Questa pagina è stata utile?
I suggerimenti relativi al contenuto di questa pagina sono importanti. Comunicaceli.
Altri suggerimenti?
1500 caratteri rimanenti
Novità di Visual Studio 2012
Il presente articolo è stato tradotto manualmente. Passare il puntatore sulle frasi nell'articolo per visualizzare il testo originale. Ulteriori informazioni.
Traduzione
Originale

Novità di Visual Studio 2012

  • Utilizzare i progetti Visual Studio 2010 SP1 e i file sia in Visual Studio 2012 che in Visual Studio 2010 SP1.

    Per ulteriori informazioni, vedere Compatibilità di Visual Studio 2012.

  • Cercare il codice in Esplora soluzioni.

    Cercare i tipi e i membri nei progetti, cercare simboli, visualizzare la gerarchia di chiamata di un metodo, i riferimenti dei simboli ed eseguire altre attività senza passare tra più finestre degli strumenti. Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzazione della struttura del codice.

  • Installare gli esempi online.

    Utilizzare Visual Studio per scaricare e installare gli esempi da MSDN Code Gallery. È possibile scaricare esempi che illustrano le nuove tecnologie e consentono di iniziare progetti e di eseguire il debug del codice. Per ulteriori informazioni, vedere Accesso agli esempi Online.

  • Le soluzioni vengono caricate in modo asincrono.

    I progetti verranno caricati in modo asincrono e vengono caricate prima le parti principali della soluzione, in tal modo è possibili iniziare a lavorare più rapidamente.

  • Visualizzare i file in anteprima nell'editor del codice.

    Ridurre la confusione di file nell'editor visualizzando i file senza aprirli. I file di anteprima vengono ben visualizzati in una scheda blu a destra della scheda del documento. Il file verrà visualizzato se si modifica o si sceglie il pulsante Apri. Per ulteriori informazioni, vedere Tipi di finestre.

  • Accedere ai file più utilizzati in modo più semplice.

    Bloccare i file utilizzati più spesso a sinistra della scheda in modo che sia possibile eseguire l'accesso in modo più semplice indipendentemente da quanti file sono aperti nell'IDE.

  • Disporre le finestre su monitor multipli più efficacemente.

    Ancorare più finestre di strumento mobile o del documento come "zattera" su altri monitor. È inoltre possibile creare più istanze di Esplora soluzioni e spostarle in un altro monitor. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: disporre e ancorare le finestre.

  • Modificare lo schema di colore dell'IDE.

    Scegliere il tema di colore chiaro o scuro per l'interfaccia utente di Visual Studio. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: modificare i tipi di carattere e i colori utilizzati nell'IDE.

  • Cercare nell'IDE.

    Specificare una parola o una frase quindi selezionare una voce dall'elenco per aprire la finestra di dialogo o la finestra associata all'elemento o al comando. Per ulteriori informazioni, vedere Avvio veloce.

  • Cercare nelle finestre degli strumenti.

    Filtrare la vista utilizzando una parola chiave nella casella di ricerca nella parte superiore di alcune finestre degli strumenti, come Casella degli strumenti, Esplora soluzioni, Elenco errori e Team Explorer. Per ulteriori informazioni, vedere Ricerca e sostituzione di testo.

  • Individuare le stringhe utilizzando la sintassi delle espressioni regolari da .NET Framework.

    Utilizzare la sintassi delle espressioni regolari da .NET Framework nel controllo Trova e sostituisci e nelle finestre di dialogo Cerca nei file e Sostituisci nei file. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo delle espressioni regolari in Visual Studio.

  • Specificare la colorazione più semantica.

    Più token C++ dispongono ora di una colorazione predefinita ed è possibile specificare più colorazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Scrittura di codice nell'Editor di testo e del codice.

  • Utilizzare evidenziazione di riferimenti ottimale.

    È possibile evidenziare tutte le istanze di un simbolo semplicemente facendo riferimento a un'istanza. È possibile spostarsi tra i riferimenti evidenziati scegliendo i tasti CTRL+MAIUSC+ freccia SU o CTRL+MAIUSC+ freccia GIÙ. È possibile disabilitare o attivare questa funzionalità.

  • Scegliere le funzioni membro durante la digitazione.

    L'elenco Elenca membri viene visualizzato automaticamente quando si digita il testo nell'editor di codice. I risultati vengono filtrati in modo che vengano visualizzati solo i membri appropriati. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di IntelliSense.

  • Trarre vantaggio da C++/CLI IntelliSense.

    C++/CLI ora supporta le funzionalità IntelliSense come Informazioni rapide, Guida del parametro, Elenca membri e Completamento automatico.

  • Accelerare la codifica utilizzando frammenti di codice.

    È possibile scegliere un frammento di codice dall'elenco Elenca membri e quindi inserire la logica necessaria. I frammenti sono disponibili per switch, if-else, for e altri costrutti di codice di base. È anche possibile creare frammenti personalizzati. Per ulteriori informazioni, vedere Frammenti di codice.

  • Utilizzare le funzionalità di ECMAScript 5 e HTML5 DOM.

  • Fornire IntelliSense per gli overload e le variabili di funzione.

    Immettere le informazioni di IntelliSense tramite i nuovi elementi supportati nei commenti di codice a barra tripla (///). I nuovi elementi includono <var> e <signature>. Per ulteriori informazioni, vedere Commenti relativi alla documentazione XML (JavaScript).

  • Visualizzare le firme nell'elenco di completamento delle istruzioni.

    Le firme della funzione vengono visualizzate sul lato destro dell'elenco di completamento delle istruzioni.

  • Utilizzare i rientri intelligenti, la corrispondenza di parentesi graffe e la struttura quando si scrive il codice.

  • Utilizzare Vai a definizione per trovare le definizioni di funzione nel codice sorgente.

    Fare clic con il pulsante destro del mouse su una funzione quindi scegliere Vai a definizione (o posizionare il cursore nella funzione e scegliere il tasto F12) per aprire il file di origine JavaScript nel percorso del file in cui la funzione è definita. (Questa funzionalità non è supportata per i file generati).

  • Ottiene le informazioni di IntelliSense dai commenti standard JavaScript.

    Il nuovo meccanismo di estensibilità di IntelliSense fornisce automaticamente IntelliSense quando si utilizzano i tag standard di commento (/).

  • Estendere JavaScript IntelliSense per migliorare il supporto per le raccolte di altre organizzazioni.

    Utilizzare le API di estensibilità per offrire un'esperienza personalizzata di IntelliSense. Per ulteriori informazioni, vedere Estensione di IntelliSense in JavaScript.

  • Impostare un punto di interruzione in una singola riga di codice.

    Quando una singola riga contiene più istruzioni, è ora possibile suddividerla in un'istruzione singola.

  • Controllare quali oggetti sono disponibili in ambito globale.

    Per ulteriori informazioni, vedere IntelliSense per JavaScript.

  • Visualizzare il completamento delle istruzioni per gli identificativi anche quando non sono disponibili informazioni accurate relative all'oggetto.

    Per ulteriori informazioni, vedere Completamento delle istruzioni per gli identificativi.

  • Ottenere le informazioni di IntelliSense per gli oggetti negli script caricati in modo dinamico.

    Il servizio della lingua fornisce il supporto automatico per alcuni modelli riconoscibili del caricatore dello script.

  • Scrivere il codice asincrono in modo semplice e intuitivo.

    Tramite la funzionalità Asincrona, è possibile chiamare i metodi asincroni senza definire le continuazioni o suddividere il codice in più metodi o espressioni lambda. Per ulteriori informazioni, vedere Programmazione asincrona con Async e Await (C# e Visual Basic).

  • Ottenere le informazioni del chiamante che fornisce supporto alla traccia e al debug.

    È possibile ottenere il percorso del file di codice sorgente, il numero di riga di codice sorgente e il nome del chiamante di un metodo. Per ulteriori informazioni, vedere Informazioni sul chiamante (C# e Visual Basic).

  • Gestire la semplicità di un ciclo For Each per una sequenza complessa di elenco.

    È possibile utilizzare gli iteratori per restituire ogni elemento di una raccolta uno alla volta. Per ulteriori informazioni, vedere Iteratori (C# e Visual Basic).

  • Comprendere meglio il flusso del codice.

    Utilizzando la funzione Gerarchia di chiamata, è possibile visualizzare tutte le chiamate da e verso un metodo, una proprietà o un costruttore selezionato. Per ulteriori informazioni, vedere Gerarchia delle chiamate.

  • Definire uno spazio dei nomi al di fuori dello spazio dei nomi radice del progetto.

    È possibile utilizzare la parola chiave Global in un'istruzione Namespace. Per ulteriori informazioni, vedere Spazi dei nomi in Visual Basic.

Per ulteriori informazioni, vedere Visual Basic - Novità in Visual Studio 2012.

  • Scrivere il codice asincrono in modo semplice e intuitivo.

    Tramite la funzionalità Asincrona, è possibile chiamare i metodi asincroni senza definire le continuazioni o suddividere il codice in più metodi o espressioni lambda. Per ulteriori informazioni, vedere Programmazione asincrona con Async e Await (C# e Visual Basic).

  • Ottenere le informazioni del chiamante che fornisce supporto alla traccia e al debug.

    È possibile ottenere il percorso del file di codice sorgente, il numero di riga di codice sorgente e il nome del chiamante di un metodo. Per ulteriori informazioni, vedere Informazioni sul chiamante (C# e Visual Basic).

Per ulteriori informazioni, vedere Novità relative a Visual C# in Visual Studio 2012.

  • Scrivere il codice conforme allo standard del linguaggio C++11.

    È possibile utilizzare Visual C++ per scrivere il codice che utilizza i loop For basati sull'intervallo, i thread standard, le future e le nucleari e altre nuove potenti funzionalità nel linguaggio standard C++11.

  • Creare applicazioni e giochi Windows Store con C++.

    Utilizzare Visual C++ con il modello di sviluppo XAML per applicazioni e giochi Windows Store e utilizzare Estensioni componenti Visual C++ (C++/CX) e altre nuove funzionalità per crearli.

  • Scrivere un codice più rapido e più efficiente utilizzando i miglioramenti del compilatore.

    A causa dei miglioramenti del compilatore, è possibile scrivere il codice da compilare in modo da essere eseguito più velocemente sulla CPU o su più processori o, è possibile scrivere il codice che è possibile riutilizzare per soddisfare le configurazioni di sistema differenti.

  • Dotare l'applicazione in modo che venga eseguita in modo più rapido ed efficiente quando sono disponibili più processori.

    Utilizzando le librerie parallele migliori e nuove funzionalità di visualizzazione e di debug, è possibile consentire all'applicazione di essere eseguita meglio su vari hardware.

  • Rendere il codice più affidabile.

    È possibile utilizzare il framework aggiornato dello unit test, i grafici di dipendenze dell'architettura, Esplora architettura, code coverage e altri strumenti per rendere il codice più affidabile.

  • Dotare l'applicazione affinché venga eseguita più velocemente utilizzando più CPU.

    Utilizzando le PPL (Parallel Patterns Library) migliori e nuove funzionalità di visualizzazione e di debug, è possibile consentire all'applicazione di essere eseguita in modo più veloce sull'hardware con più core.

  • Trarre vantaggio dalle GPU efficienti per aumentare le prestazioni.

    È possibile velocizzare gli algoritmi paralleli di dati utilizzando la nuova libreria C++ Accelerated Massive Parallelism (C++ AMP) e nuove funzionalità di visualizzazione e di debug per consentire loro di essere eseguiti sui GPU o su altri acceleratori da una varietà di fornitori.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità relative a Visual C++ in Visual Studio 2012.

Nota importante Importante

Per ulteriori informazioni su come creare applicazioni Windows Store in JavaScript, incluse informazioni sull'editor JavaScript di Visual Studio e altre funzionalità, vedere Develop Windows Store apps using Visual Studio 2012.

  • Introdurre i vincoli di runtime e la verifica degli errori nel codice.

    Per ulteriori informazioni, vedere Modalità strict (JavaScript).

  • Gestire i dati binari da origini quali i protocolli di rete, i formati di file binari e i buffer grafici non elaborati.

    Per ulteriori informazioni, vedere Matrici tipizzate (JavaScript).

  • Utilizzare Windows Runtime nelle applicazioni Windows Store.

    Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di Windows Runtime in JavaScript.

  • Aggiungere componenti BackgroundWorker eseguiti in parallelo con la pagina principale.

    Per ulteriori informazioni, vedere About Web workers.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità di JavaScript.

  • Programmare direttamente sugli spazi dettagliati dei dati e dei servizi, quali database, i servizi web, i feed di dati Web e i broker di dati.

    Utilizzando i provider di tipo F#, è possibile concentrarsi sui dati e sulla logica di programma anziché creare un sistema di tipi per rappresentare i dati. Per ulteriori informazioni, vedere Provider di tipi.

  • Eseguire le query in un database direttamente nel linguaggio F#.

    Utilizzare le query LINQ F# per specificare esattamente i dati che si desiderano nel linguaggio F#, senza scrivere alcuna query di database né stored procedure. Per ulteriori informazioni, vedere Espressioni di query (F#).

  • Gestire il backlog, gli sprint e le attività utilizzando gli strumenti agile.

    Definire più team, ciascuno dei quali può gestire il backlog di lavoro e pianificare gli sprint. Classificare in ordine di priorità il lavoro e descrivere le dipendenze e le relazioni. Vedere che si trova al di sopra della capacità, in tempo reale. Aggiornare le attività e vedere lo stato di avanzamento in uno sprint. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificazione Agile e iterazioni.

  • Impegnare le parti interessate a fornire feedback su software preliminari.

    Le parti interessate possono registrare gli script di azione, le annotazioni, le schermate e le registrazioni video o audio. Per ulteriori informazioni, vedere I commenti e suggerimenti delle parti interessate di processo e di richiesta utilizzando team Web Access.

  • Illustrare i requisiti con gli storyboard e collegare gli storyboard agli elementi di lavoro.

    Compilare uno storyboard da una raccolta di forme predefinite dello storyboard, acquisire le interfacce utente e collegare gli storyboard o i file condivisi in una rete a un elemento di lavoro. Per ulteriori informazioni, vedere Storyboard un elemento di backlog di utilizzare PowerPoint.

  • Gestire i progetti dell'organizzazione utilizzando Microsoft Project e Project Server.

    Gestire i portfolio di progetti e visualizzare lo stato e la disponibilità delle risorse tra i team software agile e formal. Per ulteriori informazioni, vedere Abilitare il flusso di dati tra Team Foundation Server e Microsoft Project Server.

  • Eseguire il test manuale nelle applicazioni Windows Store.

    È possibile utilizzare Microsoft Test Manager per eseguire test manuali per un supporto nell'identificazione dei problemi nelle applicazioni Windows Store in esecuzione in un dispositivo remoto, ad esempio un tablet. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina Test delle applicazioni Windows Store in esecuzione su un dispositivo con Microsoft Test Manager.

  • Condurre un testing esplorativo.

    Nella finestra Testing esplorativo, è possibile eseguire i test senza limitazioni a uno script di test o a un set di passaggi predeterminati. Per ulteriori informazioni, vedere Esecuzione del test esplorativo tramite Microsoft Test Manager.

  • Includere più righe e il rich text nei passi del test manuale.

    I passi del test possono includere più righe per consolidare le azioni correlate all'interno di un unico passo del test nei test case. Microsoft Test Manager ora include anche una barra degli strumenti che è possibile utilizzare per formattare il testo dei passi del test. È possibile utilizzare varie opzioni di formattazione, come grassetto, sottolineatura, o evidenziazione di colore per evidenziare i punti chiave. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: creare un test case manuale.

  • Ottenere lo stato dei piani di test in Microsoft Test Manager.

    Questo report rapporto è disponibile dalla scheda Piano nella barra dei menu del gruppo centrale di Microsoft Test Manager. Da questo punto, è possibile visualizzare Risultati, che includono un report sullo stato del piano di test. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: creare un test case manuale.

  • Duplicare i piani di test per le nuove iterazioni.

    Duplicando i test, è possibile lavorare più facilmente su versioni diverse in parallelo. Ad esempio, se si dispone già di un piano di test denominato “Contoso V1 – Milestone 1" e il team decide di eseguire la versione V2, è possibile duplicare il piano di test e utilizzarlo per il branch del codice sorgente V2. Dopo avere duplicato i piani di test, è possibile lavorare contemporaneamente su entrambe le versioni delle applicazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Copia e clonazione di gruppi di test e test case.

  • Migliorare il tempo di caricamento della pagina quando si fa riferimento ai file CSS e JavaScript.

    È possibile combinare i file JavaScript e CSS separati e ridurre la dimensione per un carico più veloce con l'aggregazione e la minimizzazione.

  • Utilizzo di progetti destinati a versioni precedenti di .NET Framework.

    In ASP.NET 4.5 è stato aggiornato il multitargeting in modo da poter utilizzare i progetti destinati alle versioni precedenti di .NET Framework.

  • Prevenire gli attacchi di script da altri siti.

    La codifica API che impedisce lo scripting su più siti è stata integrata nel framework di base delle pagine ASP.NET.

  • Scrivere applicazioni web asincrone più facilmente.

    Utilizzare le nuove parole chiave async (Riferimenti per C#) e parole chiave await (Riferimenti per C#) di .NET 4.5 insieme al tipo Task per semplificare la programmazione Web asincrona. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo dei metodi asincroni in ASP.NET 4.5 e utilizzo dei metodi asincroni in ASP.NET MVC 4.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità per ASP.NET 4.5 e sviluppo Web in Visual Studio 2012.

  • Scrivere il codice chiamato direttamente dai controlli associati a dati.

    In Web Form ASP.NET, è possibile ora utilizzare lo strumento di associazione di modelli per l'accesso ai dati in ASP.NET MVC. Se si utilizzano gli strumenti di associazione di modelli, i controlli associati a dati possono chiamare direttamente il codice, come i metodi di azione in ASP.NET MVC.

  • Scrivere le espressioni di associazione dati fortemente tipizzate e bidirezionale nei controlli dati di Web Form.

    Tramite le espressioni fortemente tipizzate, è possibile accedere alle proprietà complesse nei controlli dati anziché utilizzare espressioni Bind o Eval.

  • Assicurarsi che le pagine vengano eseguite meglio tramite JavaScript non intrusivo.

    Spostando il codice per la convalida lato client in un singolo file JavaScript esterno, le pagine diventano più piccole e più veloci da caricare.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità per ASP.NET 4.5 e sviluppo Web in Visual Studio 2012.

  • Utilizzare gli standard Web più recenti.

    Il nuovo editor HTML offre un supporto completo per gli elementi e i frammenti HTML5. L'editor CSS offre un supporto completo per CSS3, incluso il supporto per le incisioni e i frammenti CSS per le estensioni specifiche del fornitore a CSS.

  • Eseguire il test della stessa pagina, dell'applicazione, o del sito in diversi browser.

    I browser installati vengono visualizzati in un elenco accanto al pulsante Avvia debug in Visual Studio.

  • Individuare rapidamente l'origine del markup di cui è stato eseguito il rendering.

    Nella nuova funzionalità di Page Inspector viene eseguito il rendering di una pagina Web (HTML, Web Form, ASP.NET MVC, o pagine Web) direttamente nell'IDE di Visual Studio. Quando si sceglie un elemento di cui è stato eseguito il rendering, Page Inspector apre il file in cui il markup è stato generato e viene evidenziata l'origine.

  • Individuare rapidamente i frammenti e gli elementi di codice utilizzando IntelliSense ottimizzato.

    IntelliSense negli editor CSS e HTML filtra l'elenco durante la digitazione del testo. In questa funzionalità vengono visualizzate le stringhe che corrispondono al testo digitato all'inizio, in mezzo o alla fine. Corrisponde inoltre alle lettere iniziali. Ad esempio, "bc" corrisponderà al "background color (colore di sfondo)".

  • Selezionare il markup ed estrarlo in un controllo utente.

    Questa funzionalità è un modo pratico di creare il markup per il riutilizzo in più posizioni. Visual Studio registra un prefisso di tag e creare un'istanza del controllo per l'utente. Il codice selezionato stesso viene sostituito con un'istanza del nuovo controllo utente.

  • Creare e modificare il codice e il markup più facilmente.

    Quando si rinomina un tag di apertura o di chiusura, il tag corrispondente verrà rinominato automaticamente. Quando si seleziona il tasto Invio in una coppia di tag vuoti, il cursore viene visualizzato in una nuova riga nella posizione rientrata. La visualizzazione Origine a Smart Task come la visualizzazione Progettazione.

  • Creare CSS in modo più efficiente.

    Nel nuovo editor CSS, è possibile espandere e comprimere le sezioni, utilizzare il rientro gerarchico e commentare e annullare i blocchi liberamente. L'editor CSS ora ha un selettore del colore come l'editor HTML.

  • Scrivere JavaScript nell'editor JavaScript.

    Per informazioni sui miglioramenti apportati all'editor JavaScript, vedere la sezione Code Editor Enhancements for JavaScript.

  • Distribuire i progetti di applicazione Web più semplicemente.

    È possibile importare le impostazioni di pubblicazione dai provider di hosting, specificare le trasformazioni del file Web.config per un profilo di pubblicazione, archiviare le credenziali crittografate nel profilo di pubblicazione, specificare la configurazione di compilazione nel profilo di pubblicazione e visualizzare in anteprima gli aggiornamenti di distribuzione.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità per ASP.NET 4.5 e sviluppo Web in Visual Studio 2012.

  • Automatizzare la convalida per i tipi di dati utilizzati di frequente.

    È possibile aggiungere nuovi attributi DataAnnotation alle proprietà per automatizzare la convalida per i tipi di dati utilizzati di frequente quali gli indirizzi di posta elettronica, i numeri di telefono e i numeri di carta di credito.

  • Distribuire gli aggiornamenti del database incrementale.

    Dopo la distribuzione di un database con un progetto Web, le modifiche apportate allo schema di database verranno automaticamente propagate nel database di destinazione alla successiva distribuzione.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità per ASP.NET 4.5 e sviluppo Web in Visual Studio 2012.

  • Sviluppare le applicazioni web su un server identico a quello di IIS.

    In Visual Studio 2012, IIS Express è il server predefinito per lo sviluppo Web. IIS Express è una versione leggera e indipendente di IIS che contiene tutte le funzionalità principali del ruolo del server Web di IIS.

  • Compilare e utilizzare semplicemente i servizi HTTP che soddisfano una vasta gamma di client.

    I servizi possono essere utilizzati dai browser, da applicazioni mobili, da tablet e altri dispositivi. Il supporto incorporato per la negoziazione del contenuto consente ai client e ai server di determinare a vicenda il formato appropriato per i dati.

  • Accedere e modificare direttamente le richieste HTTP e le risposte mediante un modello di programmazione moderno HTTP.

    Utilizzare un modello di programmazione pulito e fortemente tipizzato dell'oggetto HTTP supportato sia sul server e sul client. Le nuove API HttpClient possono chiamare le API Web da qualsiasi applicazione .NET Framework.

  • Estrarre i dati in modo semplice da una richiesta HTTP.

    Gli strumenti di associazione di modelli semplificano l'estrazione dei dati da diverse parti di una richiesta HTTP. Le parti di messaggio diventano gli oggetti .NET che le azioni API Web possono utilizzare. L'API Web di ASP.NET supporta la stessa infrastruttura di convalida e associazione del modello di ASP.NET MVC.

  • Utilizzare un set completo di funzionalità di routing.

    Le API Web di ASP.NET supportano l'insieme completo di funzionalità di routing in ASP.NET MVC e in ASP.NET, inclusi i parametri di route e i vincoli.

Per ulteriori informazioni, vedere Introduzione all'API Web di ASP.NET e API Web di ASP.NET (Parte 1).

  • Connettersi alle origini dati OData.

    Le applicazioni LightSwitch possono connettersi a qualsiasi origine dati Protocollo OData (Open Data Protocol), inclusi quelli da Windows Azure DataMarket. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: connettersi ai dati.

  • Esporre i dati dell'applicazione come origine dati di OData.

    È possibile esporre i dati da un'applicazione Web pubblicata di LightSwitch come feed di OData per l'utilizzo da parte di altre applicazioni, approfittando delle funzionalità LightSwitch come l'autenticazione e il filtraggio. Per ulteriori informazioni, vedere LightSwitch come origine dati.

  • Assegnare i ruoli e le autorizzazioni ai gruppi di sicurezza.

    Se si utilizza l'autenticazione di Windows, è possibile assegnare i ruoli e le autorizzazioni a qualsiasi gruppo di sicurezza in Active Directory. Per ulteriori informazioni, vedere Autenticazione e autorizzazione di LightSwitch.

  • Limitare i dati che il server restituisce.

    È possibile definire i filtri applicati a tutte le query che accedono ai dati, anche tramite un'associazione. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: filtrare i dati tramite codice.

  • Migliorare l'aspetto degli schermi con i nuovi controlli.

    È possibile organizzare il contenuto dello schermo tramite il controllo della casella di gruppo. È inoltre possibile visualizzare il testo e i dati su uno schermo senza l'associazione dati. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: aggiungere testo statico o immagini a una schermata.

  • Personalizzare la formattazione dei numeri e date.

    È possibile utilizzare la nuova proprietà del modello di formato per i tipi di dati numerici e di data per controllare il formato dei numeri e delle date. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: formattare numeri e date.

  • Considerare gli URL e le percentuali come tipi di dati.

    È possibile utilizzare i tipi di business personalizzati per considerare un numero decimale come percentuale e una stringa come URL, con la formattazione e la convalida integrata. Per ulteriori informazioni, vedere Adding a Data Field.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità di LightSwitch in Visual Studio 2012.

  • Utilizzare gli oggetti di database in Esplora oggetti di SQL Server.

    Utilizzare il nuovo Esplora oggetti di SQL Server che ha un aspetto simile a Management Studio, per creare query e definire gli oggetti di database. Visualizzare le definizioni delle colonne, incluse le chiavi primarie ed esterne. Per ulteriori informazioni, vedere Sviluppo database connesso.

  • Definire le tabelle nella nuova Progettazione tabelle.

    Utilizzare la Progettazione tabelle per definire le tabelle nel formato di SQL Server 2012. Quando si definisce una tabella nell'interfaccia grafica, il codice Transact-SQL viene aggiornato nel riquadro dello script. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo relativo alla procedura per creare gli oggetti database tramite la progettazione della tabella.

  • Sviluppare e testare le applicazioni di database in SQL Server Express LocalDB.

    SQL Server Express LocalDB è una versione leggera di SQL Server che dispone di tutte le funzionalità di programmazione di un database SQL Server. SQL Server Express LocalDB sostituisce SQL Server Express come il motore di database predefinito per lo sviluppo. È possibile aggiornare il file o continuare a utilizzare SQL Server Express se è necessario utilizzare sia Visual Studio 2010 che Visual Studio 2012. Per ulteriori informazioni, vedere Cenni preliminari sui dati locali.

  • Aggiungere, modificare e compilare gli shader di HLSL più facilmente.

    È possibile utilizzare la colorazione della sintassi, il rientro e la struttura per la codifica degli shader HLSL e MSBuild supporta automaticamente il compilatore Microsoft HLSL (fxc.exe).

  • Visualizzare e modificare in modo più efficiente le risorse grafiche.

    È possibile utilizzare l'editor di immagini per creare, analizzare e modificare la bitmap e i formati di immagine compressi (DDS, TGA, TIFF, PNG, JPG, GIF) e l'editor supporta la trasparenza e le mipmap. Per ulteriori informazioni, vedere Editor immagini.

  • Utilizzo dei modelli tridimensionali.

    È possibile utilizzare l'editor di modelli per analizzare i formati di modello tridimensionali standard (OBJ, COLLADA e Autodesk FBX). È inoltre possibile utilizzare la generazione e i materiali primitivi tridimensionali incorporati per creare l'oggetto art segnaposto per giochi e applicazioni, migliorando pertanto il flusso di lavoro dello sviluppatore-artista. Per ulteriori informazioni, vedere Editor modello.

  • Creare pixel shader avanzati.

    È possibile utilizzare la finestra di progettazione Shader, che è uno strumento di creazione dello shader basato su grafici che fornisce un'anteprima attiva dell'effetto, per creare pixel shader avanzati e per esportarli come codice HLSL che è possibile utilizzare nelle applicazioni basate su DirectX. Per ulteriori informazioni, vedere Finestra di progettazione shader.

  • Utilizzare C++ AMP per fare in modo che il codice venga eseguito più velocemente.

    Tramite C++ Accelerated Massive Parallelism (C++ AMP), è possibile controllare come si spostano i dati tra la CPU e la GPU o altro hardware con dati in parallelo e pertanto velocizzare l'esecuzione del codice C++. Per ulteriori informazioni, vedere C++ AMP (C++ Accelerated Massive Parallelism).

  • Eseguire il debug delle applicazioni parallele più efficacemente.

    Non solo è possibile utilizzare le finestre Thread GPU e Parallel Watch per eseguire il debug di applicazioni parallele, ma è inoltre possibile utilizzarle per valutare e ottimizzare i vantaggi delle prestazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Novità relative al debugger di Visual Studio 2012.

  • Personalizzazione dei dati utilizzati per esaminare la corretta esecuzione delle applicazioni parallele.

    Utilizzando il Visualizzatore di concorrenza, è possibile esaminare l'esecuzione dell'applicazione a più thread. In questa versione, si ottiene un accesso più rapido e un controllo di configurazione aumentato ed è possibile aggiungere i propri dati sulle prestazioni personalizzate al visualizzatore. Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzatore di concorrenze.

  • Utilizzare il flusso di dati TPL per rendere più affidabile l'applicazione abilitata alla concorrenza.

    Utilizzare i componenti della libreria del flusso di dati di TPL (Task Parallel Library) quando il codice include più operazioni che devono comunicare tra loro in modo asincrono o quando si desidera elaborare i dati quando diventano disponibili. Per ulteriori informazioni, vedere Flusso di dati (Task Parallel Library).

  • Creare elenchi e tipi di contenuto utilizzando le finestre di progettazione.

    È più facile creare un elenco o un tipo di contenuto utilizzando una finestra di progettazione per installare e disporre il contenuto dell'elenco o il tipo di contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di colonne del sito, tipi di contenuto ed elenchi per SharePoint.

  • Creare le colonne del sito per i siti di SharePoint.

    È possibile creare più facilmente le colonne del sito SharePoint, note anche come "campi", tramite un modello di elemento. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di colonne del sito, tipi di contenuto ed elenchi per SharePoint.

  • Aggiungere le Web part Silverlight ai progetti SharePoint.

    È possibile creare in modo più semplice e pratico le Web part Silverlight tramite un modello di progetto. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura dettagliata: creazione di una Web part Silverlight che visualizza il servizio OData per SharePoint.

  • Pubblicare le soluzioni SharePoint in siti remoti SharePoint.

    È possibile pubblicare le soluzioni SharePoint in siti remoti SharePoint, oltre ai siti di SharePoint locali. Per ulteriori informazioni, vedere Distribuzione, pubblicazione e aggiornamento dei pacchetti delle soluzioni SharePoint.

  • Aumentare le prestazioni SharePoint tramite gli strumenti di profilatura.

    Tramite gli strumenti di Visual Studio, è possibile identificare il codice e altri elementi che rallentano i progetti SharePoint ed eseguire un'altra profilatura delle prestazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Profilatura delle prestazioni di applicazioni di SharePoint e Analisi delle prestazioni dell'applicazione tramite gli strumenti di profilatura.

  • Creare parti Web visive create mediante sandbox.

    È possibile includere le Web part visive nei progetti creati mediante sandbox di SharePoint, non solo progetti farm.

  • Creare le soluzioni create mediante sandbox più facilmente.

    Quando si lavora con una soluzione creata mediante sandbox in Visual Studio, solo le API compatibili vengono visualizzate in Intellisense e si verifica un errore del compilatore se si tenta di utilizzare le chiamate API solo farm.

  • Eseguire più facilmente il debug di JavaScript.

    È possibile eseguire il debug di JavaScript nei progetti SharePoint e viene fornito IntelliSense durante la codifica JavaScript nei progetti SharePoint. Gli URL per JavaScript vengono risolti per le part Web visive nelle soluzioni create mediante sandbox.

  • Sviluppare i progetti SharePoint più facilmente utilizzando i modelli di progetto semplificati.

    Per facilitare lo sviluppo semplificato di SharePoint, alcuni modelli di progetto SharePoint dalla versione precedente di Visual Studio sono stati spostati nei modelli di elemento di progetto. Per un elenco completo e le descrizioni dei modelli di progetto e di team del progetto, vedere Modelli di progetto e di elementi di progetto SharePoint.

  • Verificare il codice tramite il framework Microsoft Fakes.

    I progetti SharePoint supportano Microsoft Fakes, che è un framework di isolamento in cui è possibile creare uno stub test basato sui delegati e gli shim nelle applicazioni .NET Framework e testare il codice isolando gli unit test dall'ambiente. Per ulteriori informazioni, vedere Verifica e debug del codice di SharePoint.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità relative allo sviluppo di SharePoint in Visual Studio 2012.

  • Creazione di applicazioni per Office.

    È possibile far emergere le tecnologie web e servizi cloud nei documenti di Office, nei messaggi di posta elettronica, in richieste di riunioni e appuntamenti. Per ulteriori informazioni, vedere Creare app per Office tramite Visual Studio.

  • Sviluppare soluzioni per Office 2013.

    È possibile creare personalizzazioni a livello di documento e componenti aggiuntivi a livello di applicazione, per le applicazioni Office 2013 utilizzando gli strumenti di sviluppo di Office. Per ottenere i modelli di progetto per questi tipi di soluzioni, scaricare e installare Strumenti di sviluppo di Microsoft Office per Visual Studio 2012.

  • Sviluppare soluzioni Office che hanno come obbiettivo .NET Framework 4.5.

    Per individuare .NET Framework 4.5, scaricare e installare Strumenti di sviluppo di Microsoft Office per Visual Studio 2012.

  • Compilare assembly gestiti compatibili su più piattaforme .NET Framework.

    Utilizzando il progetto della Libreria di classi portabile in Visual Studio 2012, è possibile destinare più piattaforme (ad esempio Windows Phone e .NET per le applicazioni Windows Store ). Per ulteriori informazioni, vedere Sviluppo di più piattaforme con .NET Framework.

  • Ridurre il riavvio del sistema durante l'installazione di .NET Framework.

    Per ulteriori informazioni, vedere Riducendo il riavvio del sistema durante l'installazione di.NET Framework 4,5 installazioni.

  • Migliorare le prestazioni di input e output utilizzando le operazioni asincrone.

    Utilizzare la nuova funzionalità asincrona in C# e Visual Basic con i metodi asincroni nelle classi di input e output quando si utilizzano file di grandi dimensioni. Per ulteriori informazioni, vedere I/O di file asincrono.

  • Migliorare le prestazioni di avvio su processori multicore.

    Abilitare la compilazione JIT in background. Per ulteriori informazioni, vedere la classe ProfileOptimization.

  • Sviluppare e gestire le applicazioni WCF più facilmente.

    Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa a Novità in Windows Communication Foundation.

  • Migliorare la scalabilità delle applicazioni WCF.

    Abilitare il flusso asincrono dei messaggi a più client. Per ulteriori informazioni, vedere Funzionalità di semplificazione WCF.

  • Gestire i flussi di lavoro più facilmente.

    In Workflow Desogner sono contenuti numerosi miglioramenti. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa a Novità in Windows Workflow Foundation.

  • Creare i flussi di lavoro della macchina a stati.

    Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa a Novità in Windows Workflow Foundation.

  • Aggiungere un'interfaccia utente della barra multifunzione all'applicazione WPF.

    Per ulteriori informazioni, vedere il controllo Ribbon.

  • Visualizzare grandi set di dati raggruppati nelle applicazioni WPF più rapidamente.

    Per ulteriori informazioni, vedere Novità di WPF versione 4.5.

  • Creare in modo più efficiente le applicazioni moderne HTTP utilizzando le nuove interfacce di programmazione.

    Per ulteriori informazioni, vedere i nuovi spazi dei nomi System.Net.Http e System.Net.Http.Headers.

Per ulteriori informazioni, vedere Novità di .NET Framework 4.5.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2015 Microsoft