Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Pianificare backup utilizzando l'agente Windows Azure Backup

Pubblicato: febbraio 2012

Aggiornamento: aprile 2014

Si applica a: Windows Server 2008 R2 with SP1, Windows Server 2012

Prima di eseguire i backup in Windows Azure, è necessaria una pianificazione del backup per Backup di Microsoft Azure. Quando questa configurazione della pianificazione è completata, è possibile creare i backup in base alle esigenze.

Contenuto del documento

noteNota
In questo argomento sono inclusi cmdlet di Windows PowerShell di esempio utilizzabili per automatizzare alcune delle procedure descritte. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di cmdlet.

Per creare un backup con Backup di Microsoft Azure sono necessarie una sottoscrizione valida di Windows Azure e l'installazione di Agente di backup di Azure e tutti i prerequisiti software, come descritto in Installare l'agente Windows Azure Backup e caricare il certificato. È inoltre necessario registrare il server con Backup di Microsoft Azure come descritto in Registrazione di server con Windows Azure Backupin. Dopo aver completato correttamente queste attività, è possibile pianificare i backup utilizzando lo snap-in Backup di Microsoft Azure (obsadmin.msc) o i cmdlet di Windows PowerShell per Azure Backup.

WarningAvviso
Se si utilizza Windows Azure Backup per eseguire il backup o il recupero dei dati in un server, non possono essere avviate operazioni di backup aggiuntive per tale server. Ciò significa che quando un'operazione di backup è in corso, il recupero non può essere avviato. Se è necessario annullare un'operazione di backup per eseguire un'operazione di recupero imprevista, la parte del backup completata non viene eliminata. Al contrario, viene eseguito un backup incrementale alla successiva esecuzione del backup per visualizzare eventuali modifiche e completare il backup.

La pianificazione del backup è la base del processo di backup. Identifica i file e le cartelle di cui eseguire il backup e i giorni e le ore necessari per tale operazione.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Agente Windows Azure Backup. Viene visualizzato lo snap-in Agente di backup di Azure.

  2. Nel menu Azione fare clic su Pianifica backup per aprire Pianificazione guidata backup. Viene visualizzata la pagina Attività iniziali. Fare clic su Avanti per continuare.

  3. Viene visualizzata la pagina Selezione elementi per backup. Gli elementi specificati in questa pagina creano l'elenco di file e cartelle di cui eseguire il backup.

    Fare clic su Seleziona elementi per aprire una finestra di dialogo in cui viene mostrata la visualizzazione albero del file system. È possibile esplorare i file e le cartelle e selezionare gli elementi di cui si desidera eseguire il backup.

    Fare clic su Impostazioni di esclusione per aprire una finestra di dialogo in cui è possibile selezionare i file o le cartelle di cui non si desidera eseguire il backup.

    noteNota
    Più breve è l'elenco di file per il backup, più efficiente sarà il processo di backup. Si supponga ad esempio di voler eseguire il backup della cartella D:, utilizzata per archiviare i file di dati di tutti gli utenti. Ogni utente dispone di una singola cartella in questa posizione. Tuttavia, non si desidera includere D:\temp perché tale cartella viene utilizzata per la pulizia e non contiene dati importanti. A tale scopo, è possibile aprire la finestra di dialogo Seleziona elementi, deselezionare la casella di controllo relativa a D:\temp e lasciare le altre cartelle dell'utente selezionate. Si crea un elenco di backup molto lungo perché ogni cartella viene elencata singolarmente per il backup. In alternativa, è possibile scegliere di eseguire il backup di tutta la cartella D:\, quindi nella finestra di dialogo Impostazioni di esclusione aggiungere D:\temp come elemento escluso. Si crea un elenco di backup di due elementi che viene elaborato molto più rapidamente.

    Dopo aver specificato i file e le cartelle di cui eseguire il backup, fare clic su Avanti per continuare.

  4. Viene visualizzata la pagina Impostazione ora backup. Selezionare il giorno della settimana e l'ora del giorno in cui si verificheranno i backup. Fare clic su Avanti per continuare.

  5. Viene visualizzata la pagina Specifica impostazioni di conservazione. I backup possono essere conservati per 7, 15 o 30 giorni. Le impostazioni di conservazione specificano la quantità di tempo massima in base alla quale in Backup di Microsoft Azure verranno archiviati i dati di cui è stato eseguito il backup. È consigliabile tenere presente la quantità di spazio di archiviazione utilizzato in Backup di Microsoft Azure quando si impostano i criteri di conservazione. I backup inizieranno ad avere esito negativo se la quantità di dati di backup supera lo spazio di archiviazione disponibile. Fare clic su Avanti per continuare.

  6. Viene visualizzata la pagina Conferma. Indica la pianificazione del backup specificata tramite la procedura guidata. Se è necessario apportare eventuali modifiche, fare clic su Indietro ed eseguire le modifiche; in caso contrario, fare clic su Fine per creare la pianificazione.

  7. La pagina Riepilogo viene visualizzata con un messaggio che indica che la pianificazione del backup online è stata creata correttamente. È ora possibile chiudere la procedura guidata.

Dopo aver configurato una pianificazione, i dettagli della pianificazione del backup vengono visualizzati nello snap-in Backup di Microsoft Azure.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

Per avviare un nuovo backup da Windows PowerShell, gli amministratori devono definire i criteri di backup, i percorsi di dati, la pianificazione per il processo di backup e i criteri di conservazione dei dati per i criteri di backup. Tramite i seguenti comandi verranno impostate le variabili oggetto per un processo di backup di base.

$policy = New-OBPolicy
$filespec = New-OBFileSpec -FileSpec <C:\Documents\Contracts>
$sched = New-OBSchedule -DaysofWeek Wednesday -TimesofDay 09:30
$ret = New-OBRetentionPolicy -RetentionDays 30

Nel seguente esempio di script di Windows PowerShell viene creato un nuovi criterio di Backup di Microsoft Azure denominato $policy che può eseguire il backup tutti i file e le cartelle nella cartella C:\Documents\Contracts. I criteri di backup vengono eseguiti il mercoledì alle 9.30 e conserveranno i dati nel backup per un periodo di 30 giorni.

Per aggiungere la variabile al nuovo criterio, effettuare le operazioni seguenti:

Add-OBFileSpec -Policy $policy -FileSpec $filespec
Set-OBSchedule -policy $policy -schedule $sched
Set-OBRetentionPolicy -policy $policy -rententionpolicy $ret

Tramite questi comandi vengono inserite tutte le variabili precedenti nel criterio $policy di Online Backup. Infine, salvare il criterio di Online Backup. Per effettuare questa operazione, utilizzare il seguente cmdlet:

Set-OBPolicy -policy $policy

In Windows PowerShell verrà richiesto se si desidera salvare questo criterio di backup. Dopo che è stato salvato, il nuovo criterio di backup verrà eseguito alla successiva pianificazione.

È possibile creare un backup iniziale per verificare che sia stato eseguito il backup degli elementi desiderati e per archiviare un'immagine iniziale con Backup di Microsoft Azure. Backup guidato immediato consente di eseguire immediatamente una pianificazione del backup anziché attendere il tempo specificato nella pianificazione. Se si esegue Backup guidato immediato, non si impedisce l'esecuzione del backup in base alla pianificazione; semplicemente viene fornito un punto di recupero aggiuntivo.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Nella schermata Avvia digitare obsadmin.msc.

  2. Nel menu Azione fare clic su Backup immediato per aprire Backup guidato immediato. Viene visualizzata la pagina Conferma. Verificare che gli elementi siano quelli di cui si desidera eseguire il backup. Fare clic su Avanti per continuare.

    Se è necessario specificare un'impostazione di limitazione della larghezza di banda, le impostazioni del server proxy o una nuova passphrase di crittografia, prima di eseguire il backup, fare clic su Modifica proprietà server e apportare le modifiche necessarie.

  3. Fare clic su Backup per avviare il processo di backup. Viene visualizzata la pagina Stato backup, in cui viene mostrata la quantità di dati di cui è stato eseguito il backup.

    noteNota
    Prima che vengano inviati al server di backup nel cloud, i dati vengono compressi e crittografati e vengono aggiunti al backup i metadati, pertanto la quantità di dati trasferiti sarà diversa dalla quantità di spazio utilizzato dai dati nel server locale. Set di dati di grandi dimensioni potrebbero richiedere meno spazio, mentre set di dati di piccole dimensioni potrebbero utilizzarne di più a causa delle informazioni aggiuntive aggiunte per crittografare e identificare il punto di recupero.

  4. È possibile chiudere la procedura guidata durante il backup e analizzare lo stato di avanzamento tramite lo snap-in Backup di Microsoft Azure. Nel riquadro Processi viene visualizzato lo stato Processo completato quando il backup è terminato.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

L'esempio seguente può essere utilizzato per eseguire un unico backup immediato tramite i criteri di backup correnti configurati per il server.

$policy = Get-OBPolicy
Start-OBBackup -Policy $policy -Force

Continuare con Ripristinare i file e le cartelle utilizzando l'agente Windows Azure Backup.

Mostra:
© 2014 Microsoft