Questo articolo è stato tradotto automaticamente. Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese

Schema WebRole

 

[In questo argomento vengono forniti contenuti preliminari per la versione corrente di Microsoft Azure.]

Il ruolo Web di Azure è un ruolo personalizzato per la programmazione di applicazioni Web con caratteristiche supportate da IIS 7, ad esempio ASP.NET, PHP, Windows Communication Foundation e FastCGI.

L'estensione predefinita del file di definizione del servizio è .csdef.

Il formato di base di un file di definizione del servizio contenente un ruolo Web è il seguente.


<ServiceDefinition …> <WebRole name="<web-role-name>" vmsize="<web-role-size>" enableNativeCodeExecution="[true|false]"> <Certificates> <Certificate name="<certificate-name>" storeLocation="<certificate-store>" storeName="<store-name>" /> </Certificates> <ConfigurationSettings> <Setting name="<setting-name>" /> </ConfigurationSettings> <Imports> <Import moduleName="<import-module>"/> </Imports> <Endpoints> <InputEndpoint certificate="<certificate-name>" ignoreRoleInstanceStatus="[true|false]" name="<input-endpoint-name>" protocol="[http|https|tcp|udp]" localPort="<port-number>" port="<port-number>" loadBalancerProbe=”<load-balancer-probe-name>” /> <InternalEndpoint name="<internal-endpoint-name>" protocol="[http|tcp|udp|any]" port="<port-number>"> <FixedPort port="<port-number>"/> <FixedPortRange min="<minium-port-number>" max="<maximum-port-number>"/> </InternalEndpoint> <InstanceInputEndpoint name="<instance-input-endpoint-name>" localPort="<port-number>" protocol="[udp|tcp]"> <AllocatePublicPortFrom> <FixedPortRange min="<minium-port-number>" max="<maximum-port-number>"/> </AllocatePublicPortFrom> </InstanceInputEndpoint> </Endpoints> <LocalResources> <LocalStorage name="<local-store-name>" cleanOnRoleRecycle="[true|false]" sizeInMB="<size-in-megabytes>" /> </LocalResources> <LocalStorage name="<local-store-name>" cleanOnRoleRecycle="[true|false]" sizeInMB="<size-in-megabytes>" /> <Runtime executionContext="[limited|elevated]"> <Environment> <Variable name="<variable-name>" value="<variable-value>"> <RoleInstanceValue xpath="<xpath-to-role-environment-settings>"/> </Variable> </Environment> <EntryPoint> <NetFxEntryPoint assemblyName="<name-of-assembly-containing-entrypoint>" targetFrameworkVersion="<.net-framework-version>"/> </EntryPoint> </Runtime> <Sites> <Site name="<web-site-name>"> <VirtualApplication name="<application-name>" physicalDirectory="<directory-path>"/> <VirtualDirectory name="<directory-path>" physicalDirectory="<directory-path>"/> <Bindings> <Binding name="<binding-name>" endpointName="<endpoint-name-bound-to>" hostHeader="<url-of-the-site>"/> </Bindings> </Site> </Sites> <Startup priority="<for-internal-use-only>”> <Task commandLine="<command-to=execute>" executionContext="[limited|elevated]" taskType="[simple|foreground|background]"> <Environment> <Variable name="<variable-name>" value="<variable-value>"> <RoleInstanceValue xpath="<xpath-to-role-environment-settings>"/> </Variable> </Environment> </Task> </Startup> <Contents> <Content destination="<destination-folder-name>" > <SourceDirectory path="<local-source-directory>" /> </Content> </Contents> </WebRole> </ServiceDefinition>

L'elemento WebRole descrive un ruolo personalizzato per la programmazione di applicazioni Web con caratteristiche supportate da IIS 7 e ASP.NET. Un servizio può non disporre di ruoli Web oppure contenerne più d'uno.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento WebRole.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome del ruolo Web. Il nome del ruolo deve essere univoco.

enableNativeCodeExecution

boolean

Facoltativa. Il valore predefinito è true; l'esecuzione di codice nativo e l'attendibilità totale sono abilitate per impostazione predefinita. Impostare questo attributo su false per disabilitare invece l'esecuzione di codice nativo per il ruolo Web e usare l'attendibilità parziale di Azure.

vmsize

string

Facoltativa. Impostare questo valore per modificare le dimensioni della macchina virtuale assegnata al ruolo. Il valore predefinito è Small. Per ulteriori informazioni, vedere macchine virtuali e Cloud Service Sizes for Azure.

L'elemento ConfigurationSettings descrive la raccolta delle impostazioni di configurazione per un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Setting.

L'elemento Setting descrive una coppia nome-valore che specifica un'impostazione di configurazione per un'istanza di un ruolo.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Setting.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome univoco dell'impostazione di configurazione.

Le impostazioni di configurazione di un ruolo sono coppie nome-valore dichiarate nel file di definizione del servizio e impostate nel file di configurazione del servizio.

L'elemento LocalResources descrive la raccolta di risorse di archiviazione locali per un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento LocalStorage.

L'elemento LocalStorage identifica una risorsa di archiviazione locale che fornisce spazio del file system per il servizio al runtime. Per un ruolo possono essere definite nessuna o più risorse di archiviazione locali.

System_CAPS_noteNota

LocalStorage element can appear as a child of the WebRole element to support compatibility with earlier versions of the Azure SDK.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento LocalStorage.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome univoco dell'archivio locale.

cleanOnRoleRecycle

boolean

Facoltativa. Indica se l'archivio locale deve essere pulito quando il ruolo viene riavviato. Il valore predefinito è true.

sizeInMb

int

Facoltativa. Quantità desiderata di spazio di archiviazione (in MB) da allocare per l'archivio locale. Se non specificato, lo spazio di archiviazione predefinito allocato è 100 MB. La quantità minima di spazio di archiviazione allocabile è pari a 1 MB.

Le dimensioni massime delle risorse locali dipendono dalle dimensioni della macchina virtuale. Per ulteriori informazioni, vedere macchine virtuali e Cloud Service Sizes for Azure.

Il nome della directory allocata alla risorsa di archiviazione locale corrisponde al valore fornito per l'attributo name. Per ulteriori informazioni sull'accesso a una risorsa di archiviazione locale dal codice eseguito all'interno di un'istanza del ruolo, vedere configurare le risorse di archiviazione locale.

L'elemento Endpoints descrive la raccolta di endpoint di input (esterni), interni e di input dell'istanza per un ruolo. Si tratta dell'elemento padre degli elementi InputEndpoint, InternalEndpoint e InstanceInputEndpoint.

Gli endpoint di input e interni vengono allocati separatamente. Un servizio può avere un totale di 25 input, interni e gli endpoint che possono essere allocati tra i 25 ruoli consentiti in un servizio di input di istanza. Ad esempio, se si dispone di 5 ruoli è possibile allocare 5 endpoint di input per ogni ruolo o 25 endpoint di input a un solo ruolo oppure è possibile allocare 1 endpoint di input a 25 ruoli.

System_CAPS_noteNota

Per ogni ruolo distribuito è necessaria un'istanza. Il provisioning predefinito per una sottoscrizione è limitato a 20 core e pertanto a 20 istanze di un ruolo. Se l'applicazione richiede più istanze di quelle fornite dal provisioning predefinito, vedere le pagine di supporto relative a fatturazione, gestione delle sottoscrizioni e quote per altre informazioni su come aumentare la quota.

L'elemento InputEndpoint descrive un endpoint esterno di un ruolo Web.

È possibile definire una combinazione di più endpoint HTTP, HTTPS, UDP e TCP. Per l'endpoint di input è possibile specificare qualsiasi numero di porta, a condizione che i numeri di porta specificati per ogni ruolo del servizio siano univoci. Se ad esempio si specifica che un ruolo Web usa la porta 80 per HTTP e la porta 443 per HTTPS, è possibile specificare che un secondo ruolo Web usa la porta 8080 per HTTP e la porta 8043 per HTTPS.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento InputEndpoint.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome univoco per l'endpoint esterno.

protocol

string

Obbligatorio. Protocollo di trasporto per l'endpoint esterno. Per un ruolo Web, i valori possibili sono HTTP, HTTPS, UDP o TCP.

port

int

Obbligatorio. Porta dell'endpoint esterno. È possibile specificare qualsiasi numero di porta, a condizione che i numeri specificati per ogni ruolo del servizio siano univoci.

I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

certificate

string

Obbligatorio per un endpoint HTTPS. Nome di un certificato definito da un elemento Certificate.

localPort

int

Facoltativa. Specifica una porta usata per le connessioni interne nell'endpoint. L'attributo localPort consente di eseguire il mapping della porta esterna dell'endpoint a una porta interna di un ruolo. Ciò è utile in scenari in cui un ruolo deve comunicare con un componente interno su una porta diversa da quella che viene esposta esternamente.

Se non è specificato, il valore localPort corrisponde a quello dell'attributo port. Impostare il valore localPort su "*" per assegnare automaticamente una porta non allocata individuabile mediante l'API di runtime.

I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

L'attributo localPort è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.3 o versioni successive.

ignoreRoleInstanceStatus

boolean

Facoltativa. Quando il valore di questo attributo è impostato su true, lo stato di un servizio viene ignorato e l'endpoint non viene rimosso dal servizio di bilanciamento del carico. L'impostazione di questo valore su true è utile per il debug di istanze occupate di un servizio. Il valore predefinito è false.

System_CAPS_noteNota

Un endpoint può comunque ricevere traffico anche se il ruolo non è in stato Pronto.

loadBalancerProbe

string

Facoltativa. Nome del probe del servizio di bilanciamento del carico associato all'endpoint di input. Per altre informazioni, vedere Schema LoadBalancerProbe.

L'elemento InternalEndpoint descrive un endpoint interno di un ruolo Web. Un endpoint interno è disponibile solo ad altre istanze del ruolo in esecuzione nel servizio, non ai client all'esterno di quest'ultimo. I ruoli Web che non includono l'elemento Sites possono disporre di un singolo endpoint interno HTTP, UDP o TCP.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento InternalEndpoint.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome univoco per l'endpoint interno.

protocol

string

Obbligatorio. Protocollo di trasporto per l'endpoint interno. I valori possibili sono HTTP, TCP, UDP o ANY.

Il valore ANY specifica che sono consentiti qualsiasi protocollo e qualsiasi porta.

port

int

Facoltativa. Porta usata per le connessioni interne con bilanciamento del carico nell'endpoint. Un endpoint con bilanciamento del carico usa due porte: la porta usata per l'indirizzo IP pubblico e quella per l'indirizzo IP privato. In genere, viene impostato lo stesso valore, ma è possibile scegliere di usare porte diverse.

I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

L'attributo Port è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.3 o versioni successive.

L'elemento InstanceInputEndpoint descrive un endpoint di input dell'istanza di un ruolo Web. Gli endpoint di input dell'istanza sono associati a una specifica istanza del ruolo mediante port forwarding nel servizio di bilanciamento del carico. Di ogni endpoint di input dell'istanza viene eseguito il mapping a una porta specifica compresa in un intervallo di porte possibili. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento AllocatePublicPortFrom.

Il InstanceInputEndpoint elemento è solo disponibile tramite il Azure SDK versione 1.7 o successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento InstanceInputEndpoint.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome univoco per l'endpoint.

localPort

int

Obbligatorio. Specifica la porta interna su cui tutte le istanze del ruolo rimangono in attesa di ricevere traffico in entrata inoltrato dal servizio di bilanciamento del carico. I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi.

protocol

string

Obbligatorio. Protocollo di trasporto per l'endpoint interno. I possibili valori sono udp o tcp. Usare tcp per il traffico basato su http/https.

L'elemento AllocatePublicPortFrom descrive l'intervallo di porte pubbliche utilizzabili da clienti esterni per accedere a ogni endpoint di input dell'istanza. Il numero di porta pubblico viene tratto da questo intervallo e assegnato a ogni singolo endpoint di istanza del ruolo durante la distribuzione e l'aggiornamento del tenant. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento FixedPortRange.

Il AllocatePublicPortFrom elemento è solo disponibile tramite il Azure SDK versione 1.7 o successive.

L'elemento FixedPort specifica la porta per l'endpoint interno, che consente connessioni con carico bilanciato sull'endpoint.

L'elemento FixedPort è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.3 o versioni successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento FixedPort.

Attributo

Tipo

Descrizione

port

int

Obbligatorio. Porta dell'endpoint interno. Equivale all'impostazione degli attributi min e max di FixedPortRange sulla stessa porta.

I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

L'elemento FixedPortRange specifica l'intervallo di porte assegnate all'endpoint interno o all'endpoint di input dell'istanza e imposta la porta usata per le connessioni con carico bilanciato sull'endpoint.

System_CAPS_noteNota

L'elemento FixedPortRange funziona in modo diverso a seconda dell'elemento in cui risiede. Se l'elemento FixedPortRange risiede nell'elemento InternalEndpoint, apre tutte le porte nel servizio di bilanciamento del carico nell'intervallo degli attributi min e max per tutte le macchine virtuali in cui viene eseguito il ruolo. Se l'elemento FixedPortRange risiede nell'elemento InstanceInputEndpoint, apre solo una porta nell'intervallo degli attributi min e max in ogni macchina virtuale in cui viene eseguito il ruolo.

L'elemento FixedPortRange è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.3 o versioni successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento FixedPortRange.

Attributo

Tipo

Descrizione

min

int

Obbligatorio. Porta minima nell'intervallo. I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

max

string

Obbligatorio. Porta massima nell'intervallo. I valori possibili sono compresi tra 1 e 65535, estremi inclusi (Azure SDK 1.7 o versioni successive).

L'elemento Certificates descrive la raccolta di certificati per un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Certificate. A un ruolo può essere associato un numero illimitato di certificati. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dell'elemento certificates, vedere associare un certificato a un servizio.

L'elemento Certificate descrive un certificato associato a un ruolo Web.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Certificate.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome per il certificato, usato per farvi riferimento quando è associato a un elemento InputEndpoint HTTPS.

storeLocation

string

Obbligatorio. Percorso dell'archivio certificati in cui si trova il certificato nel computer locale. I valori possibili sono CurrentUser e LocalMachine.

storeName

string

Obbligatorio. Nome dell'archivio certificati in cui si trova il certificato nel computer locale. I valori possibili includono i nomi di archivio predefiniti My, Root, CA, Trust, Disallowed, TrustedPeople, TrustedPublisher, AuthRoot, AddressBook oppure qualsiasi nome di archivio personalizzato. Se si specifica un nome di archivio personalizzato, l'archivio viene creato automaticamente.

permissionLevel

string

Facoltativa. Specifica le autorizzazioni di accesso assegnate ai processi del ruolo. Se si desidera essere in grado di accedere alla chiave privata, quindi specificare processi solo con privilegi elevati elevated autorizzazione. limitedOrElevated autorizzazione consente a tutti i processi del ruolo di accedere alla chiave privata. I possibili valori sono limitedOrElevated o elevated. Il valore predefinito è limitedOrElevated.

L'elemento Imports descrive una raccolta di moduli di importazione per un ruolo Web che aggiunge componenti al sistema operativo guest. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Import. Questo elemento è facoltativo e un ruolo può disporre di un solo blocco di runtime.

Il Imports elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

L'elemento Import specifica un modulo da aggiungere al sistema operativo guest.

Il Import elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Import.

Attributo

Tipo

Descrizione

moduleName

string

Obbligatorio. Nome del modulo da importare. I moduli di importazione validi sono:

  • RemoteAccess

  • RemoteForwarder

  • Diagnostica

I moduli RemoteAccess e RemoteForwarder consentono di configurare l'istanza del ruolo per le connessioni Desktop remoto. Per ulteriori informazioni vedere Set di una connessione Desktop remoto per un ruolo in Azure.

Il modulo Diagnostics consente di raccogliere dati di diagnostica per un'istanza del ruolo.

L'elemento Runtime descrive una raccolta di impostazioni delle variabili di ambiente per un ruolo Web che controlla l'ambiente di runtime del processo host di Azure. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Environment. Questo elemento è facoltativo e un ruolo può disporre di un solo blocco di runtime.

Il Runtime elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

La tabella seguente descrive gli attributi dell'elemento Runtime.

Attributo

Tipo

Descrizione

executionContext

string

Facoltativa. Specifica il contesto in cui viene avviato il processo del ruolo. Il contesto predefinito è limited.

  • limited: il processo viene avviato senza privilegi di amministratore.

  • elevated: il processo viene avviato con privilegi di amministratore.

L'elemento Environment descrive una raccolta di impostazioni delle variabili di ambiente per un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Variable. Per un ruolo è possibile impostare un numero illimitato di variabili di ambiente.

L'elemento Variable specifica una variabile di ambiente da impostare nel sistema operativo guest.

Il Variable elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

La tabella seguente descrive gli attributi dell'elemento Variable.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome della variabile di ambiente da impostare.

Valore

string

Facoltativa. Valore da impostare per la variabile di ambiente. È necessario includere un attributo value o un elemento RoleInstanceValue.

L'elemento RoleInstanceValue specifica lo xPath da cui recuperare il valore della variabile.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento RoleInstanceValue.

Attributo

Tipo

Descrizione

xpath

string

Facoltativa. Percorso delle impostazioni di distribuzione per l'istanza. Per ulteriori informazioni, vedere valori xPath in Azure.

È necessario includere un attributo value o un elemento RoleInstanceValue.

L'elemento EntryPoint specifica il punto di ingresso per un ruolo. Si tratta dell'elemento padre degli elementi NetFxEntryPoint. Questi elementi consentono di specificare un'applicazione diversa dall'eseguibile predefinito WaWorkerHost.exe da usare come punto di ingresso del ruolo.

L'elemento EntryPoint è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.5 o versioni successive.

L'elemento NetFxEntryPoint specifica il programma da eseguire per un ruolo.

System_CAPS_noteNota

L'elemento NetFxEntryPoint è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.5 o versioni successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento NetFxEntryPoint.

Attributo

Tipo

Descrizione

assemblyName

string

Obbligatorio. Percorso e nome del file dell'assembly contenente il punto di ingresso. Il percorso è relativo rispetto alla cartella \%ROLEROOT%\Approot (non specificare \%ROLEROOT%\Approot in commandLine in quanto è implicito). %ROLEROOT% è una variabile di ambiente gestita da Azure e rappresenta il percorso della cartella radice del ruolo. La cartella \%ROLEROOT%\Approot rappresenta la cartella dell'applicazione del ruolo.

Per i ruoli HWC il percorso è sempre relativo alla cartella \%ROLEROOT%\Approot\bin.

Per i ruoli Web IIS completo e IIS Express, se l'assembly non è disponibile nel percorso relativo rispetto alla cartella \%ROLEROOT%\Approot, la ricerca viene effettuata in \%ROLEROOT%\Approot\bin.

Questo comportamento di fallback per IIS completo non è consigliato e potrebbe essere rimosso nelle versioni future.

targetFrameworkVersion

string

Obbligatorio. Versione di .NET Framework su cui si basa l'assembly. Ad esempio targetFrameworkVersion="v4.0".

L'elemento Sites descrive una raccolta di siti Web e applicazioni Web ospitati in un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Site. Se non si specifica un elemento Sites, il ruolo Web viene ospitato come ruolo Web legacy in cui è possibile ospitare un solo sito Web. Per ulteriori informazioni sulla configurazione dell'elemento Sites, vedere configurare un ruolo Web per più siti Web. Questo elemento è facoltativo e un ruolo può disporre di un solo blocco Sites.

Il Sites elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

L'elemento Site specifica un sito Web o un'applicazione Web che fa parte del ruolo Web.

Il Site elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Site.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Nome del sito Web o dell'applicazione.

physicalDirectory

string

Il percorso della directory dei contenuti per la radice del sito. Il percorso può essere assoluto o relativo rispetto a quello del file con estensione .csdef.

L'elemento VirtualApplication definisce un'applicazione in Internet Information Services (IIS) 7 come raggruppamento dei file che distribuiscono i contenuti o forniscono i servizi su protocolli quali HTTP. Quando si crea un'applicazione in IIS 7, il percorso dell'applicazione diventa parte dell'URL del sito.

Il VirtualApplication elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento VirtualApplication.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Specifica un nome per identificare l'applicazione virtuale.

physicalDirectory

string

Obbligatorio. Specifica il percorso nel computer di sviluppo che contiene l'applicazione virtuale. Nell'emulatore di calcolo, IIS viene configurato per recuperare il contenuto da questo percorso. Quando si effettua la distribuzione su Azure, i contenuti della directory fisica vengono compresso in un pacchetto insieme al resto del servizio. Quando il pacchetto del servizio viene distribuito a Azure, IIS viene configurato con il percorso dei contenuti decompressi.

L'elemento VirtualDirectory specifica un nome di directory (ovvero un percorso) impostato in IIS e sottoposto a mapping a una directory fisica in un server locale o remoto.

Il VirtualDirectory elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento VirtualDirectory.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Specifica un nome per identificare la directory virtuale.

Valore

physicalDirectory

Obbligatorio. Specifica il percorso nel computer di sviluppo con i contenuti della directory virtuale o del sito Web. Nell'emulatore di calcolo, IIS viene configurato per recuperare il contenuto da questo percorso. Quando si effettua la distribuzione su Azure, i contenuti della directory fisica vengono compresso in un pacchetto insieme al resto del servizio. Quando il pacchetto del servizio viene distribuito a Azure, IIS viene configurato con il percorso dei contenuti decompressi.

L'elemento Bindings descrive una raccolta di associazioni per un sito Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Binding. L'elemento è richiesto per ogni elemento Site. Per ulteriori informazioni sulla configurazione degli endpoint, vedere abilitare la comunicazione per le istanze del ruolo in Azure.

Il Bindings elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

L'elemento Binding specifica le informazioni di configurazione necessarie per le richieste di comunicazione con un sito Web o un'applicazione Web.

Il Binding elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Attributo

Tipo

Descrizione

name

string

Obbligatorio. Specifica un nome per identificare il binding.

endpointName

string

Obbligatorio. Specifica il nome dell'endpoint a cui eseguire il binding.

hostHeader

string

Facoltativa. Specifica un nome host che consente di ospitare più siti, con nomi host diversi, su una singola combinazione di indirizzo IP e numero di porta.

L'elemento Startup descrive una raccolta di attività eseguite all'avvio del ruolo. Può trattarsi dell'elemento padre dell'elemento Variable. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle attività di avvio del ruolo, vedere Configura i componenti di IIS in Azure. Questo elemento è facoltativo e un ruolo può disporre di un solo blocco di avvio.

La tabella seguente descrive l'attributo dell'elemento Startup.

Attributo

Tipo

Descrizione

priority

int

Solo per uso interno.

L'elemento Task specifica l'attività che viene eseguita all'avvio del ruolo. Le attività di avvio possono essere usate per eseguire operazioni di preparazione del ruolo, ad esempio l'installazione di componenti software o l'avvio di altre applicazioni. Le attività vengono eseguite nell'ordine in cui appaiono nel blocco dell'elemento Startup.

Il Task elemento è disponibile solo con Azure SDK versione 1.3 o versione successiva.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Task.

Attributo

Tipo

Descrizione

commandLine

string

Obbligatorio. Script, ad esempio un file CMD, contenente i comandi da eseguire. I file dei comandi di avvio e batch devono essere salvati in formato ANSI. I formati di file che prevedono l'impostazione di un marcatore per l'ordine dei byte all'inizio del file non vengono elaborati correttamente.

executionContext

string

Specifica il contesto in cui viene eseguito lo script.

  • limited [Predefinito]: esecuzione con gli stessi privilegi del ruolo che ospita il processo.

  • elevated: esecuzione con privilegi di amministratore.

taskType

string

Specifica il comportamento di esecuzione del comando.

  • simple [Predefinito]: il sistema attende l'uscita dall'attività prima di avviarne altre.

  • background: il sistema non attende l'uscita dall'attività.

  • foreground: analogo a background, tranne per il fatto che il ruolo non viene riavviato finché non vengono terminate tutte le attività in primo piano.

L'elemento Contents descrive la raccolta di contenuti per un ruolo Web. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Content.

L'elemento Contents è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.5 o versioni successive.

L'elemento Content definisce il percorso di origine dei contenuti da copiare nella macchina virtuale di Azure e il percorso di destinazione dell'operazione di copia.

L'elemento Content è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.5 o versioni successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento Content.

Attributo

Tipo

Descrizione

destinazione

string

Obbligatorio. Percorso nella macchina virtuale di Azure in cui vengono copiati i contenuti. Questo percorso è relativo rispetto alla cartella %ROLEROOT%\Approot.

Si tratta dell'elemento padre dell'elemento SourceDirectory.

L'elemento SourceDirectory definisce la directory locale da cui vengono copiati i contenuti. Usare l'elemento per specificare i contenuti locali da copiare nella macchina virtuale Azure.

L'elemento SourceDirectory è disponibile solo se si usa Azure SDK 1.5 o versioni successive.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi dell'elemento SourceDirectory.

Attributo

Tipo

Descrizione

path

string

Obbligatorio. Percorso relativo o assoluto di una directory locale i cui contenuti verranno copiati nella macchina virtuale di Azure. L'espansione delle variabili di ambiente nel percorso della directory è supportata.

Mostra: