Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Migrazione di Reporting Services

In questo argomento vengono fornite istruzioni dettagliate per la migrazione di una distribuzione di SQL Server 2000 Reporting Services a una nuova istanza di SQL Server 2005 Reporting Services. La migrazione di un'installazione è utile se è stato riscontrato un blocco di aggiornamento, in caso di distribuzioni su grande scala, se è fondamentale mantenere elevati i tempi di attività oppure se si sta modificando la topologia hardware dell'installazione. Il processo di migrazione per Reporting Services include passaggi manuali e automatizzati. Le attività seguenti fanno parte della migrazione del server di report:

  • Backup dell'applicazione e dei file di configurazione.
  • Installare una nuova istanza di SQL Server 2005 affiancata all'installazione di SQL Server 2000 esistente. Poiché SQL Server 2000 Reporting Services viene sempre eseguito nell'istanza di SQL Server predefinita, è necessario configurare la nuova istanza di SQL Server 2005 come istanza denominata.
  • Spostare il database del server di report dall'installazione di SQL Server 2000 alla nuova installazione di SQL Server 2005. È necessario creare RSExecRole manualmente se si sposta il database in una nuova istanza del Motore di database.
  • Disinstallare SQL Server 2000 Reporting Services dopo aver confermato che la nuova istanza funziona correttamente.

Se si riutilizza il database del server di report esistente creato in una installazione precedente, è importante tenere presente che vi sono delle restrizioni alle edizioni di SQL Server utilizzabili per ospitare il database del server di report. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di un database del server di report.

Prima di installare una nuova istanza di Reporting Services, verificare di avere eseguito il backup di tutti i file nell'installazione corrente.

  1. Eseguire il backup della chiave simmetrica per il database del server di report. Per eseguire questa operazione, utilizzare l'utilità rskeymgmt.
  2. Eseguire il backup del database del server di report utilizzando uno dei metodi supportati per il backup di un database di SQL Server. Per ulteriori informazioni, vedere le istruzioni per l'esecuzione del backup del database del server di report in Spostamento di un database del server di report in un altro computer.
  3. Eseguire il backup dei file di configurazione del server di report. I file di cui eseguire il backup includono:
    1. Rsreportserver.config
    2. Rswebapplication.config
    3. Rssvrpolicy.config
    4. Rsmgrpolicy.config
    5. Reportingservicesservice.exe.config
    6. Web.config per entrambe le applicazioni ASP.NET Server report e Gestione report.
    7. Machine.config per ASP.NET.
  4. Eseguire il backup delle impostazioni di directory virtuale del server di report. Utilizzare Internet Services Information Manager per eseguire il backup delle impostazioni.
  5. Per i server di report a disponibilità elevata, impostare il database del server di report come di sola lettura e modificare il ruolo RSExec nel Motore di database di SQL Server in modo che vengano interrotte le transazioni nei database del server di report.

Installazione di Reporting Services e del Service Pack 1
  1. Eseguire il programma di installazione di SQL Server 2005 per installare una nuova istanza di Reporting Services.

  2. Nella pagina Componenti da installare selezionare Reporting Services. È inoltre possibile selezionare Servizi di database SQL Server e Componenti workstation, documentazione in linea e strumenti di sviluppo se si desidera installare una nuova istanza del Motore di database e Progettazione report sullo stesso computer.

  3. In Nome istanza digitare un nuovo nome per l'istanza di SQL Server 2005 che si sta installando. Non specificare Istanza predefinita. In caso contrario verrà eseguito un aggiornamento sul posto dell'installazione esistente invece di creare una nuova istanza del server di report.

  4. In Account servizio specificare un account di servizio per il servizio Windows ReportServer. Per ulteriori informazioni sugli account di servizio, vedere Impostazione di account di servizio Windows.

    Facoltativamente, in Avvia i servizi al termine dell'installazione selezionare SQL Server Agent (per il supporto delle operazioni pianificate è necessario che SQL Server Agent sia in esecuzione).

  5. In Opzioni di installazione Server report selezionare l'opzione Installa senza configurare il server. Questa opzione consente di configurare il server di report al termine dell'installazione.

  6. Completare l'installazione.

  7. Se è in corso l'applicazione del Service Pack 1, interrompere tutti i servizi di SQL Server 2005, incluso il servizio Windows ReportServer, SQL Server Agent, SQL Server Browser e SQL Server Fulltext Search.

  8. Applicare il Service Pack 1 e riavviare i servizi.

Se è in corso lo spostamento del database del server di report in un'istanza del Motore di database a cui non è mai stato aggiunto un database del server di report, è necessario creare RSExecRole nei database di sistema Master e MSDB. Ai fini dell'esecuzione dello script di aggiornamento del database è necessario che il ruolo esista.

Se il ruolo non esiste e si tenta di aggiornare il database, viene restituito il seguente errore: "Problema durante l'applicazione dello script di aggiornamento del database".

In Reporting Services vengono utilizzate le stored procedure estese per il servizio SQL Server Agent ai fini del supporto delle operazioni pianificate. Nei passaggi seguenti viene indicato come concedere al ruolo RSExecRole le autorizzazioni Execute per le stored procedure.

Per creare RSExecRole nel database di sistema Master utilizzando Management Studio
  1. Avviare SQL Server Management Studio e connettersi all'istanza del Motore di database che ospita il database del server di report.

  2. Aprire Database.

  3. Aprire Database di sistema.

  4. Aprire Master.

  5. Aprire Protezione.

  6. Aprire Ruoli.

  7. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Ruoli del database e selezionare Nuovo ruolo database. Verrà visualizzata la pagina Generale.

  8. In Nome ruolo digitare RSExecRole.

  9. In Proprietario digitare DBO.

  10. Fare clic su Entità a protezione diretta.

  11. Fare clic su Aggiungi. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi oggetti. L'opzione per la specifica degli oggetti è selezionata per impostazione predefinita.

  12. Fare clic su OK.

  13. Fare clic su Tipi di oggetti.

  14. Fare clic su Stored procedure estese.

  15. Fare clic su OK.

  16. Fare clic su Sfoglia.

  17. Scorrere verso il basso l'elenco delle stored procedure estese e selezionare quanto segue:

    1. xp_sqlagent_enum_jobs
    2. xp_sqlagent_is_starting
    3. xp_sqlagent_notify
  18. Fare clic su OK e quindi nuovamente su OK.

  19. Nella riga Execute della colonna Concedi fare clic sulla casella di controllo, quindi su OK.

Ripetere i passaggi per ciascuna stored procedure rimanente. È necessario concedere a RSExecRole le autorizzazioni Execute per tutte e tre le stored procedure.

In Reporting Services vengono utilizzate le stored procedure per il servizio SQL Server Agent e vengono recuperate le informazioni sul processo dalle tabelle di sistema per il supporto delle operazioni pianificate. Nei passaggi seguenti viene indicato come concedere a RSExecRole le autorizzazioni Execute per le stored procedure e le autorizzazioni Select sulle tabelle.

Per creare RSExecRole nel database di sistema MSDB
  1. Ripetere passaggi simili per concedere autorizzazioni su stored procedure e tabelle in MSDB. Per semplificare i passaggi, rendere disponibili le stored procedure e le tabelle separatamente.

  2. Aprire MSDB.

  3. Aprire Protezione.

  4. Aprire Ruoli.

  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Ruoli del database e selezionare Nuovo ruolo database. Verrà visualizzata la pagina Generale.

  6. In Nome ruolo digitare RSExecRole.

  7. In Proprietario digitare DBO.

  8. Fare clic su Entità a protezione diretta.

  9. Fare clic su Aggiungi. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi oggetti. L'opzione per la specifica degli oggetti è selezionata per impostazione predefinita.

  10. Fare clic su OK.

  11. Fare clic su Tipi di oggetti.

  12. Fare clic su Stored procedure.

  13. Fare clic su OK.

  14. Fare clic su Sfoglia.

  15. Scorrere verso il basso l'elenco degli elementi e selezionare quanto segue:

    1. sp_add_category
    2. sp_add_job
    3. sp_add_jobschedule
    4. sp_add_jobserver
    5. sp_add_jobstep
    6. sp_delete_job
    7. sp_help_category
    8. sp_help_job
    9. sp_help_jobschedule
    10. sp_verify_job_identifiers
  16. Fare clic su OK e quindi nuovamente su OK.

  17. Selezionare la prima stored procedure: sp_add_category.

  18. Nella riga Execute della colonna Concedi fare clic sulla casella di controllo, quindi su OK.

  19. Ripetere i passaggi per ciascuna stored procedure rimanente. È necessario concedere a RSExecRole le autorizzazioni Execute per tutte e dieci le stored procedure.

  20. Nella scheda Entità a protezione diretta fare di nuovo clic su Aggiungi. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi oggetti. L'opzione per la specifica degli oggetti è selezionata per impostazione predefinita.

  21. Scegliere OK.

  22. Fare clic su Tipi di oggetti.

  23. Fare clic su Tabelle.

  24. Fare clic su OK.

  25. Fare clic su Sfoglia.

  26. Scorrere verso il basso l'elenco degli elementi e selezionare quanto segue:

    1. syscategories
    2. sysjobs
  27. Fare clic su OK e quindi nuovamente su OK.

  28. Selezionare la prima tabella: syscategories.

  29. Nella riga Select della colonna Concedi fare clic sulla casella di controllo, quindi su OK.

Ripetere i passaggi per la tabella sysjobs. È necessario concedere a RSExecRole le autorizzazioni Select per entrambe le tabelle.

Collegare o ripristinare nella nuova istanza il database del server di report di cui è stato eseguito il backup dall'installazione di SQL Server 2000. Sono necessari e devono essere spostati insieme sia il database del server di report che il database temporaneo.

Non copiare i database. Se li si copia non si trasferiscono tutte le impostazioni di protezione nella nuova installazione.

Se si utilizza una nuova istanza del Motore di database di SQL Server 2005, è possibile utilizzare SQL Server Management Studio per collegare o ripristinare i database.

Collegamento del database e copia dei file
  1. Collegare o spostare il database utilizzando le istruzioni in Spostamento di un database del server di report in un altro computer. Se si utilizza SQL Server 2000 per ospitare il database del server di report, creare una copia del database per la nuova installazione.

  2. Copiare le impostazioni dal file rsreportserver.config utilizzato nell'installazione di SQL Server 2000 al file rsreportserver.config della nuova installazione di SQL Server 2005.

    1. Copiare la voce InstallationID. È necessario copiare l'ID di installazione per evitare che la tabella Keys del database del server di report contenga due voci inutilizzate. Le due righe non utilizzate sono gli identificatori dell'installazione dell'istanza di SQL Server 2000. Le righe non utilizzate sono incomplete, in quanto in ogni riga è assente il Nome computer e il Nome istanza. Nome computer e Nome istanza non sono definiti per un'istanza di SQL Server 2000 e di conseguenza la tabella Keys non contiene valori per queste colonne dopo l'aggiornamento di un database del server di report. Si noti che se una voce non contiene un nome di computer o di istanza, non è possibile eliminarla nello strumento Gestione configurazione Reporting Services. È tuttavia possibile modificare la tabella Keys in modo da rimuovere le righe o aggiungere un nome computer o un nome istanza mancante. È anche possibile mantenere le voci non utilizzate nella tabella, in quanto esse non hanno alcun effetto sulle operazioni del server di report.
    2. Copiare le altre eventuali impostazioni personalizzate che si desidera utilizzare nella nuova installazione. Se si utilizzano le estensioni personalizzate nell'installazione, potrebbe essere necessario ricompilare le estensioni prima di poterle utilizzare. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione di Preparazione aggiornamento.
  3. Se si dispone di impostazioni di traccia personalizzate, copiare le voci nei file Web.config o Machine.config della nuova installazione.

Configurazione delle impostazioni del server di report
  1. Avviare lo strumento Gestione configurazione Reporting Services e connettersi all'istanza di SQL Server 2005 Reporting Services appena installata.

  2. Creare directory virtuali per il server di report e Gestione report. Poiché i nomi delle directory virtuali devono essere univoci, se nell'installazione di SQL Server 2000 Reporting Services sono stati utilizzati i nomi predefiniti è necessario scegliere nomi diversi da quelli predefiniti per l'installazione di SQL Server 2005.

    Quando si crea la directory virtuale Server report, l'identità del servizio Web dovrebbe essere configurata automaticamente. Se non viene configurata in modo corretto, è possibile creare un nuovo pool di applicazioni in cui eseguire il servizio.

    Il servizio Windows ReportServer dovrebbe venire configurato automaticamente durante l'installazione. Se si desidera eseguire il servizio con un account diverso, è possibile modificarlo ora. Per ulteriori informazioni sugli account di servizio, vedere Impostazione di account di servizio Windows and Connessioni e account in una distribuzione di Reporting Services nella documentazione in linea di SQL Server.

  3. Nella pagina Stato server fare clic su Interrompi per interrompere il servizio Windows ReportServer. Questo passaggio è molto importante. Se il servizio non viene interrotto, l'operazione di aggiornamento del database potrebbe andare in timeout prima che lo schema venga completamente aggiornato, lasciando il database in uno stadio intermedio.

  4. Nella pagina Impostazioni database, in Nome server, selezionare l'istanza di SQL Server che ospita il database del server di report che si desidera aggiornare e fare clic su Connetti.

  5. Scegliere il database del server di report che si desidera utilizzare nell'installazione di SQL Server 2005.

  6. Fare clic su Aggiorna. Il database del server di report e il database temporaneo verranno aggiornati al nuovo schema. Problema durante l'applicazione dello script di aggiornamento del database.

  7. Specificare l'account utilizzato per connettere il server di report al database del server di report.

  8. Nella pagina Chiave di crittografia, ripristinare la chiave utilizzata per crittografare e decrittografare il contenuto nel database del server di report. Si tratta della chiave di crittografia di cui è stato eseguito il backup al passaggio 1 della sezione "Backup di file e dati" di questo argomento.

  9. Testare le directory virtuali del server di report e di Gestione report aprendo un browser e digitando l'indirizzo URL. Gli URL e le informazioni di connessione al database specificati per questa istanza devono contenere il nome dell'istanza.

  10. Testare i report e verificare che contengano i dati previsti. Rivedere le informazioni di origine dei dati per verificare se le informazioni sulla connessione all'origine dei dati sono ancora specificate.

  11. Disinstallare SQL Server 2000 Reporting Services.

  12. Rinominare le directory virtuali con i nomi utilizzati nell'installazione precedente. Se sono state utilizzate impostazioni di directory virtuale personalizzate, aggiornare le directory virtuali create in modo da utilizzare i nuovi valori.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft