Questa documentazione è stata archiviata e non viene gestita.

Eseguire l'app Memcache con il Servizio cache gestito di Azure

Aggiornamento: agosto 2015

ImportantImportante
Microsoft consiglia di usare Cache Redis di Azure in tutti i nuovi sviluppi. Per la documentazione aggiornata e le istruzioni per la scelta dell'offerta del Servizio Cache di Azure, vedere Quali offerte della Cache Redis è consigliabile usare?

Il Servizio cache gestita fornisce supporto per la migrazione delle applicazioni client Memcache di Servizi cloud basate su ruoli per l'uso del Servizio cache gestita mediante uno shim client Memcache. Questo argomento fornisce indicazioni per l'uso di questo shim per consentire alle applicazioni client Memcache di usare il Servizio cache gestita.

Memcache è una soluzione distribuita di memorizzazione nella cache in memoria che consente di accelerare le applicazioni Web su larga scala riducendo la pressione sul database. Memcache è usato da numerosi siti Web più importanti di Internet ed è stato integrato con altre tecnologie in modi innovativi.

Azure supporta il protocollo Memcache per consentire ai clienti che possiedono le implementazioni Memcache esistenti di eseguire facilmente la migrazione ad Azure. Se questo protocollo è già usato in un'applicazione, non è necessario sostituire questo codice con uno nuovo.

È preferibile eseguire Servizio cache gestita con Memcache anziché, ad esempio, eseguire solo Memcache in un ruolo di lavoro. Questo perché Servizio cache gestita offre funzionalità a valore aggiunto quali, in via esemplificativa arresto normale, disponibilità elevata, memorizzazione nella cache locale, notifiche, coerenza dei dati, disponibilità elevata (HA) oltre a scalabilità orizzontale e verticale trasparente per i client. Lo schema di hashing server e la gestione delle partizioni in Servizio cache gestita con Memcache, ad esempio, consentono il bilanciamento del carico e mantengono la coerenza dei dati.

Servizio cache gestita supporta il protocollo di trasmissione Memcache. Esistono due versioni del protocollo: binaria e testuale.

Un client Memcache dovrebbe prevedere la compatibilità con Azure. Servizio cache gestita supporta quasi tutte le API supportate dalle altre implementazioni Memcache.

Pertanto, se un utente trasferisce un'applicazione Memcache in Azure e imposta l'applicazione affinché faccia riferimento all'implementazione di Memcache di Azure, egli potrà continuare a lavorare senza apportare altre modifiche all'applicazione.

Lo shim client Memcache viene installato nel client che accede alla cache. In genere si tratta del ruolo Azure dell'applicazione stessa. Lo shim client supporta la cache locale.

Lo shim è un livello di conversione. Converte le chiamate del client Memcache all'API di Servizio cache gestita. Lo shim comprende due parti: un gestore protocollo Memcache e un client Servizio cache gestita. Lo shim, ossia il livello di conversione, viene installato sul client stesso, indipendentemente da dove vengono effettuate le chiamate Get e Put all'API di Servizio cache gestita.

Quando il client Memcache viene impostato per fare riferimento a localhost come il server Memcache, le operazioni memcache verranno inizialmente gestite dall'istanza locale dello shim. Lo shim convertirà quindi l'operazione in una richiesta di API cache e la invierà a Servizio cache gestita.

noteNota
Prima di iniziare, assicurarsi di disporre dell'endpoint della cache e della chiave di accesso per la cache. Per altre informazioni sulla creazione di una cache, vedere Procedura: Creare una cache per il Servizio cache gestita di Azure. Per altre informazioni sulle chiavi di accesso, vedere Controlling Access using Access Keys.

  1. Nel ruolo che include il client Memcache fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del ruolo e selezionare "Aggiungi riferimento al pacchetto di librerie" per visualizzare la finestra di NuGet

  2. Cercare il pacchetto "Azure Caching Memcache Shim". Installare il pacchetto NuGet

  3. Il pacchetto creerà l'attività di avvio, aggiungerà un endpoint interno per memcache_default, ne eseguirà il mapping a 11211 e aggiungerà le sezioni dataCacheClients appropriate a App.config e Web.config. Questi dati possono essere modificati nella scheda relativa agli endpoint interni.

  4. Specificare l'endpoint di Servizio cache gestita nell'elemento autoDiscovery e la chiave di accesso in authorizationInfo nella sezione dataCacheClientSection del file App.config o Web.config

  5. Il client deve essere ora configurato affinché "faccia riferimento" allo shim. Modificare la configurazione del client memcache e impostare il server su "localhost". È anche necessario impostare i numeri di porta corretti (il numero predefinito è 11211).

Mostra: