Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida di riferimento per Transact-SQL del database SQL di Azure

Aggiornamento: marzo 2015

La maggior parte delle istruzioni Transact-SQL di SQL Server 2014 è supportata in modo completo in Database SQL di Microsoft Azure, inclusi i tipi di dati, gli operatori e le funzioni stringa, aritmetiche, logiche e di cursore di SQL Server e gli altri elementi Transact-SQL su cui si basa la maggior parte delle applicazioni. Le funzioni supportate in modo parziale o non supportate sono in genere correlate a differenze nel modo in cui il Database SQL gestisce il database (ad esempio le funzionalità relative a file, disponibilità elevata e sicurezza) o a funzionalità con finalità speciali, ad esempio un Service Broker. Poiché il Database SQL isola molte funzionalità dalla dipendenza dal database master, molte attività a livello di server non sono appropriate e non sono supportate. Le funzionalità deprecate in SQL Server 2014 non sono in genere supportate nel Database SQL.

noteNota
Per supporto parziale si intende che alcune opzioni della funzionalità o della sintassi sono supportate e alcune non lo sono. Ad esempio, l'istruzione CREATE PROCEDURE è disponibile, ma l'opzione WITH ENCRYPTION di CREATE PROCEDURE non è disponibile.

CautionAttenzione
Questo argomento illustra sia Database SQL V12 (in anteprima in alcune aree) che le versioni di Database SQL precedenti alla versione 12.

Altre funzionalità dei database sono disponibile eseguendo l'aggiornamento gratuito a Database SQL V12. Per altre informazioni sulla versione 12 del Database SQL di Azure, vedere l'articolo relativo alle novità di questa versione. Questa versione migliora le prestazioni e la gestibilità, oltre ad aggiungere il supporto per altre funzionalità. Le funzionalità aggiuntive sono elencate di seguito, suddivise in funzionalità completamente supportate e funzionalità con un maggior supporto, ma che sono ancora parzialmente supportate. Alcune delle funzionalità aggiuntive dipendono dal livello di servizio di Database SQL. Per altre informazioni sui livelli di servizio, vedere Livelli di servizio e livelli di prestazioni del database SQL di Azure.

Le funzionalità seguenti sono disponibili in Database SQL V12 quando si usa il livello di servizio Premium.

  • Indici Columnstore

  • Partizionamento di tabelle

  • Query parallele

  • Indicizzazione online

Queste funzionalità sono disponibili in Database SQL V12 quando si usano i livelli di servizio basic e standard.

  • ALTER AUTHORIZATION (per le classi supportate)

  • ALTER DATABASE

  • Ruoli applicazione

  • Utenti del database indipendente

  • CREATE/DROP AGGREGATE

  • CREATE/DROP FUNCTION

  • DATABASEPROPERTY

  • Comandi DBCC:

     

    DBCC CHECKALLOC

    DBCC CLEANTABLE

    DBCC SHOWCONTIG

    DBCC CHECKCONSTRAINTS

    DBCC DBREINDEX

    DBCC TRACESTATUS

    DBCC CHECKDB

    DBCC INDEXDEFRAG

    DBCC UPDATEUSAGE

    DBCC CHECKFILEGROUP

    DBCC INPUTBUFFER

    DBCC USEROPTIONS

    DBCC CHECKIDENT

    DBCC OPENTRAN

     

    DBCC CHECKTABLE

    DBCC PROCCACHE

  • DMV: sono esposte diverse altre DMV di SQL Server per supportare le nuove funzionalità. Vedere le singole descrizioni DMV per il livello di supporto.

  • Change Tracking

  • Istruzione CHECKPOINT

  • Assembly CLR a bit binari con modalità Safe

  • Eventi estesi

  • Heap

  • Istruzioni SET: SET ANSI_DEFAULTS, SET CONCAT_NULL_YIELDS_NULL, SET CONTEXT_INFO, SET OFFSETS

  • Sequenze

  • Funzioni analitiche: CUME_DIST, FIRST_VALUE, LAG, LAST_VALUE, LEAD, PERCENTILE_CONT, PERCENTILE_DISC, PERCENT_RANK

  • Funzioni di testo: TEXTPTR, WRITETEXT, READTEXT, UPDATETEXT, TEXTVALID

  • Regole di confronto UTF-16

  • Opzione Viste WITH ENCRYPTION

  • Indici XML, WITH XMLNAMESPACES e XML SCHEMA COLLECTION

(Inizio pagina)

Senza Database SQL V12, le istruzioni Transact-SQL di Database SQL supportano alcuni, ma non tutti gli argomenti che esistono nelle istruzioni Transact-SQL di SQL Server 2014. Per informazioni dettagliati sulle aree supportate di ogni istruzione, fare riferimento agli argomenti collegati relativi alla sintassi. Come descritto nella sezione precedente, alcuni elementi godono di un maggior supporto in Database SQL V12.

(Inizio pagina)

L'elenco seguente include le funzionalità non supportate nelle versioni di Database SQL precedenti alla versione 12. Quando una funzionalità non è supportata, non saranno supportate tutte le istruzioni Transact-SQL associate, le viste del catalogo, le viste a gestione dinamica e le funzioni usate dalla funzionalità.

  • Funzionalità che si basano su SQL Server Agent o sul database MSDB: processi, avvisi, operatori, gestione basata su criteri, posta elettronica database, server di gestione centrale.

  • Funzionalità che si basano sulla lettura log: replica, Change Data Capture.

  • Funzionalità correlate alla disponibilità elevata, gestita tramite l'account Microsoft Azure: backup, ripristino, CHECKPOINT, AlwaysOn, mirroring del database, log shipping, modalità di ripristino. Per altre informazioni, vedere Backup e ripristino del database SQL di Azure.

  • Funzionalità correlate al posizionamento, alle dimensioni e al partizionamento dei file di database e ai file di database gestiti automaticamente da Microsoft Azure.

  • Ruoli applicazione

  • Change Tracking

  • Correlate alla connessione: istruzioni di endpoint, CONNECTIONPROPERTY, ORIGINAL_DB_NAME

  • Assembly CLR

  • Query tra database, concatenamento della proprietà tra database, impostazione TRUSTWORTHY

  • DATABASEPROPERTY (usare invece DATABASEPROPERTYEX)

  • Agente di raccolta dati

  • Comandi DBCC (ad eccezione di DBCC SHOW_STATISTICS)

  • Transazioni distribuite

  • Crittografia: chiavi simmetriche e asimmetriche, certificati, Extensible Key Management, crittografia dei dati trasparente.

  • Gestione degli eventi: eventi, notifiche degli eventi, notifiche delle query

  • FILESTREAM

  • Ricerca full-text, ricerca semantica, CONTAINS, CONTAINSTABLE

  • Funzioni: fn_get_sql, fn_virtualfilestats, fn_virtualservernodes

  • Tabelle temporanee globali

  • Impostazioni del server correlate all'hardware: memoria, thread di lavoro, affinità CPU, flag di traccia e così via. Usare invece i livelli di servizio.

  • Indicizzazione: tabelle senza indice cluster (heap), indici columnstore, INDEXKEY_PROPERTY, KILL STATS JOB

  • Server collegati, OPENQUERY, OPENROWSET, OPENDATASOURCE, BULK INSERT, OPENXML

  • Server master/di destinazione

  • Guide di piano

  • Resource Governor

  • Regole e impostazioni predefinite

  • Clausola SELECT INTO

  • Express senza server: localDB, istanze utente

  • Service Broker

  • SETUSER (usare invece EXECUTE AS)

  • ARRESTO

  • Opzioni di sp_configure e RECONFIGURE

  • sp_addmessage

  • Controllo di SQL Server (usare invece il controllo del database SQL)

  • Traccia di SQL Server

  • Funzioni di testo: TEXTPTR, WRITETEXT, READTEXT, UPDATETEXT, TEXTVALID

  • Flag di traccia

  • Indici XML e raccolte di XML Schema

  • Sicurezza e autorizzazioni:

    • GRANT/REVOKE/DENY ALL e ALL PRIVILEGES (usare autorizzazioni più granulari)

    • Autorizzazioni di tipo endpoint GRANT/REVOKE/DENY, a livello server, per entità server e per oggetti di sistema e tabelle di sistema correlate, ad esempio sys.server_principals e sys.server_permissions

    • sys.login_token

    • sys.fn_builtin_permissions

    • sys.fn_translate_permissions

    • HAS_DBACCESS

    • LOGINPROPERTY

    • Utenti di database indipendenti, credenziali.

    • Trigger di accesso o con ambito server

    • Ruoli server SQL Server e ruoli server definiti dall'utente, IS_SRVROLEMEMBER. Per altre informazioni, vedere Linee guida e limitazioni per la sicurezza per il database SQL di Azure.

  • Istruzioni SET non supportate:

    • SET ANSI_DEFAULTS

    • SET CONCAT_NULL_YIELDS_NULL

    • SET CONTEXT_INFO

    • SET DISABLE_DEF_CNST_CHK

    • SET OFFSETS

    • SET REMOTE_PROC_TRANSACTIONS

(Inizio pagina)

Per altre informazioni sulla grammatica, sull'uso e sugli esempi di Transact-SQL, vedere Guida di riferimento a Transact-SQL (Motore di database) nella documentazione online di SQL Server.

I riferimenti a Transact-SQL includono argomenti correlati a SQL Server 2008, SQL Server 2008 R2, SQL Server 2012, SQL Server 2014 e Database SQL di Microsoft Azure. Nella parte superiore di ogni argomento è disponibile una sezione che indica i prodotti che supportano l'oggetto dell'argomento. Se un prodotto viene omesso, la funzionalità illustrata dall'argomento non sarà disponibile nel prodotto specifico. Ad esempio, i gruppi di disponibilità sono stati introdotti in SQL Server 2012. L'argomento CREATE AVAILABILTY GROUP indica che è applicabile a SQL Server (da SQL Server 2012 alla versione corrente), poiché non è applicabile a SQL Server 2008, SQL Server 2008 R2 o Database SQL di Microsoft Azure.

In alcuni casi il tema generale di un argomento può essere usato in un prodotto, ma non sono supportati tutti gli argomenti. Ad esempio gli utenti di database indipendenti sono stati introdotti in SQL Server 2012. L'istruzione CREATE USER può essere usata in qualsiasi prodotto di SQL Server, ma la sintassi WITH PASSWORD non può essere usata nelle versioni meno recenti. In questo caso alcune sezioni Si applica a aggiuntive vengono inserite nelle descrizioni di argomento appropriate nel corpo dell'argomento.

(Inizio pagina)

Vedere anche

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2015 Microsoft