Introduzione ad AppFabric 1.1

Microsoft AppFabric 1.1 per Windows Server (AppFabric 1.1) è un aggiornamento di Windows Server AppFabric 1.0. In questo argomento vengono illustrate le nuove caratteristiche e funzionalità della versione AppFabric 1.1. Oltre alle nuove funzionalità di AppFabric 1.1 illustrate, AppFabric continua a fornire tutte le funzionalità di hosting, gestione e memorizzazione nella cache della prima versione di AppFabric. Per una presentazione delle funzionalità della versione 1.0, vedere Introduzione a Windows Server AppFabric 1.0.

Per ulteriori informazioni su AppFabric, vedere Windows Server Developer Center (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=182970).

Novità in questa versione

AppFabric 1.1 contiene diversi miglioramenti apportati alla versione Windows Server AppFabric 1.0 originaria, incluso un percorso di aggiornamento da Windows Server AppFabric 1.0. La nuova versione, tuttavia, può anche essere installata in modo autonomo.

In questa versione sono state aggiunte le seguenti funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric:

 

Read-through/write-behind

Queste funzionalità consentono l'utilizzo di un provider back-end sui server della cache per recuperare e memorizzare dati in un sistema back-end, ad esempio un database. La funzionalità read-through consente alla cache di leggere i dati in un sistema back-end nell'ambito di una richiesta Get. La funzionalità write-behind consente il salvataggio asincrono nel sistema back-end degli aggiornamenti apportati ai dati memorizzati nella cache. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di un provider read-through/write-behind (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

Arresto normale

Questa funzionalità consente di spostare i dati da un singolo host della cache agli altri server del cluster di cache prima della chiusura dell'host per la manutenzione. In tal modo, si evitano perdite impreviste dei dati memorizzati nella cache in un cluster di cache in esecuzione. Per eseguire questa operazione, è possibile utilizzare il parametro Graceful del comando di Windows PowerShell Stop-CacheHost.

Account di dominio

Oltre che con l'account SERVIZIO DI RETE, il Servizio di memorizzazione nella cache di AppFabric può essere eseguito anche con un account di dominio. Per ulteriori informazioni, vedere Cambiare l'account del Servizio di memorizzazione nella cache (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

Nuovo provider di stato della sessione ASP.NET e nuovo provider di memorizzazione nella cache di output

Sono disponibili un nuovo provider di stato della sessione ASP.NET e un nuovo provider di memorizzazione nella cache di output. Utilizzando memorizzazione nella cache di AppFabric come archivio di backup, il nuovo provider di stato della sessione supporta il caricamento lazy dei singoli elementi di stato della sessione. In tal modo, i siti che gestiscono dati di stato della sessione sia di piccole che di grandi dimensioni risulteranno più efficienti poiché le pagine che non richiedono elementi di grandi dimensioni non andranno ad aumentare il carico della rete con l'invio di questi dati. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo dei provider di memorizzazione nella cache di ASP.NET 4 per AppFabric 1.1.

Compressione

È possibile abilitare la funzionalità di compressione per i client della cache. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni di configurazione dell'applicazione (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

Sezioni multiple di configurazione delle applicazioni client della cache

È disponibile una nuova sezione dataCacheClients che consente di specificare più sezioni dataCacheClient denominate in un unico file di configurazione delle applicazioni. È quindi possibile specificare a livello di codice quale gruppo di impostazioni client della cache utilizzare in fase di esecuzione. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni di configurazione dell'applicazione (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

Per questa versione è consigliabile eseguire un'installazione pulita di AppFabric 1.1. È tuttavia disponibile un percorso di aggiornamento da Windows Server AppFabric 1.0. Prima del test dell'aggiornamento, è opportuno rivedere i problemi noti. Sono stati aggiunti nuovi comandi di Windows PowerShell per consentire un aggiornamento online. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura di aggiornamento per un cluster di cache di AppFabric (AppFabric 1.1).

Per informazioni su altre modifiche e sui problemi noti, vedere Note sulla versione di AppFabric 1.1.

Vedere anche

  2012-03-05
Mostra: