Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Aggiornare il servizio cloud

Aggiornamento: maggio 2014

L'operazione Update Cloud Service aggiorna l'etichetta o la descrizione di un servizio cloud.

La richiesta di Update Cloud Service può essere specificata come indicato di seguito. Sostituire <subscription-id> con l'ID sottoscrizione e <cloudservice-name> con il nome del servizio cloud.

 

Metodo URI della richiesta

PUT

https://management.core.windows.net/<subscription-id>/services/hostedservices/<cloudservice-name>

È necessario verificare che la richiesta effettuata al servizio di gestione sia sicura. Per altri dettagli, vedere Autenticazione di richieste di gestione dei servizi.

Nessuno.

Nella tabella seguente vengono descritte le intestazioni delle richieste.

 

Intestazione della richiesta Descrizione

Content-Type

Obbligatorio. Impostare questa intestazione su application/xml.

x-ms-version

Obbligatorio. Specifica la versione dell'operazione da usare per questa richiesta. Questa intestazione deve essere impostata su 28/10/2010 o una versione successiva. Per altre informazioni sulle intestazioni di controllo delle versioni, vedere Controllo delle versioni di gestione del servizio.

Il formato del corpo della richiesta è il seguente:

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<UpdateHostedService xmlns="http://schemas.microsoft.com/windowsazure">
  <Label>base64-encoded-label-of-cloud-service</Label>
  <Description>description-of-cloud-service</Description>
  <ExtendedProperties>
    <ExtendedProperty>
      <Name>name-of-property</Name>
      <Value>value-of-property</Value>
    </ExtendedProperty>
  </ExtendedProperties>
  <GuestAgentType>type-of-guest-agent</GuestAgentType
</UpdateHostedService>

Nella tabella indicata di seguito vengono descritti gli elementi del corpo della richiesta.

 

Nome elemento Descrizione

Label

Facoltativo se l'elemento Description è specificato. Specifica l'identificatore con codifica Base 64 per il servizio cloud. L'identificatore può essere costituito da un massimo di 100 caratteri. È consigliabile utilizzare un'etichetta univoca all'interno della sottoscrizione. L'etichetta può essere utilizzata per motivi di rilevamento.

Descrizione

Facoltativo se l'elemento Label è specificato. Specifica la descrizione del servizio cloud. La descrizione può contenere fino a 1024 caratteri.

Nome

Facoltativo. Specifica il nome di una proprietà estesa del servizio cloud. È necessario specificare un nome e un valore per ogni proprietà. È consentito un massimo di 50 proprietà estese. Il nome può contenere fino a 64 caratteri. Solo caratteri alfanumerici e di sottolineatura sono validi nel nome; inoltre il nome deve iniziare con una lettera.

L'elemento Name è disponibile solo se si utilizza la versione 01.03.12 o una versione successiva.

Valore

Facoltativo. Specifica il valore di una proprietà estesa del servizio cloud. Ogni proprietà estesa deve contenere un nome e un valore definiti. Il valore può essere costituito da un massimo di 255 caratteri. È possibile eliminare una proprietà esistente impostando il valore su NULL.

L'elemento Value è disponibile solo se si utilizza la versione 01.03.12 o una versione successiva.

GuestAgentType

Facoltativo. Specifica il tipo di agente guest installato nelle distribuzioni di ruoli Web e di lavoro.

I valori possibili sono:

  • ProdGA

  • TestGA

GuestAgentType è un elemento limitato che può essere utilizzato solo da sottoscrizioni autorizzate configurate per un primo accesso alle versioni future dell'agente guest. Quando GuestAgentType è impostato su ProdGA, l'agente guest più recente che è stato rilasciato pubblicamente viene installato nelle istanze dei ruoli Web e di lavoro in un servizio cloud. Quando GuestAgentType è impostato su TestGA, viene installata la versione di prova più recente dell'agente guest.

Nella risposta sono inclusi un codice di stato HTTP, un set di intestazioni per la risposta e il corpo di una risposta.

Un'operazione completata correttamente restituisce il codice di stato 200 (OK). Per informazioni sui codici di stato, vedere Codici di stato e di errore relativi alla gestione dei servizi.

Nella risposta per questa operazione sono incluse le intestazioni riportate di seguito; inoltre, possono essere incluse intestazioni HTTP standard aggiuntive. Tutte le intestazioni standard sono conformi alla specifica del protocollo HTTP/1.1.

 

Intestazione della risposta Descrizione

x-ms-request-id

Valore che identifica in modo univoco una richiesta effettuata nel servizio di gestione.

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft