Questa pagina è stata utile?
I suggerimenti relativi al contenuto di questa pagina sono importanti. Comunicaceli.
Altri suggerimenti?
1500 caratteri rimanenti
Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Pianificazione dell'implementazione di Traffic Manager

Aggiornamento: luglio 2013

[In questo argomento sono presenti contenuti preliminari della versione di anteprima di Gestione traffico di Microsoft Azure. Per iniziare a usare questa funzionalità, passare a Gestione traffico nel portale di gestione di Microsoft Azure.]

È possibile utilizzare Traffic Manager di Windows Azure per controllare la distribuzione del traffico utente in servizi cloud analoghi in esecuzione nello stesso data center o in data center diversi nel mondo. È possibile inviare traffico al miglior centro dati ai fini di prestazioni, continuità aziendale, prezzo, conformità o per motivi legali o fiscali.

Traffic Manager applica un motore di criteri intelligente alle query DNS nei nomi di dominio. Nella figura 1 (riportata di seguito) vengono descritti gli elementi seguenti:

  • Flusso di traffico concettuale: flusso del traffico dell'utente da un punto di vista concettuale. Per ulteriori informazioni sul flusso effettivo, vedere Traffic Manager Overview.

  • Passaggi per creare un dominio e criteri funzionanti di Traffic Manager: tramite i numeri viene indicato l'ordine da seguire per creare un dominio e criteri funzionali di Traffic Manager.

Modalità di configurazione di Gestione traffico

Figura 1

I passaggi numerati seguenti corrispondono ai passaggi nella figura 1. Questi passaggi possono essere eseguiti con un ordine leggermente diverso se si conoscono con precisione le configurazioni e le procedure consigliate di Traffic Manager.

Per creare un profilo e un dominio di Traffic Manager (passaggi avanzati di base):

  1. Distribuire i servizi cloud nell'ambiente di produzione. Quando si crea un profilo, è necessario associarlo a una sottoscrizione. È quindi possibile aggiungere endpoint servizio in produzione appartenenti alla stessa sottoscrizione. Se un servizio cloud non si trova in un ambiente di produzione di Windows Azure o nella stessa sottoscrizione, non sarà disponibile per l'aggiunta. Per ulteriori informazioni, vedere Procedure consigliate di Traffic Manager per i servizi cloud, il monitoraggio e i criteri e Piattaforma Windows Azure. Per ulteriori informazioni sui servizi cloud, vedere Servizi cloud (servizi ospitati).

  2. Decidere il metodo di bilanciamento del carico che si desidera utilizzare. Sono disponibili tre metodi diversi di bilanciamento del carico. È importante comprendere ognuna di queste opzioni. Per informazioni sui metodi di bilanciamento del carico, vedere About Traffic Manager Load Balancing Methods.

  3. Decidere la configurazione di monitoraggio che si desidera utilizzare. Tramite Traffic Manager vengono monitorati i servizi cloud per verificare che siano online, indipendentemente dal metodo di bilanciamento del carico. Non verrà inviato traffico ai servizi cloud offline in base al sistema di monitoraggio a meno che non venga rilevato che tutti i servizi sono offline o che non sia possibile rilevare lo stato di nessuno dei servizi contenuti nei criteri. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio, vedere About Traffic Manager Monitoring e Procedure consigliate di Traffic Manager per i servizi cloud, il monitoraggio e i criteri.

  4. Decidere un nome per il dominio di Traffic Manager. Considerare un nome per il dominio con un prefisso univoco. La seconda parte del dominio è fissa. Per ulteriori informazioni, vedere Procedure consigliate per la configurazione dei profili e dei domini di Traffic Manager.

  5. Creare il profilo e configurare le impostazioni. Per questo passaggio verranno utilizzate le informazioni dei passaggi 2, 3 e 4 nel portale di gestione.

  6. Verificare i criteri di Traffic Manager. Verificare che criteri e dominio funzionino come previsto. Per informazioni su come eseguire questa operazione, vedere Testing Traffic Manager Settings.

  7. Puntare il record di risorse DNS del dominio aziendale ai criteri per attivarlo. Per ulteriori informazioni, vedere Point a Company Internet Domain to a Traffic Manager Domain.

    Ad esempio, includere la riga seguente nel record di risorse DNS nei server per puntare il dominio aziendale al dominio di Traffic Manager come descritto nella Figura 1:

    www.contoso.com IN CNAME contoso.trafficmanager.net

Vedere anche

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2015 Microsoft