Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Il presente articolo è stato tradotto manualmente. Passare il puntatore sulle frasi nell'articolo per visualizzare il testo originale. Ulteriori informazioni.
Traduzione
Originale

Eseguire l'aggiornamento e la migrazione di Reporting Services

In questo argomento viene fornita una panoramica delle opzioni di aggiornamento e migrazione per SQL Server 2014Reporting Services. Sono disponibili due approcci generali per l'aggiornamento di una distribuzione di Reporting Services.

  • Aggiornamento: vengono aggiornati i componenti di Reporting Services nei server e nelle istanze in cui sono attualmente installati. Si tratta dell'aggiornamento comunemente definito "sul posto". L'aggiornamento sul posto non è supportato da una modalità all'altra del server Reporting Services. Non è possibile ad esempio eseguire l'aggiornamento da un server di report in modalità nativa a un server di report in modalità SharePoint. È possibile eseguire la migrazione degli elementi del report da una modalità all'altra. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione relativa alla migrazione dalla modalità nativa alla modalità SharePoint più avanti in questo documento.

  • Migrazione: viene installato e configurato un nuovo ambiente SharePoint, vengono copiati risorse ed elementi di report nel nuovo ambiente che viene configurato in modo da utilizzare il contesto esistente. Un tipo di migrazione di livello inferiore consiste nel copiare i database di Reporting Services, i file di configurazione e, se si utilizza la modalità SharePoint, i database di contenuto di SharePoint.

Si applica a: modalità nativa di Reporting Services | modalità SharePoint di Reporting Services

Contenuto dell'argomento:

Per un elenco dettagliato delle edizioni e delle versioni supportate che è possibile aggiornare, vedere Aggiornamenti di versione ed edizione supportati.

Suggerimento Suggerimento

Per le informazioni più recenti relative a problemi riguardanti SQL Server 2014, vedere gli argomenti seguenti:

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

È possibile eseguire l'installazione side-by-side della modalità nativa di SQL Server 2014 Reporting Services (SSRS) e di una distribuzione in modalità nativa di SQL Server 2012.

Le distribuzioni side-by-side della modalità SharePoint di SQL Server 2014 Reporting Services (SSRS) e di qualsiasi versione precedente dei componenti della modalità SharePoint di Reporting Services non sono supportate.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

L'aggiornamento viene completato tramite il programma di installazione di SQL Server. È possibile utilizzare il programma di installazione di SQL Server per aggiornare uno o tutti i componenti di SQL Server, incluso Reporting Services. Durante l'installazione vengono rilevate le istanze esistenti e viene richiesto di eseguire l'aggiornamento. Il programma di installazione di SQL Server offre diverse opzioni di aggiornamento che è possibile specificare come argomento della riga di comando o nell'Installazione guidata.

Quando si esegue il programma di installazione di SQL Server, è possibile selezionare l'opzione che consente di eseguire l'aggiornamento da una delle versioni seguenti oppure installare una nuova istanza di SQL Server 2014 Reporting Services (SSRS) che viene eseguita in modalità side-by-side insieme alle installazioni esistenti:

  • SQL Server 2012

  • SQL Server 2008 R2

  • SQL Server 2008

  • SQL Server 2005

Per ulteriori informazioni su SQL Server, vedere quanto segue:

 

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Prima di effettuare l'aggiornamento a SQL Server 2014, vedere gli argomenti seguenti:

Prima di aggiornare un ambiente di produzione, eseguire sempre un aggiornamento di prova in un ambiente di pre-produzione che abbia la stessa configurazione dell'ambiente di produzione.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Se si esegue l'aggiornamento da una versione supportata di Reporting Services a SQL Server, è in genere possibile eseguire l'Installazione guidata di SQL Server per aggiornare i file di programma del server di report, il database e tutti i dati dell'applicazione.

È tuttavia necessario eseguire manualmente la migrazione di un'installazione del server di report se si verifica una delle condizioni seguenti:

  • Tramite Upgrade Advisor sono stati rilevati uno o più blocchi di aggiornamento. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzare Preparazione aggiornamento per preparare gli aggiornamenti.

  • Si desidera modificare il tipo di server di report utilizzato nella distribuzione. Non è possibile, ad esempio, eseguire l'aggiornamento o la conversione da un server di report in modalità nativa a un server di report in modalità SharePoint. Per ulteriori informazioni, vedere Migrazione dalla modalità nativa alla modalità SharePoint (SSRS).

  • Si desidera ridurre la quantità di tempo in cui il server di report viene portato offline durante il processo di aggiornamento. L'installazione corrente rimane online durante la copia dei dati di contenuto in una nuova istanza del server di report e il test dell'installazione senza la modifica dello stato di installazione del server di report esistente.

  • Si desidera eseguire la migrazione di una distribuzione di SharePoint 2010 di Reporting Services a SharePoint 2013. SharePoint 2013 non supporta l'aggiornamento sul posto da SharePoint 2010. Per ulteriori informazioni, vedere Migrazione di un'installazione di Reporting Services in modalità SharePoint.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Aggiornamento: l'aggiornamento sul posto per la modalità nativa prevede lo stesso processo per ognuna delle versioni supportate elencate in precedenza in questo argomento. Eseguire l'Installazione guidata di SQL Server o l'installazione da riga di comando. Al termine dell'installazione il database del server di report verrà aggiornato automaticamente al nuovo schema del database del server di report. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Aggiornamento sul posto in questo argomento.

Il processo di aggiornamento viene avviato quando si seleziona un'istanza del server di report esistente da aggiornare.

  1. Se il database del server di report è installato in un computer remoto e non si dispone dell'autorizzazione necessaria per aggiornarlo, verrà richiesto di specificare le credenziali per l'aggiornamento a un database del server di report remoto. Assicurarsi di fornire credenziali che dispongono di autorizzazioni sysadmin o per l'aggiornamento del database.

  2. Il programma di installazione verifica la presenza di eventuali condizioni o impostazioni che impediscono l'aggiornamento e legge le impostazioni di configurazione. Alcuni esempi sono le estensioni personalizzate distribuite nel server di report. Se l'aggiornamento viene bloccato, è necessario modificare l'installazione per evitare il blocco oppure eseguire la migrazione a una nuova istanza di SQL Server 2014. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione di Preparazione aggiornamento.

  3. Se è possibile procedere, viene richiesto di continuare con il processo di aggiornamento.

  4. Tramite il programma di installazione vengono create nuove cartelle per i file di programma di SQL Server 2014. Tra le cartelle di programma per un'installazione di Reporting Services è inclusa la cartella MSRS12.<instance name>.

  5. Vengono inoltre aggiunti i file di programma del server di report, gli strumenti di configurazione e le utilità della riga di comando di SQL Server 2014 che fanno parte della funzionalità del server di report.

    1. I file di programma della versione precedente vengono rimossi.

    2. Tra gli strumenti e le utilità di configurazione del server di report aggiornati alla nuova versione sono inclusi lo strumento di configurazione di Reporting Services in modalità nativa, le utilità della riga di comando, ad esempio RS.exe, e Generatore report.

    3. Altri strumenti client, ad esempio SQL Server Management Studio, e la documentazione online non vengono aggiornati. Per ottenere le nuove versioni degli strumenti, è possibile aggiungerle quando si esegue il programma di installazione. Le versioni precedenti coesisteranno insieme alle versioni di SQL Server 2014. Eventuali esempi installati vengono mantenuti nella versione precedente, in quanto l'installazione non supporta l'aggiornamento degli esempi di SQL Server.

    4. SQL Server Data Tools (SSDT) è un download separato. Per ulteriori informazioni, vedere Microsoft SQL Server 2014 Data Tools - Business Intelligence per Microsoft Visual Studio 2012.

  6. Il programma di installazione riutilizza la voce di servizio in Gestione controllo servizi per il servizio del server di report di SQL Server 2014. Tale voce di servizio include l'account del servizio Windows del server di report.

  7. Nuovi URL vengono riservati in base alle impostazioni delle directory virtuali esistenti in IIS. Poiché le directory virtuali di IIS potrebbero non essere rimosse dal programma di installazione, assicurarsi di rimuoverle manualmente al termine dell'aggiornamento.

  8. I database del server di report vengono aggiornati al nuovo schema e RSExecRole viene modificato aggiungendo le autorizzazioni del proprietario di database al ruolo. Questo passaggio si verifica solo quando si esegue l'aggiornamento da SQL Server 2005 Reporting Services precedente a SP1.

  9. Il programma di installazione unisce le impostazioni nei file di configurazione. Utilizzando come base i file di configurazione dell'installazione corrente, vengono aggiunte nuove voci. Le voci obsolete non vengono rimosse, ma non verranno più lette dal server di report al termine dell'aggiornamento. L'aggiornamento non comporta l'eliminazione dei file di log precedenti, del file RSWebApplication.config obsoleto o delle impostazioni delle directory virtuali in IIS. L'aggiornamento non comporta inoltre la rimozione di Progettazione report SQL Server 2005, di Management Studio o degli altri strumenti client. Se non sono più necessari, accertarsi di rimuovere i file e gli strumenti al termine dell'aggiornamento.

Migrazione: la migrazione di una versione precedente di un'installazione in modalità nativa a SQL Server 2014 prevede gli stessi passaggi per tutte le versioni supportate elencate in precedenza in questo argomento. Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire la migrazione di un'installazione di Reporting Services (modalità nativa)

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Di seguito viene illustrato come aggiornare una distribuzione in modalità nativa di Reporting Services con scalabilità orizzontale a più di un server di report. Questo processo implica tempi di inattività della distribuzione di Reporting Services:

  1. Eseguire il backup dei database e delle chiavi di crittografia del server di report. Per ulteriori informazioni, vedere Operazioni di backup e ripristino per Reporting Services e Aggiungere e rimuovere le chiavi di crittografia per una distribuzione con scalabilità orizzontale (Gestione configurazione SSRS).

  2. Utilizzare Gestione configurazione di Reporting Services e rimuovere tutti i server di report dalla distribuzione con scalabilità orizzontale. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare una distribuzione con scalabilità orizzontale di un server di report in modalità nativa (Gestione configurazione SSRS).

  3. Aggiornare uno dei server di report a SQL Server 2014.

  4. Utilizzare Gestione configurazione di Reporting Services per aggiungere di nuovo i server di report nella distribuzione con scalabilità orizzontale. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare una distribuzione con scalabilità orizzontale di un server di report in modalità nativa (Gestione configurazione SSRS).

    Per ogni server, ripetere i passaggi di aggiornamento e scalabilità orizzontale.

Nelle sezioni seguenti vengono descritti i problemi e i passaggi di base necessari per eseguire l'aggiornamento o la migrazione da versioni specificate della modalità SharePoint di Reporting Services alla modalità SharePoint di SQL Server 2014 Reporting Services.

Esistono due componenti di installazione per aggiornare una distribuzione della modalità SharePoint di Reporting Services.

Per i passaggi dettagliati della migrazione di un'installazione della modalità SharePoint, vedere Migrazione di un'installazione di Reporting Services in modalità SharePoint.

Nota importante Importante

Alcuni degli scenari seguenti richiedono l'inattività dell'ambiente SharePoint a causa delle diverse tecnologie che devono essere aggiornate. Se non è possibile rendere inattivo l'ambiente, sarà necessario completare una migrazione anziché un aggiornamento sul posto.

SQL Server 2012 a SQL Server 2014

Ambiente iniziale: SQL Server 2012 o SQL Server 2012 SP1, SharePoint 2010.

Ambiente finale: SQL Server 2014, SharePoint 2010 o SharePoint 2013.

  • SharePoint 2010: l'aggiornamento sul posto di Reporting Services è supportato, ma lo scenario di aggiornamento implica tempi di inattività dell'ambiente SharePoint.

    Se si desidera eseguire SharePoint 2013 nell'ambiente finale, è necessario completare un aggiornamento del collegamento di database da SharePoint 2010 a SharePoint 2013.

  • SharePoint 2013: SharePoint 2013 non supporta l'aggiornamento sul posto da SharePoint 2010. Tuttavia, la procedura di aggiornamento del collegamento di un database è supportata. Il comportamento è diverso dall'aggiornamento a SharePoint 2010, in cui un cliente può scegliere tra i due approcci di aggiornamento di base: l'aggiornamento sul posto e l'aggiornamento del collegamento di un database.

    Se si dispone di un'installazione di Reporting Services integrata con SharePoint 2010, non è possibile eseguire l'aggiornamento sul posto del server SharePoint. È tuttavia possibile eseguire la migrazione dei database del contenuto e di quelli dell'applicazione di servizio dalla farm di SharePoint 2010 a una di SharePoint 2013.

SQL Server 2008 R2 a SQL Server 2014

Ambiente iniziale: SQL Server 2008 R2, SharePoint 2010.

Ambiente finale: SQL Server 2014, SharePoint 2010.

  • L'aggiornamento sul posto è supportato e non sono previsti tempi di inattività per l'ambiente SharePoint.

  • Installare la versione SQL Server 2014 del componente aggiuntivo Reporting Services per SharePoint in ciascun front-end Web della farm. È possibile installare il componente aggiuntivo mediante l'Installazione guidata di SQL Server 2014 oppure è possibile scaricarlo.

  • Eseguire installazione di SQL Server 2014 per aggiornare la modalità SharePoint per ciascun server di report. Con l'Installazione guidata di SQL Server verrà installato il servizio Reporting Services e verrà creata una nuova applicazione di servizio.

    Se si desidera eseguire SharePoint 2013 nell'ambiente finale, è necessario completare un aggiornamento del collegamento di database da SharePoint 2010 a SharePoint 2013.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

SQL Server 2008 SP2 a SQL Server 2014

Ambiente iniziale: SQL Server 2008 SP2, SharePoint 2007.

Ambiente finale: SQL Server 2014, SharePoint 2010.

  • Questo scenario dell'aggiornamento sul posto richiede l'inattività dell'ambiente SharePoint poiché entrambe le tecnologie di SharePoint e SQL Server devono essere aggiornate. È possibile scegliere di completare una migrazione anziché un aggiornamento sul posto.

  • Eseguire innanzitutto l'aggiornamento di SQL Server 2008 a Service Pack 2 (SP2), se non è già stato completato.

  • Eseguire l'aggiornamento a SharePoint 2010. Quando si esegue il programma di installazione dei prerequisiti di SharePoint 2010, verrà eseguito l'aggiornamento del componente aggiuntivo Reporting Services per i prodotti SharePoint 2010.

  • Installare la versione SQL Server 2014 del componente aggiuntivo Reporting Services per SharePoint in tutti i front-end Web SharePoint. Con il programma di installazione dei prerequisiti di SharePoint viene installata la versione SQL Server 2008 R2 del componente aggiuntivo, ma è necessaria la versione SQL Server 2014 per utilizzare il server di report SQL Server 2014.

  • Nota di attenzione Attenzione

    Al termine dell'aggiornamento di SharePoint, l'ambiente di Reporting Services si troverà in uno stato non funzionante finché non viene completato l'aggiornamento di SQL Server.

  • Eseguire l'aggiornamento di Reporting Services a SQL Server 2014. Quando si esegue l'Installazione guidata di SQL Server, viene visualizzata la finestra di dialogo Autenticazione della modalità SharePoint di SQL Server Reporting Services. Verrà installato il servizio Reporting Services e le credenziali della pagina di autenticazione verranno utilizzate per la creazione di un nuovo pool di applicazioni di SharePoint.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

SQL Server 2005 SP2 a SQL Server 2014

Ambiente iniziale: SQL Server 2005 SP2, SharePoint 2007.

Ambiente finale: SQL Server 2014, SharePoint 2010.

  • Questo scenario dell'aggiornamento sul posto richiede l'inattività dell'ambiente SharePoint poiché entrambe le tecnologie di SharePoint e SQL Server devono essere aggiornate. È possibile scegliere di completare una migrazione anziché un aggiornamento sul posto.

  • Eseguire innanzitutto l'aggiornamento di SQL Server 2005 a Service Pack 2 (SP2), se non è già stato completato.

  • Eseguire l'aggiornamento a SharePoint 2010. Quando si esegue il programma di installazione dei prerequisiti di SharePoint 2010, verrà eseguito l'aggiornamento del componente aggiuntivo Reporting Services per i prodotti SharePoint 2010.

  • Nota di attenzione Attenzione

    Al termine dell'aggiornamento di SharePoint, l'ambiente di Reporting Services si troverà in uno stato non funzionante finché non viene completato l'aggiornamento di SQL Server.

  • Installare la versione SQL Server 2014 del componente aggiuntivo Reporting Services per SharePoint in tutti i front-end Web SharePoint. Con il programma di installazione dei prerequisiti di SharePoint viene installata la versione SQL Server 2008 R2 del componente aggiuntivo, ma è necessaria la versione SQL Server 2014 per utilizzare il server di report SQL Server 2014.

  • Eseguire l'aggiornamento di Reporting Services a SQL Server 2014. Quando si esegue l'Installazione guidata di SQL Server, viene visualizzata la finestra di dialogo Autenticazione della modalità SharePoint di SQL Server Reporting Services. Verrà installato il servizio Reporting Services e le credenziali della pagina di autenticazione verranno utilizzate per la creazione di un nuovo pool di applicazioni di SharePoint.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Quando si spostano dati dell'applicazione, è necessario tenere presente i problemi e le restrizioni seguenti:

  • La sicurezza della chiave di crittografia include un valore hash in cui è incorporata l'identità del computer.

  • I nomi del database del server di report sono fissi e non possono essere modificati nel nuovo computer.

Considerazioni sulla chiave di crittografia

Eseguire sempre il backup delle chiavi di crittografia prima di spostare un database del server di report in un nuovo computer.

In seguito allo spostamento di un'installazione del server di report in un altro computer, il valore hash che protegge le chiavi di crittografia utilizzate per proteggere dati sensibili archiviati nel database del server di report non sarà più valido. Ogni istanza del server di report che utilizza il database dispone della propria copia della chiave di crittografia, crittografata con l'identità dell'account del servizio come definito nel computer corrente. Se si cambia computer, il servizio non sarà più in grado di accedere alla propria chiave, anche se si utilizza lo stesso nome dell'account nel nuovo computer.

Per ristabilire la crittografia reversibile nel nuovo computer del server di report, è necessario ripristinare la chiave di cui in precedenza è stato eseguito il backup. Il set di chiavi completo archiviato nel database del server di report è costituito da un valore della chiave simmetrica più le informazioni sull'identità del servizio utilizzate per limitare l'accesso alla chiave in modo che possa essere utilizzata solo dall'istanza del server di report in cui è archiviata. Durante il ripristino della chiave, nel server di report le copie esistenti della chiave vengono sostituite con nuove versioni che includono i valori relativi all'identità del computer e del servizio definiti nel computer corrente. Per ulteriori informazioni, vedere gli argomenti seguenti:

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Nome fisso del database

Non è possibile rinominare il database del server di report poiché l'identità del database viene registrata nelle stored procedure del server di report al momento della creazione del database stesso. La ridenominazione dei database primari o temporanei del server di report provocherà errori durante l'esecuzione delle procedure, rendendo non valida l'installazione del server di report.

Se il nome del database dell'installazione esistente non è appropriato per la nuova installazione, è consigliabile creare un nuovo database con il nome desiderato, quindi caricare i dati dell'applicazione esistenti utilizzando le tecniche seguenti:

  • Scrivere uno script Visual Basic che chiama metodi SOAP del servizio Web ReportServer per copiare dati tra database. Lo script può essere eseguito mediante l'utilità RS.exe. Per ulteriori informazioni, vedere Scripting (Reporting Services).

  • Scrivere codice che chiama il provider WMI per copiare dati tra database. Per ulteriori informazioni, vedere Accedere al provider WMI per Reporting Services.

  • Se il numero di elementi non è elevato, è possibile ripubblicare report, modelli di report e origini dati condivise da Progettazione report, Progettazione modelli e Generatore report nel nuovo server di report. È necessario ricreare assegnazioni di ruolo, sottoscrizioni, pianificazioni condivise, pianificazioni dello snapshot del report, proprietà personalizzate impostate nei report o in altri elementi, sicurezza degli elementi dei modelli e proprietà impostate nel server di report. La cronologia del report e i dati del log di esecuzione dei report saranno persi.

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Nota Nota

Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento del collegamento di un database di SharePoint, vedere gli argomenti seguenti:

Icona freccia utilizzata con il collegamento Torna all'inizio Inizio pagina

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft