Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese

Novità di WCF Data Services 5.0

Di seguito sono illustrate le nuove funzionalità di OData versione 3.0 supportate in questa versione di WCF Data Services.

Nuovi operatori All e Any

OData consente ora di filtrare i feed in base al contenuto di una raccolta. Mediante i nuovi operatori all e any è possibile filtrare un feed di OData basato sulle proprietà di una raccolta correlata o su un proprietà con più valori.

La libreria client di .NET Framework supporta ora l'utilizzo degli operatori sui set All<TSource>(IEnumerable<TSource>, Func<TSource, Boolean>) e Any<TSource>(IEnumerable<TSource>) in una query LINQ (Language Integrated Query). Per ulteriori informazioni, vedere Considerazioni su LINQ (WCF Data Services).

Proprietà di raccolte *

OData consente ora di definire le proprietà delle raccolte nei tipi nel modello di dati del servizio dati. Queste proprietà contengono raccolte non ordinate di tipi primitivi o complessi.

Flussi di risorse denominate

OData consente ora di definire i flussi di risorse denominate per un'entità specificata. In questo modo è possibile avere più flussi di dati binari associati a un'entità specificata. Per ulteriori informazioni, vedere Provider di flusso (WCF Data Services).

La libreria client di .NET Framework consente ora di accedere ai flussi di risorse denominate. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di dati binari (WCF Data Services).

Nuovi tipi di dati

In OData vengono definiti in nuovi tipi di dati supportati da WCF Data Services indicati di seguito.

  • Tipi geospaziali *

    OData supporta ora i tipi di dati geospaziali come nuovo set di primitivi. Per ulteriori informazioni, vedere Libreria spaziale.

  • DateTimeOffset

  • TimeSpan

Richieste PATCH

Allo standard HTTP è stato aggiunto un nuovo metodo PATCH. OData supporta ora questo nuovo metodo HTTP. In WCF Data Services le richieste PATCH vengono gestite nello stesso modo in cui vengono gestite le richieste MERGE.

La libreria client di .NET Framework consente ora di richiedere l'invio degli aggiornamenti al servizio dati tramite una richiesta PATCH. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione del contesto del servizio dati (WCF Data Services).

Supporto dell'intestazione Prefer

OData supporta ora la possibilità per i client di richiedere se restituire un payload in risposta a una richiesta POST, PUT, MERGE o PATCH. Questa preferenza del client viene indicata nella richiesta dal valore dell'intestazione Prefer. Quando si utilizza il client .NET Framework, questa preferenza viene gestita da DataServiceContext. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione del contesto del servizio dati (WCF Data Services).

Azioni di servizio

OData consente di definire un'azione di servizio, ovvero un tipo specializzato di operazione di servizio. Le azioni di servizio forniscono un modo per inserire comportamenti in un modello altrimenti basato sui dati. Le azioni di servizio consentono di richiamare logica di business in OData, in cui la logica deve essere associata a una determinata risorsa. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di azioni OData per implementare il comportamento lato server.

Annotazioni del vocabolario

OData supporta la capacità di estendere i metadati del servizio dati definendo vocabolari. WCF Data Services consente di applicare vocabolari al modello dati mediante annotazioni. Per ulteriori informazioni, vedere il post Vocabolari in WCF Data Services.

* Nuova funzionalità di OData attualmente non supportata dal provider di Entity Framework.

Di seguito sono illustrate le funzionalità aggiuntive fornite da WCF Data Services in questa versione:

Supporto del provider di Entity Framework per DbContext

WCF Data Services consente ora di utilizzare una classe che eredita da DbContext come origine dati del provider di Entity Framework, in modo analogo a quanto accadrebbe con una classe che eredita da ObjectContext. DbContext è una nuova classe Code First introdotta in Entity Framework 4.1 che sostituisce ObjectContext. In precedenza era necessario risolvere il problema per poter utilizzare un oggetto DbContext come origine dati.

Inclusione dei collegamenti delle relazioni nella risposta

Il protocollo OData definisce un metodo per indirizzare le relazioni tra le entità tramite l'operatore $links in un URI. WCF Data Services consente ora di richiedere l'inclusione per il servizio dati di questi collegamenti negli elementi entry della risposta. Questo comportamento viene controllato dalla proprietà di configurazione IncludeRelationshipLinksInResponse. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione del servizio dati (WCF Data Services).

La libreria client di .NET Framework utilizza ora i collegamenti delle relazioni per la costruzione degli URI che indirizzano le entità correlate, quando sono presenti nella risposta.

Proprietà di navigazione nei tipi derivati

In questa versione WCF Data Services supporta la capacità di definire una proprietà di navigazione in un tipo derivato. Nelle versioni precedenti le proprietà di navigazione potevano essere definite esclusivamente nel tipo di base.

Supporto di set di entità con URI di base diversi

Il protocollo OData consente a un servizio dati di esporre i set di entità come raccolte che contengono URI di base diversi. Precedentemente, il client di .NET Framework presupponeva che tutti i set di entità condividevano lo stesso URI di base definito nell'oggetto DataServiceContext. Ora, è possibile definire un delegato utilizzato dal contesto per risolvere gli URI per i set di entità che non condividono un URI di base. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione del contesto del servizio dati (WCF Data Services).

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra: