Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Requisiti di sistema per la sincronizzazione dati SQL (anteprima)

Aggiornamento: dicembre 2014

 

Icona di sincronizzazione dati di SQL Azure

Introduzione alla Sincronizzazione dati SQL (anteprima). In questo argomento viene illustrato il primo di cinque argomenti che è necessario conoscere prima di progettare e implementare un piano di sincronizzazione dati. I cinque argomenti preparatori sono:

Il plug-in di sincronizzazione dati SQL di Microsoft Azure nel portale Silverlight di Microsoft Azure è stato rimosso. Per il futuro, usare il portale di gestione di Microsoft Azure per la sincronizzazione dati SQL di Azure.

È possibile accedere alla sincronizzazione dati SQL (anteprima) tramite la scheda SINCRONIZZAZIONE in Database SQL nel portale di gestione di Microsoft Azure. La scheda SINCRONIZZAZIONE è disponibile solo se sono presenti uno o più gruppi di sincronizzazione. Vedere l'argomento Procedura: creare un gruppo di sincronizzazione (SDS) per informazioni sulla creazione e modifica di un gruppo di sincronizzazione da questo portale.

Per collegamenti agli argomenti che è consigliabile leggere prima di iniziare e per informazioni aggiuntive sulla creazione e modifica dei gruppi di sincronizzazione, vedere la sezione Navigazione più avanti.

Dal momento che Sincronizzazione dati SQL (anteprima) è una funzionalità del servizio cloud del Database SQL di Microsoft Azure, non vi sono altri elementi da installare nel computer oltre a una delle versioni di SQL Server e Windows elencate nei requisiti minimi riportati di seguito. Come indicato sotto vi sono requisiti di sottoscrizione e .NET.

Requisiti minimi per l'utilizzo Sincronizzazione dati SQL (anteprima)

  • SQL Server 2005 SP2. Il funzionamento della
    Sincronizzazione dati SQL (anteprima) è migliore con SQL Server 2008 R2 e versioni successive poiché il supporto per il Database SQL è stato aggiunto a SQL Server Management Studio in SQL Server 2008 R2. Se non si dispone di SQL Server 2008 R2, è possibile scaricare una versione di valutazione gratuita dall'apposita pagina di SQL Server 2012 o una versione di valutazione di SQL Server 2008 R2. La
    Sincronizzazione dati SQL (anteprima) supporta attualmente solo SQL Server e Database SQL. Non sono supportate le versioni Express di SQL Server.

  • Un account di e una relativa sottoscrizione.
    L'iscrizione per un account può essere effettuata all'indirizzo https://windows.azure.com.

  • Una sottoscrizione al Database SQL.
    È necessaria almeno una sottoscrizione al Database SQL. Se è necessario ospitare diversi Istanza del database SQL in più data center, occorre disporre di una sottoscrizione al Database SQL per ogni data center.

  • Sistemi operativi Windows 2008, Windows Vista o Windows 7.

  • Un computer x86 o x64.

I seguenti requisiti aggiuntivi sono necessari se si include un database di SQL Server in tutti i gruppi di sincronizzazione.

La Sincronizzazione dati SQL (anteprima) è una funzionalità dell'Database SQL. Dal portale di gestione di Microsoft Azure è possibile eseguire tutte le attività necessarie per creare, distribuire e modificare un gruppo di sincronizzazione.

 

Creazione di un gruppo di sincronizzazione

Sono previsti sei passaggi per creare un gruppo di sincronizzazione dal portale di gestione di Microsoft Azure. Nelle pagine visualizzate tramite i seguenti collegamenti sono fornite le informazioni dettagliate su ogni passaggio.

  1. Accedere al portale di gestione di database SQL di Azure
    Sincronizzazione dati SQL (anteprima) è disponibile come scheda di Database SQL solo dopo avere creato un gruppo di sincronizzazione.

  2. Installare un agente client di sincronizzazione dati SQL (anteprima)

  3. Registrare un database SQL Server con un agente client

  4. Creare il gruppo di sincronizzazione (SDS)

  5. Definire i dati di sincronizzazione (SDS)

  6. Configurare il gruppo di sincronizzazione (SDS)

Modifica di un gruppo di sincronizzazione

È possibile modificare lo schema di un gruppo di sincronizzazione tramite l'aggiunta o la rimozione di tabelle o colonne del gruppo di sincronizzazione o la modifica della larghezza o del tipo di dati di una colonna. Nelle pagine visualizzate tramite i seguenti collegamenti sono fornite le informazioni dettagliate.

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft