Preparazione dell'ambiente di sviluppo del client della cache (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1)

In questo argomento viene descritto come preparare il proprio progetto Visual Studio per poter iniziare lo sviluppo delle applicazioni abilitate alla cache. Nelle seguenti procedure si presuppone che sia già stato installato Microsoft AppFabric 1.1 per Windows Server e che siano già state configurate le funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric in uno o più server della cache, con conseguente realizzazione di un cluster di cache. Per ulteriori informazioni, vedere Installazione di AppFabric 1.1.

Oltre all'installazione delle funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric, è necessario attenersi alla procedura riportata di seguito per consentire al client di accedere alla cache:

  • In Windows PowerShell, utilizzare il comando Use-CacheCluster per impostare il contesto sul cluster di cache di destinazione.

  • Creare tutte le cache denominate necessarie con il comando New-Cache.

  • Con il comando Grant-CacheAllowedClientAccount, concedere l'accesso all'account di Windows del client della cache.

  • Selezionare il cluster di cache con il comando Start-CacheCluster.

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di Windows PowerShell e dei comandi elencati qui, vedere Utilizzo di Windows PowerShell per la gestione delle funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1.

Preparazione del computer di sviluppo

Per sviluppare un'applicazione in grado di utilizzare le funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric, l'unico requisito consiste nell'installazione della funzionalità Client cache di AppFabric. È possibile sviluppare utilizzando un host della cache dotato di altre funzionalità di memorizzazione nella cache di AppFabric, ma la funzionalità Client cache è l'unica indispensabile nella workstation di sviluppo.

Preparazione del progetto di Visual Studio

Gli assembly necessari per lo sviluppo di applicazioni abilitate per la cache si trovano nella directory di installazione di Microsoft AppFabric 1.1 per Windows Server, il cui percorso predefinito è .\Programmi\Windows Server AppFabric. Per sviluppare un'applicazione Visual Studio .NET che utilizza questi assembly, è necessario fare riferimento a questi ultimi dal progetto.

Per specificare come destinazione la versione corretta di .NET Framework

  1. Aprire il progetto Microsoft Visual Studio .NET.

  2. In Esplora soluzioni fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del progetto, quindi scegliere Proprietà.

  3. Scegliere la scheda Applicazione della finestra di dialogo Proprietà progetto.

  4. Verificare che la destinazione sia .NET Framework 2.0 o versione successiva.

    ImportantImportante
    Non utilizzare Client Profile per la versione di .NET Framework di destinazione. In Visual Studio 2008 deselezionare la casella di controllo Sottoinsieme .NET Framework solo client. In Visual Studio 2010 selezionare le versioni di .NET Framework in cui non è specificato "Client Profile".

Per aggiungere riferimenti agli assembly di memorizzazione nella cache di AppFabric

  1. Aprire il progetto Microsoft Visual Studio .NET.

  2. In Esplora soluzioni, fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome e selezionare Aggiungi riferimento.

  3. Selezionare la scheda Sfoglia della finestra di dialogo Aggiungi riferimento.

  4. Spostarsi nella directory di installazione di AppFabric, il cui percorso predefinito è .\Programmi\Windows Server AppFabric).

  5. Aggiungere un riferimento ai seguenti due assembly: Microsoft.ApplicationServer.Caching.Client.dll e Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core.dll.

  6. Aggiungere, facoltativamente, l'istruzione Using (Riferimenti importati di Visual Basic) sia in primo piano nei file di codice che fanno riferimento allo spazio dei nomi Microsoft.ApplicationServer.Caching.

Per configurare il client della cache

  1. Stabilire le impostazioni corrette del cliente per l'applicazione client. Per ulteriori informazioni sui tipi di client cache, vedere Client della cache e cache locale (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

  2. Configurare il client della cache a livello di programmazione o utilizzando un file di configurazione dell'applicazione. Per esempi di esecuzione di tale attività, vedere Introduzione a un client della cache e Introduzione a un client della cache (XML). Per un elenco completo delle opzioni di configurazione dei client della cache, vedere Impostazioni di configurazione dell'applicazione (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

Esempio

Quanto segue è un esempio di un client della cache configurato mediante l'utilizzo di un file di configurazione dell'applicazione. In questo esempio la cache locale è disabilitata e sono inclusi due host della cache: CacheServer1 e CacheServer2. Per ulteriori informazioni, vedere Introduzione a un client della cache (XML).

<?xml version="1.0" encoding="utf-8" ?>
<configuration>
   <!--configSections must be the FIRST element -->
   <configSections>
      <!-- required to read the <dataCacheClient> element -->
      <section name="dataCacheClient"
         type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheClientSection,
            Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core, Version=1.0.0.0, 
            Culture=neutral, PublicKeyToken=31bf3856ad364e35"
         allowLocation="true"
         allowDefinition="Everywhere"/>
   </configSections>

   <dataCacheClient>
      <!-- (optional) specify local cache
      <localCache
         isEnabled="true"
         sync="TimeoutBased"
         objectCount="100000"
         ttlValue="300" /> -->

      <!--(optional) specify cache notifications poll interval
      <clientNotification pollInterval="300" /> -->

      <hosts>
         <host
            name="CacheServer1"
            cachePort="22233"/>
         <host
            name="CacheServer2"
            cachePort="22233"/>
      </hosts>
   </dataCacheClient>
</configuration>

Di seguito è riportato un esempio di come configurare un client a livello di programmazione. In questo esempio la cache locale è disabilitata e un unico server (CacheServer2) e viene creato un client della cache per una cache denominata NamedCache1. Per ulteriori informazioni, vedere Introduzione a un client della cache.

// Declare array for cache host(s).
DataCacheServerEndpoint[] servers = new DataCacheServerEndpoint[1];
servers[0] = new DataCacheServerEndpoint("CacheServer2", 22233);

// Setup the DataCacheFactory configuration.
DataCacheFactoryConfiguration factoryConfig = new DataCacheFactoryConfiguration();
factoryConfig.Servers = servers;

// Create a configured DataCacheFactory object.
DataCacheFactory mycacheFactory = new DataCacheFactory(factoryConfig);

// Get a cache client for the cache "NamedCache1".
DataCache myDefaultCache = mycacheFactory.GetCache("NamedCache1");

Vedere anche

  2012-03-05
Mostra: