Note sulla versione di Azure SDK .NET (novembre 2011)
Questo articolo è stato tradotto automaticamente. Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese

Note sulla versione di Azure SDK .NET (novembre 2011)

 

In questo documento sono contenute le note sulla versione per Azure SDK per .NET - novembre 2011.

Queste note sulla versione includono le informazioni seguenti:

Per altre informazioni correlate a questa versione, vedere le risorse seguenti:

Per informazioni su...

Vedere...

Ultimi aggiornamenti di Azure

Novità di Azure

Problemi noti di Azure SDK

Problemi noti nei Servizi cloud di Azure

Nuove funzionalità degli strumenti di Azure per Microsoft Visual Studio

Novità degli strumenti di Azure

Nuove funzionalità delle librerie dei servizi Caching e Service Bus di Azure

Azure SDK per .NET novembre 2011 - Note sulla versione

Il sistema operativo guest Azure è il sistema operativo in cui il servizio viene eseguito nel cloud. Quando si distribuisce un servizio in Azure, è necessario assicurarsi che la versione del sistema operativo guest Azure sia compatibile con la versione dell'SDK con cui è stato sviluppato. Per informazioni dettagliate, vedere Versioni del sistema operativo guest Azure e matrice di compatibilità SDK.

Per installare Azure SDK per .NET, vedere la pagina relativa al Centro per sviluppatori .NET per Azure.

Alcuni percorsi di installazione sono stati modificati. In Azure SDK 1.5 tutti i componenti venivano installati nella cartella Azure SDK:

C:\Programmi\Azure SDK\v1.5

In Azure SDK per .NET l'emulatore di calcolo viene installato in:

C:\Programmi\Azure Emulator\emulator

Tutti gli altri componenti vengono installati in:

C:\Programmi\Azure SDK\v1.6

Per eseguire i servizi per l'Emulatore di archiviazione di Microsoft Azure, è necessario disporre di un'installazione di SQL Express 2005, di SQL Express 2008 o di Microsoft SQL Server.

Per impostazione predefinita, l'emulatore di archiviazione viene eseguito in un'istanza di SQL Express. Per configurarlo affinché venga eseguito in un'istanza locale di SQL Server, chiamare lo strumento DSInit con il parametro /sqlInstance, passando il nome dell'istanza di SQL Server di destinazione. Utilizzare il nome dell'istanza di SQL Server senza il qualificatore del server, ad esempio MSSQL anziché .\MSSQL, per fare riferimento a un'istanza denominata. Utilizzare "." per indicare un'istanza senza nome o predefinita di SQL Server.

È possibile chiamare dsInit /sqlInstance in qualsiasi momento per configurare l'emulatore di archiviazione affinché faccia riferimento a un'istanza diversa di SQL Server.

Quando si esegue un aggiornamento da una versione precedente dell'SDK, si rileveranno le modifiche di rilievo seguenti.

Per aggiornare i progetti che utilizzano Azure Connect compilati in Azure SDK 1.4, è necessario rimuovere le impostazioni seguenti dalla configurazione del servizio.


<Setting name="Microsoft.WindowsAzure.Plugins.Connect.Diagnostics" value="" /> <Setting name="Microsoft.WindowsAzure.Plugins.Connect.DNSServers" value="" />

Il problema descritto di seguito potrebbe verificarsi durante l'aggiornamento da una versione precedente dell'SDK.

  1. Per utilizzare gli strumenti di Azure per Microsoft Visual Studio con SDK 1.4, è necessario eseguire un'edizione di Visual Studio 2010 o Visual Studio 2010 Express.

  2. Se si utilizza Azure SDK versione 1.2 o precedente, ricordare che la versione di Microsoft.WindowsAzure.StorageClient.dll è passata dalla 1.0.0.0 alla 1.1.0.0 per supportare nuove funzionalità e una modifica relativa alla modalità di escape degli input URL. La modifica del comportamento non dovrebbe influire sulla maggior parte delle applicazioni. È tuttavia necessario aggiornare i riferimenti al progetto precedenti affinché venga utilizzato il nuovo assembly e ritestare l'applicazione.

Mostra:
© 2016 Microsoft