Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Aggiungere il disco dati

Aggiornamento: agosto 2014

Tramite l'operazione Add Data Disk viene aggiunto un disco dati a una macchina virtuale.

La richiesta di Add Data Disk può essere specificata come indicato di seguito. Sostituire <subscription-id> con l'ID sottoscrizione, <service-name> con il nome del servizio cloud, <deployment-name> con il nome della distribuzione e <role-name> con il nome del ruolo a cui aggiungere il disco dati.

 

Metodo URI della richiesta

POST

https://management.core.windows.net/<subscription-id>/services/hostedservices/<service-name>/deployments/<deployment-name>/roles/<role-name>/DataDisks

È necessario verificare che la richiesta effettuata al servizio di gestione sia sicura. Per ulteriori dettagli, vedere Autenticazione di richieste di gestione dei servizi.

Nessuna.

Nella tabella seguente vengono descritte le intestazioni delle richieste.

 

Intestazione della richiesta Descrizione

x-ms-version

Obbligatoria. Specifica la versione dell'operazione da utilizzare per questa richiesta. Questa intestazione deve essere impostata su 01/03/2012 o una versione successiva. Per ulteriori informazioni sulle intestazioni di controllo delle versioni, vedere Controllo delle versioni relativo alla gestione dei servizi.

Il formato del corpo della richiesta è il seguente:


<DataVirtualHardDisk xmlns="http://schemas.microsoft.com/windowsazure" xmlns:i="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance">
  <HostCaching>caching-mode</HostCaching>
  <DiskLabel>identifier-of-disk</DiskLabel>
  <DiskName>name-of-disk</DiskName> 
  <Lun>lun-number</Lun>
  <LogicalDiskSizeInGB>size-in-gb-of-the-disk</LogicalDiskSizeInGB>
  <MediaLink>uri-vhd-file</MediaLink>
  <SourceMediaLink>uri-of-disk</SourceMediaLink>
</DataVirtualHardDisk>

Nella tabella riportata di seguito vengono descritti gli elementi del corpo della richiesta.

 

Nome elemento Descrizione

HostCaching

Facoltativo. Specifica il comportamento di memorizzazione nella cache del disco dati.

I valori possibili sono:

  • None

  • ReadOnly

  • ReadWrite

L'insieme di credenziali predefinito è None.

DiskLabel

Facoltativo. Specifica l'identificatore del disco dati. Questo valore è disponibile solo a livello di programmazione e non è visibile nel portale di gestione.

DiskName

Facoltativo. Specifica il nome del disco. Se questo valore corrisponde a un disco registrato esistente, il disco esistente verrà collegato alla macchina virtuale. Se questo elemento non viene specificato, verrà generato automaticamente un nome.

Lun

Facoltativo quando viene aggiunto il primo disco dati a una macchina virtuale. Specifica il numero di unità logica (LUN) per il disco. Tramite il LUN viene specificato lo slot in cui viene visualizzata l'unità dati una volta montata per l'utilizzo da parte della macchina virtuale. I valori LUN validi sono compresi tra 0 e 15.

LogicalDiskSizeInGB

Facoltativo. Specifica le dimensioni, in GB, di un disco vuoto da collegare alla macchina virtuale. Questo elemento verrà ignorato se si specifica SourceMediaLink o se DiskName fa riferimento a un disco esistente nella sottoscrizione. Per ulteriori informazioni sulle dimensioni dei dischi, vedere Dimensioni delle macchine virtuali e dei servizi cloud per Azure.

MediaLink

Obbligatoria. Specifica il percorso del BLOB nell'archivio in cui si trova il file vhd per il disco. L'account di archiviazione in cui si trova il file vhd deve essere associato alla sottoscrizione specificata. Se non viene specificato SourceMediaLink, verrà creato un disco vuoto nel percorso indicato dall'elemento.

Esempio:

http://example.blob.core.windows.net/disks/mydisk.vhd

Se DiskName fa riferimento a un disco registrato esistente, questo elemento verrà ignorato.

SourceMediaLink

Facoltativo. Specifica il percorso di un BLOB nell'archiviazione in cui si trova un file vhd importato e registrato come disco. Se viene specificato questo elemento, MediaLink non verrà utilizzato.

Nella risposta sono inclusi un codice di stato HTTP e un set di intestazioni per la risposta.

Un'operazione completata correttamente restituisce il codice di stato 201 (Creato). Per informazioni sui codici di stato, vedere Codici di stato e di errore relativi alla gestione dei servizi.

Nella risposta per questa operazione sono incluse le intestazioni riportate di seguito; inoltre, possono essere incluse intestazioni HTTP standard aggiuntive. Tutte le intestazioni standard sono conformi alla specifica del protocollo HTTP/1.1.

 

Intestazione della risposta Descrizione

x-ms-request-id

Valore che identifica in modo univoco una richiesta effettuata nel servizio di gestione.

Mostra:
© 2014 Microsoft