Pianificare l'aggiornamento dati PowerPivot

È possibile pianificare aggiornamenti automatici dei dati PowerPivot in una cartella di lavoro di Excel pubblicata in un sito di SharePoint.

In questo argomento sono contenute le sezioni seguenti:

Prerequisiti

Panoramica dell'aggiornamento dati

Abilitare e pianificare l'aggiornamento dati

Verificare l'aggiornamento dati

NotaNota

L'aggiornamento dei dati PowerPivot viene eseguito dalle istanze del server Analysis Services nella farm SharePoint e non è correlato alla caratteristica di aggiornamento dati fornita in Excel Services.

Per creare una pianificazione dell'aggiornamento dati, è necessario disporre almeno del livello di autorizzazione di collaborazione relativamente alla cartella di lavoro.

Devono essere disponibili le origini dati esterne a cui si accede durante l'aggiornamento dati e le credenziali specificate nella pianificazione devono consentire di accedere a tali origini dati. L'aggiornamento dati pianificato richiede un percorso origine dati che sia accessibile tramite una connessione di rete (ad esempio da una condivisione file di rete piuttosto che da una cartella locale nella workstation).

L'origine dati non può essere un documento di Office o un database di Access. In Office non è supportato l'utilizzo di Office Data Connectivity Components in un ambiente del server. Se nella cartella di lavoro sono contenuti dati da queste origini, assicurarsi di rimuovere tali origini dall'elenco origini dati nella pianificazione dell'aggiornamento dati in uso.

La cartella di lavoro deve essere archiviata al termine dell'operazione di aggiornamento. Nella cartella di lavoro viene posizionato un blocco sul file al termine dell'aggiornamento dati, quando il file viene salvato, anziché all'inizio dell'aggiornamento.

NotaNota

Il server non consente di bloccare la cartella di lavoro mentre l'aggiornamento dei dati è in corso. Tuttavia, consente di bloccare il file alla fine dell'aggiornamento dati allo scopo di archiviare il file aggiornato. Se contemporaneamente il file viene estratto da un altro utente, i dati aggiornati saranno eliminati. Analogamente, se il file viene archiviato ma è molto diverso dalla copia recuperata dal server all'inizio dell'aggiornamento dati, i dati aggiornati saranno eliminati.

I dati PowerPivot in una cartella di lavoro di Excel possono provenire da più origini dati esterne, inclusi database esterni o file di dati ai quali si accede da server remoti o da condivisioni file di rete. Per le cartelle di lavoro di PowerPivot in cui sono contenuti i dati importati da origini dati connesse o esterne, è possibile configurare l'aggiornamento dei dati per pianificare un'importazione automatica di dati aggiornati da tali origini iniziali. Per ogni cartella di lavoro di PowerPivot è possibile creare una sola pianificazione dell'aggiornamento dei dati. In genere, l'utente che ha creato la cartella di lavoro definisce la pianificazione.

L'accesso a un'origine dati esterna viene eseguito tramite una stringa di connessione incorporata, un URL o un percorso UNC specificati quando i dati originali sono stati importati nella cartella di lavoro tramite l'applicazione client di PowerPivot. Le informazioni di connessione originali archiviate nella cartella di lavoro di PowerPivot vengono riutilizzate per le successive operazioni di aggiornamento dati. Sebbene sia possibile sovrascrivere le credenziali utilizzate per connettersi alle origini dati, non è possibile sovrascrivere le stringhe di connessione per ragioni di aggiornamento dati; vengono utilizzate solo le informazioni di connessione esistenti.

È presente una sola pagina di pianificazione dell'aggiornamento dati per ogni cartella di lavoro e tutte le informazioni sulla pianificazione sono specificate in questa pagina. In genere, l'utente che ha creato la cartella di lavoro definisce la pianificazione.

In qualità di proprietario della pianificazione, è possibile effettuare le attività seguenti:

  • Definire la pianificazione predefinita. Si tratta della pianificazione utilizzata se non sono disponibili pianificazioni definite a livello di origine dati.

  • Specificare le credenziali utilizzate per eseguire l'aggiornamento dati

  • Scegliere quali origini dati includere nell'operazione di aggiornamento.

  • Facoltativamente, specificare singole pianificazioni e credenziali inline per ogni origine dati su cui viene eseguita una query durante l'aggiornamento dati. Ogni origine dati può essere aggiornata in modo indipendente. Se si creano pianificazioni personalizzate per ogni origine dati, la pianificazione predefinita viene ignorata.

La creazione di pianificazioni granulari per singole origini dati consente di associare la pianificazione dell'aggiornamento alle fluttuazioni nelle origini dati esterne. Ad esempio, se in un'origine dati esterna sono contenuti dati transazionali generati durante il giorno, è possibile creare una singola pianificazione dell'aggiornamento dei dati per tale origine dati per ottenere le informazioni aggiornate di notte.

Utilizzare le istruzioni seguenti per pianificare l'aggiornamento dei dati PowerPivot in una cartella di lavoro di Excel pubblicata in una raccolta di SharePoint.

  1. Nella raccolta in cui è contenuta la cartella di lavoro, selezionare la cartella di lavoro, quindi fare clic sulla freccia in giù per visualizzare un elenco di comandi.

  2. Fare clic su Gestire l'aggiornamento dati PowerPivot. Se è già stata definita una pianificazione dell'aggiornamento dei dati, verrà invece visualizzata la pagina della cronologia di visualizzazione dell'aggiornamento dei dati. È possibile scegliere l'opzione di configurazione dell'aggiornamento dei dati per aprire la pagina di definizione della pianificazione.

  3. Nella pagina di definizione della pianificazione, selezionare la casella di controllo Abilita.

  4. In Dettagli pianificazione specificare il tipo di pianificazione e specificare i relativi dettagli. In questo passaggio viene creata la pianificazione predefinita.

    Nota importanteImportante

    Assicurarsi di selezionare la casella di controllo Aggiorna anche appena possibile. In questo modo è possibile verificare che l'aggiornamento dati sia operativo per questa cartella di lavoro. Dopo avere salvato la pianificazione, l'avvio dell'aggiornamento dati potrebbe richiedere fino a un minuto.

  5. In Prima ora di inizio scegliere uno degli elementi seguenti:

    1. Dopo l'orario di ufficio consente di specificare un periodo di elaborazione dopo le ore di lavoro stabilite quando è più probabile che i server database dispongano dei dati correnti generati durante tutto il giorno lavorativo.

    2. Prima ora di inizio specifica rappresenta l'ora e i minuti esatti in cui si desidera che la richiesta di aggiornamento dei dati venga aggiunta a una coda dei processi. I minuti possono essere specificati in intervalli di 15 minuti.

    L'opzione Prima ora di inizio consente di definire il momento in cui una richiesta viene aggiunta alla coda dei processi. L'elaborazione effettiva si verifica quando il server dispone di risorse adatte per iniziare l'elaborazione dati. Il tempo dell'elaborazione effettiva sarà registrato nella cronologia dell'aggiornamento dei dati dopo il completamento dell'elaborazione.

  6. In Notifiche tramite posta elettronica immettere l'indirizzo di posta elettronica della persona che deve ricevere la notifica in caso di errore di elaborazione.

  7. In Credenziali specificare un account utilizzato per eseguire il processo di aggiornamento dati. L'account deve disporre delle autorizzazioni di collaborazione per la cartella di lavoro, in modo da poter aprirla per aggiornarne i dati, e deve essere un account utente di dominio Windows. Nella maggior parte dei casi, questo account deve disporre anche delle autorizzazioni di lettura per le origini dati esterne utilizzate durante l'aggiornamento dati. In particolare, se originariamente i dati sono stati importanti utilizzando l'opzione Usa autenticazione di Windows, la stringa di connessione viene compilata per utilizzare le credenziali di Windows dell'utente corrente. Se l'utente corrente è l'account di aggiornamento dati, tale account deve disporre delle autorizzazioni di lettura per l'origine dati esterna affinché l'aggiornamento dati venga eseguito correttamente. Selezionare una delle opzioni seguenti:

    1. Scegliere Utilizza l'account di aggiornamento dati configurato dall'amministratore per elaborare l'operazione di aggiornamento dati utilizzando l'account di aggiornamento dati automatico PowerPivot.

    2. Scegliere Effettua la connessione con le seguenti credenziali utente di Windows se si desidera immettere un nome utente e una password. Immettere le informazioni dell'account nel formato dominio\utente.

    3. Scegliere Effettua la connessione utilizzando le credenziali salvate nel servizio di archiviazione sicura se si conosce l'ID di un'applicazione di destinazione contenente le credenziali precedentemente archiviate che si desidera utilizzare.

    Per ulteriori informazioni sulle impostazioni di configurazione che consentono di abilitare queste opzioni, vedere Configurare e utilizzare l'account di aggiornamento dati automatico PowerPivot, Abilitazione e configurazione dell'aggiornamento dati PowerPivot e Configurare e utilizzare le credenziali archiviate per l'aggiornamento dati PowerPivot.

  8. In Origini dati selezionare la casella di controllo Tutte le origini dati se si desidera che tramite l'aggiornamento dati venga di nuovo eseguita una query su tutte le origini dati iniziali.

    Se si seleziona questa opzione, qualsiasi origine dati esterna che fornisce dati PowerPivot viene inclusa automaticamente nell'aggiornamento, anche se l'elenco di origini dati viene modificato nel tempo quando si aggiungono o rimuovono le origini dati che forniscono dati alla cartella di lavoro.

    Deselezionare la casella di controllo Tutte le origini dati se si desidera selezionare manualmente le origini dati da includere. Se successivamente si modifica la cartella di lavoro aggiungendo una nuova origine dati, assicurarsi di aggiornare l'elenco delle origini dati nella pianificazione. In caso contrario, le origini dati più recenti non saranno incluse nell'operazione di aggiornamento.

    L'elenco di origini dati da cui è possibile scegliere viene recuperato dalla cartella di lavoro di PowerPivot quando viene aperta la pagina Gestisci aggiornamento dati PowerPivot per la cartella di lavoro.

    Assicurarsi di selezionare solo le origini dati che soddisfano i criteri seguenti:

    • L'origine dati deve essere disponibile quando si verifica l'aggiornamento dei dati e nel percorso dichiarato. Se l'origine dati iniziale si trova in un'unità disco locale della persona che ha creato la cartella di lavoro, è necessario escludere tale origine dati dall'operazione di aggiornamento dei dati o individuare un modo per pubblicare tale origine dati in un percorso accessibile tramite una connessione di rete. Se si sposta un'origine dati in un percorso di rete, assicurarsi di aprire la cartella di lavoro in PowerPivot per Excel e di aggiornare le informazioni di connessione all'origine dati. Tale operazione è necessaria per riattivare le informazioni di connessione archiviate nella cartella di lavoro di PowerPivot.

    • L'accesso all'origine dati deve essere eseguito utilizzando le informazioni sulle credenziali incorporate nella cartella di lavoro di PowerPivot o specificate nella pianificazione. Le informazioni sulle credenziali incorporate vengono archiviate nella cartella di lavoro di PowerPivot quando si importano i dati tramite PowerPivot per Excel. Tali informazioni sono spesso SSPI=IntegratedSecurity o SSPI=TrustedConnection, pertanto per la connessione all'origine dati vengono utilizzate le credenziali dell'utente corrente. Se si desidera eseguire l'override delle informazioni sulle credenziali nella pianificazione dell'aggiornamento dati, è possibile specificare credenziali archiviate predefinite. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare e utilizzare le credenziali archiviate per l'aggiornamento dati PowerPivot.

    • L'aggiornamento dati deve avere un esito positivo per tutte le origini dati specificate. In caso contrario, i dati aggiornati vengono rimossi e viene mantenuta l'ultima versione salvata della cartella di lavoro. Escludere tutte le origini dati di cui non si è sicuri.

    • L'aggiornamento dei dati non deve invalidare altri dati della cartella di lavoro. Quando si aggiorna un subset di dati, è importante capire se la cartella di lavoro è ancora valida una volta che i dati più recenti vengono aggregati con i dati statici che non derivano dallo stesso periodo di tempo. In qualità di autore della cartella di lavoro, l'utente deve conoscere le dipendenze dei propri dati e assicurarsi che l'aggiornamento dei dati sia adatto per la cartella di lavoro.

  9. Facoltativamente, è possibile definire singole pianificazioni per le origini dati specifiche. Tale operazione è utile se si dispone di origini dati iniziali che vengono anch'esse aggiornate in una pianificazione. Ad esempio, se in un'origine dati PowerPivot vengono utilizzati dati di un data mart aggiornato ogni lunedì alle 02.00, è possibile definire una pianificazione inline affinché il data mart consenta di recuperare i dati aggiornati ogni lunedì alle 04.00.

  10. Scegliere OK per salvare la pianificazione.

È possibile visualizzare il record corrente e passato delle operazioni di aggiornamento dei dati nella pagina Cronologia aggiornamento dati per la cartella di lavoro. Questa pagina viene visualizzata solo se l'aggiornamento dei dati è stato pianificato per una cartella di lavoro. Se non esiste nessuna pianificazione dell'aggiornamento dei dati, viene visualizzata la pagina di definizione della pianificazione.

È necessario disporre di autorizzazioni di collaborazione o superiori per visualizzare la cronologia dell'aggiornamento dei dati.

  1. In un sito di SharePoint aprire la raccolta in cui è inclusa una cartella di lavoro di PowerPivot.

    Non viene visualizzato alcun indicatore che consenta di identificare le cartelle di lavoro di una raccolta di SharePoint contenenti dati PowerPivot. È necessario sapere in anticipo in quali cartelle di lavoro sono inclusi dati PowerPivot aggiornabili.

  2. Selezionare il documento, quindi fare clic sulla freccia in giù visualizzata a destra.

  3. Selezionare Gestisci aggiornamento dati PowerPivot.

Viene visualizzata la pagina della cronologia in cui viene mostrato un record completo per ogni attività di aggiornamento per i dati PowerPivot nella cartella di lavoro di Excel corrente, incluso lo stato dell'operazione di aggiornamento dei dati più recente.

In alcuni casi, è possibile visualizzare tempi di elaborazione effettivi diversi da quelli specificati. Questa situazione si verifica se il carico di elaborazione nel server è pesante. In tal caso, prima di avviare un aggiornamento dei dati, l'istanza del servizio PowerPivot rimarrà in attesa finché non sono disponibili risorse di sistema sufficienti.

La cartella di lavoro deve essere archiviata al termine dell'operazione di aggiornamento durante la quale sarà anche salvata con i dati aggiornati. Se il file viene estratto, l'aggiornamento dei dati viene ignorato fino alla successiva pianificazione.

Se viene visualizzato un messaggio di stato imprevisto (ad esempio l'esito negativo o l'annullamento di un'operazione di aggiornamento), è possibile esaminare il problema controllando le autorizzazioni e la disponibilità dei server.

NotaNota

Gli amministratori di SharePoint possono assistere nella risoluzione dei problemi relativi all'aggiornamento dei dati visualizzando i report consolidati sull'aggiornamento dei dati nel Dashboard di gestione PowerPivot in Amministrazione centrale. Per ulteriori informazioni, vedere Dashboard di gestione PowerPivot. Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi all'aggiornamento dati PowerPivot, vedere la pagina relativa alla risoluzione dei problemi relativi all'aggiornamento dati PowerPivot in TechNet Wiki.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra: