true, tramite i Servizi per dispositivi mobili si tenterà di accedere utilizzando le credenziali memorizzate nella cache nel client. Per poter utilizzare questa funzionalità, è necessario registrare le informazioni sul pacchetto dell' con i Servizi per dispositivi mobili. Per informazioni su come registrare il pacchetto dell'app, vedere l'esercitazione Introduzione alle notifiche push nei Servizi mobili

 

Spazio dei nomi

WindowsAzure.MobileServices

Libreria

MobileServices.js

Mostra: