Pianificare una distribuzione di PowerPivot in una farm di SharePoint

SQL Server 2008 R2

Le topologie delle farm di SharePoint variano dai server autonomi alle installazioni multiserver di grandi dimensioni. Dopo avere assimilato le nozioni fondamentali dell'aggiunta di PowerPivot a distribuzioni dalle dimensioni più contenute, è possibile applicare gli stessi concetti e le stesse tecniche a topologie più complesse.

Aggiunta di PowerPivot a un server autonomo

È possibile creare un server PowerPivot per SharePoint dedicato in esecuzione in un server SharePoint 2010 singolo. Il vantaggio derivante dall'utilizzo di un server autonomo è la semplicità di distribuzione. Tramite il programma di installazione di SQL Server viene fornita un'opzione di installazione che consente di installare e configurare un server PowerPivot per SharePoint pronto all'uso. Grazie a questo programma vengono configurate anche caratteristiche, soglie e impostazioni di sicurezza di SharePoint consigliate o richieste per l'elaborazione di query e di dati PowerPivot sul server. Il programma di installazione consente inoltre di attivare ed effettuare il provisioning di Excel Services e del servizio di archiviazione sicura, nonché di aumentare le dimensioni massime dei file in un ambiente SharePoint. Per una descrizione completa della modalità di installazione e configurazione del server tramite il programma di installazione di SQL Server, vedere Configurazione predefinita per PowerPivot per SharePoint.

Per avvalersi di questo approccio, è necessario disporre dei supporti di installazione di SharePoint 2010, con SharePoint installato ma non ancora configurato nel computer, vale a dire installare SharePoint, ma arrestare il processo prima della configurazione, quindi senza eseguire la Configurazione guidata SharePoint che viene avviata alla fine del processo di installazione.

La scelta del server per questo tipo di distribuzione è importante. Poiché è disponibile un solo server per l'elaborazione e l'hosting, è necessario utilizzare un server di fascia superiore. Per definizione, si installa una sola istanza di PowerPivot per SharePoint, pertanto l'intero carico peserà sull'unico server. Per questa ragione, evitare di utilizzare un server esistente che stia già eseguendo altre applicazioni con elevate quantità di dati, scegliendone uno più nuovo che disponga di risorse di memoria e di elaborazione sufficienti per supportare un gran numero di set di dati, nonché query con esecuzioni prolungate tipiche dell'elaborazione PowerPivot.

Nota importanteImportante

L'utilizzo dell'opzione di installazione Nuovo server non limita la strategia di scalabilità orizzontale per il futuro. Purché il server SharePoint sottostante supporti l'aggiunta di server nella farm, ovvero SharePoint è stato installato utilizzando l'opzione Server farm nel programma di installazione di SharePoint, è possibile aumentare la capacità di PowerPivot aggiungendo più server SharePoint e PowerPivot.

Per ulteriori informazioni sui requisiti di sistema e sull'installazione di server autonomi, vedere Requisiti hardware e software (PowerPivot per SharePoint) e Installare PowerPivot per SharePoint in un nuovo server SharePoint.

Aggiunta di PowerPivot a un server farm

Se si dispone di più server SharePoint in una farm, è possibile installare PowerPivot per SharePoint in un server applicazioni nuovo o esistente nella farm.

Topologia di farm di SharePoint con PowerPivot

Come avviene per un server autonomo, l'installazione viene eseguita utilizzando il programma di installazione di SQL Server. In una distribuzione della farm esistente, tuttavia, tale programma di installazione richiede che SharePoint 2010 sia già stato installato e configurato. Durante l'esecuzione dell'installazione, verranno installati solo i componenti server PowerPivot. Non verrà configurato PowerPivot per SharePoint, né verranno verificati la disponibilità di caratteristiche, i limiti superiori o le impostazioni di sicurezza per la configurazione di applicazioni Web e di servizio di SharePoint. Pertanto, questo tipo di distribuzione richiederà una configurazione post-installazione e un'ulteriore valutazione da parte dell'utente per assicurare che la configurazione PowerPivot sia compatibile con i servizi esistenti.

È possibile aggiungere PowerPivot per SharePoint a qualsiasi server SharePoint purché non sia dedicato all'esecuzione delle sole operazioni front-end Web.

Le topologie della farm che comprendono server applicazioni dedicati solo per Excel Services o server front-end Web dedicati solo per Amministrazione centrale SharePoint devono essere aggiornate per l'utilizzo di librerie di Analysis Services più recenti. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: Installazione del provider OLE DB di Analysis Services in un computer Excel Services e Procedura: Installazione di ADOMD.NET in server front-end Web in cui viene eseguita Amministrazione centrale

Per istruzioni su come installare e configurare un'istanza di PowerPivot per SharePoint in una farm, vedere Installare PowerPivot per SharePoint in un server SharePoint esistente e Configurazione (PowerPivot per SharePoint).

Distribuzione con scalabilità orizzontale di PowerPivot

Una distribuzione con scalabilità orizzontale è costituita da più installazioni di SQL Server PowerPivot per SharePoint in una farm che consente di aggiungere capacità di elaborazione all'intera farm. In una distribuzione con scalabilità orizzontale, PowerPivot per SharePoint viene installato una volta in ogni server applicazioni che consentirà di eseguire l'elaborazione di query PowerPivot. Se si dispone, ad esempio, di cinque server applicazioni e si desidera che solo tre supportino l'elaborazione di query PowerPivot, è necessario installare PowerPivot per SharePoint sui tre server in questione.

La scalabilità orizzontale consente di descrivere come le istanze di servizi fisici vengono utilizzate nella farm. All'interno di una farm, una richiesta per l'elaborazione di query e di dati PowerPivot può essere allocata a qualsiasi server PowerPivot per SharePoint la cui disponibilità è determinata da una metodologia di allocazione. L'impostazione predefinita prevede l'algoritmo round-robin che consente di allocare le richieste in ordine sequenziale; tuttavia è possibile modificare il metodo di allocazione per utilizzare invece l'integrità del server.

L'aggiunta di più server PowerPivot per SharePoint a una farm offre capacità di elaborazione a tutte le applicazioni Web in cui viene utilizzata tale caratteristica. Non è possibile ridimensionare l'elaborazione di PowerPivot per alcune applicazioni Web e non per altre, né è possibile creare un'affinità tra istanze di servizi fisici e applicazioni Web specifiche. In tutte le applicazioni Web che condividono una connessione a qualsiasi applicazione del servizio PowerPivot è possibile utilizzare la funzionalità di elaborazione di qualsiasi nuovo server aggiunto.

Nell'aggiungere più server PowerPivot per SharePoint alla farm, ci si potrebbe rendere conto di disporre di applicazioni Web che non richiedono l'elaborazione di query PowerPivot. Per queste applicazioni, è possibile creare un elenco di associazioni di servizio personalizzato che permetta l'esclusione dell'applicazione del servizio PowerPivot, assicurando che tali applicazioni non inviino né ricevano mai richieste per i dati PowerPivot.

Se si dispone di più applicazioni Web con requisiti di elaborazione o configurazione differenti, è possibile modificare le impostazioni di elaborazione e configurazione del servizio PowerPivot per applicazioni Web differenti creando applicazioni di servizio PowerPivot personalizzate. Un'applicazione di servizio consente di impostare un contesto per l'elaborazione di PowerPivot in fase di esecuzione. È possibile creare molte applicazioni di servizio PowerPivot per isolare operazioni per applicazioni Web diverse in fase di esecuzione.

Per istruzioni su come installare più istanze di PowerPivot per SharePoint in una farm, vedere Aggiungere server PowerPivot a una farm di SharePoint.

Aggiunta di nuove applicazioni Web a una farm che dispone di PowerPivot per SharePoint

Quando si creano nuove applicazioni Web SharePoint, è necessario distribuire la soluzione dell'applicazione Web PowerPivot e attivare la caratteristica PowerPivot a livello di raccolta siti.

Per ulteriori informazioni, vedere Distribuire soluzioni PowerPivot e Attivare l'integrazione delle caratteristiche di PowerPivot per le raccolte siti.

Aggiunta di nuovi server front-end Web a una farm che dispone di PowerPivot per SharePoint

PowerPivot per SharePoint non è interessato dall'aggiunta alla farm di nuovi server applicazioni o server front-end Web. Non sono necessari passaggi di configurazione specifici. Le applicazioni Web esistenti eseguite nei nuovi server front-end Web devono supportare l'accesso ai dati PowerPivot se la soluzione è stata distribuita per quell'applicazione.

Sono tuttavia necessari ulteriori passaggi di configurazione se si configura un server front-end Web per l'esecuzione della sola applicazione Web Amministrazione centrale. Poiché PowerPivot per SharePoint consente di aggiungere un dashboard di gestione a tale applicazione, è necessario installare librerie client per assicurarsi che report e web part del dashboard possano essere connesse all'archivio dati del dashboard. Per istruzioni sull'installazione delle librerie client o sulla distribuzione delle soluzioni, vedere Procedura: Installazione di ADOMD.NET in server front-end Web in cui viene eseguita Amministrazione centrale.

Aggiunta di nuovi server applicazioni a una farm che dispone di PowerPivot per SharePoint

Se si aggiunge un nuovo server applicazioni alla farm e si desidera che l'elaborazione di query PowerPivot venga gestita dal server, è necessario eseguire il programma di installazione di SQL Server per aggiungere PowerPivot per SharePoint a tale server, qualora la gestione delle operazioni del server PowerPivot debba essere effettuata dal server applicazioni. SharePoint non consentirà di copiare automaticamente file di programma PowerPivot da una soluzione o da un altro server applicazioni nel nuovo server.

Una farm di SharePoint è costituita da server front-end Web, server applicazioni, con accesso a un server database back-end che fornisce database di configurazione e del contenuto. In una farm multiserver, spesso questi componenti sono distribuiti tra più computer. In genere, il server database è il primo componente a essere spostato su un computer dedicato. È probabile che anche i server front-end Web vengano eseguiti in computer dedicati, consentendo agli amministratori di sistema di ottimizzare separatamente i server front-end Web e i server applicazioni.

Se si dispone di una farm multiserver, è possibile installare un'istanza di SQL Server PowerPivot per SharePoint in uno o più server applicazioni nella farm. Quando si installa PowerPivot per SharePoint, tramite il programma di installazione di SQL Server verrà distribuito un pacchetto della soluzione che consente di copiare file di programma nei server front-end Web della farm.

Come primo passo, è opportuno comprendere lo scopo e la posizione di ogni componente nella farm.

Componente PowerPivot

Descrizione

Posizione

Servizio di sistema di PowerPivot e Servizio Analysis Services

Consente di eseguire query e di gestire i dati PowerPivot in cartelle di lavoro di Excel.

Si esegue su un server applicazioni, rispettivamente come applicazione di servizio condivisa e come servizio Windows.

Questi servizi vengono installati tramite l'installazione di SQL Server e vengono configurati tramite l'Amministrazione centrale.

Servizio Web PowerPivot

Consente di intercettare e indirizzare richieste HTTP a server PowerPivot nella farm.

Si esegue in un server front-end Web in una farm di SharePoint.

Se si dispone di server front-end Web dedicati, tramite SharePoint verrà distribuito il pacchetto della soluzione PowerPivot al server.

Applicazione del servizio PowerPivot

Istanza configurata di un servizio di sistema di PowerPivot.

Si esegue nei server applicazioni quando viene ricevuta una richiesta di dati PowerPivot. Un'applicazione di servizio viene definita una volta per la farm. Sarà eseguita in qualsiasi server applicazioni che dispone di un'istanza del servizio PowerPivot fisica.

Database dell'applicazione PowerPivot

Archivia dati interni utilizzati solo dall'applicazione in un database SQL Server. Se sono state create più applicazioni di servizio condivise, si disporrà di un database dell'applicazione del servizio PowerPivot separato per ognuna.

Ospitato su un server database utilizzato dalla farm.

Il database viene generato quando si crea un'applicazione del servizio PowerPivot.

Contenuto e librerie di PowerPivot

Nel contenuto di PowerPivot sono incluse cartelle di lavoro di Excel contenenti dati PowerPivot incorporati. Sono inclusi anche documenti di servizio dati Atom e modelli per librerie di feed di dati e librerie raccolta PowerPivot. Questo contenuto viene archiviato nei database del contenuto di SharePoint creati per una particolare applicazione Web SharePoint.

Archiviati nei database di contenuto in un server database.

L'archiviazione delle cartelle di lavoro di PowerPivot potrebbe avere un impatto significativo sui requisiti di spazio su disco dei database del contenuto. Pianificare un attento monitoraggio dell'aumento delle dimensioni del database mentre si determinano i requisiti di archiviazione per l'organizzazione.

Quando si pianifica una distribuzione di PowerPivot per SharePoint, è necessario pianificare gli account amministrativi e di servizio seguenti.

  • Account di servizio Analysis Services. Analysis Services consente di elaborare query e processi di aggiornamento dei dati PowerPivot nella farm. Questo account viene sempre specificato durante l'installazione di SQL Server quando si installa PowerPivot per SharePoint.

  • Pool di applicazioni di servizio PowerPivot. Un'applicazione del servizio PowerPivot è associata a un servizio di sistema PowerPivot che fornisce l'infrastruttura e l'integrazione SharePoint per l'elaborazione di query PowerPivot in una farm. Il pool di applicazioni specificato per un'applicazione del servizio PowerPivot è l'identità di servizio del servizio di sistema PowerPivot. È possibile disporre di più applicazioni di servizio PowerPivot in una farm. Ognuna di queste applicazioni create deve essere eseguita nel proprio pool di applicazioni.

  • Account di aggiornamento dei dati PowerPivot automatico. Se si intende abilitare l'aggiornamento dei dati PowerPivot in un server SharePoint, è necessario creare un account di aggiornamento dei dati PowerPivot automatico che verrà utilizzato per eseguire un processo di aggiornamento dei dati per conto del proprietario della cartella di lavoro di PowerPivot. Questo account deve essere un account utente di dominio Windows. Non deve essere l'account personale di un utente nell'organizzazione. L'account di aggiornamento dati automatico PowerPivot viene definito e archiviato nel servizio di archiviazione sicura. Per ulteriori informazioni su questo account e su come crearlo, vedere Configurare e utilizzare le credenziali archiviate per l'aggiornamento dati PowerPivot.

NotaNota

Se si installa PowerPivot per SharePoint utilizzando l'opzione Nuovo server, verrà richiesto di specificare account aggiuntivi oltre a quelli elencati. Per ulteriori informazioni, vedere Installare PowerPivot per SharePoint in un nuovo server SharePoint.

Account del servizio Analysis Services

Requisito

Descrizione

Requisito di provisioning

Questo account deve essere specificato durante l'installazione di SQL Server. È possibile modificare il nome utente o la password tramite Amministrazione centrale. Non è consentito utilizzare altri strumenti per modificare account e password.

Requisito dell'account utente di dominio

Questo account deve essere un account utente di dominio Windows. Gli account del computer predefiniti (ad esempio Servizio di rete o Servizio locale) non sono consentiti. Tramite il programma di installazione di SQL Server viene applicato il requisito dell'account utente di dominio bloccando l'installazione ogni volta che viene specificato un account computer.

Requisiti relativi alle autorizzazioni

Questo account deve essere un membro del gruppo di sicurezza SQLServerMSASUser$<server>$PowerPivot e dei gruppi di sicurezza WSS_WPG nel computer locale. Queste autorizzazioni devono essere concesse automaticamente. Per ulteriori informazioni su come controllare o concedere autorizzazioni, vedere Modificare gli account e le password di servizio (PowerPivot per SharePoint) e Installare PowerPivot per SharePoint in un server SharePoint esistente.

Requisiti relativi alla distribuzione con scalabilità orizzontale

Se si installano più istanze del server PowerPivot per SharePoint in una farm, tutte le istanze del server Analysis Services devono essere in esecuzione con lo stesso account utente di dominio. Se si configura, ad esempio, l'esecuzione della prima istanza del Servizio Analysis Services come srv-Contoso\ssas 01, anche tutte le istanze del Servizio Analysis Services aggiuntive distribuite successivamente nella stessa farm devono essere eseguite come srv-Contoso\ssas 01 (o qualsiasi altro account corrente).

La configurazione dell'esecuzione di tutte le istanze del servizio con lo stesso account consente al servizio di sistema PowerPivot di allocare l'elaborazione di query o i processi di aggiornamento dei dati a qualsiasi istanza del servizio Analysis Services nella farm. Inoltre, consente l'utilizzo della caratteristica relativa all'account gestito in Amministrazione centrale per le istanze del server Analysis Services. Utilizzando lo stesso account per tutte le istanze del Servizio Analysis Services, è possibile modificare l'account o la password una volta, mentre tutte le istanze del servizio in cui vengono utilizzate quelle credenziali vengono aggiornate automaticamente.

Il programma di installazione di SQL Server consente di applicare il requisito dello stesso account. In una distribuzione con scalabilità orizzontale in cui una farm di SharePoint dispone già di un'istanza di PowerPivot per SharePoint installata, la nuova installazione verrà bloccata dal programma di installazione se l'account del Servizio Analysis Services specificato è diverso da quello già utilizzato nella farm.

Pool di applicazioni di servizio PowerPivot

Requisito

Descrizione

Requisito di provisioning

Il pool di applicazioni di servizio deve essere specificato quando viene creata l'applicazione di servizio.

Opzione di installazione Nuovo server: se si installa PowerPivot per SharePoint utilizzando l'opzione di installazione Nuovo server, viene creata automaticamente un'applicazione di servizio predefinita, con il pool di applicazioni impostato sullo stesso account utente di dominio Windows specificato come account della farm. È possibile modificare il pool di applicazioni di servizio in Amministrazione centrale dopo avere installato PowerPivot per SharePoint.

Opzione di installazione Farm esistente: se si installa PowerPivot per SharePoint utilizzando l'opzione di installazione Farm esistente, è possibile creare l'applicazione del servizio PowerPivot in Amministrazione centrale. L'account viene impostato quando si crea l'applicazione di servizio.

Requisito dell'account utente di dominio

Questa identità del pool di applicazioni deve essere un account utente di dominio Windows. Gli account computer predefiniti (ad esempio Servizio di rete o Servizio locale) non sono consentiti. Tramite il programma di installazione di SQL Server viene applicato il requisito dell'account utente di dominio bloccando l'installazione ogni volta che viene specificato un account computer.

Requisiti relativi alle autorizzazioni

Questo account non richiede autorizzazioni di amministratore di sistema locale nel computer. Questo account deve, tuttavia, disporre delle autorizzazioni dell'amministratore di sistema di Analysis Services nel Servizio Analysis Services locale installato nello stesso computer. Queste autorizzazioni vengono concesse automaticamente dal programma di installazione di SQL Server o quando si imposta o modifica l'identità del pool di applicazioni in Amministrazione centrale.

Le autorizzazioni amministrative sono necessarie per inoltrare query al Servizio Analysis Services. Sono necessarie anche per il monitoraggio dell'integrità, per la chiusura di sessioni inattive e per l'attesa degli eventi di traccia.

L'account deve disporre di autorizzazioni di connessione, lettura e scrittura per il database dell'applicazione del servizio PowerPivot. Queste autorizzazioni vengono concesse automaticamente quando si crea l'applicazione e aggiornate automaticamente quando si modificano gli account o le password in Amministrazione centrale.

L'applicazione del servizio PowerPivot verifica che un utente SharePoint sia autorizzato a visualizzare i dati prima di recuperare il file, ma non rappresenta l'utente. Non esistono requisiti relativi alle autorizzazioni per la rappresentazione.

Requisiti relativi alla distribuzione con scalabilità orizzontale

Nessuno.

Quando si valutano i requisiti relativi allo spazio su disco e all'archiviazione del database, è necessario sviluppare le stime utilizzando un ambiente di prova che rispecchi quello di produzione.

Posizione

Descrizione

Archivio database

Un server database in una farm di SharePoint consentirà di archiviare i dati utente PowerPivot in database del contenuto. I tipi di documento aggiuntivi correlati a un'installazione di PowerPivot includono:

  • Cartelle di lavoro di Excel contenenti dati PowerPivot le cui dimensioni possono aumentare fino a un massimo di 2 gigabyte, come determinato dalle dimensioni di caricamento massime in un database del contenuto. I dati vengono compressi raggiungendo dimensioni di gran lunga inferiori rispetto a quelle dei file di origine iniziali equivalenti.

  • Report Reporting Services che utilizzano un'origine dati PowerPivot. Poiché i dati sono collegati, le dimensioni file del report saranno determinate da altri fattori, ad esempio la quantità di grafici, mappe e altri elementi visivi utilizzati in un report.

  • Documenti di servizio dati Atom (atomsvc) pubblicati da un esperto di dati in SharePoint. Questi file non contengono dati e non devono rappresentare un fattore nei requisiti di archiviazione di database.

NotaNota
I criteri relativi al controllo della versione e ai ricicli impostati a livello di applicazione possono provocare l'archiviazione di uno stesso file di grandi dimensioni molte volte nello stesso database, aumentando significativamente la percentuale di utilizzo dello spazio su disco. Se si abilita il controllo delle versioni, verrà creata una nuova copia di documento che sarà archiviata ogni volta che un utente archivia un documento modificato. A causa dell'effetto negativo sull'archiviazione di database, il controllo delle versioni non è consigliato per le applicazioni Web in cui viene utilizzato PowerPivot per SharePoint.

In un server database verrà ospitato anche un database del contenuto di Amministrazione centrale. PowerPivot per SharePoint lo utilizza per archiviare i file seguenti:

  • Fogli di lavoro di Excel e file di dati PowerPivot utilizzati nel dashboard di gestione PowerPivot. Le dimensioni del database Reporting interno che fornisce dati al dashboard aumenteranno nell'arco di un anno, supponendo che si utilizzino impostazioni predefinite che consentono di mantenere la raccolta di dati sull'utilizzo e la cronologia dell'aggiornamento dei dati per 365 giorni.

In un server database verrà ospitato anche un database dell'applicazione PowerPivot per ogni applicazione di servizio configurata. In questo database verranno archiviate le informazioni seguenti:

  • Percorso dei file di dati PowerPivot caricati o memorizzati nella cache.

  • Pianificazioni dell'aggiornamento dei dati.

  • Dati sull'utilizzo PowerPivot copiati dal database della raccolta di dati sull'utilizzo centrale.

Spazio su disco in un server applicazioni

PowerPivot per SharePoint consente di memorizzare nella cache i file in un server applicazioni per eliminare il tempo di attesa per il trasferimento dello stesso file da un database del contenuto. I file vengono memorizzati nella cache su disco in modo che l'origine dati possa essere caricata immediatamente piuttosto che essere recuperata dal database del contenuto ogni volta che viene ricevuta una richiesta di caricamento.

Anche tutti i file di dati PowerPivot caricati in memoria in un server saranno memorizzate nella cache su disco in quello stesso server. A seconda della posizione in cui è stato eseguito l'ultimo caricamento del file di dati PowerPivot, lo stesso file può essere memorizzato nella cache in più server applicazioni.

I file memorizzati nella cache non sono archiviati in modo permanente. I file che non sono utilizzati vengono rimossi dopo quattordici giorni. Un controllo di sincronizzazione giornaliero da parte del servizio PowerPivot consente inoltre di rimuovere i file memorizzati nella cache se il file originale nel database del contenuto viene modificato o viene eliminato.

La topologia di distribuzione è un fattore da tenere in considerazione relativamente allo spazio su disco necessario per supportare la memorizzazione nella cache di file di PowerPivot. In una distribuzione a server singolo, tutti i file vengono memorizzati nella cache in un server. Una distribuzione multiserver consente di distribuire i file memorizzati nella cache a un numero di server più ampio, potendo ridurre così la quantità di spazio su disco utilizzata in un singolo server.

La velocità di trasferimento dei dati rappresenta un collo di bottiglia significativo per le prestazioni di elaborazione di query PowerPivot nella farm. Si consideri una velocità di connessione di 100 MB al secondo. A questa velocità di trasferimento, il tempo necessario per il download di una cartella di lavoro di Excel di 2 GB sarà approssimativamente di almeno 20 secondi da un sito di SharePoint a una workstation client. Poiché SharePoint è ottimizzato per le operazioni di download, il caricamento dello stesso file sul server potrebbe richiedere più tempo.

Per ridurre i trasferimenti di file, nei server PowerPivot viene utilizzata una metodologia di memorizzazione di file nella cache che consente al server di mantenere e riutilizzare le origini dati caricate precedentemente sul server.

Se un file non è memorizzato nella cache e le dimensioni dell'origine dati sono notevoli, è necessario prevedere un tempo per il caricamento più lungo di quello impiegato quando lo spostamento del file avviene via cavo. Per ulteriori informazioni sulla memorizzazione di file nella cache e sulle richieste di dati, vedere Servizio di sistema PowerPivot.

L'utilizzo della caratteristica di aggiornamento dati PowerPivot predefinita richiede l'abilitazione del servizio di archiviazione sicura per la farm. Il servizio di archiviazione sicura è un servizio condiviso incorporato nell'infrastruttura di SharePoint in cui vengono archiviate le credenziali. PowerPivot per SharePoint utilizza il servizio di archiviazione sicura per definire e archiviare l'account di aggiornamento dati automatico, le credenziali di Windows o le credenziali del database. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare e utilizzare le credenziali archiviate per l'aggiornamento dati PowerPivot.

Nelle applicazioni client per i dati PowerPivot sono inclusi gli elementi seguenti:

  • Browser per la visualizzazione di una cartella di lavoro di PowerPivot pubblicata che viene pubblicata in una raccolta di SharePoint. Excel Services esegue il rendering della cartella di lavoro in un browser e supporta alcune operazioni pivot. Ad esempio, gli utenti possono ordinare, filtrare ed espandere o comprimere aree della tabella o del grafico pivot. Gli utenti non possono modificare la tabella o il grafico pivot, né possono fare clic su collegamenti per eseguire il drill-down di dati dettagliati. Per il supporto completo del drill-down, è necessario disporre dell'applicazione desktop Excel.

  • Excel 2010 con il componente aggiuntivo SQL Server PowerPivot per Excel. Sia Excel 2010 sia il componente aggiuntivo sono necessari per creare cartelle di lavoro di PowerPivot e utilizzare tutte le caratteristiche di interazione della tabella o del grafico pivot. È possibile utilizzare versioni precedenti di Excel per visualizzare dati PowerPivot statici, ma non è possibile eseguire operazioni pivot sui dati. Per ulteriori informazioni sul componente aggiuntivo Excel e sul supporto di versioni diverse di Excel, vedere PowerPivot per Excel.

  • SQL Server Management Studio può essere utilizzato come strumento di diagnostica per il controllo delle connessioni o per l'esplorazione di strutture di dati PowerPivot. Per connettersi all'origine dati, immettere l'URL di SharePoint di una cartella di lavoro di PowerPivot pubblicata nella finestra di dialogo Connetti al server.

Se si intende supportare dati in larga scala in Excel 2010, ricordare che gli Information Worker che utilizzano workstation a 32 bit dovranno tenere conto di limitazioni di memoria di quell'architettura. Per questa ragione, nella pianificazione della distribuzione per alcune organizzazioni deve essere inclusa una valutazione delle funzionalità delle workstation client. Se si acquistano e si distribuiscono server contenenti numerose risorse, potrebbe essere necessario aggiornare anche le workstation client a un'architettura a 64 bit per assemblare e arricchire i dati di grandi dimensioni pubblicati nella farm.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra: