Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Gestire le distribuzioni in Azure

Aggiornamento: ottobre 2011

Tramite Azure vengono forniti ambienti di produzione e di gestione temporanea in cui è possibile creare una distribuzione del servizio. Quando un servizio viene distribuito in ambienti di produzione o di gestione temporanea, al servizio in questo ambiente viene assegnato un singolo indirizzo IP pubblico, noto come indirizzo IP virtuale (VIP). Quest'ultimo viene utilizzato per tutti gli endpoint di input associati ai ruoli nella distribuzione. Anche se nel modello del servizio non sono disponibili endpoint di input, l'indirizzo VIP viene comunque allocato e utilizzato come indirizzo di origine assegnato al traffico in uscita proveniente da ogni ruolo.

In genere un servizio viene distribuito nell'ambiente di gestione temporanea per testarlo prima di distribuirlo nell'ambiente di produzione. L'operazione di promozione del servizio dall'ambiente di gestione temporanea a quello di produzione può essere effettuata senza ridistribuire il servizio, ma semplicemente scambiando le distribuzioni.

Questa operazione può essere effettuata chiamando l'API di gestione del servizio Scambiare la distribuzione o scambiando gli indirizzi VIP nel portale; in questo caso, la stessa operazione sottostante viene eseguita anche nel servizio ospitato. Per ulteriori informazioni sullo scambio degli indirizzi VIP, vedere la pagina relativa alla gestione dei servizi cloud.

Quando il servizio viene distribuito, all'ambiente in cui viene eseguita questa operazione viene assegnato un indirizzo VIP. Nel caso dell'ambiente di produzione, l'accesso al servizio può essere effettuato tramite l'URL, <nomedns>.cloudapp.net o tramite l'indirizzo VIP. Quando un servizio viene distribuito nell'ambiente di gestione temporanea, viene assegnato un indirizzo VIP a questo ambiente e l'accesso al servizio può essere effettuato tramite un URL, <ID servizio interno>.cloudapp.net o tramite l'indirizzo VIP assegnato. Gli indirizzi VIP assegnati possono essere visualizzati nel portale o chiamando l'API di gestione del servizio Ottenere la distribuzione.

Quando il servizio viene promosso alla produzione, l'indirizzo VIP e l'URL che erano stati assegnati all'ambiente di produzione vengono assegnati alla distribuzione che attualmente si trova nell'ambiente di gestione temporanea, "promuovendo" così il servizio alla produzione. L'indirizzo VIP e l'URL assegnati all'ambiente di gestione temporanea vengono assegnati alla distribuzione che si trovava nell'ambiente di produzione.

È importante ricordare che durante la promozione non viene modificato né l'indirizzo IP pubblico di produzione né l'URL del servizio.

Per esaminare questo funzionamento è possibile prendere in considerazione uno scenario in cui è presente una distribuzione A distribuita nell'ambiente di produzione. Inoltre, è presente una distribuzione B distribuita nell'ambiente di gestione temporanea. Nella tabella seguente vengono illustrati gli indirizzi VIP dopo la distribuzione iniziale dei servizi nella produzione e nella gestione temporanea:

 

Distribuzione A

VIP1

<nomedns>.cloudapp.net

Produzione

Distribuzione B

VIP2

<guid>.cloudapp.net

Gestione temporanea

Una volta che la distribuzione B viene promossa alla produzione, gli indirizzi VIP sono simili ai seguenti:

 

Distribuzione B

VIP1

<nomedns>.cloudapp.net

Produzione

Distribuzione A

VIP2

<guid>.cloudapp.net

Gestione temporanea

Quando le distribuzioni vengono scambiate, la distribuzione nell'ambiente di produzione che era associata all'indirizzo VIP e all'URL di produzione viene associata all'indirizzo VIP della gestione temporanea. Analogamente, la distribuzione nell'ambiente di gestione temporanea che era associata all'indirizzo VIP e all'URL di gestione temporanea viene associata all'indirizzo VIP della produzione.

noteNota
Solo le nuove connessioni in ingresso vengono connesse al servizio appena promosso. Le connessioni esistenti non vengono scambiate durante lo scambio di distribuzioni.

Per tutta la durata di una distribuzione, l'indirizzo VIP assegnato non verrà modificato, indipendentemente dalle operazioni effettuate nella distribuzione, inclusi aggiornamenti, riavvii e creazione di una nuova immagine del sistema operativo. L'indirizzo VIP per una distribuzione specifica sarà reso persistente finché la distribuzione non viene eliminata. Quando un cliente scambia l'indirizzo VIP tra una distribuzione di gestione temporanea e una di produzione in un singolo servizio ospitato, vengono resi persistenti entrambi gli indirizzi VIP. Un indirizzo VIP è associato alla distribuzione e non al servizio ospitato. Quando una distribuzione viene eliminata, l'indirizzo VIP associato alla distribuzione tornerà nel pool e sarà riassegnato di conseguenza, anche se il servizio ospitato non è stato eliminato. Attualmente, in Azure i clienti non possono riservare un indirizzo VIP oltre la durata di una distribuzione.

Tramite Azure viene gestito automaticamente l'elemento ASP.NET machineKey per i servizi distribuiti utilizzando IIS. Se di solito si utilizza la strategia di distribuzione Scambio VIP, è necessario configurare manualmente le chiavi del computer ASP.NET. Per informazioni sulla configurazione della chiave del computer, vedere Configurazione delle chiavi del computer in IIS 7.

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft