Questa pagina è stata utile?
I suggerimenti relativi al contenuto di questa pagina sono importanti. Comunicaceli.
Altri suggerimenti?
1500 caratteri rimanenti
Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Installare PowerPivot per SharePoint in un nuovo server SharePoint

In questo argomento viene illustrata la configurazione di un nuovo server PowerPivot in un computer Windows Server 2008 pulito. Consente di eseguire in modo semplificato i passaggi necessari per l'installazione di SharePoint 2010 e PowerPivot per SharePoint. Al termine, si disporrà di un server operativo immediatamente disponibile per l'utilizzo.

NotaNota

Queste istruzioni sono destinate a un gruppo di lavoro, a piccole distribuzioni di server di reparto oppure a coloro che desiderano installare PowerPivot per SharePoint nel minor numero possibile di passaggi. È necessario utilizzare istruzioni alternative nel caso in cui SharePoint sia già installato. Per ulteriori informazioni, vedere Installare PowerPivot per SharePoint in un server SharePoint esistente.

In questo argomento sono contenute le sezioni seguenti:

Prerequisiti

Panoramica

Passaggio 1: Installare SharePoint Server 2010 (non configurato)

Passaggio 2: Installare e configurare i componenti di SQL Server

Passaggio 3: Verificare l'installazione

Risolvere i problemi relativi all'installazione

Passaggi post-installazione

Verificare che il computer soddisfi i requisiti hardware e software per SharePoint 2010 e PowerPivot per SharePoint:

È necessario disporre dei supporti di installazione per SQL Server 2008 R2 Enterprise, Enterprise Evaluation, Developer o Data Center Edition.

È necessario disporre dei supporti di installazione per SharePoint 2010 Enterprise Edition.

Deve essere disponibile la porta 80. Se la porta 80 viene utilizzata da un'altra applicazione, PowerPivot per SharePoint deve essere installato utilizzando l'opzione Farm esistente. Per ulteriori informazioni, vedere Installare PowerPivot per SharePoint in un server SharePoint esistente.

Il computer deve essere unito in join a un dominio.

È necessario disporre di un account utente di dominio per il provisioning della farm. È possibile riconfigurare i servizi per l'esecuzione con account diversi in un secondo momento.

Per il provisioning dei servizi SQL Server, è necessario disporre di uno o più account utente di dominio. Durante questa installazione verranno configurati sia Analysis Services sia il motore di database.

Per installare SQL Server e SharePoint 2010, è necessario essere un amministratore locale. Fare riferimento alla documentazione del prodotto SharePoint 2010 relativa alla per ulteriori informazioni sui requisiti di account e di autorizzazioni.

Il programma di installazione di SQL Server include l'opzione di installazione Nuovo server che consente di installare PowerPivot per SharePoint in modo che sia immediatamente disponibile al termine dell'installazione.

Per utilizzare questa opzione, è necessario avviare un server pulito che disponga di SharePoint 2010 installato, ma non ancora configurato. Nel passaggio 1 di questo argomento vengono indicate le operazioni di installazione di SharePoint in uno stato non configurato. Successivamente, nel passaggio 2 si eseguirà il programma di installazione di SQL Server e si selezionerà l'opzione Nuovo server per effettuare le operazioni seguenti:

  • Installare e configurare l'istanza del Motore di database di SQL Server come server database per SharePoint.

  • Configurare il server di SharePoint installato al passaggio 1 e abilitare le caratteristiche necessarie per PowerPivot per SharePoint.

  • Installare e configurare PowerPivot per SharePoint.

Quando si utilizza l'opzione di installazione Nuovo server, per tutti i prodotti server vengono utilizzati i valori predefiniti. Per una descrizione delle caratteristiche e proprietà configurate, vedere Configurazione predefinita per PowerPivot per SharePoint.

In questo passaggio vengono installati i prerequisiti di SharePoint e viene eseguito il programma di installazione del server.

Se in precedenza è stato installato un server SharePoint, è prassi configurare il server subito dopo l'installazione. Tuttavia, poiché l'obiettivo è l'utilizzo dell'opzione di installazione Nuovo server nel programma di installazione di SQL Server 2008 R2, è necessario ignorare la configurazione del server di SharePoint al passaggio 1 per consentire l'esecuzione del programma di configurazione al passaggio 2. Se si consente al programma di installazione di SQL Server di configurare SharePoint, sarà possibile utilizzare un'istanza del Motore di database della versione di SQL Server 2008 R2 come server database. Inoltre, consente al programma di installazione di SQL Server di configurare SharePoint per utilizzare impostazioni ottimali per l'elaborazione di query e la gestione del server PowerPivot.

  1. Inserire i supporti di installazione o aprire una cartella che contiene i file di installazione per SharePoint 2010.

  2. Eseguire il programma di installazione essenziale per aggiungere le caratteristiche e i ruoli del sistema operativo nonché altro software necessario per l'installazione.

  3. Eseguire il programma di installazione del server SharePoint per installare il server.

  4. Accettare le condizioni di licenza software Microsoft, quindi scegliere Continua.

  5. Fare clic su Server farm. È necessario selezionare questa opzione. Le distribuzioni autonome non sono supportate. Se si seleziona l'opzione Server farm, è possibile aggiungere l'infrastruttura Claims che supporta connessioni amministrative e ai dati.

    Finestra di dialogo Tipo di installazione del programma di installazione di SharePoint

  6. Nella pagina Tipo server selezionare Completa. Se si seleziona questa opzione, è possibile aggiungere tutte le caratteristiche di SharePoint necessarie sia per server applicazioni sia per ruoli front-end Web sullo stesso server.

    Finestra di dialogo Tipo di server del programma di installazione di SharePoint

  7. Fare clic su Installa.

    Al termine dell'installazione verrà richiesto di eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

    Nota importanteImportante

    Non configurare il server in questo momento. Se si esegue adesso la configurazione guidata verrà generato un errore perché il server database non è ancora installato. L'installazione del server database, seguita dalla configurazione del server, viene eseguita in un passaggio successivo.

  8. Deselezionare la casella di controllo accanto a Esegui la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint e scegliere Chiudi.

    Richiesta pagina di installazione per ulteriore configurazione

In questo passaggio viene eseguito il programma di installazione di SQL Server 2008 R2. Mediante il programma di installazione vengono installati e configurati PowerPivot per SharePoint e un'istanza del Motore di database. Questa istanza verrà utilizzata come server database per il server SharePoint.

Viene inoltre configurato il software del server di SharePoint installato al passaggio 1. A tale scopo, durante l'installazione di SQL Server viene eseguito in background il programma di configurazione di Prodotti e tecnologie SharePoint (PSConfig.exe) per creare il database di configurazione e impostare le caratteristiche di PowerPivot. SharePoint verrà inizializzato con i valori specificati nell'Installazione guidata di SQL Server.

  1. Inserire i supporti di installazione o aprire una cartella che contiene i file di installazione per SQL Server 2008 R2.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Setup.exe e selezionare Esegui come amministratore.

  3. Fare clic su Installazione nel riquadro di navigazione a sinistra.

  4. Fare clic su Nuova installazione o aggiunta di caratteristiche a un'installazione esistente.

  5. In Regole di supporto dell'installazione fare clic su OK.

  6. In "Product Key" specificare l'edizione Evaluation o immettere un codice "Product Key" per una copia concessa in licenza dell'edizione Enterprise. Fare clic su Avanti.

  7. Accettare le Condizioni di licenza software Microsoft, quindi scegliere Avanti.

  8. Nella pagina File di supporto per l'installazione fare clic su Installa.

  9. Nella pagina Regole di supporto dell'installazione, fare clic su Avanti se non sono stati rilevati problemi. In caso contrario, attenersi alle istruzioni nella pagina per risolvere i problemi e riavviare il programma di installazione.

    NotaNota

    È possibile ignorare l'avviso relativo all'apertura di porte in Windows Firewall. Sarà necessario aprire le porte solo se le applicazioni esterne verranno connesse al motore di database, a un'istanza di Analysis Services in modalità nativa o a Reporting Services tramite connessioni remote. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di Windows Firewall per consentire l'accesso a SQL Server.

  10. In Impostazione ruolo selezionare SQL Server PowerPivot per SharePoint.

  11. Nella stessa pagina, in Aggiungi PowerPivot per SharePoint a: selezionare Nuovo server.

    Pagina Ruolo caratteristica nell'installazione guidata

  12. Fare clic su Avanti.

  13. In Selezione caratteristiche viene visualizzato a scopo informativo un elenco in sola lettura delle caratteristiche che verranno installate. Non è possibile aggiungere o rimuovere elementi preselezionati per questo ruolo. Fare clic su Avanti.

  14. In Regole di installazione, fare clic su Avanti.

  15. In Configurazione dell'istanza, un nome dell'istanza in sola lettura di 'PowerPivot' viene visualizzato a scopo informativo. Questo nome dell'istanza è obbligatorio e non può essere modificato. È tuttavia possibile immettere un ID istanza univoco per specificare un nome di directory descrittivo e chiavi del Registro di sistema. Fare clic su Avanti.

  16. In Configurazione nuova farm SharePoint immettere un account utente di dominio per l'account server farm. L'account verrà utilizzato per eseguire il servizio Amministrazione centrale e accedere al database di configurazione. Verrà inoltre utilizzato per eseguire il provisioning di servizi essenziali, incluso il pool di applicazioni di servizio PowerPivot. Non specificare un account predefinito quale Servizio di rete o Sistema locale. Il programma di installazione bloccherà l'installazione per gli account predefiniti.

  17. Specificare una passphrase che gli altri amministratori della farm forniranno all'aggiunta di un nuovo server applicazioni o server front-end Web alla farm. Seguire le stesse regole e convenzioni della creazione di una password complessa.

  18. Specificare un numero di porta per la connessione all'applicazione Web Amministrazione centrale oppure utilizzare il numero generato casualmente. Viene verificato che il numero sia disponibile prima di renderlo disponibile come opzione.

  19. Fare clic su Avanti.

  20. In Requisiti di spazio su disco verificare di disporre di una quantità di spazio su disco sufficiente per installare la caratteristica, quindi fare clic su Avanti.

  21. In Configurazione server immettere le informazioni sull'account per SQL Server Agent, per il Motore di database di SQL Server e per SQL Server Analysis Services.

    Per il Motore di database di SQL Server e SQL Server Agent, è possibile configurare i servizi da eseguire in account utente di dominio o account predefiniti quale NT AUTHORITY\SYSTEM.

    Per SQL Server Analysis Services, è necessario specificare un account utente di dominio. Non specificare un account predefinito. Sono necessari account di dominio per la gestione dell'account del servizio Analysis Services come account gestito in Amministrazione centrale SharePoint.

    Non utilizzare mai il proprio account utente di dominio per eseguire il provisioning di un servizio. Con questa operazione si concedono al server le stesse autorizzazioni di cui l'utente dispone per le risorse disponibili nella rete. Se un utente malintenzionato compromette il server, potrà accedere con le credenziali di dominio dell'utente valido e scaricare o utilizzare gli stessi dati e applicazioni.

    Per ulteriori informazioni sulle indicazioni relative agli account, vedere Pianificare una distribuzione di PowerPivot in una farm di SharePoint.

  22. Fare clic su Avanti.

  23. In Configurazione del Motore di database fare clic su Aggiungi utente corrente per concedere le autorizzazioni di amministratore dell'account utente per l'istanza del Motore di database. Queste autorizzazioni verranno utilizzate per creare il database di configurazione per la farm. Fare clic su Avanti.

  24. In Configurazione di Analysis Services fare clic su Aggiungi utente corrente.

  25. Nella stessa pagina, aggiungere l'account utente di Windows di qualsiasi persona che amministrerà l'istanza di Analysis Services. Ad esempio, qualsiasi utente che desidera connettersi all'istanza del Servizio Analysis Services in SQL Server Management Studio per risolvere problemi di connessione al database o ottenere informazioni sulla versione deve disporre di autorizzazioni di amministratore di sistema per il server. Aggiungere l'account utente di qualsiasi persona che potrebbe avere la necessità di risolvere problemi o amministrare il server.

  26. Fare clic su Avanti.

  27. Fare clic su Avanti in tutte le pagine rimanenti finché non si giunge alla pagina Inizio installazione.

  28. Fare clic su Installa.

Al termine dell'installazione, l'utente sarà un amministratore della farm di SharePoint, un amministratore di sistema per il Motore di database e Analysis Services e un amministratore di raccolta siti per l'applicazione Web SharePoint predefinita. Per migliorare la sicurezza, delegare attività amministrative ad altri utenti. In particolare, l'account di amministratore della farm non deve essere un membro del gruppo di utenti Administrators locale. Per istruzioni su come cambiare amministratori per l'amministrazione delegata o della distribuzione, vedere la documentazione del prodotto SharePoint sul sito TechCenter di SharePoint 2010.

Un'istanza di PowerPivot per SharePoint installata in una farm di SharePoint viene amministrata tramite Amministrazione centrale SharePoint. Come minimo, è possibile controllare le pagine in Amministrazione centrale e nei siti di SharePoint per verificare che le caratteristiche e i componenti server PowerPivot siano disponibili. Tuttavia, per verificare completamente un'installazione, è necessario disporre di una cartella di lavoro di PowerPivot pubblicabile in SharePoint e accessibile da una raccolta. A scopo di test, è possibile pubblicare una cartella di lavoro di esempio contenente già dati PowerPivot e utilizzarla per confermare che l'integrazione SharePoint sia configurata correttamente.

Per verificare l'integrazione di PowerPivot con Amministrazione centrale, effettuare le operazioni seguenti:

  1. Nel menu Start fare clic su Tutti i programmi, aprire Prodotti Microsoft SharePoint 2010 e fare clic su Amministrazione centrale SharePoint 2010.

  2. Immettere la password e il nome utente, quindi fare clic su OK.

    Facoltativamente, è possibile modificare le impostazioni del browser per evitare di dover immettere un nome utente e una password a ogni apertura di Amministrazione centrale. Per aggiungere Amministrazione centrale come sito attendibile, effettuare le operazioni seguenti.

    1. In Internet Explorer scegliere Opzioni Internet dal menu Strumenti.

    2. Nella scheda Sicurezza della sezione Selezionare l'area di cui visualizzare o modificare le impostazioni fare clic su Siti attendibili, quindi su Siti.

    3. Deselezionare la casella di controllo Richiedi verifica server (https:) per tutti i siti compresi nell'area.

    4. In Aggiungi il sito Web all'area digitare l'URL al sito, quindi fare clic su Aggiungi.

    5. Fare clic su Chiudi, quindi su OK.

      NotaNota

      Nella documentazione di installazione di SharePoint sono incluse istruzioni aggiuntive per risolvere errori del server proxy e per disabilitare Protezione avanzata di Internet Explorer, in modo da poter scaricare e installare aggiornamenti. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione sull'esecuzione di attività aggiuntive nella pagina relativa alla distribuzione di un server singolo con SQL Server sul sito Web Microsoft.

  3. In Impostazioni sistema di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci caratteristiche farm.

  4. Verificare che Caratteristica integrazione PowerPivot sia Attiva.

  5. In Impostazioni sistema di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci servizi nel server.

  6. Verificare che SQL Server Analysis Services e Servizio di sistema SQL Server PowerPivot siano avviati.

  7. In Gestione applicazioni di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci applicazioni di servizio.

  8. Fare clic su Applicazione di servizio PowerPivot predefinita per aprire il dashboard di gestione PowerPivot per questa applicazione. Al primo utilizzo, il dashboard potrebbe impiegare diversi minuti per il caricamento.

    In alternativa, fare clic sullo spazio vuoto accanto a Applicazione di servizio PowerPivot predefinita per selezionare la riga e su Proprietà per visualizzare le impostazioni di configurazione per questa applicazione di servizio. È possibile modificare sia le impostazioni di configurazione sia le proprietà dell'applicazione per modificare la configurazione del server. Per ulteriori informazioni su queste impostazioni, vedere Creare e configurare un'applicazione del servizio PowerPivot.

Per verificare l'integrazione di PowerPivot con un sito di SharePoint, effettuare le operazioni seguenti:

  1. In un browser aprire l'applicazione Web creata. Se si sono utilizzati valori predefiniti, è possibile specificare http://<nome del computer> nell'indirizzo URL.

  2. Verificare che le caratteristiche di elaborazione e di accesso ai dati PowerPivot siano disponibili nell'applicazione. È possibile effettuare questa operazione verificando la presenza di modelli di raccolta forniti da PowerPivot:

    1. In Azioni sito fare clic su Altre opzioni.

    2. In Raccolte devono essere visibili le voci Libreria feed di dati e Raccolta PowerPivot. Questi modelli di raccolta vengono forniti dalla caratteristica PowerPivot e saranno visibili nell'elenco delle raccolte se la caratteristica è integrata correttamente.

Per verificare l'accesso ai dati PowerPivot nel server, effettuare le operazioni seguenti:

  1. Caricare una cartella di lavoro di PowerPivot in Raccolta PowerPivot o in qualsiasi raccolta SharePoint. Per ulteriori informazioni su come accedere a file di esempio, vedere Guida di orientamento alla creazione di cartelle di lavoro di PowerPivot in Excel

  2. Fare clic sul documento per aprirlo dalla raccolta.

  3. Fare clic su un filtro dei dati o filtrare i dati per avviare una query PowerPivot. I dati PowerPivot verranno caricati in background e verranno restituiti i risultati. Nel passaggio successivo verrà effettuata la connessione al server per verificare che i dati vengano caricati e memorizzati nella cache.

  4. Avviare SQL Server Management Studio dal gruppo di programmi Microsoft SQL Server 2008 R2 nel menu Start. Se questo strumento non è installato nel server, è possibile ignorare l'ultimo passaggio per confermare la presenza di file memorizzati nella cache.

  5. In Tipo di server selezionare Analysis Services.

  6. In Nome server immettere <nome-server>\powerpivot, dove <nome-server> è il nome del computer contenente l'installazione di PowerPivot per SharePoint.

  7. Fare clic su Connetti. Viene verificata la disponibilità del server Analysis Services.

  8. In Esplora oggetti è possibile fare clic su Database per visualizzare l'elenco di file di dati PowerPivot caricati.

  9. Nel file system del computer, controllare la cartella seguente per determinare se i file vengono memorizzati nella cache su disco. La presenza di file memorizzati nella cache è un'ulteriore verifica che la distribuzione è operativa. Per visualizzare la cache dei file, spostarsi nella cartella \Programmi\Microsoft SQL Server\MSAS10_50.POWERPIVOT\OLAP\Backup.

Se vengono generati errori anziché le pagine e le caratteristiche previste, effettuare le operazioni seguenti:

  • Esaminare le note sulla versione di SharePoint 2010 e di SQL Server 2008 R2 per ottenere soluzioni alternative a problemi di installazione noti. Le note sulla versione vengono fornite con il supporto di installazione oppure sono disponibili nel sito Microsoft da cui si scarica il software.

  • Vedere la pagina relativa alla risoluzione dei problemi di installazione di PowerPivot per SharePoint in Microsoft TechNet WIKI.

  • Fare riferimento agli articoli sulla distribuzione di SharePoint nel sito Web Microsoft. Tali articoli includono i passaggi per la configurazione delle impostazioni in Internet Explorer. Per ulteriori informazioni, vedere Distribuire un server singolo con SQL Server.

Una volta completata l'installazione del server, è necessario eseguire varie attività di post-installazione per migliorare la sicurezza o la facilità di utilizzo del server.

Concedere autorizzazioni SharePoint a utenti della cartella di lavoro

Gli utenti devono disporre delle autorizzazioni di SharePoint per pubblicare o visualizzare cartelle di lavoro. Assicurarsi di concedere le autorizzazioni di Visualizzazione agli utenti che devono visualizzare cartelle di lavoro pubblicate e le autorizzazioni di Collaborazione agli utenti che pubblicano o gestiscono le cartelle di lavoro. Per concedere le autorizzazioni, è necessario disporre dei privilegi di amministratore della raccolta siti.

  1. Nel sito fare clic su Azioni sito.

  2. Fare clic su Autorizzazioni sito.

  3. Selezionare la casella di controllo per il gruppo Membri della raccolta siti.

  4. Sulla barra multifunzione fare clic su Concedi autorizzazioni.

  5. Immettere gli account gruppo o utente di dominio di Windows che dispongono delle autorizzazioni per aggiungere o rimuovere documenti.

  6. Scegliere OK.

  7. Selezionare la casella di controllo per il gruppo Visitatori della raccolta siti.

  8. Sulla barra multifunzione fare clic su Concedi autorizzazioni.

  9. Immettere gli account gruppo o utente di dominio di Windows che dispongono delle autorizzazioni per visualizzare documenti. Come prima, non utilizzare indirizzi di posta elettronica o gruppi di distribuzione se l'applicazione è configurata per l'autenticazione classica.

  10. Scegliere OK.

Installare ADO.NET Data Services 3.5 SP1

ADO.NET Data Services è necessario per un'esportazione dei feed di dati di elenchi SharePoint. SharePoint 2010 non include questo componente nel programma PrerequisiteInstaller, pertanto è necessario installarlo manualmente. Per ulteriori informazioni sull'istallazione di ADO.NET Data Services, vedere Installare ADO.NET Data Services per supportare esportazioni di feed di dati di elenchi SharePoint.

Installare provider di dati utilizzati nell'aggiornamento dati e verificare le autorizzazioni utente

L'aggiornamento dati lato server consente agli utenti di importare nuovamente i dati aggiornati nelle cartelle di lavoro in modalità automatica. Per la riuscita dell'aggiornamento dati, è necessario che il server disponga dello stesso provider di dati utilizzato per importare originariamente i dati. Inoltre, l'account utente con cui viene eseguito l'aggiornamento dati spesso richiede autorizzazioni di lettura per le origini dati esterne. Assicurarsi di controllare i requisiti per l'abilitazione e la configurazione dell'aggiornamento dati perché venga garantito un risultato positivo. Per ulteriori informazioni, vedere Abilitazione e configurazione dell'aggiornamento dati PowerPivot.

Modificare il pool di applicazioni e le identità di servizio in SharePoint

Tramite il programma di installazione di SQL Server viene eseguito il provisioning delle caratteristiche della farm, delle applicazioni e dei servizi affinché vengano eseguiti con un singolo account. L'installazione risulterà semplificata, ma la distribuzione non soddisferà i requisiti di sicurezza di una farm di SharePoint. Per creare una distribuzione più affidabile, modificare i pool di applicazioni e le identità di servizio affinché l'esecuzione avvenga in account diversi al termine dell'installazione.

  1. In Gestione applicazioni di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci applicazioni di servizio.

  2. Selezionare Applicazione di servizio PowerPivot predefinita senza fare clic su questa opzione. È possibile selezionarla facendo clic sullo spazio vuoto accanto al testo del collegamento.

  3. Sulla barra multifunzione Applicazioni di servizio scegliere Proprietà.

  4. Selezionare Crea un nuovo pool di applicazioni.

  5. Immettere un nome per il pool di applicazioni, ad esempio Pool di applicazioni di servizio - PowerPivotService.

  6. Scegliere un account configurato esistente o registrare un nuovo account gestito per impostare l'identità del pool di applicazioni.

  7. Fare clic su OK.

Per ulteriori informazioni su come modificare pool di applicazioni e identità di servizio per i componenti server PowerPivot, vedere Modificare gli account e le password di servizio (PowerPivot per SharePoint).

Impostare i limiti superiori sull'utilizzo dello spazio su disco

Una novità di SP1 è la possibilità di impostare un limite massimo sulla quantità di spazio su disco che è possibile utilizzare per i file di dati PowerPivot memorizzati nella cache su disco. Per impostazione predefinita, viene utilizzato tutto lo spazio su disco disponibile. Se si utilizza SP1, seguire le istruzioni per limitare l'utilizzo dello spazio su disco: Configurare l'utilizzo dello spazio su disco (PowerPivot per SharePoint).

Installazione di PowerPivot per Excel e compilazione di una cartella di lavoro di PowerPivot

Dopo aver installato i componenti server in una farm, è possibile creare la prima cartella di lavoro di Excel 2010 che utilizza dati PowerPivot incorporati, quindi pubblicarla in una raccolta SharePoint in un'applicazione Web. Prima di poter compilare cartelle di lavoro di Excel contenenti dati PowerPivot, è necessario partire con un'installazione di Excel 2010, seguita dal componente aggiuntivo PowerPivot per Excel che fornisce il supporto per l'importazione dei dati PowerPivot. Per istruzioni su come installare PowerPivot per Excel e creare dati PowerPivot, vedere Installare PowerPivot per Excel (SQL Server Books Online) e Guida di orientamento alla creazione di cartelle di lavoro di PowerPivot in Excel.

Aggiunta di server o applicazioni nel corso del tempo

Quando si distribuisce la soluzione PowerPivot, l'integrazione della caratteristica viene attivata a livello di raccolta siti per tutte le raccolte siti dell'applicazione Web. Quando si creano nuove applicazioni Web, è necessario distribuire la soluzione powerpivotwebapp a ognuna. Per istruzioni, vedere Distribuire soluzioni PowerPivot.

A seconda del modo in cui si configura l'applicazione del servizio PowerPivot, il servizio di sistema PowerPivot sarà aggiunto al gruppo di connessioni predefinito, rendendolo disponibile a tutte le applicazioni Web che utilizzano le connessioni predefinite. Tuttavia, se le applicazioni Web sono state configurate in modo da utilizzare gli elenchi di connessioni ad applicazioni di servizio personalizzate, sarà necessario aggiungere l'applicazione del servizio PowerPivot a ogni applicazione Web di SharePoint per la quale si desidera abilitare l'elaborazione dei dati PowerPivot. Per ulteriori informazioni, vedere Connettere un'applicazione del servizio PowerPivot a un'applicazione Web di SharePoint.

Nel tempo, se si rendessero necessarie ulteriori funzionalità di elaborazione e archiviazione dati, sarà possibile aggiungere una seconda istanza del server PowerPivot per SharePoint alla farm. Il processo di installazione è praticamente identico ai passaggi eseguiti per aggiungere il primo server, a eccezione dei requisiti relativi all'immissione di nomi di istanza o delle informazioni sull'account di servizio. Per istruzioni, vedere Aggiungere server PowerPivot a una farm di SharePoint.

Regolazione delle impostazioni di configurazione

Un'applicazione del servizio PowerPivot viene creata utilizzando valori e proprietà predefiniti. È possibile modificare le impostazioni di configurazione per singole applicazioni di servizio per modificare la metodologia di allocazione delle richieste, impostare timeout del server, modificare le soglie per gli eventi del report di risposta alle query o specificare il periodo di conservazione dei dati sull'utilizzo. Per ulteriori informazioni sulla configurazione in Amministrazione centrale o sull'utilizzo delle caratteristiche PowerPivot nelle applicazioni Web di SharePoint, vedere Configurazione (PowerPivot per SharePoint) e Operazioni (PowerPivot for SharePoint).

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2015 Microsoft