Sviluppo di un'applicazione

Con Windows Server AppFabric, non esistono speciali requisiti per la creazione di un'applicazione, a parte la verifica della possibilità di hosting dell'applicazione nell'ambiente di hosting IIS/WAS. I modelli di progetto seguenti in Visual Studio 2010 guidano l'utente nella creazione di un servizio che sarà eseguito nell'ambiente AppFabric. Se si dispone di applicazioni in hosting su IIS/WAS, è possibile distribuirle in AppFabric senza dover modificare l'origine del progetto.

  • Applicazione servizio WCF. Selezionare File, scegliere Nuovo, quindi fare clic su . Selezionare Visual C# dalla visualizzazione albero, selezionare Applicazione servizio WCF, quindi fare clic su OK.

  • Applicazione servizio WCF Flusso di lavoro. Selezionare File, scegliere Nuovo, quindi fare clic su . Selezionare Visual C# dalla visualizzazione albero, selezionare Applicazione servizio WCF Flusso di lavoro, quindi fare clic su OK.

  • Sito Web basato su servizio WCF. Selezionare File, scegliere Nuovo, quindi fare clic su Sito Web. Selezionare Servizio WCF, quindi fare clic su OK.

I servizi creati utilizzando questi modelli vengono gestiti da AppFabric senza richiedere modifiche. AppFabric rileva i servizi creati utilizzando questi modelli e applica le impostazioni predefinite di configurazione di servizio e applicazione di AppFabric. Ad esempio, configura le impostazioni predefinite per il salvataggio permanente e il monitoraggio. Queste modifiche della configurazione vengono effettuate nel file Web.config radice del computer. L'ambito di questo file consente l'utilizzo delle relative impostazioni di configurazione predefinite da parte di tutti i servizi distribuiti nel computer. In AppFabric è possibile configurare un servizio in modo che tali impostazioni predefinite vengano ignorate oppure in modo che vengano utilizzate tramite la configurazione definita dalla gerarchia mista dell'eredità IIS. Per ulteriori informazioni sul funzionamento della configurazione in AppFabric, vedere Configurazione generale.

Le funzionalità di gestione di AppFabric si applicano solo ai servizi creati utilizzando .NET Framework 4. Qualsiasi servizio creato utilizzando un versione precedente di .NET Framework deve essere esplicitamente migrato a .NET Framework 4 per essere gestito da AppFabric.  Per ulteriori informazioni sulla migrazione dei servizi 3.5, vedere Visual Studio 2010.

Una volta completato il processo di sviluppo, è possibile utilizzare Visual Studio 2010 e l'utilità MSDeploy per esportare un servizio WF o WCF in un pacchetto. Tale pacchetto può quindi essere importato in IIS per essere gestito da AppFabric. Per ulteriori informazioni, vedere Importare ed esportare un'applicazione in Windows Server AppFabric e Distribuzione di un'applicazione.

In una Web farm Windows Server AppFabric sposterà le istanze tra server AppFabric diversi. A questo scopo, è necessario che le risorse vengano condivise tra tutti i nodi. Nessuna delle attività di flusso di lavoro predefinite di NET 4 contiene operazioni che accedono alle risorse locali. Poiché in AppFabric non è disponibile alcun meccanismo per contrassegnare un flusso di lavoro come non spostabile, uno sviluppatore non deve creare attività personalizzate che generano errori quando un flusso di lavoro viene spostato.

Sviluppo di provider personalizzati di archiviazione istanze, di query istanze, di controllo istanze e di monitoraggio

AppFabric espone una API (Application Programming Interface) che è possibile utilizzare per sviluppare provider di archiviazione istanza, provider di query di istanza e provider di controllo delle istanze. Per informazioni dettagliate su tali provider, vedere Archivio di istanza, query e provider di controllo. In questa sezione sono contenuti argomenti in cui vengono descritti lo sviluppo, la registrazione e la configurazione di provider di archiviazione, query e controllo.

L'API consente inoltre di utilizzare il servizio Gestione servizio, un servizio WCF aggiunto da AppFabric a tutte le applicazioni con la gestione servizio abilitata. Per ulteriori informazioni su questo servizio, vedere Servizio Gestione servizi. In questa sezione sono contenuti argomenti in cui viene descritto l'utilizzo del servizio da parte di un'applicazione client.

In questa sezione

  2011-12-05
Mostra: