Questo articolo è stato tradotto automaticamente. Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese

Interoperabilità COM avanzata

.NET Framework rappresenta la naturale evoluzione di COM, poiché i due modelli condividono molte tematiche di base, tra cui la possibilità di riutilizzare componenti e la neutralità rispetto al linguaggio. Per quanto riguarda la compatibilità con le versioni precedenti, l'interoperabilità COM fornisce l'accesso ai componenti COM esistenti senza che questi debbano essere modificati. È possibile incorporare componenti COM in un'applicazione .NET Framework utilizzando strumenti di interoperabilità COM per importare i tipi COM rilevanti. Una volta importati, i tipi COM potranno essere immediatamente utilizzati.

L'interoperabilità COM introduce anche la compatibilità con le versioni successive, consentendo ai client COM di accedere al codice gestito con la stessa facilità con cui accedono ad altri oggetti COM. L'interoperabilità COM consente inoltre di esportare con facilità i metadati di un assembly in una libreria dei tipi e di registrare il componente gestito come un componente COM tradizionale. Sia l'utilità di importazione che quella di esportazione producono risultati coerenti con le specifiche COM. In fase di esecuzione, viene eseguito il marshalling dei dati tra gli oggetti COM e gli oggetti gestiti, come opportuno.

Argomenti relativi alle procedure di interoperabilità COM avanzate

Sono riportati i collegamenti a tutte le procedure, incluse nella documentazione sui concetti, relative all'interoperabilità COM avanzata.

Wrapper COM

Vengono descritti i wrapper forniti dall'interoperabilità COM.

Equivalenza del tipo e tipi di interoperabilità incorporati

Viene descritto come le informazioni relative ai tipi COM vengono incorporate negli assembly, e come Common Language Runtime determina l'equivalenza di tipi COM incorporati.

Assembly di interoperabilità primari

Viene descritto come creare e utilizzare assembly di interoperabilità primari.

Esecuzione side-by-side per l'interoperabilità COM

Viene descritto come condividere in modo protetto i componenti attraverso i servizi di interoperabilità COM.

Interoperabilità COM senza registrazione

Viene descritta la funzionalità di attivazione dei componenti senza utilizzo del Registro di sistema di Windows offerta dall'interoperabilità COM.

Handle protetti e finalizzazione critica

Vengono descritte le classi utilizzate per il wrapping di handle non gestiti in codice gestito.

Ereditarietà, aggregazione e contenimento

Vengono descritte diverse strategie per l'estensione dei tipi COM.

Threading gestito e non gestito

Vengono descritte le differenze tra threading che incidono sull'interoperabilità.

Eventi gestiti e non gestiti

Viene descritto come generare e gestire gli eventi utilizzando l'interoperabilità COM.

Riepilogo della conversione da libreria dei tipi ad assembly

Viene descritto il processo di conversione eseguito in caso di importazione da libreria dei tipi ad assembly.

Riepilogo della conversione da assembly a libreria dei tipi

Viene descritto il processo di conversione eseguito in caso di esportazione da assembly a libreria dei tipi.

Marshalling personalizzato

Viene illustrato come scrivere un gestore di marshalling personalizzato per l'interoperabilità.

Wrapping di delegati e puntatori a funzioni non gestiti

Vengono fornite informazioni sui metodi utilizzati per il marshalling dei puntatori a funzioni tra codice gestito e non gestito.

Considerazioni di progettazione per l'interoperabilità

Sono riportate considerazioni relative alla fase di progettazione per migliorare la transizione tra codice gestito e non gestito.

Esposizione di componenti COM a .NET Framework

Viene descritto come esporre un componente COM esistente al codice gestito.

Esposizione di componenti .NET Framework a COM

Viene descritto come esporre il codice gestito a un componente COM esistente.

Marshalling di interoperabilità

Viene descritto il processo in base al quale i dati vengono passati dal codice gestito a quello non gestito e viceversa.

Mostra: