Risultati della valutazione Internet Explorer Startup Performance

La valutazione Internet Explorer® Startup Performance consente di valutare le attività eseguite durante la creazione di una nuova finestra di Internet Explorer. La valutazione misura il tempo necessario ad eseguire completamente il rendering sul desktop di una nuova finestra di Internet Explorer con una scheda e contenuto semplice. La misurazione include il tempo di caricamento del processo IExplore.exe e gli intervalli per la creazione dei frame e delle schede.

Misura inoltre le prestazioni delle estensioni che vengono caricate e inizializzate all'avvio. Esistono vari tipi di estensioni, tra cui menu di scelta rapida, barre degli strumenti, barre di Explorer e oggetti browser helper (BHO). Per visualizzare i tipi di estensioni installati in un computer, nella finestra di dialogo Manage Add-ons di Internet Explorer scegli con il pulsante destro l'intestazione di colonna, scegli Columns e quindi scegli su Type.

Questo argomento ti aiuta a interpretare i risultati prodotti dalla valutazione Internet Explorer Startup Performance. Offre anche indicazioni su come usare i risultati per identificare e risolvere i problemi comuni che incidono negativamente sull'esperienza di avvio di Internet Explorer.

In questo argomento

Per altre informazioni sui requisiti di sistema e le impostazioni di valutazione, vedi Internet Explorer Startup Performance.

Puoi creare obiettivi personalizzati per misurare i miglioramenti in Results View. I file degli obiettivi sono uno strumento di valutazione che può aiutarti a verificare le prestazioni di un PC e confrontare i PC aziendali.

Ad esempio, gli obiettivi fissati per un laptop di base possono essere diversi dagli obiettivi fissati per un computer desktop di fascia alta, così come le aspettative del mercato possono cambiare in modo tale da richiedere maggiore flessibilità nel fissare nuovi obiettivi e requisiti chiave diversi con il passare del tempo e il progresso tecnologico.

Quando un valore della metrica viene confrontato con l'obiettivo corrispondente, nella visualizzazione dei risultati lo stato è contraddistinto da uno di questi colori:

  • Il colore fucsia indica che il sistema offre un'esperienza utente eccellente e che non sono stati rilevati problemi.

  • Il colore viola medio indica che l'esperienza utente è accettabile, ma che puoi ottimizzare il sistema. Esamina i suggerimenti e l'analisi per vedere quali miglioramenti è possibile apportare modificando il software, la configurazione o l'hardware.

  • Il colore viola scuro indica che il sistema offre un'esperienza utente scadente e che esistono notevoli opportunità di miglioramento. Esamina i suggerimenti e l'analisi per vedere i miglioramenti che è possibile apportare modificando il software, la configurazione o l'hardware. Per ottenere prestazioni Windows di alta qualità, potresti dover valutare l'opportunità di qualche scelta di compromesso.

  • L'assenza di colore indica che per la metrica non sono stati definiti obiettivi.

noteNota
In Windows Assessment Toolkit per Windows 8 alcune valutazioni includono file di obiettivi predefiniti. La prima volta che visualizzi i risultati in questa versione degli strumenti viene usato il file degli obiettivi predefinito. Puoi tuttavia definire obiettivi personalizzati per Windows 8 con la stessa procedura usata per Windows 8.1.

Prima di usare l'interfaccia utente per applicare gli obiettivi personalizzati, potrai impostare un percorso e aggiungervi un file degli obiettivi. Dopo la selezione, il file degli obiettivi continuerà a essere usato per tutti i risultati aperti.

È possibile usare un solo file degli obiettivi alla volta. Gli obiettivi per tutte le valutazioni vengono impostati in un unico file degli obiettivi. Gli strumenti di valutazione cercheranno gli obiettivi nell'ordine seguente:

  1. File degli obiettivi personalizzato

  2. Obiettivi definiti nel file di risultati

  3. Obiettivi definiti nel manifesto della valutazione

Puoi usare il file degli obiettivi di esempio fornito in %PROGRAMFILES%\Windows Kits\8.1\Assessment and Deployment Kit\Windows Assessment Toolkit\SDK\Samples\Goals per crearne uno personalizzato.

noteNota
Non puoi inserire un file degli obiettivi in un pacchetto insieme a un processo, ma puoi archiviarlo in una condivisione perché possano usarlo anche altri.

Questa sezione descrive le metriche restituite dalla valutazione Internet Explorer Startup, le cause comuni di risultati non ottimali e le possibili correzioni per tali problemi. Le metriche sono allineate alle fasi di avvio di Internet Explorer. Le fasi di Internet Explorer Startup sono sei, ossia creazione del processo, creazione della cornice, creazione di schede, creazione di estensioni (CoCreateInstance), inizializzazione delle estensioni (Set Site) e visualizzazione della finestra di ancoraggio (per alcuni tipi di estensioni). Di seguito vengono illustrate le metriche corrispondenti.

noteNota
La metrica di primo livello IE Startup Duration è completa e include le attività eseguite dopo la creazione del processo, della cornice e della scheda.

noteNota
Se hai abilitato l'impostazione Enable Minifilter Diagnostic Mode, i risultati della valutazione includeranno le metriche dei mini-filtri. Per altre informazioni sulle metriche e i risultati dei mini-filtri, vedi Minifilter Diagnostics.

Applicabile principalmente a: OEM, fornitori di software antimalware

Questa metrica misura il tempo necessario per avviare il processo di Internet Explorer. Include l'intervallo di tempo che va dal momento in cui il sistema operativo inizia a caricare ed eseguire iexplorer.exe al momento in cui Internet Explorer segnala che è iniziata la fase di inizializzazione in cui viene creata la cornice. In altre parole, corrisponde all'intervallo di tempo che va dall'avvio di iexplorer.exe, segnalato dal kernel di Windows, all'avvio della fase di creazione cornice, segnalato da Internet Explorer.

Tipici fattori determinanti

  • Velocità CPU

  • Antimalware

Analisi e procedura di risoluzione

Se la valutazione segnala costantemente che questa fase richiede troppo tempo, ti consigliamo di eseguire un'analisi approfondita in Analizzatore prestazioni Windows per individuare la causa radice.

Applicabile principalmente a: OEM, fornitori di software antimalware, sviluppatori di driver video

Questa metrica misura il tempo necessario per eseguire il rendering completo di una cornice della finestra in Internet Explorer, compreso l'intervallo di tempo che trascorre dall'avvio al momento in cui Internet Explorer crea la prima scheda e carica o inizializza estensioni, compresa la creazione di una finestra di primo livello (cornice) e l'inizializzazione del rendering Direct3D all'interno della finestra. La cornice di Internet Explorer è il processo padre e il contenitore dell'interfaccia utente per le schede di una singola finestra di primo livello di Internet Explorer. Le schede sono ospitate in un processo separato, ma il processo padre è responsabile dell'emissione degli eventi di traccia usati per l'analisi della valutazione.

Tipici fattori determinanti

  • Velocità CPU

  • Antimalware

  • Driver video

Analisi e procedura di risoluzione

Se la valutazione segnala costantemente che la fase di creazione della cornice di Internet Explorer richiede troppo tempo, fai clic sul link all'ulteriore analisi di WPA per visualizzare i dettagli avanzati e individuare la causa radice.

Applicabile principalmente a: OEM, fornitori di software antimalware

Questa metrica misura il tempo necessario per la creazione di una nuova scheda in Internet Explorer, compreso l'intervallo di tempo necessario per la creazione e l'inizializzazione di una scheda in una cornice e quello necessario per la creazione e l'inizializzazione di tutte le relative estensioni. La scheda è il processo e il contenitore dell'interfaccia utente di una singola scheda e del suo contenuto. Esiste sempre almeno una scheda, anche se più schede possono essere ospitate nello stesso processo. Le estensioni vengono create e inizializzate nel processo della scheda.

Tipici fattori determinanti

  • Velocità CPU

  • Antimalware

  • Estensioni

Analisi e procedura di risoluzione

Per l'analisi delle prestazioni delle estensioni, ti consigliamo di concentrarti sulle varie metriche relative alle estensioni, ad esempio quella sulla creazione e quella sull'impostazione del sito. Se tuttavia questa fase viene costantemente indicata come troppo lunga, ma le prestazioni delle singole estensioni non vengono segnalate, fai clic sul link all'ulteriore analisi di WPA per visualizzare i dettagli avanzati e individuare la causa radice.

Applicabile principalmente a: OEM, fornitori di software antimalware

Questa metrica enumera i componenti aggiuntivi di Internet Explorer coinvolti nell'azione CreateExtension. Puoi espandere la metrica per visualizzare un elenco delle estensioni e delle durate corrispondenti. Per ogni estensione viene misurato il tempo necessario per creare un'istanza di un'estensione usando CoCreateInstance(). È incluso il tempo necessario per caricare la DLL dell'estensione e le eventuali dipendenze statiche della DLL. Quando Internet Explorer inizializza un componente aggiuntivo, chiama innanzitutto la funzione CoCreateInstance() con il CLSID del componente aggiuntivo, che a sua volta richiama la funzione DllGetClassObject() del componente aggiuntivo per creare un oggetto nella memoria. Durante questa chiamata di funzione in genere i componenti aggiuntivi non generano un calo delle prestazioni. Durante l'ottimizzazione delle prestazioni di avvio è tuttavia importante concentrare la propria attenzione su questa chiamata di funzione, in quanto prestazioni ridotte possono essere provocate dai componenti aggiuntivi.

Tipici fattori determinanti

  • Velocità CPU

  • Dipendenze DLL

  • Operazioni di I/O di blocco o sincrone

  • Antimalware

Analisi e procedura di risoluzione

In questa fase un'estensione non dovrebbe eseguire molte operazioni, pertanto una quantità di tempo rilevante trascorso proprio in questa fase può rappresentare un problema. Per gli OEM può essere necessario disinstallare l'estensione. Per gli autori di estensioni è consigliabile eseguire l'analisi approfondita in WPA, oltre a una revisione del codice nelle aree di codice seguenti dell'estensione:

  • DllMain: è raro che il metodo DllMain trascorra un tempo rilevante in questa fase.

  • DllGetClassObject: è raro che il metodo DllGetClassObject trascorra un tempo rilevante in questa fase.

  • Costruttore di classe (C++) (o equivalente): un'estensione non dovrebbe eseguire molte operazioni durante la creazione, che include il costruttore della classe costruita (identificata dal CLSID).

  • Dipendenze DLL statiche: si tratta di DLL che hanno almeno una richiesta di importazione statica dalla DLL dell'estensione. Devono essere caricate e risolte prima che Windows possa restituire il valore dalla chiamata LoadLibrary() eseguita da Internet Explorer, indipendentemente dall'effettivo uso.

    Non sono incluse le DLL di cui viene ritardato il caricamento mediante /DELAYLOAD o LoadLibrary().

    Se una specifica DLL viene usata solo saltuariamente o non viene usata all'avvio o durante l'inizializzazione, valuta la possibilità di usare /DELAYLOAD.

  • Dipendenze DLL dinamiche: se l'estensione chiama l'API LoadLibrary() API, oppure esegue una chiamata in una DLL presente nell'elenco /DELAYLOAD, è opportuno riesaminare questo tipo di uso per stabilire se possa essere ritardato a un momento successivo Se una DLL è a caricamento ritardato, ma viene sempre usata all'avvio o durante l'inizializzazione, ti consigliamo di rimuoverla dall'elenco /DELAYLOAD.

    noteNota
    Questa operazione non va però eseguita per le API Windows che vengono chiamate in base alla versione di Windows in esecuzione, che devono essere sempre a caricamento ritardato. Se ad esempio un'estensione usa DirectWrite per il rendering del testo e usa GDI come fallback, non deve essere collegata in modo statico a dwrite.dll. Nelle versioni precedenti di Windows, infatti, in questo modo se ne impedirebbe completamente il caricamento.

Informazioni aggiuntive

MSDN: /DELAYLOAD (Importazione a caricamento ritardato)

Applicabile principalmente a: autori di estensioni, OEM

Questa metrica enumera i componenti aggiuntivi di Internet Explorer coinvolti nell'azione SetSite. Puoi espandere la metrica per visualizzare un elenco delle estensioni e delle durate corrispondenti. Per ogni estensione viene misurato il tempo necessario per Internet Explorer per chiamare il metodo IObjectWithSite::SetSite() dell'estensione. Questo metodo stabilisce la capacità dell'estensione di comunicare con Internet Explorer. In genere le estensioni eseguono la maggior parte delle operazioni di avvio/inizializzazione in questa fase. Stabilisce la comunicazione iniziale del componente aggiuntivo con Internet Explorer e viene esposto dall'interfaccia IObjectWithSite che tutti i componenti aggiuntivi di Internet Explorer devono implementare. In genere i componenti aggiuntivi eseguono in questa funzione le proprie routine di inizializzazione, ad esempio la visualizzazione dell'interfaccia utente della barra degli strumenti o il caricamento di altri moduli.

Tipici fattori determinanti

È in genere influenzata solo dall'implementazione di IObjectWithSite::SetSite() da parte dell'estensione. Durante questo metodo è importare evitare per quanto possibile I/O su disco o di rete sincroni/di blocco.

Analisi e procedura di risoluzione

Per gli OEM può essere necessario disinstallare l'estensione. Per gli autori di estensioni è consigliabile l'analisi approfondita con WPA, oltre a una revisione del codice dell'implementazione di IObjectWithSite::SetSite(). Potrebbero essere presenti parti di codice che è possibile ritardare a un momento successivo, o magari eseguire in modo asincrono, in parallelo con l'inizializzazione di altri plug-in.

Informazioni aggiuntive

MSDN: Interfaccia IObjectWithSite

Applicabile principalmente a: autori di estensioni (solo barre e barre degli strumenti di Explorer), OEM

Questa metrica enumera i componenti aggiuntivi di Internet Explorer che visualizzano una barra degli strumenti separata. Puoi espandere la metrica per visualizzare un elenco delle estensioni e delle durate corrispondenti. Per ognuna viene misurato l'intervallo di tempo impiegato per l'implementazione di IDockingWindow::ShowDW(). Se il componente aggiuntivo inizializzato è una barra degli strumenti o una barra di Explorer, Internet Explorer chiama la funzione IDockingWindow::ShowDW() del componente aggiuntivo per renderlo visibile nella finestra del browser. Alcuni componenti aggiuntivi eseguono il codice di rendering dell'interfaccia utente nell'ambito di questa funzione, che pertanto può incidere sulle prestazioni di avvio.

Tipici fattori determinanti

  • Velocità CPU

  • Complessità dell'interfaccia utente visualizzata o inizializzata

Analisi e procedura di risoluzione

Per gli OEM può essere necessario disinstallare il componente aggiuntivo. Per gli autori di estensioni è consigliabile l'analisi approfondita con WPA, oltre a una revisione del codice dell'implementazione di IDockingWindow::ShowDW().

Se l'estensione sta eseguendo codice di rendering dell'interfaccia utente, ad esempio WM_PAINT, può essere possibile posticiparlo a un momento successivo, in base al modo in cui l'estensione è stata scritta. Se evitare l'esecuzione di codice di rendering (WM_PAINT) in questa fase non è possibile, puoi provare a posticipare il rendering applicando la strategia esposta di seguito o una strategia simile.

  1. Dopo aver creato e visualizzato lo HWND per l'interfaccia utente dell'estensione, ma prima di aggiungervi finestre secondarie, usa SendMessage per inviare all'handle un messaggio WM_SETREDRAW con wParam impostato su FALSE.

    WarningAvviso
    In questo modo tutte le operazioni di disegno per la finestra verranno temporaneamente disabilitate. Questa procedura va usata con attenzione. Se usata in modo non corretto, può infatti provocare problemi di cui sarà difficile eseguire il debug.

  2. Successivamente, crea e aggiungi le finestre secondarie o il contenuto.

  3. Invia alla finestra un altro messaggio WM_SETREDRAW con wParam uguale a TRUE.

  4. Usa InvalidateRect o RedrawWindow per aggiornare la finestra.

  5. Restituisci il valore da IDockingWindow::ShowDW().

Informazioni aggiuntive

MSDN: Metodo IDockingWindow::ShowDW

MSDN: Messaggio WM_SETREDRAW

La valutazione Internet Explorer Startup Performance esegue l'analisi avanzata dei problemi e fornisce link a Windows® Performance Analyzer (WPA) per la risoluzione dei problemi identificati. All'apertura di WPA potrebbero essere disponibili ulteriori dettagli sulle attività del disco o della CPU, in base al tipo di problema identificato. Per altre informazioni sui problemi e i suggerimenti dell'analisi approfondita, vedi Problemi comuni dell'analisi approfondita.

Questo errore si verifica quando le attività di manutenzione sono state registrate nel PC, ma non sono state completate prima dell'esecuzione della valutazione. Ciò impedisce l'esecuzione della valutazione, perché le attività di manutenzione spesso influiscono sulle metriche di valutazione.

Per risolvere il problema, esegui una delle operazioni seguenti:

  1. Assicurati che il computer sia connesso a una rete e collegato all'alimentazione. Avvia manualmente le attività di manutenzione in sospeso eseguendo il comando seguente da un prompt con privilegi elevati:

    rundll32.exe advapi32.dll,ProcessIdleTasks

  2. Disabilita le attività di manutenzione regolari e inattive e interrompi tutte le attività di manutenzione prima di eseguire la valutazione.

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft