Analizzare la velocità di risposta dell'interfaccia utente (HTML)

Si applica a Windows e Windows Phone

Questo argomento descrive come isolare i problemi di prestazioni nelle app usando il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente, uno strumento per le prestazioni disponibile per app Windows Store e Windows Phone in Visual Studio 2013.

Questo profiler può aiutarti a isolare problemi come quelli associati alla velocità di risposta dell'interfaccia utente o agli effetti collaterali della piattaforma, che si presentano in genere con questi sintomi:

  • Mancanza di velocità di risposta dell'interfaccia utente. La risposta dell'app può essere lenta se il thread UI viene bloccato. Le operazioni che potrebbero bloccare il thread UI includono codice JavaScript sincrono eccessivo, layout o operazioni di calcolo CSS eccessive, richieste XHR sincrone, operazioni di Garbage Collection, tempi di disegno eccessivi o codice JavaScript che richiede un uso intensivo del processore.

  • Tempo di caricamento lento per l'app o per una pagina. Questo problema è in genere dovuto a un tempo eccessivo destinato al caricamento delle risorse.

  • Gli aggiornamenti visivi che sono meno frequenti del previsto. Ciò si verifica se il thread UI è troppo occupato a mantenere una frequenza dei fotogrammi uniforme. Ad esempio, se il thread UI è occupato, i fotogrammi potrebbero essere rimossi. Il lavoro di alcuni thread non UI, ad esempio le richieste di rete, la decodifica delle immagini e i disegni, può anche limitare la frequenza degli aggiornamenti visivi. (Non tutti i disegni vengono eseguiti nel thread UI).

In questo argomento:

Run the UI Responsiveness Profiler
Isolate an issue
      Isolate a UI responsiveness problem
      Isolate a visual throughput problem
      Mark code for analysis
Analyze data
      View the diagnostic session timeline
      View CPU utilization
      View visual throughput
      View timeline details
      Filter timeline details
      Filter events
      Group events by frame
Save a diagnostic session
Profiler event reference
Additional information

Puoi usare il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente quando un'app di Windows Store funzionante è aperta in Visual Studio o è installata in un computer che esegue Windows 8 o Windows 8.1.

Per eseguire il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente

  1. Se esegui l'app da Visual Studio, nell'elenco Avvia debug sulla barra degli strumenti Standard scegli una destinazione di distribuzione, ad esempio uno degli emulatori Windows Phone, Computer locale, Simulatore o Computer remoto.

    Per ulteriori informazioni su queste opzioni, vedi Eseguire app dello Store da Visual Studio.

  2. Scegli Prestazioni e diagnostica dal menu Debug.

    Se vuoi modificare la destinazione di analisi per il profiler, scegli Modifica destinazione.

    Modificare la destinazione analisi

    Sono disponibili le seguenti opzioni per la destinazione di analisi:

    • Progetto di avvio. Scegli questa opzione per analizzare il progetto di avvio corrente. Se esegui l'app in un dispositivo o computer remoto, devi usare questa impostazione, che corrisponde al valore predefinito.

    • App in esecuzione. Scegli questa opzione per selezionare un'app Windows Store da un elenco di app in esecuzione. Non puoi usare questa opzione quando esegui l'app in un dispositivo o computer remoto.

      Puoi usare questa opzione per analizzare le prestazioni delle app in esecuzione nel tuo computer quando non disponi dell'accesso al codice sorgente.

    • App installata. Scegli questa opzione per selezionare un'app Windows Store installata che desideri analizzare. Non puoi usare questa opzione quando esegui l'app in un dispositivo o computer remoto.

      Puoi usare questa opzione per analizzare le prestazioni delle app installate nel tuo computer quando non disponi dell'accesso al codice sorgente. Questa opzione può essere utile anche quando vuoi semplicemente analizzare le prestazioni di qualsiasi app, al di là dello sviluppo delle tue app.

  3. Da Strumenti disponibili seleziona Velocità di risposta interfaccia utente HTML, quindi scegli Avvia.

    Suggerimento Suggerimento

    Puoi eseguire il profiler insieme al profiler energia o al profiler di campionamento CPU per visualizzare i dati del profiler correlati nello strumento.

  4. Quando avvii il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente, la finestra Controllo dell'account utente potrebbe richiedere l'autorizzazione a eseguire Visual Studio ETW Collector.exe. Scegliere .

    Interagisci con l'app per verificare lo scenario di prestazioni rilevante. Per un flusso di lavoro dettagliato, vedi Isolate a UI responsiveness issue e Isolate a visual throughput problem.

  5. Passa a Visual Studio premendo ALT+TAB.

  6. Per interrompere la profilatura dell'app e visualizzare i dati raccolti dal profiler, scegli Arresta raccolta.

Nella seguente sezione vengono descritti i suggerimenti per isolare i problemi di prestazioni. Per una spiegazione dettagliata della procedura di identificazione e risoluzione dei problemi di prestazioni usando un'app di test delle prestazioni di esempio, vedi Procedura dettagliata: Miglioramento della velocità di risposta dell'interfaccia utente (JavaScript).

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifIsolare un problema di risposta dell'interfaccia utente

Questi passaggi forniscono un flusso di lavoro consigliato che può aiutarti a usare il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente in modo più efficace:

  1. Apri l'app in Visual Studio.

  2. Esegui i test dell'app per i problemi di velocità di risposta dell'interfaccia utente. Premi CTRL+F5 per avviare l'app senza debug.

    Se rilevi un problema, continua ad eseguire i test per tentare di restringere l'intervallo di tempo in cui il problema si verifica o per tentare di identificare i trigger che causano il comportamento.

  3. Passa a Visual Studio (ALT+TAB) e arresta l'app (MAIUSC+F5).

  4. Facoltativamente, puoi aggiungere contrassegni utente al codice usando performance.mark.

    Suggerimento Suggerimento

    I contrassegni utente consentono di identificare il problema relativo alla velocità di risposta quando si visualizzano i dati del profiler. Ad esempio, puoi aggiungere un contrassegno utente all'inizio e alla fine di una sezione di codice che causa un problema di velocità di risposta.

  5. Esegui il profiler ella velocità di risposta dell'interfaccia utente seguendo le istruzioni della sezione precedente.

  6. Imposta per l'app lo stato che restituisce un problema di velocità di risposta dell'interfaccia utente.

  7. Passa a Visual Studio (premi ALT+TAB) e scegli Arresta nella scheda del profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente.

  8. Se hai aggiunto contrassegni utente, questi vengono visualizzati nella diagnostics session timeline del profiler. La figura seguente mostra un contrassegno utente singolo usato per specificare una determinata operazione nel codice.

    Righello della diagnostica con contrassegno utente
  9. Identifica un'area di interesse nella sequenza temporale e nei grafici del profiler utilizzando i contrassegni utente, gli eventi del ciclo di vita dell'app o i dati visualizzati nei grafici. Di seguito sono riportate alcune linee guida che facilitano l'analisi e l'utilizzo dei dati nei grafici:

    • Usa la diagnostics session timeline per visualizzare i user marks, gli eventi del ciclo di vita dell'app e la sequenza temporale associata per questi eventi e quella per i dati negli altri grafici.

    • Usa il CPU utilization graph per visualizzare informazioni generali sull'attività della CPU e il tipo di lavoro gestito durante un periodo di tempo specifico. I periodi di attività eccessiva della CPU con più probabilità restituiscono problemi di velocità di risposta e fotogrammi rimossi.

    • Se stai sviluppando un gioco o un'app multimediale avanzata, usa il visual throughput (FPS) graph per identificare i periodi di tempo in cui la frequenza dei fotogrammi è diminuita.

  10. Seleziona l'area di interesse in uno dei grafici facendo clic su una parte del grafico e trascinando il puntatore del mouse per effettuare una selezione o tramite il tasto TAB e i tasti di direzione. Quando selezioni un periodo di tempo, il grafico dei dettagli della cronologia nel riquadro inferiore del profiler cambia per mostrare solo il periodo di tempo selezionato.

    Nella figura seguente viene mostrato il grafico dell'utilizzo della CPU con un'area di interesse evidenziata.

    Grafico Utilizzo CPU
  11. Usa il timeline details graph per ottenere informazioni dettagliate sugli eventi che si verificano troppo spesso o il cui completamento richiede troppo tempo. Ad esempio, cerca quanto segue:

    • Listener di eventi, timer e callback del frame di animazione. A seconda dell'evento specifico, i dati forniti includono l'ID di elementi DOM modificati, il nome delle proprietà CSS modificate, un collegamento al percorso di origine e il nome della funzione di callback o dell'evento associato.

    • Eventi di script o layout che hanno prodotto elementi di rendering, ad esempio chiamate a window.getComputedStyles. Viene fornito l'elemento DOM associato per l'evento.

    • Pagine o risorse URL caricate dall'app, ad esempio valutazioni di script per eventi di analisi HTML. Viene fornito il nome file o la risorsa.

    • Altri eventi specificati in Profiler event reference.

    Suggerimento Suggerimento

    La maggior parte delle informazioni utili del profiler viene visualizzato nel grafico dei dettagli della sequenza temporale.

  12. Con un'area selezionata nel grafico di utilizzo della CPU o della velocità effettiva visuale (FPS), scegli Zoom avanti (il pulsante o il menu di scelta rapida) per ottenere informazioni più dettagliate. La sequenza temporale del grafico cambia per visualizzare solo il periodo di tempo selezionato.

  13. Dopo aver fatto zoom avanti, seleziona una parte del grafico di utilizzo della CPU o della velocità effettiva visuale. Quando esegui una selezione, il grafico dei dettagli della cronologia nel riquadro inferiore del profiler cambia per mostrare solo il periodo di tempo selezionato.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifIsolare un problema di velocità effettiva visuale

I periodi di utilizzo eccessivo della CPU possono comportare frequenze fotogrammi basse o incoerenti. Se sviluppi giochi e app multimediali avanzate, il grafico della velocità effettiva visuale può fornire dati più importanti del grafico di utilizzo della CPU.

Per isolare un problema di velocità effettiva visuale, segui i passaggi descritti nella sezione precedente, ma utilizza il grafico della velocità effettiva visuale come uno dei punti chiave.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifContrassegnare il codice per l'analisi

Per isolare una sezione del codice dell'app associata ai dati che compaiono nei grafici, puoi aggiungere una chiamata di funzione nell'app per indicare al profiler di inserire un contrassegno utente (un triangolo invertito) nella sequenza temporale al momento dell'esecuzione della funzione. Qualsiasi contrassegno utente aggiunto compare nella sequenza temporale per il grafico di utilizzo della CPU, il grafico della velocità effettiva visuale e il grafico dei dettagli della cronologia.

Per aggiungere un contrassegno utente, aggiungi all'app il codice seguente. In questo esempio si utilizza "getting data" come descrizione dell'evento.

if (performance && performance.mark) {
    performance.mark("getting data");
}

La descrizione dell'evento compare come descrizione comando quando posizioni il puntatore del mouse sul contrassegno utente. Puoi aggiungere tutti i contrassegni utente necessari.

NotaNota

Anche console.timeStamp, un comando Chrome, è visualizzato come contrassegno utente.

La figura seguente mostra il righello di diagnostica con un unico contrassegno utente e la relativa descrizione comando.

Righello della diagnostica con contrassegno utente

Puoi anche creare eventi generati da strumenti nella visualizzazione dei dettagli della cronologia per mostrare il tempo trascorso tra due contrassegni utente. Il codice seguente permette di aggiungere un secondo contrassegno utente e una misura del tempo trascorso tra l'esecuzione dei due contrassegni utenti. Il codice precedente mostra il primo contrassegno utente.

if (performance.mark && performance.measure) {
    performance.mark("data retrieved");
    performance.measure("data measure", "getting data", "data retrieved");
}

Se il secondo contrassegno utente non è specificato, performance.measure usa un timestamp come secondo contrassegno utente. Il primo contrassegno utente è obbligatorio.

La misurazione della durata è visualizzata come evento Misura utente nella visualizzazione dei dettagli della cronologia. Se selezioni questo evento, saranno mostrate informazioni dettagliate.

Evento misura utente nella visualizzazione dei dettagli della sequenza temporale

Nelle sezioni seguenti vengono fornite le informazioni per interpretare i dati visualizzati nel profiler.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifVisualizzare la sequenza temporale della sessione di diagnostica

Il righello nella parte superiore del profiler mostra la sequenza temporale delle informazioni profilate. Questa sequenza temporale è applicabile sia al grafico di utilizzo della CPU che al grafico della velocità effettiva visuale.

Ecco come appare la sequenza temporale della sessione di diagnostica con una descrizione comando visualizzata per diversi eventi del ciclo di vita dell'app:

Righello della sessione di diagnostica

La sequenza temporale mostra quando si verificano eventi del ciclo di vita dell'app, ad esempio l'evento di attivazione, nonché i contrassegni utente (triangoli con l'etichetta Contrassegno utente) che puoi aggiungere al codice. Posizionando il puntatore del mouse sugli eventi puoi visualizzare descrizioni comandi con altre informazioni. Per ulteriori informazioni sui contrassegni utente, vedi Mark code for analysis in questo argomento.

Gli eventi del ciclo di vita dell'app vengono visualizzati come simboli a forma di rombo. Si tratta di eventi DOM che includono i seguenti:

  • Eventi DOMContentLoaded e Load, che in genere si verificano nel gestore eventi attivato nel codice. Una descrizione comando per l'evento mostra l'evento specifico e l'URL.

  • Un evento di navigazione, che si verifica quando passi a una pagina diversa. Una descrizione comando per l'evento mostra l'URL della pagina di destinazione.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifVisualizzare l'utilizzo della CPU

Il grafico dell'utilizzo della CPU consente di identificare i periodi di tempo in cui l'attività della CPU è eccessiva. Fornisce informazioni sull'utilizzo medio della CPU da parte dell'app in un periodo di tempo. Le informazioni sono contraddistinte da colori per rappresentare le seguenti categorie specifiche: Caricamento, Scripting, Garbage Collection (GC), Stile, Rendering e Decodifica immagine. Per ulteriori informazioni su queste categorie, vedi Profiler event reference più avanti in questo argomento.

Il grafico dell'utilizzo della CPU mostra la quantità di tempo trascorso in tutti i thread dell'app, combinando i valori di utilizzo per una o più CPU in un singolo valore percentuale. Il valore di utilizzo della CPU può superare il 100% quando sono in uso più CPU.

Nota Nota

L'utilizzo della GPU non compare nel grafico.

Questo esempio mostra l'aspetto del grafico relativo all'utilizzo della CPU:

Grafico Utilizzo CPU

Usa questo grafico per:

  • Identificare aree problematiche generali.

  • Scegliere un periodo di tempo specifico da visualizzare nel grafico dei dettagli della cronologia. Fai clic su una parte del grafico e trascina il puntatore del mouse per effettuare la selezione di un periodo di tempo specifico.

  • Scegli il pulsante Zoom avanti per ottenere una visualizzazione più dettagliata di un periodo di tempo selezionato.

Per ulteriori informazioni sull'uso del grafico, vedi Isolate a UI Responsiveness problem in questo argomento.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifVisualizzare la velocità effettiva visuale (FPS)

Il grafico della velocità effettiva visuale consente di identificare i periodi di tempo in cui la frequenza dei fotogrammi è diminuita. Mostra i fotogrammi al secondo (FPS) dell'app. Questo grafico risulta particolarmente utile per lo sviluppo di giochi e app multimediali avanzate.

Il valore FPS visualizzato potrebbe essere diverso dalla frequenza dei fotogrammi effettiva. Tieni presente queste informazioni durante l'esame dei dati del grafico:

  • Il grafico mostra la frequenza dei fotogrammi che l'app è in grado di raggiungere in un dato momento. Quando l'app è inattiva, la frequenza dei fotogrammi è uguale alla frequenza di aggiornamento del monitor.

  • Il grafico mostra la frequenza dei fotogrammi effettiva se l'app esegue operazioni che richiedono aggiornamenti visivi.

  • Il grafico mostra un valore zero se i fotogrammi vengono rimossi.

Questo esempio mostra l'aspetto del grafico relativo alla velocità effettiva visuale:

Grafico Velocità effettiva visuale

Usa il grafico della velocità effettiva visuale per:

  • Identificare aree problematiche generali.

  • Scegliere un periodo di tempo specifico da visualizzare nel grafico dei dettagli della cronologia. Fai clic su una parte del grafico e trascina il puntatore del mouse per effettuare la selezione di un periodo di tempo specifico.

  • Scegli il pulsante Zoom avanti per ottenere una visualizzazione più dettagliata di un periodo di tempo selezionato.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifVisualizzare i dettagli cronologia

Il grafico dei dettagli della sequenza temporale viene visualizzato nel riquadro inferiore del profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente. Fornisce informazioni sequenziali e gerarchiche sugli eventi che utilizzano la maggior quantità di tempo della CPU durante i periodi di tempo selezionati. Il grafico può aiutarti a determinare la causa un evento particolare e, per alcuni eventi, la modalità di mapping dell'evento al codice sorgente. Questo grafico è utile anche per determinare il tempo necessario per disegnare sullo schermo gli aggiornamenti visivi.

Il grafico mostra anche il lavoro del thread UI e il lavoro dei thread in background che possono contribuire a rallentare gli aggiornamenti visivi. Il grafico non mostra il lavoro della compilazione JIT JavaScript, il lavoro asincrono della GPU, il lavoro eseguito all'esterno del processo host (ad esempio per RuntimeBroker.exe e dwm.exe) o il lavoro per le aree di Windows Runtime che non sono ancora state instrumentate per la profilatura (come le operazioni di I/O del disco).

Suggerimento Suggerimento

Quando si verifica un evento in un thread in background, l'ID thread viene visualizzato tra parentesi accanto al nome dell'evento.

Questo esempio mostra l'aspetto del grafico dei dettagli della cronologia quando viene selezionato il listener di eventi per un evento click DOM:

Grafico Dettagli cronologia

In questa figura il gestore dell'evento spinAction nella colonna Nome evento è un collegamento che, se selezionato, conduce al gestore dell'evento nel codice sorgente. Nel riquadro destro la proprietà Funzione di callback fornisce lo stesso collegamento al codice sorgente. Altre proprietà forniscono inoltre informazioni sull'evento, ad esempio l'elemento DOM associato.

Se selezioni una parte della sequenza temporale per il grafico di utilizzo della CPU e della velocità effettiva visuale (FPS), il grafico dei dettagli della cronologia mostra informazioni dettagliate per il periodo di tempo selezionato.

Gli eventi nel grafico dei dettagli della cronologia sono contraddistinti dal colore per rappresentare le stesse categorie di lavoro che compaiono nel grafico di utilizzo della CPU. Per ulteriori informazioni sulle categorie di eventi e sugli eventi specifici, vedi Profiler event reference in questo argomento.

Usa il grafico dei dettagli della cronologia per:

  • Visualizzare l'ora di inizio, la durata e l'ora di fine approssimative di un evento in una sequenza temporale e nella visualizzazione griglia. Il grafico dei dettagli della cronologia può mostrare periodi che variano da 30 millisecondi a 30 secondi nella visualizzazione griglia, a seconda dello stato di zoom. Per i valori di durata:

    • I tempi inclusivi rappresentano la durata dell'evento inclusi gli elementi figlio dell'evento. Questo valore compare per primo nella visualizzazione griglia.

    • I tempi esclusivi rappresentano la durata dell'evento esclusi gli elementi figlio dell'evento. Questo valore compare tra parentesi nella visualizzazione griglia.

  • Espandere un evento nella gerarchia per visualizzare gli elementi figlio dell'evento. Gli elementi figlio dell'evento sono altri eventi generati dall'evento padre. Ad esempio, un evento DOM può avere listener di eventi che appaiono come elementi figlio. Un listener di eventi può avere generato altri eventi, ad esempio un evento layout.

  • Ordinare eventi in base all'ora di inizio (impostazione predefinita) o alla durata. Usa l'elenco Ordina per per selezionare un metodo di ordinamento.

  • Visualizza i dettagli per ogni evento nel riquadro dei dettagli (riquadro di destra). Le proprietà variano in base al particolare evento, come illustrato negli esempi seguenti:

    • Per timer, listener di eventi (eventi DOM) e callback dei frame di animazione, la proprietà Funzione di callback fornisce un collegamento al percorso del codice sorgente insieme al nome del gestore dell'evento o della funzione di callback.

    • Per i timer, i listener di eventi (eventi DOM), gli eventi di layout e i callback dei fotogrammi di animazione, un riepilogo con codifica colori dell'evento selezionato e tutti i relativi elementi figlio sono visibili nella sezione Riepilogo tempo inclusivo (anello con codifica colori). Ogni sezione dell'immagine contraddistinta dal colore rappresenta un tipo di evento. Le descrizioni comandi forniscono il nome del tipo di evento.

    Suggerimento Suggerimento

    Il grafico dei dettagli della sequenza temporale e Riepilogo tempo inclusivo possono aiutarti a identificare aree per l'ottimizzazione. Se una di queste visualizzazioni mostra numeri elevati di piccole attività, l'evento può essere un candidato per l'ottimizzazione. È ad esempio possibile che un'app aggiorni gli elementi DOM molto frequentemente, con conseguente aumento del numero di eventi di layout e di analisi HTML. Puoi ottimizzare le prestazioni suddividendo in batch il lavoro.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifFiltrare i dettagli cronologia

Puoi filtrare la visualizzazione nei dettagli cronologia in base a un evento particolare selezionando Filtra per evento dal menu di scelta rapida per un evento specifico. Quando scegli questa opzione, l'ambito della sequenza temporale e della visualizzazione viene definito sull'evento selezionato. La selezione nel grafico di utilizzo della CPU definisce l'ambito sull'evento specifico.

Applicazione di filtri alla sequenza temporale per un evento

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifFiltrare gli eventi

Puoi filtrare alcuni eventi dal grafico dei dettagli cronologia per ridurre il rumore nei dati o eliminare i dati non attinenti allo scenario specifico. Puoi filtrare in base al nome o alla durata degli eventi oppure in base a filtri specifici descritti in questo argomento.

Per filtrare la decodifica immagine, il download speculativo e gli eventi GC, deseleziona l'opzione Attività in background dall'icona filtro nel riquadro inferiore. Poiché questi eventi non sono molto utilizzabili, sono nascosti per impostazione predefinita.

Applicazione di filtri agli eventi nella sequenza temporale

Per filtrare gli eventi di richiesta HTTP, deseleziona l'opzione Traffico di rete dall'icona filtro nel riquadro inferiore. Per impostazione predefinita, questi eventi sono visibili nel grafico dettagli cronologia.

Per escludere l'attività del thread dell'interfaccia utente dal filtro, deseleziona l'opzione Attività dell'interfaccia utente.

Suggerimento Suggerimento

Deseleziona questa opzione, quindi seleziona l'opzione Traffico di rete per esaminare i problemi relativi alla latenza di rete.

Per escludere le misure utente da filtro, deseleziona l'opzione Misure utente. Le misure utente sono eventi di primo livello senza elementi figlio.

Dn194502.collapse_all(it-it,VS.120).gifRaggruppare gli eventi per frame

Puoi raggruppare gli eventi inclusi nella visualizzazione dei dettagli della sequenza temporale in base a singoli frame. Questi eventi frame sono eventi generati da strumenti e rappresentano i contenitori eventi di primo livello per tutte le operazioni relativa al thread dell'interfaccia utente che si verificano tra eventi Paint. Per abilitare questa visualizzazione, seleziona Raggruppa eventi di primo livello in base ai frame.

Raggruppare gli eventi di livello superiore per frame

Quando raggruppi gli eventi in base ai frame, ogni evento di primo livello nella visualizzazione dei dettagli della sequenza temporale rappresenta un frame.

Eventi della sequenza temporale raggruppati per frame

In Visual Studio puoi salvare una sessione di diagnostica quando chiudi la scheda associata alla sessione. Le sessioni salvate possono essere riaperte in un momento successivo.

Gli eventi del profiler sono suddivisi in categorie e contraddistinti dal colore nel profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente. Ecco le categorie di eventi:

  • Attendere. Indica il tempo impiegato per il recupero delle risorse dell'app e per l'analisi di HTML e CSS al primo caricamento dell'app. Può includere le richieste di rete.

  • Scripting. Indica il tempo impiegato per l'analisi e l'esecuzione di JavaScript. Include eventi DOM, timer, valutazione script e il lavoro dei frame di animazione. Include sia il codice utente che il codice di libreria.

  • GC. Indica il tempo impiegato nell'operazione di Garbage Collection.

  • Stile. Indica il tempo impiegato per l'analisi di CSS e per il calcolo del layout e della presentazione dell'elemento.

  • Rendering. Indica il tempo impiegato per disegnare lo schermo.

  • Decodifica immagine. Indica il tempo impiegato per la decompressione e la decodifica delle immagini.

Per le categorie relative a script e stile, il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente potrebbe fornire dati su cui puoi intervenire nel grafico dei dettagli della cronologia. Se ti rendi conto che si tratta di un problema di scripting, puoi eseguire il profiler di campionamento della CPU con il profiler della velocità di risposta interfaccia utente. In alternativa, puoi usare il profiler di funzioni di Visual Studio per ottenere dati più dettagliati. Per ulteriori informazioni, vedi Analizzare dati su Temporizzazione funzione JavaScript nelle app dello Store.

Per le altre categorie di eventi, potresti essere in grado di identificare gli effetti collaterali della piattaforma che derivano dall'aggiunta di funzionalità all'app, ma in questi casi è possibile che tu non riesca a risolvere i problemi di prestazioni specifici tramite il profiler della velocità di risposta dell'interfaccia utente.

Questa tabella mostra gli eventi e le relative descrizioni:

Evento

Categoria di eventi

Quando si verifica

Analisi CSS

Caricamento

È stato rilevato nuovo contenuto CSS e ne è stata tentata l'analisi.

Analisi HTML

Caricamento

È stato rilevato nuovo contenuto HTML ed è stata tentata l'analisi del contenuto nei nodi e l'inserimento del contenuto nell'albero DOM.

Richiesta HTTP

Caricamento

Una risorsa remota è stata trovata nel DOM o è stato creato un evento XMLHttpRequest che ha generato una richiesta HTTP.

Download speculativo

Caricamento

Sono state cercate le risorse richieste nel contenuto HTML della pagina in modo da consentire una pianificazione rapida delle successive richieste HTTP di risorse.

Callback del frame di animazione

Scripting

Il browser stava per eseguire il rendering di un altro frame e questo ha attivato una funzione di callback fornita dall'app.

Evento DOM

Scripting

Un evento DOM si è verificato ed è stato eseguito.

La proprietà context per l'evento DOM, ad esempio DOMContentLoaded o click, è racchiusa tra parentesi.

Listener di eventi

Scripting

Un listener di eventi è stato chiamato ed eseguito.

Listener query supporti

Scripting

Una query supporti registrata è stata invalidata e ciò ha provocato l'esecuzione del listener o dei listener associati.

Mutation observer

Scripting

Uno o più elementi DOM osservati sono stati modificati e ciò ha provocato l'esecuzione di un callback associato di MutationObserver.

Valutazione script

Scripting

Un nuovo elemento SCRIPT è stato trovato nel DOM ed è stata tentata l'analisi e l'esecuzione dello script.

Timer

Scripting

Un timer pianificato è scaduto e questo ha comportato l'esecuzione della funzione di callback associata.

Callback asincrono di Windows Runtime

Scripting

Un'operazione asincrona che attiva una funzione di callback Promise è stata completata da un oggetto Windows Runtime.

Evento Windows Runtime

Scripting

Un evento che si è verificato in un oggetto Windows Runtime ha attivato un listener registrato.

Garbage Collection

GC

Tempo impiegato per raccogliere la memoria per gli oggetti non più utilizzati.

Calcolo CSS

Stile

Modifiche apportate al DOM che hanno richiesto il ricalcolo delle proprietà di stile di tutti gli elementi interessati.

Layout

Stile

Modifiche apportate al DOM che hanno richiesto il ricalcolo delle dimensioni e/o della posizione di tutti gli elementi interessati.

Disegno

Rendering

Sono state apportate modifiche visive al DOM ed è stata tentata una nuova esecuzione del rendering di parti della pagina.

Rendering del livello

Rendering

Sono state apportate modifiche visive a un frammento del DOM (denominato livello) di cui è stato eseguito il rendering in modo indipendente e le modifiche hanno richiesto il rendering di una parte della pagina.

Decodifica immagine

Decodifica immagine

Un'immagine è stata inclusa nel DOM ed è stata tentata la decompressione e la decodifica dell'immagine dal formato originale in una bitmap.

Frame

N/D

A causa delle modifiche visive apportate a DOM, tutte le parti interessate della pagina sono state ridisegnate. Evento generato da strumenti e usato per il raggruppamento.

Misura utente

N/D

Uno scenario specifico dell'app è stato misurato tramite il metodo performance.measure. Evento generato da strumenti e usato per l'analisi di codice.

Aggiunte alla community

Mostra:
© 2014 Microsoft