MSDN Library

Step-by-Step Guide to Active Directory Bulk Import and Export

Pubblicato: 17 settembre 2004

In questa guida viene introdotta l’amministrazione batch del servizio Active Directory® mediante l’utilità LDAP Data Interchange Format (LDIF) e alcuni semplici programmi creati con il sistema di sviluppo Microsoft Visual Basic® Scripting Edition (VBScript).

In questa pagina

Introduzione
Panoramica
Utilizzo di VBScript e ADSI
Appendice - Utilizzo di LDIFDE
Risorse aggiuntive

Introduzione

Guide dettagliate

Le guide dettagliate per la distribuzione di Windows Server 2003 offrono istruzioni pratiche per molte configurazioni comuni del sistema operativo. Le procedure preliminari prevedono la creazione di un’infrastruttura di rete comune mediante l’installazione di Windows Server 2003, la configurazione di Active Directory, l’installazione di una workstation Windows XP Professional e l’aggiunta finale di tale workstation a un dominio. Le guide dettagliate successive presuppongono la presenza di tale infrastruttura di rete comune. Se non si desidera implementare questa infrastruttura di rete comune, sarà necessario apportare le dovute modifiche alle istruzioni presentate nelle guide.

Per implementare l’infrastruttura di rete comune, è necessario completare le seguenti guide.

Dopo avere configurato l’infrastruttura di rete comune, sarà possibile eseguire le procedure descritte nelle altre guide dettagliate. Si tenga presente che alcune potrebbero richiedere ulteriori prerequisiti oltre alla presenza dell’infrastruttura di rete comune. I requisiti aggiuntivi di ogni guida specifica verranno indicati nella guida stessa.

Microsoft Virtual PC

Le guide dettagliate per la distribuzione di Windows Server 2003 possono essere implementate in un ambiente di prova fisico o tramite tecnologie virtuali come Microsoft Virtual PC 2004 o Microsoft Virtual Server 2005. Le tecnologie virtuali consentono di eseguire più sistemi operativi simultaneamente in un unico server fisico. Virtual PC 2004 e Virtual Server 2005 sono stati progettati per migliorare l’efficienza operativa nelle fasi di test e sviluppo dei prodotti, di migrazione delle applicazioni esistenti e negli scenari di consolidamento di server.

Le istruzioni dettagliate delle guide per la distribuzione di Windows Server 2003 presuppongono l’implementazione di tutte le configurazioni in un ambiente di prova fisico, ma la maggior parte di esse può essere applicata anche a un ambiente virtuale senza apportare modifiche.

L’applicazione dei concetti presentati in queste guide in un ambiente virtuale non rientra nell’ambito del presente documento.

Note importanti

I nomi di aziende, organizzazioni, prodotti, domini, indirizzi di posta elettronica, logo, persone, luoghi ed eventi di esempio presenti in questo documento sono fittizi, pertanto non si intende suggerire alcuna associazione con aziende, organizzazioni, prodotti, domini, indirizzi di posta elettronica, logo, persone, luoghi ed eventi reali.

L’infrastruttura comune è stata progettata per essere utilizzata in una rete privata. Il nome fittizio dell’azienda e il nome DNS (Domain Name System) utilizzati nell’infrastruttura comune non sono registrati per essere utilizzati su Internet. L’utente non è autorizzato a utilizzare questo nome in una rete pubblica o su Internet.

La struttura del servizio Active Directory facente parte dell’infrastruttura comune è stata progettata per dimostrare il funzionamento delle funzionalità di gestione della configurazione e delle modifiche di Windows Server 2003 con Active Directory. Non è pertanto da utilizzare come modello per la configurazione di Active Directory in qualsiasi organizzazione.

Panoramica

In questa guida verrà introdotta l’amministrazione batch del servizio Active Directory mediante l’utilità LDAP Data Interchange Format (LDIF) e un semplice programma creato con il sistema di sviluppo Visual Basic Scripting Edition (VBScript). Con questi strumenti è possibile esportare, importare e modificare oggetti come utenti, contatti, gruppi, server, stampanti e cartelle condivise.

In questa guida verranno eseguite le operazioni descritte di seguito.

  • Esecuzione di operazioni batch tramite l’utilità Ldifde.exe. Esportazione di utenti in un formato di file compatibile con il formato standard LDIF. Esecuzione di una modifica batch su tutti gli utenti. Utilizzo di LDIF per creare un nuovo utente ed eliminarne uno esistente.

  • Esecuzione di operazioni batch tramite le interfacce di servizio Active Directory (ADSI) e VBScript. Esportazione di utenti in un file di testo utilizzando uno script creato con ADSI e VBScript. Utilizzo di VBScript per apportare una modifica batch su tutti gli utenti. Utilizzo di VBScript per creare un nuovo utente ed eliminarne uno esistente.

Prerequisiti

Utilizzo dell’utilità Ldifde.exe

LDIF è uno standard Internet per un formato di file adatto per l’esecuzione di operazioni batch su directory conformi agli standard LDAP. LDIF consente di esportare e importare dati, permettendo l’esecuzione di operazioni batch quali aggiunte, modifiche ed eliminazioni da eseguire in Active Directory. Nel sistema operativo Windows Server 2003 è inclusa un’utilità denominata Ldifde.exe per supportare le operazioni batch basate sullo standard LDIF.

L’utilità Ldifde.exe può inoltre essere utilizzata per estendere lo schema, esportare le informazioni degli utenti e dei gruppi di Active Directory in altre applicazioni o servizi e inserire in Active Directory dati provenienti da altri servizi directory.

Nota: l’utilità Ldifde.exe è il metodo consigliato per introdurre estensioni dello schema testate in un ambiente di produzione.

Esportazione di oggetti

L’utilità Ldifde.exe consente di esportare tutti gli oggetti dell’unità organizzativa Marketing creata nella parte I della guida dettagliata per la creazione di un’infrastruttura comune.. In questo esempio verrà eseguita una ricerca nell’unità organizzativa per trovare determinati oggetti e verrà creato un file contenente i nomi di tali oggetti.

Per esportare oggetti con LDIF

  1. Accedere al sistema come amministratore del dominio.

  2. Fare clic su Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori, quindi fare clic su Prompt dei comandi.

  3. Al prompt dei comandi digitare:

    ldifde -f marketing.ldf -s hq-con-dc-01 -d "ou=marketing,ou=accounts,dc=contoso,dc=com" -p subtree -r  "(objectCategory=CN=Person,CN=Schema,CN=Configuration,DC=contoso,DC=com)"

  4. Premere Invio. Il risultato dovrebbe essere simile a quanto illustrato nella figura 1.

    Bb727091.dbie9701(it-it,TechNet.10).gif

    Figura 1. Esportazione dei dati della directory

    Il comando sopra riportato crea un file LDIF denominato Marketing.ldf connettendosi al server HQ-CON-DC-01 ed eseguendo una ricerca nella sottostruttura dell’unità organizzativa Marketing per trovare tutti gli oggetti della categoria Person. Il file di output si troverà nella directory Documents and Settings dell’utente corrente.

    Nota: objectCategory è un attributo indicizzato progettato per migliorare le prestazioni della ricerca.

    È possibile utilizzare questo file LDIF per eseguire un’importazione batch di tutti gli oggetti dell’unità organizzativa Marketing in una qualsiasi altra directory compatibile con LDAP. È possibile che alcuni attributi non possano essere applicati ad altre implementazioni di LDAP. In particolare, se si utilizza questo meccanismo per importare gli oggetti in un’altra struttura di Active Directory, è necessario omettere alcuni attributi che vengono generati automaticamente durante la creazione degli oggetti. Infatti, se questi attributi non vengono omessi in modo specifico, l’operazione non viene eseguita correttamente.

    Ad esempio, il comando LDIFDE utilizzato per omettere questi attributi è identico al comando precedente, tranne per il parametro -m, che viene aggiunto.

    ldifde -f marketing.ldf -s hq-con-dc-01 -d "ou=marketing,ou=accounts,dc=contoso,dc=com" -p subtree -r  "(objectCategory=CN=Person,CN=Schema,CN=Configuration,DC=contoso,DC=com)" -m

Modifica di oggetti

Nell’esempio riportato di seguito si suppone che l’intera organizzazione Marketing sia stata trasferita a un nuovo indirizzo. LDIF viene utilizzato per eseguire una modifica batch su tutti gli oggetti utente dell’organizzazione Marketing per alterare gli attributi relativi allo stato, all’indirizzo, alla località e al codice postale.

Per modificare gli oggetti con LDIF e il Blocco note

  1. Fare clic su Start, scegliere Tutti i  programmi, Accessori, quindi fare clic su Prompt  dei comandi.

  2. Al prompt dei comandi digitare il seguente comando per estrarre le voci desiderate.

    ldifde -f marketing.ldf -s hq-con-dc-01 -d "ou=marketing,ou=accounts,dc=contoso,dc=com" -p subtree -r "(objectCategory=CN=Person,CN=Schema,CN=Configuration,DC=contoso,DC=com)" -l "1,st,streetaddress,postalcode"

    Nota: le voci relative a città, stato, indirizzo e codice postale non sono state definite durante la configurazione dell’infrastruttura di rete comune per gli oggetti utente dell’unità organizzativa Marketing. È consigliabile inserire questi campi per tutti gli oggetti utente dell’unità organizzativa Marketing prima di eseguire l’esportazione.

  3. PremereInvio.

  4. Aprire il file marketing.ldfnel Blocco note.

    Nota: se tutti gli oggetti utente contenevano dei dati, il risultato dovrebbe essere simile a quanto illustrato nella figura 2.

    Figura 2. Visualizzazione di un file LDF

    Figura 2. Visualizzazione di un file LDF

  5. Nel Blocco note modificare ogni voce di oggetto utente di Marketing.ldf in modo che risulti simile alla figura 3. Nota: salvare il file in formato LDF.

    Figura 3. Modifica di un file di importazione LDF

    Figura 3. Modifica di un file di importazione LDF

  6. Chiudere il Blocco note. Nella finestra del prompt dei comandi digitare:

    ldifde -i -f marketing.ldf -s hq-con-dc-01

  7. Premere Invio. Il risultato dovrebbe essere simile a quanto illustrato nella figura 4.

    Figura 4. Importazione di un file LDF eseguita correttamente

    Figura 4. Importazione di un file LDF eseguita correttamente

  8. Per verificare che gli attributi degli oggetti utente siano stati modificati correttamente, utilizzare lo snap-in Utenti e computer di Active Directory. (Per indicazioni sull’utilizzo di questo snap-in, vedere la Guida dettagliata sulla gestione di Active Directory.)

Nota: un’altra utilità denominata Csvde.exe esegue le stesse funzioni di esportazione dell’utilità Ldifde.exe, ma utilizza il formato di file CSV. Le operazioni di importazione eseguite con questa utilità sono di sola lettura; in quanto non offrono la possibilità di modificare o eliminare oggetti. Il formato di file CSV è supportato da applicazioni come Microsoft Excel.

Creazione ed eliminazione di oggetti

Negli esempi riportati di seguito LDIF viene utilizzato per aggiungere ed eliminare utenti da Active Directory.

Per creare un nuovo utente con LDIF

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad Newuser.ldf, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file.

  2. Aggiungere il seguente testo al file.

    dn: CN= Pilar Ackerman ,OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com

    changetype: add

    cn: Pilar Ackerman

    objectClass: user

    samAccountName: Pilar

    givenName: Pilar

    sn: Ackerman

  3. Salvare e chiudere il file newuser.ldf. Prima di procedere con la creazione dell'oggetto utente, controllare il file salvato nella directory Documents and Settings.

  4. Digitare il seguente comando nella finestra del Prompt dei comandi.

    ldifde -i -f newuser.ldf -s hq-con-dc-01

  5. Premere Invio. Al termine, nella finestra del prompt dei comandi verrà visualizzato un messaggio di conferma della modifica come illustrato nella figura 5.

    Figura 5. Aggiunta di un nuovo utente

    Figura 5. Aggiunta di un nuovo utente

Per eliminare un utente con LDIF

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad Deleteuser.ldf, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file.

  2. Aggiungere il seguente testo al file.

    dn: CN= Pilar Ackerman ,OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com

    changetype: delete

  3. Salvare e chiudere il file deleteuser.ldf.

  4. Digitare il seguente comando nella finestra del Prompt dei comandi.

    ldifde -i -f deleteuser.ldf -s hq-con-dc-01


Utilizzo di VBScript e ADSI

Con ADSI è semplice sviluppare applicazioni abilitate per i servizi directory. Insieme a Windows Script Host, è possibile creare script per le operazioni di directory batch con VBScript o Microsoft JScript®. In questa guida le procedure descritte nella sezione precedente (con LDIF) verranno eseguite utilizzando applicazioni semplici scritte in VBScript.

Si tenga presente che questi script non includono alcun controllo degli errori e non sono stati creati come riferimento di programmazione in VBScript e ADSI. Tutti gli esempi inclusi in questo documento presuppongono che l’utente abbia effettuato l’accesso con le credenziali appropriate a un computer membro del dominio di destinazione. In ADSI è possibile specificare in modo esplicito le credenziali e un dominio di destinazione. Al termine di ogni procedura, verificare che le voci siano state modificate controllando nello snap-in Utenti e computer di Active Directory.

Esportazione di oggetti

In questo esempio verrà utilizzato un editor di testo come il Blocco note per creare un programma VBScript. Lo script eseguirà una ricerca nell’unità organizzativa Marketing e creerà un file di testo in cui verranno elencati tutti gli oggetti utente e un sottoinsieme dei relativi attributi.

Per creare ed eseguire uno script di esportazione

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad exports.vbs, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file. Copiare il seguente testo nel file export.vbs.


    'Global variables
        Dim oContainer
        Dim OutPutFile
        Dim FileSystem
    'Initialize global variables
        Set FileSystem = WScript.CreateObject("Scripting.FileSystemObject")
        Set OutPutFile = FileSystem.CreateTextFile("marketing.txt", True) 
        Set oContainer=GetObject("LDAP://OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com")
    'Enumerate Container
        EnumerateUsers oContainer
    'Clean up
        OutPutFile.Close
        Set FileSystem = Nothing
        Set oContainer = Nothing
        WScript.Echo "Finished"
        WScript.Quit(0)
    Sub EnumerateUsers(oCont)
        Dim oUser
        For Each oUser In oCont
            Select Case LCase(oUser.Class)
                   Case "user"
                        If Not IsEmpty(oUser.distinguishedName) Then
                           OutPutFile.WriteLine "dn: " & oUser.distinguishedName
                        End If
                        If Not IsEmpty(oUser.name) Then
                           OutPutFile.WriteLine "name: " & oUser.Get ("name")
                        End If
                        If Not IsEmpty(oUser.streetAddress) Then
                           OutPutFile.WriteLine "streetAddress: " & oUser.streetAddress
                        End If
                        If Not IsEmpty(oUser.l) Then
                           OutPutFile.WriteLine "l: " & oUser.l
                        End If
                        If Not IsEmpty(oUser.st) Then
                           OutPutFile.WriteLine "st: " & oUser.st
                        End If
                        If Not IsEmpty(oUser.postalcode) Then
                           OutPutFile.WriteLine "postalcode: " & oUser.postalcode
                        End If
                   Case "organizationalunit", "container"
                        EnumerateUsers oUser
            End Select
            OutPutFile.WriteLine
        Next
    End Sub
    
    

  2. Salvare export.vbs, quindi chiudere il Blocco note.

  3. Nella finestra del Prompt dei comandi digitare export.vbs, quindi premere Invio.

Nota: l’esecuzione di export.vbs crea il file Marketing.txt, contenente un elenco degli utenti e un sottoinsieme dei relativi attributi.

Apportando le modifiche appropriate, è possibile utilizzare questo script con un’applicazione che supporta le tecnologie COM (Microsoft Component Object Model) e Visual Basic. Tale applicazione può essere Visual Basic, Excel o Microsoft Access. La creazione di script è anche supportata da Internet Explorer a da Internet Information Services.

Modifica di oggetti

In questo esempio tutti gli attributi di indirizzo degli utenti verranno modificati all’interno dell’unità organizzativa Marketing. Un semplice programma VBScript verrà utilizzato per eseguire una modifica batch per tutti gli oggetti utente dell’organizzazione Marketing. Lo script modifica gli attributi relativi a stato, indirizzo, località e codice postale.

Per creare ed eseguire uno script di modifica di oggetti

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad modifiy.vbs, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file. Copiare il seguente testo nel file modify.vbs.


    Dim oContainer
        Set oContainer=GetObject("LDAP://OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com")
    ModifyUsers oContainer
    'cleanup
        Set oContainer = Nothing
        WScript.Echo "Finished"
        WScript.Quit
    Sub ModifyUsers(oObject)
        Dim oUser
        oObject.Filter = Array("user")
        For Each oUser in oObject
            oUser.Put "st","Washington"
            oUser.Put "streetAddress","One Microsoft Way"
            oUser.Put "postalCode","98052"
            oUser.Put "l","Redmond"
            oUser.SetInfo
        Next
    End Sub
    
    

  2. Salvare modify.vbs, quindi chiudere il Blocco note.

  3. Nella finestra del Prompt dei comandi digitare modify.vbs, quindi premere Invio.

Creazione ed eliminazione di oggetti

In questo esempio verrà utilizzato VBScript per aggiungere un nuovo utente all’organizzazione Marketing. Questo esempio illustra la semplicità di utilizzo di ADSI e VBScript per accedere alla directory a livello di programmazione. Si tenga presente che nell’esempio solo un insieme limitato di attributi viene configurato durante la creazione dell’utente.

Per creare ed eseguire uno script di creazione di oggetti

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad add.vbs, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file. Copiare il seguente testo in add.vbs.


    Dim oContainer
    Dim oUser
    Set oContainer=GetObject("LDAP://OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com")
    'Create user
            Set oUser = oContainer.Create("User","CN=Pilar Ackerman") 
    'Assign values to user attributes
            oUser.Put "samAccountName","Pilar"
            oUser.Put "givenName","Pilar"
            oUser.Put "sn","Ackerman"
            oUser.Put "userPrincipalName","pilar@contoso.com"
            oUser.SetInfo
    'Clean up
    Set oUser = Nothing
    Set oContainer = Nothing
    WScript.Echo "Finished"
    WScript.Quit
    
    

  2. Salvare add.vbs, quindi chiudere il Blocco note.

  3. Nella finestra del Prompt dei comandi digitare add.vbs, quindi premere Invio.

Per creare ed eseguire uno script di eliminazione di oggetti

  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare Notepad delete.vbs, quindi fare clic su OK. Quando richiesto, fare clic su per creare un nuovo file. Copiare il seguente testo nel file delete.vbs.


    Dim oContainer
        Set oContainer=GetObject("LDAP://OU=Marketing,OU=Accounts,DC=contoso,DC=com")
    'Delete user
        oContainer.Delete "user","CN=Pilar Ackerman"
    'Clean up
    Set oContainer = Nothing
    WScript.Echo "Finished"
    WScript.Quit
    
    

  2. Salvare delete.vbs, quindi chiudere il Blocco note.

  3. Nella finestra del Prompt dei comandi digitare delete.vbs, quindi premere Invio.


Appendice - Utilizzo di LDIFDE

Sintassi

ldifde [-i] [-f FileName] [-s ServerName] [-c String1 String2] [-v] [-j Path] [-t PortNumber] [-d BaseDN] [-r LDAPFilter] [-p Scope] [-l LDAPAttributeList] [-o LDAPAttributeList] [-g] [-m] [-n] [-k] [-a UserDistinguishedName Password] [-b UserName Domain Password] [-?]

Parametri

-i

  • Specifica la modalità di importazione. Se non viene specificata, la modalità predefinita è quella di esportazione.

-f FileName

  • Identifica il nome del file di importazione o esportazione.

-s ServerName

  • Specifica il controller di dominio che eseguirà l’importazione o l'esportazione. Per impostazione predefinita, Ldifde viene eseguito sul controller di dominio in cui è installato Ldifde.

-c String1 String2

  • Sostituisce tutte le occorrenze di String1 con String2. Viene in genere utilizzato quando si importano dati da un dominio a un altro e il nome distinto del dominio di esportazione (String1) deve essere sostituito con quello del dominio di importazione (String2).

-v

  • Imposta la modalità dettagliata.

-j Path

  • Imposta il percorso del file di log. L’impostazione predefinita è il percorso corrente.

-t PortNumber

  • Specifica un nome di porta LDAP. La porta LDAP predefinita è la 389. La porta del catalogo globale è la 3268.

-d BaseDN

  • Imposta il nome distinto della base di ricerca per l’esportazione dei dati.

-r LDAPFilter

  • Crea un filtro di ricerca LDAP per l’esportazione dei dati. Ad esempio, per esportare tutti gli utenti con un determinato cognome, è possibile utilizzare il seguente filtro -r (and(objectClass=User)(sn=Surname))

-p Scope

  • Imposta l’ambito di ricerca. Le opzioni dell’ambito di ricerca sono Base, OneLevel o SubTree.

-l LDAPAttributeList

  • Imposta l’elenco di attributi per restituire i risultati di una query di esportazione. Se si omette questo parametro, vengono restituiti tutti gli attributi.

-o LDAPAttributeList

  • Imposta l’elenco di attributi da omettere dai risultati di una query di esportazione. Viene in genere utilizzato quando si esportano oggetti da Active Directory e li si importa quindi in un’altra directory compatibile con LDAP. Se gli attributi non sono supportati da un’altra directory, è possibile ometterli dall’insieme di risultati con questa opzione.

-g

  • Ommette le ricerche per pagina.

-m

  • Omette gli attributi che si applicano solo agli oggetti di Active Directory, quali ObjectGUID, objectSID, pwdLastSet e samAccountType.

-n

  • Esclude l’esportazione dei valori binari.

-k

  • Ignora gli errori durante l’importazione e continua l’elaborazione. Di seguito è riportato un elenco completo degli errori ignorati.

    • l’oggetto è già un membro del gruppo

    • violazione della classe dell’oggetto (ovvero la classe dell'oggetto specificata non esiste), se l’oggetto importato non ha altri attributi

    • oggetto già esistente

    • violazione di vincolo

    • attributo o valore già esistente

    • oggetto inesistente

-a UserDistinguishedName Password

  • Imposta il comando in modo che venga eseguito con gli attributi UserDistinguishedName e Password specificati. Per impostazione predefinita, il comando verrà eseguito con le credenziali dell’utente attualmente connesso alla rete.

-b UserName Domain Password

  • Imposta il comando in modo che venga eseguito con l’attributo UserName Domain Password specificato. Per impostazione predefinita, il comando verrà eseguito con le credenziali dell’utente attualmente connesso alla rete.

-?

  • Visualizza il menu dei comandi.

Note

Quando si crea il file di importazione da utilizzare con il comando Ldifde, utilizzare un valore changeType per definire il tipo di modifiche incluse nel file di importazione. Sono disponibili i seguenti valori:

Valore

Descrizione

Add

Specifica che il nuovo contenuto verrà incluso nel file di importazione.

modify

Specifica che il contenuto esistente è stato modificato nel file di importazione.

delete

Specifica che il contenuto è stato eliminato nel file di importazione.


Di seguito è riportato un esempio di formato di file di importazione LDIF in cui viene utilizzato il valore add.

DN: CN=SampleUser,DC=DomainName

changetype: add

CN: SampleUser

description: DescriptionOfFile

objectClass: User

sAMAccountName: SampleUser

Esempi

Per recuperare solo il nome distinto, il nome comune, il nome, il cognome e il numero telefonico degli oggetti restituiti, digitare:

-l DistinguishedName, CN, GivenName, SN, Telephone

Per omettere il GUID dell’oggetto, digitare:

-o whenCreated, whenChanged, objectGUID

Legenda della formattazione

Formato

Descrizione

Corsivo

Informazioni che devono essere specificate dall’utente

Grassetto

Elementi che l’utente deve digitare esattamente come indicato

Puntini di sospensione (...)

Parametro che è possibile ripetere varie volte in una riga di comando

Elementi tra parentesi quadre ([])

Elementi facoltativi

Negli elementi tra parentesi graffe ({}) è necessario separare le varie opzioni con una barra verticale (|). Esempio: {even|odd}

Insieme di opzioni tra cui l’utente ne deve scegliere una sola

Carattere Courier

Codice o output del programma


Risorse aggiuntive

Per ulteriori informazioni, vedere le risorse elencate di seguito.


Mostra:
© 2016 Microsoft