Aggiornamento di un'applicazione distribuita

In questo argomento viene illustrato l'aggiornamento di un'applicazione dopo la distribuzione alla produzione. A tale scopo, effettuare le azioni seguenti:

Arrestare l'applicazione da aggiornare

Prima di aggiornare un'applicazione in esecuzione, arrestare tutti i messaggi in arrivo nell'applicazione. A tale scopo, in un server autonomo, selezionare l'applicazione in Gestione IIS e fare clic sul comando Arresta applicazione oppure utilizzare il cmdlet Stop-ASApplication.

Se si stanno aggiornando contemporaneamente tutti i computer di un farm ed è stata applicata una versione incompatibile a un'applicazione distribuita nel farm, è necessario eseguire il comando Arresta applicazione in tutti i computer del farm contemporaneamente. Con la configurazione condivisa, questa attività viene eseguita automaticamente. Con la configurazione distribuita, è necessario collegare Gestione IIS a tutti i computer ed eseguire il comando Arresta applicazione oppure il cmdlet Stop-ASApplication in tutte le macchine in parallelo.

È possibile eseguire aggiornamenti in sequenza per un'applicazione di un farm solo se le modifiche sono compatibili e se il farm utilizza la configurazione distribuita. A seconda del tipo di bilanciamento del carico di rete utilizzato, potrebbe essere necessario rimuovere il computer prima di arrestare l'applicazione.

Consentire il completamento delle istanze in esecuzione

Tutte le istanze permanenti di lunga esecuzione possono essere aggiornate in qualsiasi momento dal momento che un aggiornamento riavvierà il dominio dell'applicazione in cui le istanze sono in esecuzione e queste selezioneranno nuove impostazioni dopo la ripresa con reinvio di messaggio o riavvio di istanza.

Potrebbe essere opportuno consentire alle istanze attive il completamento dei comandi in fase di esecuzione. Se tutte le istanze sono in stato Bloccato o Sospeso, nessuna istanza si trova in memoria.

Eseguire il backup dell'applicazione e dello stato correnti

Si consiglia di eseguire il backup del codice e della data di un'applicazione nel caso di un aggiornamento in un singolo computer o di un aggiornamento simultaneo in un farm. È necessario, inoltre, eseguire il backup del contenuto e della configurazione dell'applicazione da aggiornare per l'eventualità che l'aggiornamento non riesca e sia necessario eseguire un ripristino. A tale scopo, è possibile utilizzare MSDeploy.

Distribuire l'applicazione aggiornata e abilitare l'accesso del client

Una volta distribuita l'applicazione aggiornata, è necessario abilitare l'accesso del client in un computer autonomo utilizzando il comando Avvia applicazione o il cmdlet Start-ASApplication. Nel caso di aggiornamento simultaneo di tutti i computer di un farm, è possibile avviare l'applicazione in un farm di configurazione condivisa o con un'esecuzione parallela del comando in tutti i computer del farm. Nel caso di aggiornamenti in sequenza, è possibile ripristinare un computer nella rotazione dopo l'aggiornamento configurando il bilanciamento del carico di rete.

È necessario, infine, utilizzare un client di prova per accertarsi che il servizio venga eseguito correttamente.

  2012-03-05
Mostra: