Dati: informazioni sottostanti l'applicazione

 

Data di pubblicazione: aprile 2016

Per la documentazione più recente di Visual Studio 2017 RC, vedere Documentazione di Visual Studio 2017 RC.

In LightSwitch, è possibile connettersi ai dati esistenti o alle tabelle di dati create ed è possibile inoltre definire le relazioni tra le origini dati e specificare la modalità di gestione dei dati.

Per fornire dati a un'applicazione LightSwitch, è possibile connettersi a un'origine dati esistente, ad esempio un database di SQL Server, oppure è possibile creare tabelle nel database di SQL Server Express incluso in LightSwitch.

In Data Designer è possibile modificare le impostazioni dei dati o creare relazioni tra le origini dati. In LightSwitch vengono eseguite automaticamente molte attività tipiche di gestione dei dati, ad esempio la convalida del campo, l'elaborazione delle transazioni e la risoluzione dei conflitti di concorrenza. È possibile personalizzare queste attività modificando le proprietà nella finestra Proprietà ed è possibile scrivere il codice per eseguirne l'override o estenderle.

È possibile connettersi ai dati da un database di SQL Server, un servizio OData, un elenco di SharePoint, un gateway SAP NetWeaver o un servizio RIA (Rich Internet Application) di Windows Communication Foundation (WCF). Quando si stabilisce una connessione, è possibile selezionare tabelle, elenchi o elementi specifici. Per ognuno di questi elementi, in LightSwitch viene aggiunta un'entità alla soluzione. Un'entità è un'unità di dati di base che è possibile utilizzare in LightSwitch per assemblare un'applicazione.

Nella figura seguente sono mostrate le entità che LightSwitch ha generato per un database di SQL Server, un elenco di SharePoint e un servizio WCF.

Entità per ciascuna origine dati

Per ulteriori informazioni sulla connessione ai dati, vedere Procedura: connettersi ai dati.

Per ulteriori informazioni sull'accesso ai dati e sull'archiviazione in LightSwitch, vedere la pagina relativa all'anatomia di un'applicazione di LightSwitch - Parte 4 - Accesso ai dati e archiviazione sul sito Web MSDN.

In LightSwitch viene utilizzato un database interno per archiviare le impostazioni di configurazione, ad esempio le impostazioni relative alla sicurezza. È possibile aggiungere tabelle al database e utilizzarle nell'applicazione in modo analogo a come si utilizzano le entità da altre origini dati. Il database interno è un'ottima posizione per archiviare le informazioni di configurazione personalizzate.

Nell'illustrazione seguente è mostrato il database interno di LightSwitch come visualizzato in Esplora soluzioni.

Database intrinseco

Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: aggiungere una tabella al database interno di LightSwitch.

È possibile utilizzare Data Designer per aggiungere nuovi campi o modificare i nomi, i tipi e le proprietà dei campi. I tipi di modifiche che è possibile eseguire variano a seconda che si apra una tabella dal database interno o un'entità da un'origine dati esterna.

Se si apre una tabella dal database interno di LightSwitch, è possibile modificare tutti i campi e le relative proprietà. È possibile tuttavia modificare le entità solo dalle origini dati esterne in modo da non influenzare la definizione dei dati sul server. Non è possibile ad esempio modificare il tipo di un campo da stringa a intero. Se si desidera modificare le entità esterne, modificare i tipi di campo nel server, quindi aggiornare la connessione dati in LightSwitch.

Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento di una connessione a un'origine dati, vedere Procedura: connettersi ai dati.

Per ulteriori informazioni sulla modifica dei campi di un'entità o di una tabella, vedere Procedura: definire i campi dati.

È possibile utilizzare Data Designer per definire le relazioni tra entità o tabelle. Le relazioni consentono di creare schermate in cui i dati correlati possono essere utilizzati insieme. È possibile inoltre fare riferimento a una relazione nel codice personalizzato poiché LightSwitch genera proprietà che rappresentano la relazione. Queste proprietà vengono visualizzate in IntelliSense quando si scrive il codice.

Nella figura seguente viene illustrata una relazione tra l'entità relativa al prodotto e l'entità di Order_Detail.

Relazione tra Order_Detail e Product

Il tipo di relazione che è possibile definire o modificare dipende dalle entità o dalle tabelle incluse nella relazione. È possibile definire relazioni tra entità interne al database o tra entità provenienti da origini dati diverse. È possibile ad esempio creare una relazione tra un'entità da un database di SQL Server e un'entità da un elenco di SharePoint.

Per ulteriori informazioni sulla creazione o la modifica delle relazioni di dati, vedere Procedura: definire le relazioni tra i dati.

In LightSwitch vengono convalidati automaticamente i campi di un'entità o di una tabella in base a regole definite dall'utente. Non è possibile eseguire il commit dell'aggiornamento all'origine dati fino quando l'aggiornamento non sarà conforme alle regole di convalida. Se un utente aggiunge dati non conformi, viene visualizzato un messaggio di errore.

Nella figura seguente viene mostrato un messaggio di errore di convalida.

Messaggio di errore di convalida

In LightSwitch sono disponibili molte regole di convalida incorporate che è possibile configurare e applicare a un'entità oppure a una tabella senza scrivere alcun codice. È possibile inoltre definire regole di convalida personalizzate scrivendo il codice.

Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: convalidare i dati.

In LightSwitch vengono gestite automaticamente attività relative ai dati, ad esempio l'elaborazione delle transazioni, gli eventi di concorrenza e la convalida. È possibile tuttavia eseguire l'override del comportamento predefinito o aggiungere codice che lo estenda.

In LightSwitch è disponibile un modello a oggetti fortemente tipizzato che consente di eseguire attività di gestione dei dati. È inoltre possibile aggiungere il codice ai metodi chiamati quando si verificano determinati eventi, ad esempio quando un utente aggiunge o elimina dati.

Per ulteriori informazioni sulle attività che è possibile eseguire tramite il codice, vedere Esecuzione delle attività relative ai dati tramite codice.

Per ulteriori informazioni sui metodi che LightSwitch chiama quando si verificano determinati eventi, vedere Procedura: gestire gli eventi di dati.

TitoloDescrizione
Procedura: connettersi ai datiDescrive come utilizzare dati da un database di SQL Server, un elenco di SharePoint o un servizio RIA WCF in un'applicazione LightSwitch.
Esposizione dei dati applicazione LightSwitchViene descritto come utilizzare LightSwitch come origine dati OData.
Linee guida per la creazione di servizi RIA WCF per LightSwitchFornisce informazioni sull'archiviazione e il recupero delle stringhe di connessione e sull'effetto degli attributi della classe di servizio del domino su un'applicazione LightSwitch.
Procedura: aggiungere una tabella al database interno di LightSwitchDescrive come aggiungere dati al database di SQL Server Express incluso in LightSwitch.
Procedura: definire i campi datiDescrive come aggiungere nuovi campi (noti anche come proprietà) a un'entità esistente e come modificare campi esistenti.
Procedura: aggiungere un campo calcolatoDescrive come creare un campo il cui valore deriva da altri campi o da calcoli eseguiti nella logica di business.
Procedura: creare un elenco di valori per un campoDescrive come definire un elenco di scelte per un campo in un'entità se quel campo può contenere solo determinati valori o se si desidera facilitarne l'inserimento.
Procedura: definire le relazioni tra i datiDescrive come creare una relazione tra entità o tabelle.
Procedura: convalidare i datiDescrive come convalidare l'input tramite regole di convalida personalizzate o predefinite.
Procedura: gestire gli eventi di datiDescrive come scrivere il codice eseguito quando si verifica un evento relativo ai dati.
Procedura: eseguire una stored procedure in LightSwitchDescrive come aggiornare i dati di un database esterno chiamando una stored procedure.
Procedura dettagliata: aggiornamento di record mediante stored procedureDescrive come inserire, aggiornare ed eliminare record clienti in un'applicazione LightSwitch utilizzando stored procedure e un servizio.
Utilizzo degli oggetti correlati ai dati nel codiceDescrive il modello a oggetti di runtime che è possibile utilizzare per eseguire attività relative ai dati nel codice.
Esecuzione delle attività relative ai dati tramite codiceDescrive numerose attività relative ai dati che è possibile completare solo aggiungendo un codice all'applicazione.
Riferimento: proprietà della finestra di progettazione dei datiDescrive come è possibile modificare l'aspetto e il comportamento delle entità, delle tabelle e dei campi impostando le proprietà nella finestra Proprietà.
Anatomia di un'applicazione di LightSwitch - Parte 4 - Accesso ai dati e archiviazioneFornisce informazioni dettagliate sull'accesso ai dati e sull'archiviazione in un'applicazione LightSwitch.
Mostra: