Lezione 3: Configurazione dell'applicazione HRApplicationServices

Obiettivo: Utilizzare Windows Server AppFabric, tramite Gestione IIS, per configurare un'applicazione Web per il salvataggio permanente e il monitoraggio. Le modifiche apportate all'interfaccia utente vengono effettuate nel file Web.config, che definisce la configurazione relativa a un servizio o applicazione.

Scopo: Configurare AppFabric per il salvataggio permanente e il monitoraggio.

Prerequisiti

Creazione di un archivio di monitoraggio e salvataggi permanenti

Il monitoraggio e il salvataggio permanente sono due funzionalità principali di AppFabric. Il monitoraggio consente semplicemente di tenere traccia di tutti i flussi di lavoro e dei relativi passaggi, registrando ora e stato. Il salvataggio permanente archivia i passaggi effettivi del flusso di lavoro e si rivela particolarmente utile quando si verifica un errore. In tale eventualità, il flusso di lavoro viene sospeso. Quando l'errore viene corretto, il flusso di lavoro rilevato può essere ripreso tramite AppFabric. I dati per il monitoraggio e il rilevamento sono contenuti in due database separati. È possibile configurare AppFabric in modo da creare database predefiniti per tali eventi. In alternativa, è possibile creare versioni personalizzate di tali database e indicare ad AppFabric di utilizzare i propri database con l'applicazione. È anche possibile creare un unico database sia per il monitoraggio sia per il salvataggio permanente.

Quando si crea un archivio di salvataggi permanenti e di monitoraggio, è necessario prima inizializzare il nuovo archivio per renderlo pronto all'uso. Durante l'inizializzazione, verrà creato l'archivio se non esiste già (è necessario disporre delle autorizzazioni per creare archivi nel server di destinazione). Nei passaggi seguenti, vengono utilizzati i nomi di database ApplicationServerMonitoringDB e ApplicationServerWorkflowInstanceStore. Questi nomi possono differire a seconda se gli archivi di salvataggi permanenti e di monitoraggio sono già stati configurati prima dell'esecuzione dell'esercitazione e in base a quali nomi sono stati utilizzati per essi. Se non sono stati configurati prima di eseguire l'esercitazione, utilizzare i nomi consigliati ApplicationServerMonitoring e ApplicationServerWorkflowInstanceStore, come specificato più avanti.

La soluzione ContosoHR utilizza il database denominato WF4Persistence per i salvataggi permanenti durante lo sviluppo. Nell'ambiente IIS verrà utilizzato un database diverso. Verrà inoltre configurato AppFabric per sospendere i flussi di lavoro con eccezioni non gestite.

Per configurare l'archivio di monitoraggio e l'archivio salvataggi permanenti per l'applicazione

  1. Aprire Gestione IIS facendo clic su Start, Esegui e digitando inetmgr.

  2. In Gestione IIS, espandere il Sito Web predefinito e fare clic con il pulsante destro del mouse sull'applicazione HRApplicationServices, quindi scegliere Gestisci servizi WCF e WF e fare clic su Configura.

  3. Fare clic su Monitoraggio per visualizzarne la configurazione. La finestra di dialogo assomiglia alla grafica seguente.

    Configurazione del monitoraggio di AppFabric
  4. In Stringa di connessione fare clic sulla casella a discesa e selezionare il nome del database di monitoraggio. Il nome predefinito (creato quando si è impostato AppFabric) è AppFabricMonitoringDB.

  5. Assicurarsi che Livello sia impostato su Monitoraggio dello stato.

    È inoltre consigliabile impostare il livello su valori superiori e inferiori per vedere i tipi di eventi che verranno generati. Più alto il livello, più eventi saranno generati e ci sarà un impatto sulle prestazioni.

  6. Nel pannello sinistro della finestra di dialogo fare clic su Salvataggio permanente flusso di lavoro.

    Configurazione del salvataggio permanente
  7. In Salvataggio permanente flusso di lavoro SQL Server fare clic sulla casella Archivio SQL Server e selezionare il nome del database di monitoraggio. Il nome predefinito è defaultSqlPersistenceStore.

  8. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo.

Per ulteriori informazioni sul monitoraggio e sul salvataggio permanente, vedere Configurare il monitoraggio e Configurazione del salvataggio permanente del flusso di lavoro.

Avvio automatico delle applicazioni

Quando l'avvio automatico è abilitato, viene creata automaticamente un'istanza host del servizio WF o WCF se il servizio IIS viene avviato dal sistema operativo. Il servizio viene avviato automaticamente all'avvio del relativo server. Ciò si verifica prima della ricezione della prima richiesta, al fine di ridurre il tempo di risposta iniziale.

Per avviare automaticamente un'applicazione

  1. Aprire Gestione IIS facendo clic su Start, Esegui e digitando inetmgr.

  2. Selezionare il nodo HRServicesApplication.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo e scegliere Gestisci servizi WCF e WF, quindi fare clic su Configura.

  4. Nel riquadro a sinistra, fare clic su Avvio automatico.

  5. Assicurarsi che sia impostato su Abilitato (avvio automatico di tutti i servizi).

  6. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo.

Riepilogo

In questa lezione è stata configurata l'applicazione di gestione del flusso di lavoro HRApplicationServices per l'abilitazione del monitoraggio e del salvataggio permanente, impostando sia il livello di monitoraggio sia i database utilizzati per il monitoraggio e il rilevamento. È stato inoltre impostato l'avvio automatico dell'applicazione, migliorando le prestazioni.

Passaggi successivi

Nella prossima lezione, Lezione 4: Monitoraggio dell'integrità dell'applicazione HRApplicationServices, l'applicazione verrà eseguita e gli eventi generati verranno esaminati nel dashboard di AppFabric.

Vedere anche

  2011-12-05
Mostra: