Database di salvataggio permanente di SQL Server

La Configurazione guidata di Windows Server AppFabric consente di creare e inizializzare un archivio di salvataggio permanente di SQL Server e registrarlo nel file Web.config radice. Inoltre la configurazione guidata permette di associare gruppi di Windows ai ruoli SQL correlati al salvataggio permanente. Per ulteriori informazioni, vedere Finestra di dialogo Configurazione archivio di salvataggio permanente di Windows Server AppFabric.

Per eseguire l'inizializzazione, la configurazione guidata utilizza il cmdlet Initialize-ASPersistenceSqlDatabase. Questo cmdlet può essere utilizzato direttamente per creare tutti gli artefatti correlati al salvataggio permanente in un database di SQL Server. Se il database specificato come parametro per il cmdlet non esiste, viene creato dal cmdlet. Il cmdlet Remove-ASPersistenceSqlDatabase rimuove tutti gli artefatti correlati al salvataggio permanente dal database specificato come parametro per il cmdlet, ma non elimina il database stesso. Per ulteriori informazioni, vedere Amministrazione di database.

Visualizzazioni pubbliche e stored procedure

Nelle tabelle riportate di seguito vengono descritte le visualizzazioni pubbliche e le stored procedure di AppFabric nel database di salvataggio permanente di SQL Server disponibili per l'utilizzo. Per informazioni relative alle visualizzazioni pubbliche supportate da .NET Framework 4, vedere Schema del database di salvataggio permanente (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=183729) (informazioni in lingua inglese).

Visualizzazioni

Nome visualizzazione Descrizione visualizzazione

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[StoreVersion]

Consente di recuperare il numero della versione di AppFabric e il momento dell'installazione degli artefatti di AppFabric.

Un client può utilizzare questa visualizzazione per stabilire se AppFabric è installato nel computer e la versione di AppFabric.

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[InstanceControlCommands]

Consente di recuperare l'ID comando, l'ID dell'istanza del servizio di flusso di lavoro per cui è stato generato il comando, il tipo di comando (Sospendi, Riprendi, Termina, e così via), il numero di volte in cui il servizio Gestione flussi di lavoro (WMS) ha provato a eseguire il comando, la data e l'ora in cui il comando è stato eseguito per l'ultima volta, il nome del computer sul quale è stata tentata l'ultima esecuzione del comando e qualsiasi eccezione restituita da WMS nell'ultimo tentativo di esecuzione.

I comandi restituiti da questa visualizzazione sono quelli attualmente in esecuzione o che stanno per essere eseguiti.

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[AbandonedInstanceControlCommands]

Consente di recuperare l'ID comando, l'ID dell'istanza del servizio di flusso di lavoro per cui è stato generato il comando, il tipo di comando, il numero di volte in cui WMS ha provato a eseguire il comando, la data e l'ora in cui il comando è stato eseguito per l'ultima volta, il nome del computer sul quale è stata tentata l'ultima esecuzione del comando e qualsiasi eccezione restituita da WMS nell'ultimo tentativo di esecuzione.

I comandi restituiti da questa visualizzazione sono quelli abbandonati da WMS (interruzione dei tentativi di esecuzione).

Stored procedure

Nome stored procedure Descrizione stored procedure

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[EnqueueWorkflowInstanceControlCommand]

Consente di accodare comandi (aggiungere comandi) a una coda di comandi nell'archivio di salvataggio permanente. Restituisce 0 in caso di riuscita, 1 se l'istanza del servizio di flusso di lavoro per cui è stato generato il comando non esiste, 2 se il comando non viene riconosciuto e 3 se un comando di controllo è già esistente per l'istanza.

Quando si utilizza un cmdlet di controllo quale Suspend-ASAppServiceInstance, il cmdlet richiama un metodo del provider di controllo istanza che, a sua volta, richiama questa stored procedure per accodare il comando. Per ulteriori informazioni, vedere Archivio di istanza, query e provider di controllo.

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[DequeueWorkflowInstanceControlCommands]

Consente di annullare l'accodamento di comandi (rimuovere comandi) in una coda di comandi nell'archivio di salvataggio permanente.

Il servizio Gestione flusso di lavoro richiama un metodo del provider di controllo istanza che, a sua volta, richiama questa stored procedure per annullare l'accodamento di un comando di controllo nella coda dei comandi. Per ulteriori informazioni, vedere Servizio Gestione flussi di lavoro.

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[CompleteCommandsExecution]

Consente di completare comandi alla ricezione di una richiesta da un provider di controllo istanza.

Il processo di completamento esegue diverse funzioni, compresa l'eliminazione di un comando dalla coda dei comandi se il provider di controllo istanza esegue il comando correttamente.

[Microsoft.ApplicationServer.DurableInstancing].[CleanupAbandonedInstanceControlCommands]

Consente di eliminare il contenuto della tabella delle informazioni sui comandi di controllo istanza abbandonati.

Vedere anche

  2011-12-05
Mostra: