Impostazioni di configurazione dell'host della cache

Le impostazioni dell'host della cache di Microsoft AppFabric 1.1 per Windows Server vengono memorizzate in due posizioni: al livello del cluster nella impostazioni di configurazione del cluster e al livello dell'host in ciascun host della cache.

Impostazioni dell'host della cache al livello del cluster

Le impostazioni dell'host della cache memorizzate al livello del cluster sono correlate all'esecuzione dell'host della cache come partecipante nel cluster, ad esempio le impostazioni relative al consumo di memoria e alle porte di rete per le comunicazioni, Tali impostazioni dell'host della cache a livello di cluster vengono illustrate in Impostazioni di configurazione del cluster.

La maggior parte delle impostazioni al livello del cluster sono disponibili allo strumento di amministrazione della cache basato su Windows PowerShell per la visualizzazione e la modifica. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di Windows PowerShell per la gestione delle funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1.

Impostazioni dell'host della cache al livello dell'host

Le impostazioni dell'host della cache memorizzate in ciascun host sono funzionali e correlate alle impostazioni richieste per l'esecuzione del software; ad esempio, consentono di impostare la posizione in cui l'host della cache può individuare il percorso di memorizzazione della configurazione del cluster e il tipo di configurazione necessario per i sink di registro.

Per memorizzare le impostazioni dell'host, ciascun host utilizza un file di configurazione denominato DistributedCacheService.exe.config. Il file viene creato e configurato automaticamente durante l'installazione e viene inserito nella cartella ".\Programmi\Windows Server AppFabric". Le impostazioni utilizzate in questo file di configurazione, in gran parte dei casi, non devono essere modificate. L'unica occasione in cui potrebbe essere necessario modificare questo file è l'impostazione del livello di registrazione o la modifica del percorso del registro.

noteNota
Altre impostazioni presenti nel file DistributedCacheService.exe.config non descritte in questa sezione vengono utilizzate da AppFabric per operazioni interne.

Impostazioni dell'elemento dataCacheConfig

Le impostazioni nell'elemento dataCacheConfig sono significative per l'host della cache in relazione al cluster di cache. Impostazioni quali il nome del cluster, il percorso di memorizzazione della configurazione del cluster e il nome del servizio host della cache si trovano nell'elemento dataCacheConfig.

Le impostazioni nell'elemento dataCacheConfig, delineate nella tabella seguente, vengono utilizzate anche dallo strumento di amministrazione di PowerShell quando si utilizza il comando Use-CacheCluster senza parametri. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di Windows PowerShell per la gestione delle funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1.

 

Impostazione Percorso di configurazione XML

Nome server di cache

L'attributo hostName dell'elemento dataCacheConfig.

Stringa di connessione del percorso di configurazione del cluster

L'elemento connectionString dell'elemento clusterConfig. L'elemento clusterConfig è figlio dell'elemento dataCacheConfig. .

noteNota
Quando si utilizza un database SQL Server per memorizzare le impostazioni di configurazione, la stringa di connessione SQL Server viene memorizzata in testo semplice nel file DistributedCacheService.exe.config. Ogni volta che è possibile, utilizzare la protezione integrata di Windows per proteggere il database in modo che le password non siano richieste nelle stringhe di connessione.

Esempio

Nell'esempio seguente viene mostrato il file di configurazione della cache, DistributedCacheService.exe.config.

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<configuration>
  <configSections>
    <!-- Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core assembly name is hard-coded -->
    <section name="dataCacheConfig" type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheConfigSection, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core, Version=1.0.0.0, Culture=neutral, PublicKeyToken=31bf3856ad364e35" />
    <section name="fabric" type="Microsoft.Fabric.Common.ConfigFile, Microsoft.WindowsFabric.Common, Version=1.0.0.0, Culture=neutral, PublicKeyToken=31bf3856ad364e35" allowLocation="true" allowDefinition="Everywhere" />
    <section name="dataCache" type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheSection, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core, Version=1.0.0.0, Culture=neutral, PublicKeyToken=31bf3856ad364e35" />
  </configSections>
  <dataCacheConfig cacheHostName="AppFabricCachingService">
    <log location="" logLevel="-1" />
    <clusterConfig provider="System.Data.SqlClient" connectionString="Data Source=SqlServer1;Initial Catalog=CacheConfigDB;Integrated Security=True" />
  </dataCacheConfig>
  <fabric>
    <section name="param" path="">
      <key name="VersionInfoClass" value="Microsoft.ApplicationServer.Caching.ServerVersionInfo, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Server" />
      <key name="DroppedReplicaKeepDuration" value="0" />
      <key name="ClusterStableNodeUpInterval" value="10" />
      <key name="ReplicationQueueCapacity" value="128" />
      <key name="CopyQueueCapacity" value="2" />
      <key name="ReplicationTempListCapacity" value="1024" />
      <key name="ReplicationTempListInitialSize" value="128" />
      <key name="ReplicationRetryInterval" value="12" />
      <key name="ThrowOnAssert" value="true" />
    </section>
  </fabric>
  <dataCache size="Small">
    <hosts>
      <host replicationPort="22236" arbitratorPort="22235" clusterPort="22234" hostId="1739552749" size="1228" leadHost="true" account="NT AUTHORITY\NETWORK SERVICE" name="localhost" cacheHostName="AppFabricCachingService" cachePort="22233" />
    </hosts>
  </dataCache>
  <runtime>
    <gcServer enabled="true" />
  </runtime>
  <startup>
    <supportedRuntime version="v4.0.30125" />
  </startup>
</configuration>

Vedere anche

  2012-03-05
Mostra: