Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese
Questa documentazione è stata archiviata e non viene gestita.

Applicazioni di esempio di Visual C#

In questo argomento vengono descritti gli esempi di C# disponibili.

Per accedere agli esempi di Visual Studio

  • Scegliere Esempi dal menu ?.

    Il percorso di installazione predefinito degli esempi è unità:\Programmi\Microsoft Visual Studio 10.0\Samples\.

Per gli esempi più aggiornati, vedere il sito Web Esempi di Visual C# (la pagina potrebbe essere in inglese).

Nota sulla sicurezzaNota sulla sicurezza

Microsoft fornisce gli esempi inclusi "COSÌ COME SONO" senza garanzie. Il codice degli esempi ha il solo scopo di illustrare i concetti e potrebbe non soddisfare i requisiti di sicurezza per un ambiente specifico. È consigliabile aggiungere codice relativo alla sicurezza e alla gestione degli errori ai progetti per garantire il livello di sicurezza e affidabilità desiderato.

Esempio

Descrizione

Esempio di Office

Vengono illustrate nuove funzionalità che semplificano l'accesso agli oggetti API di Office. Per ulteriori informazioni, vedere Procedura: accedere agli oggetti di interoperabilità di Office utilizzando le funzionalità di Visual C# 2010 (Guida per programmatori C#).

Esempio di Python

Viene illustrato come utilizzare la parola chiave dynamic (Riferimenti per C#) per consentire l'accesso alle librerie e agli oggetti IronPython da codice C#.

Esempio di varianza

Viene illustrato come creare e utilizzare delegati generici covarianti e controvarianti. Per ulteriori informazioni, vedere Varianza nelle interfacce generiche (C# e Visual Basic) e Varianza nei delegati (C# e Visual Basic).

Esempio

Descrizione

Esempio di delegati anonimi

Viene illustrato l'utilizzo di delegati senza nome per ridurre la complessità dell'applicazione.

Esempio di matrici

Viene illustrato l'utilizzo delle matrici.

Esempio di attributi

Viene illustrato come creare classi di attributi personalizzate, come utilizzarle nel codice e come effettuare query su di esse mediante reflection.

Esempio di classi Collection

Viene illustrata la creazione di classi Collection non generiche utilizzabili con l'istruzione foreach.

Esempio di interoperabilità COM, parte 1

Viene illustrato l'utilizzo di C# per l'interoperabilità con gli oggetti COM.

Esempio di interoperabilità COM, parte 2

Viene illustrato l'utilizzo di un server C# con un client COM C++.

Esempio di parametri della riga di comando

Vengono illustrate una semplice elaborazione dalla riga di comando e l'indicizzazione delle matrici.

Esempio di metodi condizionali

Viene illustrato l'utilizzo dei metodi condizionali, ovvero un potente meccanismo che consente di includere o omettere le chiamate ai metodi, a seconda che sia o meno definito un simbolo.

Esempio di delegati

Viene illustrato il modo in cui i delegati vengono dichiarati, mappati a metodi statici e di istanza e combinati in delegati multicast.

Esempio di eventi

Viene illustrato come dichiarare, richiamare e configurare eventi in C#.

Esempio di implementazione esplicita dell'interfaccia

Viene illustrato come implementare in modo esplicito i membri di un'interfaccia e come accedere a tali membri dalle istanze dell'interfaccia.

Esempio di utilizzo di generics

Viene illustrata la creazione di classi Collection generiche utilizzabili con l'istruzione foreach.

Esempio Hello World

Viene illustrata un'applicazione Hello World.

Esempi di indicizzatori

Viene illustrato il modo in cui le classi C# possono dichiarare indicizzatori per fornire un accesso di tipo matrice agli oggetti.

Esempio di proprietà indicizzate

Viene illustrato come implementare una classe che utilizza proprietà indicizzate. Tali proprietà consentono di utilizzare una classe che rappresenta un insieme di tipo matrice.

Esempio di librerie

Viene illustrato l'utilizzo delle opzioni del compilatore per creare una libreria DLL da diversi file di origine, nonché l'utilizzo della libreria in altri programmi.

Esempio di tipo nullable

Vengono illustrati i tipi di valore, ad esempio double e bool, che possono essere impostati su null.

Esempio di OLE DB

Viene illustrato l'utilizzo di un database Microsoft Access da C#, nonché come creare un dataset e aggiungervi tabelle da un database.

Esempio di overload dell'operatore

Viene illustrato il modo in cui le classi definite dall'utente eseguono l'overload degli operatori.

Esempio di tipi parziali

Viene illustrato come definire classi e strutture in più file di codice sorgente C#.

Esempio di platform invoke

Viene illustrato come chiamare da C# le funzioni esportate dalle DLL.

Esempio di proprietà

Vengono illustrate le modalità di dichiarazione e utilizzo delle proprietà, nonché descritte le proprietà astratte.

Esempio di sicurezza

Viene descritta la sicurezza di .NET Framework e illustrati due modi per modificare le autorizzazioni di sicurezza in C#: tramite le classi e gli attributi di autorizzazione.

Esempio di strutture

Viene illustrato come utilizzare structs in C#.

Esempio di threading

Vengono illustrate le diverse attività di threading, quali la creazione e l'esecuzione di un thread, la sincronizzazione di thread, l'interazione tra i thread e l'utilizzo di un pool di thread.

Esempio di codice unsafe

Viene illustrato come utilizzare codice non gestito (codice che utilizza puntatori) in C#.

Esempio di conversioni definite dall'utente

Viene illustrato come definire le conversioni da e verso tipi definiti dall'utente.

Esempio di controllo delle versioni

Viene illustrato il controllo della versione in C# mediante l'utilizzo delle parole chiave override e new.

Esempio di documentazione XML

Viene illustrato come documentare il codice mediante XML.

Esempio di restituzione

Viene illustrato come utilizzare la parola chiave yield per filtrare gli elementi di un insieme.

Mostra: