Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

API del modello a oggetti TPM: intestazioni di richiesta e risposta

Aggiornamento: maggio 2015

L'API del modello a oggetti TPM consente agli utenti di inviare richieste HTTP basate su OData per creare entità del modello a oggetti TPM e ricevere risposte in formato JSON dettagliato, atom+pub o XML diretto. Poiché l'API del modello a oggetti TPM è conforme alle linee guida di progettazione di Azure, esiste un set di intestazioni HTTP obbligatorie che devono essere usate da ogni client per la connessione all'endpoint REST dell'API del modello a oggetti TPM, nonché un set di intestazioni facoltative. Nelle sezioni seguenti sono descritti i verbi HTTP e le intestazioni che è possibile usare con l'API del modello a oggetti TPM.

Ogni chiamata eseguita agli endpoint REST dell'API del modello a oggetti TPM deve includere un set di intestazioni obbligatorie e, se necessario, un set di intestazioni facoltative. Nella tabella seguente sono elencate le intestazioni obbligatorie:

Intestazioni obbligatorie

 

Intestazione Tipo Valore

Autorizzazione

Token Controllo di accesso WRAP

Il valore deve includere il token di accesso fornito da Microsoft Azure Active Directory Access Control (anche noto come Servizio di controllo di accesso o ACS). Per recuperare un token Controllo di accesso tramite il protocollo WRAP, vedere http://msdn.microsoft.com/library/windowsazure/hh674475.aspx.

Host

Stringa

Specifica l'host e il numero di porta della risorsa di destinazione.

DataServiceVersion

Decimale

1.0

MaxDataServiceVersion

Decimale

3.0

x-ms-version

Decimale

1.0

If-Match

Tag di entità

Specifica che un'operazione viene eseguita solo se il tag di entità specificato nell'intestazione della richiesta corrisponde a quello dell'oggetto.

noteNota
L'intestazione è obbligatoria solo per le operazioni di aggiornamento o eliminazione.

noteNota
Poiché l'API del modello a oggetti TPM usa OData per esporre l'archivio dei metadati delle risorse sottostante tramite le API REST, è necessario includere le intestazioni DataServiceVersion e MaxDataServiceVersion in ogni richiesta. Se non sono incluse, l'API del modello a oggetti TPM presume che il valore della versione di DataServiceVersion in uso sia 1.0.

Intestazioni facoltative

 

Intestazione Tipo Valore

Data

Data RFC 1123

Timestamp della richiesta.

Accept

Tipo di contenuto

Tipo di contenuto richiesto per la risposta, ad esempio:

  • application/xml

  • application/json;odata=verbose

  • application/atom+xml

Accept-Encoding

Gzip, deflate

Codifica GZIP e DEFLATE, se applicabile.

Accept-Language

"en", "es" e così via

Specifica la lingua preferita della risposta.

Accept-Charset

Tipo di set di caratteri, ad esempio UTF-8

L'impostazione predefinita è UTF-8.

X-HTTP-Method

Metodo HTTP

Consente ai client o firewall che non supportano metodi HTTP come PUT o DELETE di usarli, con tunneling tramite una chiamata GET.

Content-Type

Tipo di contenuto

Tipo di contenuto del corpo della richiesta nelle richieste PUT e POST.

Di seguito è riportato un set di intestazioni che possono essere restituite a seconda della risorsa richiesta e dell'azione che si intende eseguire.

 

Intestazione Tipo Valore

Data

Data RFC 1123

Data di elaborazione della richiesta.

Content-Type

Variabile

Tipo di contenuto del corpo del messaggio.

Content-Encoding

Variabile

Gzip o deflate, a seconda delle esigenze.

Cache-Control

-

Specifica se i meccanismi di memorizzazione nella cache, da server a client, possono memorizzare l'oggetto nella cache.

Content-Length

Tipo di contenuto

Lunghezza del corpo della risposta.

Server

-

Nome di un server.

X-Content-Type-Options

Tipo di contenuto

L'unico valore possibile "nonsniff" impedisce ai browser l'analisi MIME di una risposta dal tipo di contenuto dichiarato.

Di seguito è riportato l'elenco completo dei verbi HTTP supportati dell'API del modello a oggetti TPM e usabili per le richieste HTTP:

 

VERBO Descrizione

GET

Restituisce il valore corrente di un'entità.

POST

Crea un oggetto (o invia un comando) in base ai dati forniti.

PUT

Sostituisce un oggetto o ne crea uno nuovo, se applicabile.

ELIMINA

Elimina un oggetto.

MERGE

Aggiorna un oggetto esistente con le modifiche alle proprietà denominate.

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2015 Microsoft