Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Migrazione di database di SQL Server al database SQL di Azure

Aggiornamento: aprile 2014

In questa sezione viene descritto come eseguire la migrazione di un database relazionale locale al database SQL di Microsoft Azure. Viene illustrato come eseguire la migrazione sia delle definizioni dell'oggetto dati negli schemi sia dei dati nelle tabelle. Inoltre, viene descritto come determinare gli oggetti di database non supportati dal database SQL di Microsoft Azure e le modifiche all'applicazione che potrebbero essere necessarie per utilizzare il database nel database SQL di Microsoft Azure.

Autore: Shaun Tinline-Jones
Revisore: Shawn Hernan

Il database SQL di Microsoft Azure funziona come un servizio di ospitato nei data center di Microsoft, pertanto presenta un ambiente operativo diverso rispetto a un'istanza del motore di database di SQL Server in esecuzione in un server locale. Sebbene vi siano molte analogie tra il motore di database di SQL Server e il database SQL di Microsoft Azure, vi sono anche differenze indicanti che l'ambito di un progetto per spostare un database da un'istanza del motore di database al database SQL di Microsoft Azure è più simile a un progetto di migrazione rispetto a un semplice spostamento di un database da un'istanza a un'altra. Anche se nel database vengono utilizzati solo oggetti supportati dal database SQL di Microsoft Azure, potrebbe essere necessario apportare modifiche per assicurarsi che l'esecuzione di applicazioni in cui viene utilizzato il database prosegua correttamente in un servizio Web.

Tra le modifiche tecniche da considerare per una migrazione sono incluse le azioni seguenti:

  1. Rimuovere eventuali dipendenze del database da altre funzionalità di SQL Server, ad esempio la replica, non presenti nel database SQL di Microsoft Azure.

  2. Rimuovere eventuali dipendenze del database da tipi di oggetti di database o dalla sintassi Transact-SQL, ad esempio le query distribuite, non supportate dal database SQL di Microsoft Azure.

  3. Se si intende utilizzare il database solo nel database SQL di Microsoft Azure, è possibile scegliere, facoltativamente, di incorporare il supporto per funzionalità univoche nel database SQL di Microsoft Azure. Se si intende distribuire copie diverse del database in istanze locali di SQL Server o nel database SQL di Microsoft Azure, utilizzare quindi solo funzionalità e oggetti supportati in entrambi gli ambienti.

    ImportantImportante
    L'aggiunta di supporto per funzionalità univoche nel database SQL di Microsoft Azure può aumentare la complessità di un progetto di migrazione. Si consideri di aggiungere questo supporto in un progetto successivo, a meno che la funzionalità non sia necessaria per ospitare il database nel database SQL di Microsoft Azure.

  4. Apportare le modifiche necessarie alle applicazioni in cui viene utilizzato il database. Queste modifiche vengono classificate in tre categorie:

    1. Modifica del codice dell'applicazione che dipende da una delle funzionalità modificate nel database o rimosse da quest'ultimo.

    2. Aggiunta del codice dell'applicazione necessario per sfruttare i vantaggi offerti dalle funzionalità del database SQL di Microsoft Azure aggiunte al database.

    3. Applicazione delle modifiche all'applicazione necessarie per un funzionamento efficace in caso di database ospitato in un ambiente del database SQL di Microsoft Azure. Ad esempio, lo spostamento di un database da un server locale in un data center di può influire sulla latenza di rete e rendere ciò più importante per l'applicazione per ridurre la quantità di dati trasmessa nelle rete.

  5. Scegliere un processo di migrazione, compilare i pacchetti richiesti per l'utilizzo del processo in questione, quindi eseguire il processo.

L'applicazione di modifiche estese al database e alle applicazioni spesso determina la maggior parte dei costi per un progetto di migrazione. Anche i requisiti aziendali per il database devono essere appropriati per le funzionalità del database SQL di Microsoft Azure. Per ulteriori informazioni sulla determinazione di un database che sia un candidato ottimale per la migrazione, vedere Pianificazione di una migrazione ad Azure.

Oltre alla migrazione di un database da un'istanza locale del motore di database di SQL Server, è possibile utilizzare SQL Server Migration Assistant per eseguire la migrazione di un database di Access, Oracle o MySQL al database SQL di Microsoft Azure.

Gli argomenti disponibili in questa sezione forniscono informazioni aggiuntive più dettagliate su questi aspetti di migrazione di un database al database SQL di Microsoft Azure.

 

Descrizione Argomento

Pianificazione ed esecuzione di un progetto di migrazione del database SQL di Microsoft Azure, incluse informazioni aggiuntive sulla determinazione dell'ambito di modifiche necessarie al database e alle applicazioni associate.

Pianificazione di un progetto di migrazione nel database SQL di Azure

Verifica delle modifiche dell'applicazione che possono essere necessarie per supportare livelli ottimali di prestazioni in caso di migrazione di un database al database SQL di Microsoft Azure.

Considerazioni sulle prestazioni con il database SQL di Windows Azure

Vengono fornite informazioni aggiuntive sulle strategie di ripristino di emergenza e per la disponibilità elevata per facilitare la protezione dei dati da errori dell'utente, dell'applicazione, dell'hardware, dall'arresto di un data center dovuto a calamità naturali e così via.

Considerazioni sulla disponibilità elevata e sul ripristino di emergenza con il database SQL di Azure

Scelta dei processi e degli strumenti di migrazione più adatti per un particolare progetto. Vengono descritti i passaggi per utilizzare gli strumenti e i processi.

Scelta degli strumenti per eseguire la migrazione di un database al database SQL di Azure

Mostra:
© 2014 Microsoft