Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Schema di configurazione della diagnostica di Azure

Aggiornamento: novembre 2013

Il file di configurazione della diagnostica di Azure definisce i valori utilizzati per inizializzare il monitoraggio Diagnostica. Questo file viene utilizzato per inizializzare le impostazioni di configurazione della diagnostica all'avvio del monitoraggio.

Per impostazione predefinita, il file dello schema di configurazione della diagnostica di Azure viene installato nella directory C:\Program Files\Microsoft SDKs\Azure\.NET SDK\<version>\schemas. Sostituire <version> con la versione installata di Azure SDK.

noteNota
Il file di configurazione della diagnostica viene in genere utilizzato con le attività di avvio che richiedono la raccolta dei dati diagnostici nelle fasi iniziali del processo di avvio. Per altre informazioni sull'utilizzo della diagnostica di Azure, vedere Raccogliere dati di registrazione utilizzando Diagnostica Azure.

Nell'esempio seguente viene illustrato un tipico file di configurazione della diagnostica:


<DiagnosticMonitorConfiguration xmlns="http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2010/10/DiagnosticsConfiguration"
      configurationChangePollInterval="PT1M"
      overallQuotaInMB="4096">
   <DiagnosticInfrastructureLogs bufferQuotaInMB="1024"
      scheduledTransferLogLevelFilter="Verbose"
      scheduledTransferPeriod="PT1M" />
   <Logs bufferQuotaInMB="1024"
      scheduledTransferLogLevelFilter="Verbose"
      scheduledTransferPeriod="PT1M" />
   <Directories bufferQuotaInMB="1024" 
      scheduledTransferPeriod="PT1M">
   
      <!-- These three elements specify the special directories 
           that are set up for the log types -->
      <CrashDumps container="wad-crash-dumps" directoryQuotaInMB="256" />
      <FailedRequestLogs container="wad-frq" directoryQuotaInMB="256" />
      <IISLogs container="wad-iis" directoryQuotaInMB="256" />
      
      <!-- For regular directories the DataSources element is used -->
      <DataSources>
         <DirectoryConfiguration container="wad-panther" directoryQuotaInMB="128">
            <!-- Absolute specifies an absolute path with optional environment expansion -->
            <Absolute expandEnvironment="true" path="%SystemRoot%\system32\sysprep\Panther" />
         </DirectoryConfiguration>
         <DirectoryConfiguration container="wad-custom" directoryQuotaInMB="128">
            <!-- LocalResource specifies a path relative to a local 
                 resource defined in the service definition -->
            <LocalResource name="MyLoggingLocalResource" relativePath="logs" />
         </DirectoryConfiguration>
      </DataSources>
   </Directories>
   <PerformanceCounters bufferQuotaInMB="512" scheduledTransferPeriod="PT1M">
      <!-- The counter specifier is in the same format as the imperative 
           diagnostics configuration API -->
      <PerformanceCounterConfiguration 
         counterSpecifier="\Processor(_Total)\% Processor Time" sampleRate="PT5S" />
   </PerformanceCounters>
   <WindowsEventLog bufferQuotaInMB="512"
      scheduledTransferLogLevelFilter="Verbose"
      scheduledTransferPeriod="PT1M">
      <!-- The event log name is in the same format as the imperative 
           diagnostics configuration API -->
      <DataSource name="System!*" />
   </WindowsEventLog>
</DiagnosticMonitorConfiguration>

Lo spazio dei nomi XML per il file di configurazione della diagnostica è:

http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2010/10/DiagnosticsConfiguration

DiagnosticMonitorConfiguration è l'elemento di livello principale del file di configurazione della diagnostica.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento DiagnosticMonitorConfiguration.

 

Attributo Tipo Descrizione

configurationChangePollInterval

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo con cui il monitoraggio Diagnostica esegue il polling delle modifiche alla configurazione della diagnostica.

Il valore predefinito è PT1M.

overallQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Quantità totale di spazio di archiviazione nel file system allocato per tutti i buffer di registrazione.

Il valore predefinito è 4000 MB e se si specifica un valore per l'attributo esso non deve superare tale quantità.

L'elemento DiagnosticInfrastructureLogs definisce la configurazione del buffer per i log generati dall'infrastruttura di diagnostica sottostante. Il padre di questo elemento è Elemento DiagnosticMonitorConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento DiagnosticInfrastructureLogs.

 

Attributo Tipo Descrizione

bufferQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica la quantità massima di spazio di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.

scheduledTransferLogLevelFilter

stringa

Facoltativo. Specifica il livello di gravità minimo per le voci di log trasferite. Il valore predefinito è Undefined. Altri valori possibili sono Verbose, Information, Warning, Error e Critical.

scheduledTransferPeriod

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo tra i trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.

L'elemento Logs definisce la configurazione del buffer per i log di base di Azure. Il padre di questo elemento è Elemento DiagnosticMonitorConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento Logs.

 

Attributo Tipo Descrizione

bufferQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica la quantità massima di spazio di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.

scheduledTransferLogLevelFilter

stringa

Facoltativo. Specifica il livello di gravità minimo per le voci di log trasferite. Il valore predefinito è Undefined. Altri valori possibili sono Verbose, Information, Warning, Error e Critical.

scheduledTransferPeriod

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo tra i trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.

L'elemento Directories definisce la configurazione del buffer per i log basati su file che è possibile definire. Tale elemento è il padre di Elemento CrashDumps, Elemento FailedRequestLogs, Elemento IISLogs e Elemento DataSources. Il padre di questo elemento è Elemento DiagnosticMonitorConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento Directories.

 

Attributo Tipo Descrizione

bufferQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica la quantità massima di spazio di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.

scheduledTransferPeriod

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo tra i trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.

L'elemento CrashDumps definisce la directory dei dump di arresto anomalo del sistema. Il padre di questo elemento è Elemento Directories.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento CrashDumps.

 

Attributo Tipo Descrizione

contenitore

stringa

Nome del contenitore in cui devono essere trasferiti i contenuti della directory.

directoryQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica le dimensioni massime della directory in megabyte.

Il valore predefinito è 0.

L'elemento FailedRequestLogs definisce la directory dei log delle richieste non riuscite. Il padre di questo elemento è Elemento Directories.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento FailedRequestLogs.

 

Attributo Tipo Descrizione

contenitore

stringa

Nome del contenitore in cui devono essere trasferiti i contenuti della directory.

directoryQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica le dimensioni massime della directory in megabyte.

Il valore predefinito è 0.

L'elemento IISLogs definisce la directory dei log di IIS. Il padre di questo elemento è Elemento Directories.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento IISLogs.

 

Attributo Tipo Descrizione

contenitore

stringa

Nome del contenitore in cui devono essere trasferiti i contenuti della directory.

directoryQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica le dimensioni massime della directory in megabyte.

Il valore predefinito è 0.

L'elemento DataSources definisce nessuna o più directory dei log aggiuntive. Il padre di questo elemento è Elemento Directories. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Elemento DirectoryConfiguration.

L'elemento DirectoryConfiguration definisce la directory dei file di log da monitorare. Il padre di questo elemento è Elemento DataSources. Tale elemento è il padre di Elemento Absolute e Elemento LocalResourcet.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento DirectoryConfiguration.

 

Attributo Tipo Descrizione

contenitore

stringa

Nome del contenitore in cui devono essere trasferiti i contenuti della directory.

directoryQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica le dimensioni massime della directory in megabyte.

Il valore predefinito è 0.

L'elemento Absolute definisce un percorso assoluto della directory da monitorare con espansione facoltativa delle variabili di ambiente. Il padre di questo elemento è Elemento DirectoryConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento Absolute.

 

Attributo Tipo Descrizione

path

stringa

Obbligatorio. Percorso assoluto della directory da monitorare.

expandEnvironment

boolean

Obbligatorio. Se impostato su true, le variabili di ambiente nel percorso vengono espanse.

L'elemento LocalResource definisce un percorso relativo rispetto a una risorsa locale specificata nella definizione del servizio. Il padre di questo elemento è Elemento DirectoryConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento LocalResource.

 

Attributo Tipo Descrizione

name

stringa

Obbligatorio. Nome della risorsa locale contenente la directory da monitorare.

relativePath

stringa

Obbligatorio. Percorso relativo rispetto alla risorsa locale da monitorare.

L'elemento PerformanceCounters definisce il percorso del contatore delle prestazioni di cui raccogliere i dati. Il padre di questo elemento è Elemento DiagnosticMonitorConfiguration. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Elemento PerformanceCounterConfiguration.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento PerformanceCounters.

 

Attributo Tipo Descrizione

bufferQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica la quantità massima di spazio di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.

scheduledTransferPeriod

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo tra i trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.

L'elemento PerformanceCounterConfiguration definisce il contatore delle prestazioni di cui raccogliere i dati. Il padre di questo elemento è Elemento PerformanceCounters.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento PerformanceCounterConfiguration.

 

Attributo Tipo Descrizione

counterSpecifier

stringa

Obbligatorio. Percorso del contatore delle prestazioni di cui raccogliere i dati.

sampleRate

durata

Obbligatorio. Frequenza con cui raccogliere i dati del contatore delle prestazioni.

L'elemento WindowsEventLog definisce i registri eventi da monitorare. Il padre di questo elemento è Elemento DiagnosticMonitorConfiguration. Si tratta dell'elemento padre dell'elemento Elemento DataSource.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento WindowsEventLog.

 

Attributo Tipo Descrizione

bufferQuotaInMB

unsignedInt

Facoltativo. Specifica la quantità massima di spazio di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.

scheduledTransferLogLevelFilter

stringa

Facoltativo. Specifica il livello di gravità minimo per le voci di log trasferite. Il valore predefinito è Undefined. Altri valori possibili sono Verbose, Information, Warning, Error e Critical.

scheduledTransferPeriod

durata

Facoltativo. Specifica l'intervallo tra i trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.

L'elemento DataSource definisce il registro eventi da monitorare. Il padre di questo elemento è Elemento WindowsEventLog.

Nella tabella seguente sono descritti gli attributi dell'elemento DataSource.

 

Attributo Tipo Descrizione

name

stringa

Obbligatorio. Espressione XPath che specifica il log di cui raccogliere i dati.

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft