Impostare il ruolo di gestione dei cluster e le designazioni degli host principali (AppFabric 1.1)

Microsoft AppFabric 1.1 per Windows Server offre due opzioni per l'esecuzione del ruolo di gestione cluster nel cluster di cache distribuito. Se le impostazioni di configurazione del cluster vengono memorizzate in un database di SQL Server, è possibile scegliere che la medesima istanza di SQL Server esegua il ruolo di gestione cluster (offload) o consentire agli host principali di eseguire tale operazione (onload). Lo scenario di onload è consigliato perché consente di evitare che SQL Server costituisca l'unico punto di errore. Se invece si utilizza lo scenario di offload, è opportuno adottare una strategia ad alta disponibilità, ad esempio il clustering o il mirroring del database, per garantire la disponibilità del database per le responsabilità di gestione del cluster di cache. Se il cluster di cache non utilizza SQL Server per archiviare le impostazioni di configurazione del cluster, è necessario che gli host principali eseguano il ruolo di gestione cluster. In questo argomento viene fornita una panoramica generale della modalità per impostare il ruolo di gestione cluster. Per ulteriori informazioni sul ruolo, vedere Host principali e gestione cluster (Memorizzazione nella cache di AppFabric 1.1).

noteNota
È necessario seguire questa procedura solo se si desidera cambiare le impostazioni di gestione degli host principali sul cluster di cache.

Per passare dall'onload tramite XML all'onload tramite SQL Server per il cluster di cache

È possibile modificare un cluster di cache in modo da utilizzare SQL Server anziché XML come archivio di configurazione del cluster di cache. Per impostazione predefinita, questi passaggi consentono di modificare il cluster di cache passando dall'onload tramite XML a quello tramite SQL Server.

  1. Utilizzare il comando Export-CacheClusterConfig di Windows PowerShell e salvare la configurazione in un file di testo denominato OldConfig.txt.

  2. Eseguire New-CacheCluster puntando a un database di SQL Server esistente per definire l'archivio di configurazione.

  3. Eseguire Unregister-CacheHost dall'archivio precedente e Register-CacheHost per il nuovo archivio per tutti gli host della cache.

  4. Eseguire Remove-CacheHost e Add-CacheHost per tutti gli host della cache dai singoli computer.

  5. Eseguire Remove-CacheAdmin e Add-CacheAdmin da tutti i computer di amministrazione.

  6. Eseguire Remove-CacheCluster sull'archivio XML meno recente.

  7. Utilizzare Export-CacheClusterConfig per esportare la configurazione per il nuovo cluster di cache in un file denominato NewConfig.txt.

  8. Sostituire l'elemento advancedProperties in NewConfig.txt con quello del file OldConfig.txt esportato in precedenza. Salvare NewConfig.txt, quindi utilizzare Import-CacheClusterConfig in NewConfig.txt per importare le modifiche.

  9. Utilizzare New-Cache con le proprietà necessarie per tutte le cache basate sulle informazioni in OldConfig.txt.

Per passare dall'offload all'onload tramite SQL Server per il cluster di cache

Se si desidera passare dall'offload (impostazione predefinita per SQL Server versione 1.0) all'onload tramite SQL Server, è necessario seguire tutti i passaggi riportati nella sezione precedente accertandosi però che l'attributo leadHostManagement sia impostato su true nell'elemento advancedProperties. Di seguito è riportato un esempio di questa impostazione.

    <dataCache size="Small">
    <!—Other Settings Here--> 
       <advancedProperties>
            <partitionStoreConnectionSettings leadHostManagement="true" />
        </advancedProperties>
    </dataCache>

Per utilizzare l'offload tramite SQL Server

Per utilizzare l'offload tramite SQL Server, è necessario creare il cluster di cache con il comando New-CacheCluster e il parametro Offloading impostato su true. Se si importano le impostazioni di configurazione, è necessario assicurarsi anche che leadHostManagement sia impostato su false.

Per impostare le designazioni di host principale per gli host della cache

Utilizzare il comando di Windows PowerShell Set-CacheHostConfig per specificare "true" o "false" in modo che il parametro IsLeadHost cambi l'impostazione di host principale per un host della cache. Nell'esempio seguente viene illustrata procedura per impostare CacheServer1 come host principale.

Set-CacheHostConfig -IsLeadHost "true" -HostName CacheServer1 -CachePort 22233

Anche se il cluster di cache può rimanere in esecuzione, è necessario che l'host della cache venga interrotto prima dell'esecuzione di questo comando. Se il cluster di cache è in esecuzione, utilizzare il parametro RefreshNow nella chiamata a Set-CacheHostConfig.

Vedere anche

  2012-03-05
Mostra: