Usare la ricarica automatica per evitare interruzioni del servizio

Aggiornamento: febbraio 2014

 

Logo DataMarket

La funzionalità di ricarica automatica del Marketplace permette di assicurare che l'utente, o chiunque ne usi la sottoscrizione, non raggiunga il limite di uso prima del termine del periodo di sottoscrizione, evitando così la conseguente interruzione del servizio stesso. Se ci si avvicina al 10% del limite di uso della sottoscrizione, la ricarica automatica annullerà la sottoscrizione attuale e creerà una nuova sottoscrizione, spostando inoltre le transazioni rimanenti nella nuova sottoscrizione, in modo da non perdere le risorse già pagate.

La ricarica automatica permette di evitare perdite di servizio, autorizzando il Windows Azure Marketplace (WAM) alla "ricarica" automatica dell'uso prima del raggiungimento del limite. La funzionalità di ricarica automatica è soggetta alle condizioni per l'utilizzo del contratto del Windows Azure Marketplace (WAM).

La ricarica automatica è una funzionalità richiesta dai clienti che permette di assicurare che l'utente, o chiunque ne usi la sottoscrizione, non raggiunga il limite di uso prima del termine del periodo di sottoscrizione, evitando così la conseguente interruzione del servizio stesso. Questa funzionalità annulla la sottoscrizione corrente e ne crea una nuova prima che venga raggiunto il limite di utilizzo del servizio.

La sottoscrizione concede un determinato numero di transazioni, utenti, caratteri o altri limiti discreti, qui definiti come Transazioni. Dopo l'abilitazione della ricarica automatica per una sottoscrizione specifica, il Windows Azure Marketplace (WAM) monitorerà il saldo delle Transazioni per il periodo di sottoscrizione attuale. Se il saldo delle Transazioni raggiunge una quota pari o inferiore al 10% del limite della sottoscrizione e il numero massimo di ricariche automatiche non è stato usato negli ultimi 30 giorni oppure se è stata scelta la ricarica automatica illimitata, il Windows Azure Marketplace (WAM) creerà una nuova sottoscrizione e addebiterà la tariffa di sottoscrizione corrispondente applicabile in quel preciso momento, offrendo quindi all'utente un nuovo periodo di sottoscrizione e un nuovo saldo di Transazioni. Eventuali transazioni rimanenti immediatamente prima dell'esecuzione della ricarica automatica verranno inoltre incluse nella nuova sottoscrizione, in modo da non perdere eventuali risorse già pagate.

È possibile limitare la frequenza della ricarica automatica in qualsiasi periodo di 30 giorni oppure permettere la ricarica automatica illimitata.

Quando si effettua l'iscrizione alla ricarica automatica, è possibile impostare un limite cliente per il numero massimo di ricariche automatiche eseguibili in un periodo di 30 giorni. In alternativa, se si preferisce, è possibile scegliere le ricariche automatiche illimitate per qualsiasi periodo di 30 giorni.

È anche possibile modificare il limite di ricariche automatiche attuale o cambiare un'opzione di ricarica automatica illimitata in qualsiasi momento. Per altre informazioni sulla modifica delle opzioni scelte per la ricarica automatica, vedere Come aggiornare le opzioni della ricarica automatica.

Funzionamento effettivo della ricarica automatica Esaminare i due esempi seguenti:

Esempio 1. Ricarica automatica non abilitata

Si sottoscrive l'offerta di verifica degli indirizzi di Contoso Inc. Per $100 si ottengono 1.000 verifiche di indirizzi in un periodo di 30 giorni. Questa offerta si rivela più utile del previsto e si usano 900 verifiche di indirizzi in soli 9 giorni. Con una simile frequenza la quota consentita di verifiche di indirizzi rimanente verrà esaurita in un giorno e sarà necessario scegliere una delle opzioni seguenti:

  1. Permettere al saldo di verifiche di indirizzi di raggiungere lo zero e non usare il servizio per il resto del periodo di sottoscrizione, quindi attendere il rinnovo automatico della sottoscrizione al termine del periodo.

  2. Passare al Windows Azure Marketplace (WAM) e creare manualmente una nuova sottoscrizione a Contoso per 1.000 verifiche di indirizzi.

Poiché non si ricevono avvisi in caso di disponibilità ridotta delle verifiche di indirizzi, è possibile che non si sia consapevoli di avere raggiunto il 10% del saldo originale e che quindi l'opzione 1 venga applicata senza che l'utente ne sia a conoscenza.

Esempio 2. Ricarica automatica abilitata

Si sottoscrive l'offerta di verifica degli indirizzi di Contoso Inc. Per $100 si ottengono 1.000 verifiche di indirizzi in un periodo di 30 giorni. Questa offerta si rivela più utile del previsto e si usano 900 verifiche di indirizzi in soli 9 giorni (giorno 9). Con una simile frequenza la quota consentita di verifiche di indirizzi rimanente verrà esaurita in un giorno (giorno 10).

È stata tuttavia abilitata la ricarica automatica per l'offerta Contoso, con un limite di due ricariche automatiche in un periodo di 30 giorni. Il numero rimanente di verifiche di indirizzi verrà quindi monitorato automaticamente dal Windows Azure Marketplace (WAM). Poiché il saldo ha raggiunto 100 verifiche di indirizzi (10% del saldo originale) il giorno 10, il Windows Azure Marketplace (WAM) creerà una nuova sottoscrizione a Contoso con un nuovo periodo di sottoscrizione (con inizio il giorno 10), offrendo un nuovo saldo pari a 1.000 verifiche di indirizzi più le 100 verifiche di indirizzi rimanenti dalla sottoscrizione precedente, ottenendo un saldo totale di 1.100 verifiche di indirizzi.

Se il saldo raggiunge le 100 verifiche di indirizzi al giorno 20, la ricarica automatica verifica i 30 giorni precedenti per determinare il numero di ricariche automatiche applicate. Poiché negli ultimi 30 giorni è stata applicata solo una ricarica automatica, la funzionalità crea una nuova sottoscrizione con un nuovo periodo di sottoscrizione (a partire dal giorno 20) e un nuovo saldo di 1.100 verifiche di indirizzi.

Si supponga che si verifichi un picco di utilizzo da parte degli utenti e il saldo scenda a 100 verifiche di indirizzi in soli cinque giorni (giorno 25). Windows Azure Marketplace (WAM) esaminerà di nuovo i 30 giorni precedenti per determinare il numero di ricariche automatiche applicate. In questo caso vengono rilevate due applicazioni della ricarica automatica negli ultimi 30 giorni (giorno 10 e giorno 20). Poiché è stato impostato un limite di due ricariche automatiche, il Windows Azure Marketplace (WAM) non permetterà alla ricarica automatica di creare una nuova sottoscrizione. In questo scenario il saldo continuerà a diminuire fino al rinnovo della sottoscrizione al termine del periodo di sottoscrizione attualmente attivo, ovvero il giorno 50 per una sottoscrizione di 30 giorni, oppure fino all'aggiornamento manuale della sottoscrizione o alla creazione manuale di una nuova sottoscrizione. È possibile evitare questo scenario in futuro se si aumenta il limite di ricariche automatiche in modo che sia in grado di gestire eventuali picchi di utilizzo imprevisti oppure se si sceglie la ricarica automatica illimitata.

Si noti che la ricarica automatica è disponibile solo per le sottoscrizioni a pagamento soggette a un limite di uso di transazioni o caratteri. La ricarica automatica non è disponibile nei casi seguenti:

  • Sottoscrizioni "illimitate" non soggette ad alcun limite di transazioni/caratteri, ad esempio $500 per transazioni illimitate in un periodo di sottoscrizione.

  • Sottoscrizioni promozionali o di prova, incluse le sottoscrizioni avviate tramite un buono o un codice promozionale.

Quando si verifica la ricarica automatica, si riceve una notifica tramite posta elettronica, che indica l'annullamento della sottoscrizione attuale e l'effettuazione dell'addebito per la nuova sottoscrizione.

Non si ricevono notifiche tramite posta elettronica per le situazioni seguenti:

  • Quando si abilita la ricarica automatica dalla pagina Account personali.

  • Quando si apportano modifiche all'opzione relativa al numero massimo di ricariche automatiche.

  • Quando si disabilita la ricarica automatica.

  • In caso di problemi con i metodi di pagamento quando la ricarica automatica tenta di addebitare i costi per una nuova sottoscrizione.

  • Quando la ricarica automatica tenta di creare una nuova sottoscrizione ma è stato raggiunto il limite massimo di ricariche automatiche.

È possibile gestire la ricarica automatica dalla pagina Dati personali dopo la sottoscrizione a un'offerta.

La ricarica automatica viene implementata dalla pagina Dati personali dopo la sottoscrizione a un'offerta.

  1. Passare alla Windows Azure Marketplace (WAM) home page.

  2. Fare clic sulla scheda Account personale.

  3. Fare clic su Dati personali nella colonna a sinistra.

  4. Individuare l'offerta per cui si vuole abilitare la ricarica automatica.

  5. Fare clic su Abilita ricarica automatica. (figura 1.2)
    Per le sottoscrizioni in cui la ricarica automatica non è abilitata il numero di ricariche disponibili è pari a zero. (figura 1,1).


    Selezione dell'abilitazione del riempimento automatico
    Figura 1: Fare clic su Abilita ricarica automatica


  6. Verrà visualizzata una nuova finestra, in cui è possibile abilitare la ricarica automatica. (figura 2).

  7. Se si vuole limitare il numero di ricariche in un periodo di 30 giorni, selezionare Con limitazioni: quindi immettere il numero massimo di ricariche per qualsiasi periodo di 30 giorni.
    Se non si vuole limitare il numero di ricariche in un periodo di 30 giorni, selezionare Senza limitazioni. (figura 2,1).

  8. Selezionare la casella di controllo per confermare l'opzione scelta. (figura 2,2).

  9. Per abilitare la ricarica automatica con i limiti specificati, fare clic su Invia.
    Per annullare queste modifiche, fare clic su Annulla. (figura 2,3).

    Tornare quindi alla pagina Account personale, in cui la sottoscrizione mostra il numero di ricariche rimanenti dopo l'ultima applicazione della ricarica automatica e un collegamento a Modifica ricarica automatica, che indica l'abilitazione della ricarica automatica. (figura 3,1).


    Abilitazione della finestra di dialogo per riempimento automatico
    Figura 2: Finestra di dialogo Abilita ricarica automatica


  1. Passare alla Windows Azure Marketplace (WAM) home page.

  2. Fare clic sulla scheda Account personale.

  3. Fare clic su Dati personali nella colonna a sinistra.

  4. Individuare l'offerta per cui si vogliono modificare i parametri della ricarica automatica.

  5. Fare clic su Modifica ricarica automatica. (figura 3,2).


    Modifica del riempimento automatico
    Figura 3: Modifica del riempimento automatico


  6. Nella finestra "Ricarica automatica" del Windows Azure Marketplace (WAM) (Figura 2), apportare le modifiche desiderate.

  7. Selezionare la casella di controllo Selezionando questa casella di controllo,….

  8. Per aggiornare il parametro di ricarica automatica, fare clic su Invia.
    Per annullare le modifiche e tornare alla pagina Account personale, fare clic su Annulla.

Per disabilitare la ricarica automatica in una sottoscrizione:

  1. Nel browser passare alla Windows Azure Marketplace (WAM) home page.

  2. Fare clic sulla scheda Account personale.

  3. Fare clic su Dati personali nella colonna a sinistra.

  4. Individuare l'offerta per cui si vuole disabilitare la ricarica automatica.

  5. Fare clic su Modifica ricarica automatica.

  6. Fare clic sul pulsante di opzione Disabilita ricarica automatica. (figura 5,1).

  7. Selezionare la casella di controllo Selezionando questa casella di controllo,….

  8. Per disabilitare la ricarica automatica, fare clic su Invia.
    Per annullare le modifiche apportate alla ricarica automatica e tornare alla pagina Account personale, fare clic su Annulla.


    Disabilitazione del riempimento automatico
    Figura 4: Annullare la ricarica automatica

Vedere anche

Mostra: