Questa pagina è stata utile?
I suggerimenti relativi al contenuto di questa pagina sono importanti. Comunicaceli.
Altri suggerimenti?
1500 caratteri rimanenti
Scale
Collapse the table of content
Expand the table of content

Scalare una cache per il Servizio cache gestito di Azure

Aggiornamento: maggio 2015

noteNota
Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache di Azure più adatta alla propria applicazione, vedere Qual è l'offerta di Cache di Azure più adatta alle mie esigenze?.

Nel Servizio cache gestita sono disponibili diverse offerte che consentono di scegliere dimensioni e funzionalità della memoria cache in modo flessibile. Se i requisiti dell'applicazione cambiano dopo la creazione di una cache, è possibile modificare le dimensioni e le funzionalità della cache tramite la scheda Scalabilità per la cache nel Portale di gestione di Azure. Questo argomento fornisce una panoramica sulla scalabilità di una cache nel Servizio cache gestita.

Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache e della memoria cache più adatte alla propria applicazione, vedere Pianificazione della capacità per il Servizio cache gestita di Azure.

Le funzionalità di monitoraggio del Servizio cache gestita consentono di monitorare l'integrità e le prestazioni delle applicazioni del Servizio cache gestita e di determinare se è necessario scalare una cache. Se si stabilisce che la cache non soddisfa più i requisiti dell'applicazione, è possibile aumentare o diminuire la memoria cache disponibile nell'offerta di cache corrente oppure passare a una nuova offerta di cache.

noteNota
Per altre informazioni su come monitorare l'integrità e le prestazioni della cache, vedere Eseguire il monitoraggio del Servizio cache gestita di Azure.

La scalabilità alle cache viene applicata nella scheda Scalabilità per il servizio Cache nel .

Scalabilità della cache

Nel Servizio cache gestita sono disponibili tre Cache Offerings, ciascuna con un diverso set di funzionalità cache e un diverso intervallo di memoria cache disponibile.

  • Basic: la cache è disponibile in dimensioni che vanno da 128 MB a 1 GB, con incrementi di 128 MB e una cache denominata predefinita.

  • Standard: la cache è disponibile in dimensioni che vanno da 1 GB a 10 GB con incrementi di 1 GB e supporto di notifiche, disponibilità elevata e cache denominate fino a un massimo di dieci.

  • Premium: la cache è disponibile in dimensioni che vanno da 5 GB a 150 GB con incrementi di 5 GB e supporto di notifiche, disponibilità elevata e cache denominate fino a un massimo di dieci.

È possibile aumentare o diminuire le dimensioni di una cache ed è inoltre possibile passare a una nuova offerta di cache.

noteNota
Quando si aumenta o si decrementa la memoria cache o si modificano le offerte di cache, viene modificato anche il prezzo per memorizzazione nella cache. Per altre informazioni, vedere Dettagli prezzi del servizio Cache.

La memoria cache viene acquistata e configurata in unità. Le cache con dimensioni Basic sono configurate in unità di 128 MB, quelle con dimensioni Standard in unità di 1 GB, mentre quelle con dimensioni Premium sono configurate in unità di 5 GB. Quando si aumenta o si diminuisce la memoria cache, la scalabilità viene applicata in termini delle unità descritte. Il dispositivo di scorrimento Memoria cache nella scheda Scalabilità per la cache indica la quantità di memoria attualmente allocata e quella disponibile per la scalabilità. La memoria cache viene aumentata o diminuita modificando tale indicatore.

Nella scheda Scalabilità relativa al servizio Cache nel spostare il dispositivo di scorrimento Memoria cache sull'impostazione di memoria aumentata desiderata, quindi fare clic su Salva. Il salvataggio delle nuove dimensioni della memoria cache richiede solo pochi minuti.

Se è richiesta una capacità maggiore rispetto all'offerta di cache corrente, vedere la sezione Scalabilità dell'offerta di Cache di seguito nel presente argomento.

noteNota
I dati presenti nella cache non vengono persi quando si aumenta la memoria cache.

Nella scheda Scalabilità per la cache nel spostare il dispositivo di scorrimento Memoria cache sull'impostazione ridotta desiderata per la memoria, quindi fare clic su Salva. Il salvataggio delle nuove dimensioni della memoria cache richiede solo pochi minuti. Quando si diminuisce la memoria della cache, è possibile farlo solo di due unità alla volta. Se è necessario diminuire la memoria cache di un numero di unità maggiore di due, questa procedura deve essere eseguita più volte fino a quando non vengono configurate le dimensioni della memoria cache desiderate.

Se è richiesta una capacità minore rispetto all'offerta di cache corrente, vedere la sezione Scalabilità dell'offerta di Cache di seguito nel presente argomento.

ImportantImportante
Quando si diminuisce la memoria cache, i dati presenti possono andare perduti a seconda della quantità e della modalità di distribuzione relative. È possibile controllare l'utilizzo della cache tramite l'opzione % memoria usata e altre metriche disponibili nel dashboard relativo alla cache. Se la cache sta raggiungendo la capacità limite, per ottenere prestazioni migliori non è consigliabile diminuirne le dimensioni. Per altre informazioni, vedere Eseguire il monitoraggio del Servizio cache gestita di Azure.

Se si desidera una quantità di memoria cache maggiore o minore di quella disponibile nell'offerta di cache corrente o se in quest'ultima non sono disponibili funzionalità che risultino necessarie, è possibile passare a un'offerta di cache diversa.

Nella scheda Scalabilità relativa al servizio Cache nel selezionare l'offerta di Cache desiderata nell'elenco a discesa Offerta di Cache, quindi fare clic su Salva.

ImportantImportante
Quando si modifica l'offerta di cache, tutti gli elementi presenti nella cache vengono persi. L'applicazione della nuova offerta di cache richiede pochi minuti e durante questo intervallo i client della cache possono accedere all'offerta di cache precedente. Quando la nuova offerta di cache è pronta per essere portata online, in un breve intervallo di tempo durante il passaggio i client potrebbero non essere in grado di connettersi.

Vedere anche

Mostra:
© 2015 Microsoft