warning

 

Data di pubblicazione: aprile 2016

Per la documentazione più recente di Visual Studio 2017 RC, vedere Documentazione di Visual Studio 2017 RC.

Consente la modifica selettiva del comportamento dei messaggi di avviso del compilatore.

  
      #pragma warning(   
      warning-specifier  
       :   
      warning-number-list [; warning-specifier : warning-number-list...] )  
#pragma warning( push[ ,n ] )  
#pragma warning( pop )  

Sono disponibili i seguenti parametri identificatore-avviso.

identificatore-avvisoSignificato
1, 2, 3, 4Applica il livello specificato agli avvisi specificati. In questo modo viene anche abilitato un avviso specificato disattivato per impostazione predefinita.
defaultReimposta il comportamento dell'avviso sul valore predefinito. In questo modo viene anche abilitato un avviso specificato disattivato per impostazione predefinita. L'avviso verrà generato nel suo livello predefinito e documentato.

Per ulteriori informazioni, vedere Avvisi del compilatore disattivati per impostazione predefinita.
disableNon genera i messaggi di avviso specificati.
errorSegnala gli avvisi specificati come errori.
onceVisualizza i messaggi specificati solo una volta.
suppressInserisce lo stato corrente del pragma nello stack, disabilita l'avviso specificato per la riga successiva, quindi estrae lo stack di avvisi in modo che venga ripristinato lo stato del pragma.

Nell'istruzione di codice seguente viene illustrato che un parametro warning-number-list può contenere più numeri di avviso e che è possibile specificare più parametri warning-specifier nella stessa direttiva pragma.

#pragma warning( disable : 4507 34; once : 4385; error : 164 )  

Tale istruzione dal punto di vista funzionale equivale al codice riportato di seguito:

// Disable warning messages 4507 and 4034.  
#pragma warning( disable : 4507 34 )  
  
// Issue warning 4385 only once.  
#pragma warning( once : 4385 )  
  
// Report warning 4164 as an error.  
#pragma warning( error : 164 )  

Il compilatore aggiunge 4000 a qualsiasi numero di avviso compreso tra 0 e 999.

Per i numeri di avviso compresi tra 4700 e 4999, che sono quelli associati alla generazione del codice, lo stato dell'avviso attivo al momento della rilevazione della parentesi graffa di apertura di una funzione da parte del compilatore sarà attivo per il resto della funzione. L'utilizzo del pragma warning della funzione per modificare lo stato di un avviso con un numero maggiore di 4699 avrà effetto solo dopo la fine della funzione. Nell'esempio seguente viene illustrata la posizione corretta dei pragma warning per disabilitare e quindi ripristinare un messaggio di avviso di generazione di codice.

// pragma_warning.cpp  
// compile with: /W1  
#pragma warning(disable:4700)  
void Test() {  
   int x;  
   int y = x;   // no C4700 here  
   #pragma warning(default:4700)   // C4700 enabled after Test ends  
}  
  
int main() {  
   int x;  
   int y = x;   // C4700  
}  

Si noti che in un corpo della funzione, l'ultima impostazione del pragma warning verrà applicata all'intera funzione.

Il pragma warning supporta inoltre la sintassi seguente,

#pragma warning( push [ ,``n ] )

#pragma warning( pop )

in cui n rappresenta un livello di avviso (da 1 a 4).

Il pragma warning( push ) archivia lo stato di avviso corrente per ogni avviso. Il pragma warning( push, n``) archivia lo stato corrente di ogni avviso e imposta il livello di avviso globale su n.

Il pragma warning( pop ) estrae l'ultimo stato dell'avviso inserito nello stack. Tutte le modifiche apportate allo stato dell'avviso tra push e pop vengono annullate. Si consideri l'esempio seguente:

#pragma warning( push )  
#pragma warning( disable : 4705 )  
#pragma warning( disable : 4706 )  
#pragma warning( disable : 4707 )  
// Some code  
#pragma warning( pop )   

Alla fine di questo codice, pop ripristina per ogni avviso (inclusi 4705, 4706 e 4707) lo stato esistente all'inizio del codice.

Quando si scrivono i file di intestazione, è possibile utilizzare push e pop per garantire che le modifiche dello stato dell'avviso apportate da un utente non impediscano la compilazione corretta delle intestazioni. Utilizzare push all'inizio dell'intestazione e pop alla fine. Ad esempio, se si dispone di un'intestazione che non viene compilata correttamente al livello di avviso 4, il codice riportato di seguito imposta il livello di avviso su 3, quindi ripristina il livello di avviso originale alla fine dell'intestazione.

#pragma warning( push, 3 )  
// Declarations/definitions  
#pragma warning( pop )   

Per ulteriori informazioni sulle opzioni del compilatore che consentono di non visualizzare gli avvisi, vedere /FI e /w.

Direttive pragma e parola chiave __Pragma

Mostra: