Questa pagina è stata utile?
I suggerimenti relativi al contenuto di questa pagina sono importanti. Comunicaceli.
Altri suggerimenti?
1500 caratteri rimanenti
Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Procedura guidata Pubblica l'applicazione Azure

Aggiornamento: maggio 2015

Un'applicazione Web sviluppata in Visual Studio può essere pubblicata più facilmente in un servizio cloud di Azure mediante la procedura guidata Pubblica applicazione Azure. La prima sezione illustra i passaggi da completare per poter usare la procedura guidata, mentre nelle sezioni successive vengono descritte le funzionalità di tale procedura guidata.

  1. Prerequisiti

  2. Scelta della sottoscrizione

  3. Configurazione delle impostazioni

  4. Pubblicazione dell'applicazione

noteNota
Oggetto di questo argomento è la distribuzione in servizi cloud, non in siti Web. Per informazioni sulla distribuzione in siti Web, vedere l'argomento relativo alla distribuzione di un sito Web di Azure.

Prima di poter pubblicare l'applicazione Web in Azure, è necessario disporre di un account Microsoft e di una sottoscrizione di Azure ed è necessario associare l'applicazione Web a un servizio cloud di Azure. Se queste attività sono già state completate, è possibile passare alla sezione successiva.

  1. Ottenere un account Microsoft e una sottoscrizione di Azure. Per ottenere una sottoscrizione di Azure, vedere la pagina di benvenuto in Azure.

  2. Creare un servizio cloud e un account di archiviazione in Azure. È possibile eseguire queste operazioni in Esplora server in Visual Studio o tramite il portale di gestione di Azure.

    Per ulteriori informazioni sull'impostazione dell'ambiente Azure, vedere Configurazione dei servizi richiesti per pubblicare un servizio cloud da Visual Studio.

  3. Abilitare l'applicazione Web per Azure. Per consentire la pubblicazione dell'applicazione Web in Azure da Visual Studio, è necessario associarla a un progetto servizio cloud di Azure in Visual Studio. Per creare il progetto servizio cloud associato, aprire il menu di scelta rapida relativo al progetto per l'applicazione Web, quindi scegliere Converti, Converti in progetto servizio cloud di Azure.

  4. Dopo aver aggiunto il progetto servizio cloud alla soluzione, aprire di nuovo lo stesso menu di scelta rapida e scegliere Pubblica.

    Per ulteriori informazioni sull'abilitazione delle applicazioni per Azure, vedere Procedura: Eseguire la migrazione e la pubblicazione di un'applicazione Web in un servizio cloud di Azure da Visual Studio.

    ImportantImportante
    Assicurarsi di avviare Visual Studio con le credenziali di amministratore (Esegui come amministratore).

  5. Quando si è pronti a pubblicare l'applicazione, aprire il menu di scelta rapida per il progetto servizio cloud di Azure e quindi scegliere Pubblica. Di seguito è illustrata la procedura guidata Pubblica applicazione Azure.

  1. Prima di utilizzare la procedura guidata per la prima volta, �� necessario effettuare l'accesso. Scegliere il collegamento Accedi. Quando richiesto, accedere al portale di Azure, immettendo il nome utente e la password di Azure.

    Una delle schermate della procedura guidata di pubblicazione

    L'elenco delle sottoscrizioni viene popolato con le sottoscrizioni associate all'account. Potrebbero anche essere presenti le sottoscrizioni contenute nei file di sottoscrizione importati in precedenza.

  2. In Scegli sottoscrizione scegliere la sottoscrizione da usare per la distribuzione.

    Se si sceglie <Gestisci... >, verrà visualizzata la finestra di dialogo Gestisci sottoscrizioni ed è possibile scegliere l'account utente e la sottoscrizione che si desidera usare. La scheda Account mostra tutti gli account e la scheda Sottoscrizioni mostra tutte le sottoscrizioni associate agli account. È anche possibile scegliere un'area da cui usare risorse di Azure e creare o importare i certificati per la sottoscrizione dal portale di Azure. Se sono state importate sottoscrizioni da un file di sottoscrizione, i certificati associati verranno visualizzato nella scheda Certificati. Al termine dell'operazione, fare clic su Chiudi.

    Gestisci sottoscrizioni
    noteNota
    Un file di sottoscrizione può contenere più di una sottoscrizione.

  3. Scegliere Avanti per continuare.

    Se nella sottoscrizione non sono presenti servizi cloud, è necessario creare un servizio cloud in Azure per ospitare il progetto. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Crea servizio cloud e account di archiviazione.

    Specificare un nuovo nome per il servizio cloud. Il nome deve essere univoco in Azure. Specificare quindi un'area o un gruppo di affinità per un data center situato nelle vicinanze dell'utente o della maggior parte dei propri clienti. Questo nome verrà usato anche per il nuovo account di archiviazione che Azure crea per il servizio cloud.

  4. Modificare le impostazioni desiderate per la distribuzione e quindi pubblicarlo scegliendo il pulsante Pubblica. Nella sezione successiva vengono fornite informazioni dettagliate sulle diverse impostazioni. Per rivedere le impostazioni prima della pubblicazione, scegliere il pulsante Avanti.

    noteNota
    Se si sceglie Pubblica in questo passaggio, è possibile monitorare lo stato della distribuzione in Visual Studio.

È possibile modificare le impostazioni comuni e avanzate di una distribuzione tramite la procedura guidata Pubblica applicazione Azure. Ad esempio, è possibile scegliere un'impostazione per distribuire l'applicazione in un ambiente di test prima del rilascio. Nella figura seguente viene illustrata la scheda Impostazioni comuni per una distribuzione Azure.

Impostazioni comuni

  1. Nell'elenco Servizio cloud effettuare una delle procedure seguenti:

    • Nell'elenco a discesa scegliere un servizio cloud esistente. Viene visualizzata la posizione del data center per il servizio. Prendere nota della posizione e assicurarsi che la posizione dell'account di archiviazione sia nello stesso data center.

    • Scegliere Crea nuovo per creare un servizio cloud ospitato da Azure. Nella finestra di dialogo Crea servizio cloud indicare un nome per il servizio e quindi specificare un'area o un gruppo di affinità per indicare la località del data center che dovrà ospitare il servizio cloud. Il nome deve essere univoco in Azure.

  2. Nell'elenco Ambiente scegliere Produzione o Gestione temporanea. Se si vuole distribuire l'applicazione in un ambiente di test, scegliere l'ambiente di gestione temporanea. È possibile spostare l'applicazione nell'ambiente di produzione in un secondo momento.

  3. Nell'elenco Configurazione compilazione scegliere Debug o Rilascio.

  4. Nell'elenco Configurazione del servizio scegliere Cloud o Locale.

    Selezionare la casella di controllo Abilita desktop remoto per tutti i ruoli per essere in grado di connettersi in modalità remota al servizio. Questa opzione viene usata principalmente per la risoluzione dei problemi. Quando si seleziona questa casella di controllo, viene visualizzata la finestra Configurazione Desktop remoto. Scegliere il collegamento Impostazioni per modificare la configurazione.

    Selezionare la casella di controllo Abilita Distribuzione Web per tutti i ruoli Web per abilitare la distribuzione Web per il servizio. Per usare questa funzionalità, è necessario abilitare Desktop remoto. Per altre informazioni, vedere Pubblicazione di un servizio cloud con gli strumenti di Azure. Per ulteriori informazioni su Distribuzione Web, vedere Pubblicazione di un servizio cloud con gli strumenti di Azure.

  5. Scegliere la scheda Impostazioni avanzate. Nel campo Etichetta distribuzione accettare il nome predefinito oppure immettere il nome desiderato. Per aggiungere la data all'etichetta di distribuzione, lasciare selezionata la casella di controllo.

    Terza schermata della procedura guidata di pubblicazione
  6. Nell'elenco Account di archiviazione scegliere l'account di archiviazione da utilizzare per la distribuzione. Confrontare le posizioni dei data center per il servizio cloud e l'account di archiviazione. Idealmente, dovrebbero coincidere.

    noteNota
    Nell'account di archiviazione di Azure viene archiviato il pacchetto per la distribuzione dell'applicazione. Dopo la distribuzione dell'applicazione, il pacchetto viene rimosso dall'account di archiviazione.

  7. Selezionare la casella di controllo Aggiornamento distribuzione se si desidera distribuire solo i componenti aggiornati. Questo tipo di distribuzione risulta più rapida della distribuzione completa. Fare clic sul collegamento Impostazioni per visualizzare la finestra di dialogo Impostazioni aggiornamento distribuzione, mostrata nell'immagine riportata di seguito.

    Impostazioni di distribuzione

    È possibile scegliere una di due opzioni per la distribuzione dell'aggiornamento, ossia incrementale o simultanea. La distribuzione incrementale aggiorna un'istanza distribuita alla volta. In questo modo, l'applicazione rimane online e disponibile agli utenti. Una distribuzione simultanea aggiorna tutte le istanze distribuite in una sola volta. L'aggiornamento simultaneo è più rapido di quello incrementale. Tuttavia, se si sceglie questa opzione, l'applicazione potrebbe non essere disponibile durante il processo di aggiornamento.

    Se quando l'aggiornamento non viene completato si desidera che venga effettuata automaticamente la distribuzione completa, è necessario selezionare la casella di controllo Se la distribuzione non viene aggiornata, esegui una distribuzione completa. Una distribuzione completa reimposta l'indirizzo IP virtuale (VIP) per il servizio cloud. Per altre informazioni, vedere Procedura: Mantenere un indirizzo IP virtuale costante per un servizio cloud.

  8. Per eseguire il debug del servizio, selezionare la casella di controllo Abilita IntelliTrace. Se invece si intende distribuire una configurazione di debug e si vuole eseguire il debug del servizio cloud in Azure, selezionare la casella di controllo Abilita debugger remoto per tutti i ruoli per distribuire i servizi di debug remoto.

    Per profilare l'applicazione, selezionare la casella di controllo Abilita profilatura, quindi selezionare il collegamento Impostazioni per visualizzare le opzioni di profilatura.

    ImportantImportante
    È necessario utilizzare Visual Studio Ultimate per abilitare IntelliTrace o la profilatura dell'interazione tra livelli e non è possibile abilitare entrambi contemporaneamente.

    Per altre informazioni, vedere Debug di un servizio cloud pubblicato con IntelliTrace e Visual Studio e Test delle prestazioni di un servizio cloud.

  9. Scegliere Avanti per visualizzare la pagina di riepilogo per l'applicazione.

  1. È possibile scegliere di creare un profilo di pubblicazione con le impostazioni scelte. Ad esempio, si può creare un profilo per un ambiente di test e un altro per la produzione. Per salvare questo profilo, scegliere l'icona Salva. Mediante la procedura guidata, il profilo viene creato e salvato nel progetto di Visual Studio. Per modificare il nome del profilo, aprire l'elenco Profilo di destinazione e scegliere <Gestisci…>.

    Schermata riepilogativa della procedura guidata di pubblicazione
    noteNota
    Il profilo di pubblicazione viene visualizzato in Esplora soluzioni di Visual Studio e le impostazioni del profilo vengono scritte in un file con estensione azurePubxml. Le impostazioni vengono salvate come attributi dei tag XML.

  2. Scegliere Pubblica per pubblicare l'applicazione. È possibile monitorare lo stato del processo nel riquadro Output in Visual Studio.

Vedere anche

Mostra:
© 2015 Microsoft