Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Endpoint di messaggistica di origine, destinazione e bridge

Aggiornamento: novembre 2014

Nell'argomento Servizi BizTalk si è osservato che uno dei principali requisiti di Servizi BizTalk è correggere la mancata corrispondenza dei protocolli di messaggio e trasporto in due sistemi diversi. In termini di cloud, si dovrebbe pensare a ciascun sistema sul cloud come a un endpoint su Microsoft Azure. Gli endpoint di messaggistica completa consentono lo scambio di messaggi tra applicazioni differenti, che sono estensioni di applicazioni locali oppure rappresentano un'applicazione eseguita sul cloud. Date tuttavia le differenze tra i due sistemi, che molto probabilmente seguono diversi formati e protocolli di messaggistica, diventa imperativo che Microsoft Azure fornisce funzionalità di elaborazione completa tra due endpoint. Di seguito sono elencate alcune funzionalità di elaborazione disponibili.

  • Capacità di connettere i sistemi seguendo protocollo di trasporto differenti

  • Capacità di convalidare il messaggio originato dall'endpoint di origine rispetto a uno schema standard

  • Capacità di trasformare il messaggio come richiesto dagli endpoint di destinazione

  • Capacità di arricchire il messaggio aggiungendo proprietà al relativo contesto. È quindi possibile usare le proprietà per instradare il messaggio verso una destinazione o un endpoint intermedio.

Tutte le queste funzionalità sono rese disponibili attraverso gli endpoint di messaggistica completa, disponibili come parte di Servizi BizTalk. Nel diagramma seguente è illustrato il modo in cui gli endpoint di messaggistica correggono le mancate corrispondenze tra sistemi e applicazioni.

Soluzioni di endpoint di messaggistica completa

Riepilogando, Servizi BizTalk offre quattro componenti principali (connettività, convalida, arricchimento e trasformazione) che, uniti, danno luogo agli endpoint di messaggistica completa.

  • Connettori: eliminano il gap tra diversi protocolli di trasporto nonché diverse applicazioni LOB locali e protette da firewall, ma espongono i propri endpoint operativi sul cloud. I bridge accettano i messaggi in arrivo da diversi protocolli, come HTTP, FTP ed SFTP. I bridge possono inviare messaggi in uscita a diversi protocolli, come HTTP, FTP ed SFTP oltre che ad altri endpoint come BLOB di Azure, code di Bus di servizio, argomenti e relè.

    Inoltre, Servizi BizTalk offre anche la connettività alle applicazioni LOB locali, come SQL Server, SAP, Siebel e i database Oracle/E-Business Suite. Per altre informazioni, vedere Uso del servizio Adapter BizTalk.

    Durante la configurazione della connettività è anche possibile impostare regole in base alle quali il messaggio verrà trasferito ad altri endpoint. Per altre informazioni, vedere Routing dei messaggi dai bridge alle destinazioni nel progetto del servizio BizTalk.

  • Convalida, arricchimento e trasformazione: Servizi BizTalk offre tre funzionalità come diverse fasi di un "bridge". Per altre informazioni, vedere Che cosa sono i bridge?.

Argomenti della sezione

Vedere anche

Concetti

Servizi BizTalk

Mostra:
© 2014 Microsoft