VENDITE: 1-800-867-1389

Strumenti per la creazione di schemi di messaggio

Aggiornamento: febbraio 2015

I precedenti argomenti hanno illustrato la capacità degli endpoint di messaggistica completa di offrire connettività a vari protocolli e applicazioni (vedere Uso del servizio Adapter BizTalk) e funzionalità di elaborazione del messaggio, ad esempio convalida, trasformazione, estrazione e arricchimento nel cloud (vedere Che cosa sono i bridge?). Nessuna di queste funzionalità può tuttavia essere usata indipendentemente e associata ad altre entità di Service Bus nel cloud, ad esempio argomenti, code e così via, per fornire un flusso di messaggi end-to-end. È ad esempio possibile disporre di uno scenario in cui un client invia un messaggio di richiesta che deve essere elaborato nel cloud, indirizzato a una coda e quindi inserito in un database di SQL Server. Per configurare questo scenario, è necessario usare un Bridge XML, una coda di Service Bus, seguiti dal Servizio Adapter BizTalk. Di conseguenza, si rende necessaria un'area di progettazione in cui riunire componenti diversi di un flusso messaggi. Servizi BizTalk offre un'area di progettazione denominata Progetto del servizio BizTalk adatta a questo scopo. L'area di progettazione del Progetto del servizio BizTalk è disponibile come tipo di progetto di Visual Studio e viene installata con l'SDK dei Servizi BizTalk. Per altre informazioni sul Progetto del servizio BizTalk e su come configurare un Progetto del servizio BizTalk, vedere Introduzione a un progetto di Visual Studio.

Nell'attuale modello di sicurezza del Service Bus l'accesso alle entità del Service Bus viene controllato tramite Servizio di controllo di accesso (http://go.microsoft.com/fwlink/p/?LinkId=225149). Per creare e gestire entità in Service Bus, è necessario presentare un token Access Control valido. Nella maggior parte dei casi, un client che invia un messaggio a un'entità di Service Bus deve presentare anche un token Access Control valido che viene quindi usato per l'autenticazione. L'unica eccezione nota è costituita dagli endpoint di inoltro che consentono a un client di non essere autenticato e gestire l'autenticazione e l'autorizzazione indipendentemente, mediante la sicurezza del messaggio. Inoltre, Service Bus non propaga il token Access Control o le attestazioni ricevute nei messaggi.

Un Progetto del servizio BizTalk che estende più entità di Service Bus è un intermediario di mediazione dei messaggi che si trova tra i client e i servizi. In quanto tale, un Progetto del servizio BizTalk può essere impiegato sia dal servizio (in questo caso agisce come mediatore della ricezione dei messaggi inviati dai client) sia da un client (in questo caso agisce come mediatore dei messaggi prima che vengano inviati al servizio). In entrambi i casi, in effetti, i sistemi o le applicazioni che impiegano Service Bus tendono a essere distribuiti con una delle parti in Service Bus e le altre esterne a quest'ultimo, nel cloud o in locale. La natura distribuita di queste applicazioni influisce pertanto sulla modalità in cui si verificano l'autenticazione e l'autorizzazione nelle varie parti del sistema e in diversi scenari.

Per l'attività cardine corrente, tutte le entità che fanno parte di un Progetto del servizio BizTalk devono appartenere allo stesso spazio dei nomi di Service Bus. Pertanto, l'autenticazione di un flusso di messaggio si verifica solo nel punto di ingresso del flusso e tutte le entità in un flusso di messaggio sono considerate come appartenenti allo stesso limite di sicurezza e attendibilità. Per la distribuzione di un flusso di messaggio, è necessario solo fornire le credenziali (nome e chiave dell'autorità emittente) per lo spazio dei nomi di Service Bus. Per istruzioni su come usare una Configurazione bridge per configurare endpoint di messaggistica completa, vedere Creare il progetto in Visual Studio.

I Servizi BizTalk offrono i seguenti strumenti utili per lo sviluppo di più istanze del Progetto del servizio BizTalk:

  • Editor schemi. L'Editor schemi consente di creare e modificare schemi mediante una vista della struttura dello schema evitando di modificare manualmente l'intero file di schema. È possibile usare l'Editor schemi per creare/modificare schemi XML e file flat.

  • Utilizzo guidato servizio. Quando si usa un Progetto del servizio BizTalk per eseguire il routing di un messaggio da un bridge a un servizio WCF esterno, è necessario aggiungere anche lo schema del servizio al progetto. Utilizzo guidato servizio consente di generare lo schema di un servizio WCF e aggiungerlo al Progetto del servizio BizTalk. Quando lo schema risulta disponibile come parte del progetto, è possibile usare una trasformazione per eseguire il mapping dello schema del messaggio in ingresso allo schema del messaggio previsto dal servizio.

Vedere anche

Concetti

Servizi BizTalk

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2015 Microsoft