VENDITE: 1-800-867-1389

Risoluzione dei problemi di Azure Backup

Pubblicato: febbraio 2012

Aggiornamento: novembre 2014

Si applica a: Windows Server 2008 R2 with SP1, Windows Server 2012

In questo argomento sono fornite le indicazioni per trovare le risorse e le informazioni necessarie per risolvere i problemi riscontrati quando si utilizza Backup di Microsoft Azure.

In caso di difficoltà durante l'installazione di Agente di backup di Azure, procedere come segue:

  • Scaricare una nuova copia del programma di installazione per risolvere i problemi relativi a un possibile download danneggiato. Anche se una copia del file eseguibile di installazione è già stata eseguita in precedenza, non c'è garanzia che il programma di installazione non sia danneggiato sul disco in cui si trova.

  • Verificare che l'account utente utilizzato per installare Agente di backup di Azure sia membro del gruppo Administrators locale o disponga di autorizzazioni equivalenti.

  • Esaminare le autorizzazioni utente e le impostazioni dei criteri di gruppo applicate e determinare se all'account utente utilizzato durante l'installazione viene negato in modo esplicito il privilegio di installare programmi o se è stata definita una configurazione con altre limitazioni per le applicazioni. In tal caso, rimuovere queste limitazioni dall'account utente prima di scaricare il file del programma di installazione di Agente di backup di Azure.

  • Verificare che il programma di installazione venga eseguito in un sistema operativo che supporta Agente di backup di Azure. Agente di backup di Azure è supportato solo in Windows Server® 2012.

  • Verificare che solo un'istanza del programma di installazione di Agente di backup di Azure sia in esecuzione nell'installazione di Windows Server 2012. Il programma di installazione non viene eseguito se più di un programma di installazione è in esecuzione nel server.

Se è necessario sostituire un intero server che è stato protetto con Backup di Microsoft Azure a causa di un'emergenza, di un errore hardware oppure per l'aggiornamento del sistema operativo, effettuare i passaggi riportati di seguito dopo che il sistema operativo server è stato ripristinato:

  1. Installare l'agente di Azure Backup sul server.

  2. Registrare nuovamente il server con Azure Backup utilizzando lo stesso certificato.

  3. Specificare la stessa chiave di crittografia utilizzata in precedenza.

  4. Pianificare i criteri di backup.

  5. Aprire Servizi nel Pannello di controllo e riavviare il servizio di OBEngine. È inoltre possibile arrestare e avviare il servizio da un prompt dei comandi con privilegi elevati utilizzando i seguenti comandi:

    NET STOP OBENGINE
    NET START OBENGINE
    
    
noteNota
Se non si riavvia il servizio di OBEngine e non si tenta immediatamente di utilizzare Azure Backup, i backup non riusciranno a meno che OBEngine non venga riavviato. Tuttavia, OBEngine verrà riavviato automaticamente quando l'agente di Azure Backup viene chiuso e non viene eseguita alcuna attività per almeno 5 minuti.

Per risolvere i problemi generali durante l'utilizzo di Backup di Microsoft Azure o Agente di backup di Azure, procedere come segue:

  • Esaminare le informazioni presentate dai codici di errore forniti durante l'operazione e provare tutte le soluzioni consigliate per l'errore. I registri eventi e errori sono disponibili nel registro eventi applicazioni in WindowsAzureBackup.

  • Assicurarsi che Azure Backup sia in esecuzione controllando lo stato del servizio nello snap-in Servizi (services.msc). Il servizio può anche essere avviato da un prompt dei comandi con privilegi elevati digitando il comando: net start obengine.

Se il file da selezionare non è presente nell'elenco dei file disponibili per il ripristino, è possibile che il catalogo del file non sia accessibile a causa di un danneggiamento o di un errore che si è verificato durante il backup e che ha impedito il corretto trasferimento dei metadati del file. Tuttavia, i backup sono ancora presenti in entrambe le situazioni e possono essere ripristinati specificando il percorso dei file come disponibili nel server.

Il cmdlet New-OBRecoverableItem può essere utilizzato per creare nuovi elementi ripristinabili dagli elementi ripristinabili esistenti aggiungendo un percorso relativo dell'elemento esistente e specificando se il nuovo elemento è una directory o un file. Quando si utilizza Windows PowerShell per individuare i punti di ripristino, eseguire i seguenti cmdlet nell'ordine indicato:

  1. Eseguire una query sulle origini ripristinabili utilizzando il cmdlet Get-OBRecoverableSource.

  2. Scegliere una delle origini ripristinabili per ottenere elementi ripristinabili di livello superiore utilizzando Get-OBRecoverableItem.

  3. Aggiungere un percorso relativo alla fine dell'elemento ripristinabile di livello superiore per ottenere un nuovo elemento ripristinabile utilizzando il cmdlet New-OBRecoverableItem.

Se si intende eseguire il ripristino tramite i cmdlet di Windows PowerShell, è possibile passare una matrice di questi elementi ripristinabili come parametro al cmdlet START-OBRecovery.

Nel seguente esempio viene illustrato come questi cmdlet vengono utilizzati insieme:

$sources = Get-OBRecoverableSource
$rp = Get-OBRecoverableItem $sources[0]
$new_item1 = New-OBRecoverableItem $rp[0] "resources\folder" $TRUE
$new_item2 = New-OBRecoverableItem $rp[0] "resources\folder\file.txt" $FALSE
Start-OBRecovery @($new_item1, $new_item2)

I problemi di connessione si possono verificare durante il processo di autenticazione della sottoscrizione Azure o durante la connessione all'insieme di credenziali per il backup di Azure durante un'operazione di backup o di ripristino. È necessario risolvere i problemi generali relativi alla connettività di rete dei sistemi prima di risolvere quelli relativi ai processi di connessione di Azure.

La risoluzione dei problemi generali di rete include l'esecuzione di attività quali:

  • Verificare che sia disponibile uno schema di indirizzamento IP valido nel client con il problema.

  • Verificare che sia disponibile la connettività generale a Internet. Ad esempio, verificare se gli utenti possono raggiungere http://www.bing.com.

  • Verificare la presenza di nuovi criteri del router o del firewall che potrebbero negare la connessione sulla porta 443.

  • Aggiornare il driver e/o il firmware della scheda di rete.

  • Verificare che la scheda di rete disponga della connettività di rete.

  • Verificare che il server proxy sia configurato correttamente.

  • Utilizzare strumenti quali Network Monitor per risolvere i problemi più avanzati relativi alla connettività di rete. Questi strumenti possono determinare la posizione di dati specifici non trasmessi correttamente.

In caso di domande su Azure Backup, accedere al forum di discussione e pubblicare i propri quesiti. Un membro della community fornirà supporto agli utenti per ottenere le risposte desiderate. 

È in fase di sviluppo una wiki degli errori e degli eventi verificatisi con Azure Backup. Tutti i codici degli eventi e dei messaggi di errore sono disponibili nell'articolo Elenco degli eventi e degli errori di Azure Backup e a ogni codice corrisponde una singola voce wiki. Gli utenti sono invitati a condividere le proprie esperienze nel caso in cui visualizzino specifici eventi ed errori.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2015 Microsoft