Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Gestione di Windows Azure Backup

Pubblicato: febbraio 2012

Aggiornamento: aprile 2014

Si applica a: Windows Server 2008 R2 with SP1, Windows Server 2012

La gestione di Backup di Microsoft Azure è costituita da controllo e risposta ad avvisi e notifiche, configurazione delle proprietà del server e modifica delle pianificazioni di backup. Talvolta, potrebbe essere necessario rinominare un volume o un server.

Contenuto del documento

noteNota
In questo argomento sono inclusi cmdlet di Windows PowerShell di esempio utilizzabili per automatizzare alcune delle procedure descritte. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di cmdlet.

Lo snap-in Agente di backup di Azure include una scheda Avvisi che notifica l'utente quando è disponibile un aggiornamento per Agente di backup di Azure o se sono stati creati messaggi di evento durante il processo di backup. Include inoltre una scheda Processi in cui è visualizzato lo stato dei processi di backup in esecuzione nel server.

noteNota
Le notifiche di aggiornamento client vengono attivate quando una nuova versione del client è disponibile e includono un collegamento al percorso di download in modo da poter installare l'aggiornamento.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Agente Windows Azure Backup. Viene visualizzato lo snap-in Agente di backup di Azure.

  2. Esaminare le schede Avvisi e Processi nel riquadro del contenuto.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

Il cmdlet Get-OBNotification ottiene la matrice di oggetti OBNotification per il server. L'oggetto OBNotification contiene la categoria della notifica, il tipo di notifica, il timestamp indicante quando si è verificata la notifica, la descrizione lunga e breve dei codici di errore rilevati e i parametri dei messaggi di errore.

Get-OBNotfication

Ogni server registrato include determinate proprietà che si possono configurare. Queste proprietà definiscono la passphrase utilizzata per crittografare i dati sottoposti a backup dal server, il server proxy utilizzato dal server per trasferire i backup tra il server e il servizio cloud e le impostazioni di limitazione della larghezza di banda di rete che possono essere utilizzate per controllare la larghezza di banda di rete che può essere utilizzata per trasferire i backup.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Agente Windows Azure Backup. Viene visualizzato lo snap-in Agente di backup di Azure.

  2. Nel riquadro Azione fare clic su Modifica proprietà. Viene visualizzata la finestra di dialogo Modifica proprietà.

  3. Fare clic sulla scheda Crittografia per modificare la passphrase utilizzata per crittografare e decrittografare i backup eseguiti dal server.

    noteNota
    Per la modifica della passphrase non è necessario ricordare la passphrase precedente per decrittografare i backup precedenti. La passphrase consente l'accesso alla chiave di crittografia archiviata per questo server che non cambia.

  4. Fare clic sulla scheda Configurazione proxy per configurare un server proxy da utilizzare con Agente di backup di Azure. Selezionare la casella di controllo Usa un server proxy per Windows Azure Backup e configurare l'indirizzo e la porta del server proxy. Se il server proxy richiede le credenziali prima di consentire le connessioni, selezionare la casella di controllo Autenticazione del server proxy necessaria e immettere le credenziali appropriate. Questa impostazione non viene applicata ad altre applicazioni nel server.

  5. Fare clic sulla scheda Limitazione per controllare l'utilizzo della larghezza di banda di rete in specifici intervalli di giorno e ora. Selezionare Abilita la limitazione all'utilizzo della larghezza di banda Internet per le operazioni di backup per configurare la modalità secondo cui Agente di backup di Azure utilizza la larghezza di banda di rete durante l'esecuzione del backup o del ripristino delle informazioni.

    La limitazione utilizza due impostazioni (ore lavorative e ore non lavorative) per limitare l'utilizzo della rete durante le operazioni di backup. Definire l'intervallo specifico delle ore lavorative nella scheda Limitazione. Gli intervalli della larghezza di banda validi sono compresi tra 256 kbps a 1 GBP per le impostazioni delle ore lavorative e non lavorative.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

Il cmdlet Set-OBMachineSetting imposta un oggetto OBMachineSetting per il server che include le impostazioni del server proxy per accedere a Internet e le impostazioni di limitazione della larghezza di banda di rete. Negli esempi seguenti viene illustrato come utilizzare il cmdlet Set-OBMachineSetting di Windows PowerShell:

Per configurare il server proxy

Set-OBMachineSetting [-ProxyServer] <String> [-ProxyPort] <Int32> [[-ProxyUsername] <String> ] [[-ProxyPassword] <SecureString> ] 

Per configurare le impostazioni di limitazione della larghezza di banda di rete

Set-OBMachineSetting [-WorkDay] <DayOfWeek> [-StartWorkHour] <TimeSpan> [-EndWorkHour] <TimeSpan> [-WorkHourBandwidth] <UInt32> [-NonWorkHourBandwidth] <UInt32> 

Ogni server dispone di una sola pianificazione di backup che viene utilizzata per i backup. Per modificare quando il backup viene eseguito o gli elementi sottoposti al backup è necessario modificare la pianificazione.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Agente Windows Azure Backup. Viene visualizzato lo snap-in Agente di backup di Azure.

  2. Nel riquadro Azione fare clic su Pianifica backup. Viene visualizzata la pagina Modifica o arresta un backup pianificato della Pianificazione guidata backup.

  3. Selezionare Modifica elementi o tempistica del backup quindi fare clic su Avanti.

  4. Viene visualizzata la pagina Selezione elementi per backup. Modificare gli elementi nell'elenco in modo appropriato e fare clic su Avanti.

  5. Viene visualizzata la pagina Impostazione ora backup. Se necessario, modificare il giorno della settimana e l'ora in cui vengono eseguiti i backup, quindi fare clic su Avanti.

  6. Viene visualizzata la pagina Specifica impostazioni di conservazione. È possibile modificare le impostazioni di conservazione per mantenere i backup per meno tempo e liberare lo spazio di archiviazione. Fare clic su Avanti per continuare.

  7. Viene visualizzata la pagina Conferma. Indica la pianificazione di backup specificata tramite la procedura guidata. Fare clic su Fine per creare la pianificazione.

  8. La pagina Riepilogo viene visualizzata con un messaggio che indica che la pianificazione di backup è stata creata correttamente. È ora possibile chiudere la procedura guidata.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

La modifica di una pianificazione di backup tramite Windows PowerShell richiede che la pianificazione venga modificata e quindi impostata come pianificazione attiva. Il cmdlet Set-OBSchedule imposta un oggetto OBSchedule per il server. Nel seguente esempio viene illustrato come utilizzare il cmdlet Set-OBSchedule di Windows PowerShell per sostituire la pianificazione di backup corrente con una nuova.

$sch = New-OBSchedule -DaysOfWeek sunday,monday,tuesday,wednesday,thursday,friday,saturday -TimesOfDay 12:00,16:00,20:00
Get-OBPolicy –Editable | Set-OBSchedule -Schedule $sch | Set-OBPolicy

Per modificare gli elementi inclusi nel backup, creare un nuovo oggetto OBFileSpec e quindi aggiungerlo ai criteri di backup. Nel seguente esempio viene illustrato come eseguire questa operazione:

$policy = Get-OBPolicy -Editable 
New-OBFileSpec -FileSpec <"C:\testdata"> –NonRecursive | Add-OBFileSpec -Policy $policy | Set-OBPolicy

Per modificare i criteri di conservazione, creare un nuovo oggetto OBRetentionPolicy e quindi aggiungerlo ai criteri di backup. Nel seguente esempio viene illustrato come eseguire questa operazione:

$policy = Get-OBPolicy -Editable
New-OBRetentionPolicy -RetentionDays 30 | Set-OBRetitionPolicy –Policy $policy | Set-OBPolicy

Talvolta si verificano situazioni in cui non si desidera più eseguire i backup per un determinato server. Ad esempio, è possibile che si stia ritirando il server o il server potrebbe essere in quarantena. In questi casi, potrebbe essere necessario mantenere i backup esistenti oppure eliminare tutti backup perché non più utili o compromessi e non considerati affidabili.

Eseguire questo passaggio utilizzando Windows PowerShell

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Agente Windows Azure Backup. Viene visualizzato lo snap-in Agente di backup di Azure.

  2. Nel riquadro Azione fare clic su Pianifica backup. Viene visualizzata la pagina Modifica o arresta un backup pianificato della Pianificazione guidata backup.

  3. Selezionare Smetti di utilizzare questa pianificazione del backup, ma conserva i backup archiviati fino a quando non viene attivata una pianificazione o Smetti di utilizzare questa pianificazione del backup ed elimina tutti i backup archiviati e fare clic su Avanti.

  4. Viene visualizzata la pagina Conferma. Vengono visualizzati i criteri di eliminazione e conservazione specificati tramite la procedura guidata. Fare clic su Fine per completare l'azione.

  5. La pianificazione verrà arrestata e viene visualizzato il messaggio di completamento. È ora possibile chiudere la procedura guidata. Per riavviare l'esecuzione dei backup dal server, è necessario creare nuovi criteri.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

Il cmdlet di esempio riportato di seguito rimuove la pianificazione di backup corrente (nota come criteri di backup in Windows PowerShell) ed elimina tutti backup dal server cloud che erano stati eseguiti utilizzando la pianificazione.

Remove-OBPolicy -Policy $policy -DeleteBackup -Force
TipSuggerimento
Se non si specifica il parametro –DeleteBackup, equivale all'opzione Smetti di utilizzare questa pianificazione del backup, ma conserva i backup archiviati fino a quando non viene attivata una pianificazione della Pianificazione guidata backup.

Potrebbero verificarsi situazioni in cui un volume deve essere rinominato, ad esempio dopo la reinstallazione di un sistema operativo e la modifica del GUID di un volume sottoposto al backup. È possibile utilizzare il cmdlet Rename-OBVolume di Windows PowerShell per rinominare il volume.

Logo di PowerShell Comandi equivalenti di Windows PowerShell

Tramite i cmdlet di Windows PowerShell seguenti viene eseguita la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se è possibile il ritorno a capo automatico in diverse righe a causa di limiti di formattazione.

Il cmdlet Rename–OBVolume include due parametri:

  • OldVolumeName

  • NewVolumeName

L'esempio seguente può essere utilizzato per rinominare il volume e i backup associati.

Rename–OBVolume Volume{176dd60b-36e2-12e1-8dba-b8ac6f922387} Volume{5668e44e-f8db-11df-8c1a-806e7f6e6964}

Talvolta i server devono essere rinominati, per decisione manageriale, ristrutturazione organizzativa o per evitare conflitti. Backup di Microsoft Azure utilizza il nome del server come parte dell'identificatore univoco per il backup.

Se il server è stato rinominato dopo essere stato sottoposto al backup, è necessario tenere presente quanto segue:

  • È necessario Registrazione di server con Windows Azure Backup con Windows Azure Backup. In tal modo si collega il nuovo nome del server con i backup effettuati dopo l'esecuzione della ridenominazione. La pianificazione del backup configurata precedentemente non verrà più eseguita nel server.

  • Il backup eseguito successivamente sarà un backup completo anziché un backup incrementale. Utilizzare Esecuzione immediata del backup.

  • Per ripristinare i dati sottoposti a backup prima del backup successivo o per ripristinare i dati prima che il server venga rinominato è necessario utilizzare il metodo ripristino su server alternativo.

Se Agente di backup di Azure non viene più utilizzato nel server, può essere rimosso. Prima di iniziare il processo, verificare che lo snap-in Agente di backup di Azure sia chiuso e che non vi sia attualmente in corso alcuna operazione di backup o ripristino. La rimozione di Agente di backup di Azure non rimuove i prerequisiti inclusi durante l'installazione. Le applicazioni prerequisito devono essere rimosse separatamente.

ImportantImportante
La disinstallazione di Agente di backup di Azure rimuove la funzionalità dal server locale e non elimina i backup di file e cartelle archiviati nell'insieme di credenziali per il backup di Windows Azure. Per rimuovere tutti i backup, arrestare la pianificazione del backup ed eliminare il server dall'insieme di credenziali per il backup prima di rimuovere Agente di backup di Azure.

Per rimuovere l'agente Windows Azure Backup dalla riga di comando

  1. Premere il tasto LOGO WINDOWS + Q per aprire il menu App, quindi fare clic su Pannello di controllo.

  2. In Programmi, fare clic su Disinstalla un programma.

  3. In Disinstalla o modifica programma, fare clic su Agente di backup di Azure.

  1. Aprire un prompt dei comandi con privilegi di amministratore.

  2. Passare al percorso in cui è stato scaricato il file del programma di installazione.

  3. Digitare obsinstaller.exe /d

Mostra:
© 2014 Microsoft