Preparare una cartella di rete condivisa per memorizzare nella cache le impostazioni di configurazione del servizio

In questo argomento vengono descritte le procedure generali per la preparazione di una cartella di rete condivisa da utilizzare per archiviare le impostazioni di configurazione del cluster per il sistema cache. Utilizzare questo argomento se si prevede di utilizzare il provider XML per archiviare i dati di configurazione del Servizio di memorizzazione nella cache, anziché un provider di database come il provider SQL. I passaggi illustrati in questo argomento non sono necessari se si prevede di utilizzare un provider di database.

Anziché utilizzare una cartella di rete condivisa, è possibile archiviare le impostazioni di configurazione del cluster di cache in un database di SQL Server. Sono numerosi i fattori da considerare nella scelta dell'archivio corretto per l'applicazione. Nelle applicazioni enterprise, è consigliabile utilizzare un database di SQL Server per archiviare le impostazioni di configurazione del cluster. Nelle applicazioni più piccole o scenari relativi alla workstation di sviluppo, il vantaggio derivante dalla facilità di creazione di una cartella di rete condivisa potrebbe essere superiore ai vantaggi di disponibilità forniti da SQL Server. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento Opzioni di configurazione della configurazione cluster (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=193172). Per ulteriori informazioni sulla procedura di configurazione, vedere Configurare AppFabric.

Per informazioni più dettagliate sull'utilizzo di una cartella di rete condivisa come percorso di archiviazione delle impostazioni di configurazione del cluster, vedere l'argomento Configurazione dei cluster basati su cartelle condivise (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=193174).

Per preparare una cartella condivisa per archiviare le impostazioni di configurazione del Servizio di memorizzazione nella cache

  1. Selezionare il server appropriato per ospitare la cartella di rete condivisa.

  2. Creare la cartella di rete condivisa. Per ulteriori informazioni sull'esecuzione di questo passaggio, fare riferimento alla guida per il sistema operativo su tale computer.

  3. Concedere esplicitamente le autorizzazioni all'identità di protezione che eseguirà la configurazione del server della cache. L'identità utilizzata per l'installazione richiede i diritti Amministratore sul server ospitante la cartella di rete condivisa in modo tale che il programma di installazione possa concedere le autorizzazioni ai server della cache per la cartella di rete condivisa.

  4. Ogni identità di protezione dell'host della cache deve disporre di autorizzazioni di sola lettura nella cartella condivisa della configurazione del Servizio di memorizzazione nella cache. Questa procedura viene eseguita automaticamente dalla Configurazione guidata di AppFabric per ogni server della cache. A seconda del sistema operativo, tali autorizzazioni possono essere Collaboratore, Modifica, Scrittura e Lettura.

  2012-03-05
Mostra: