Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Procedura: Configurare il provider di cache di output ASP.NET (Azure Shared Caching)

Aggiornamento: giugno 2014

ImportantImportante
Tenere presente che il servizio Shared Caching di Azure e il portale di Azure basato su Silverlight verranno ritirati il 1° settembre 2014. Dopo il ritiro di Shared Caching, tutte le altre distribuzioni correlate al servizio verranno eliminate. Microsoft consiglia di eseguire il prima possibile la migrazione di tutte le cache condivise a Servizio cache gestito (attualmente in disponibilità generale) o al nuovo servizio Cache Redis di Azure (attualmente in anteprima). Per istruzioni sulla migrazione, incluse indicazioni per eseguire la migrazione senza apportare modifiche al codice, vedere Migrazione da Shared Caching. Per altre informazioni sulle attuali offerte del servizio Cache di Azure, vedere Cache.

Questo argomento illustra come configurare un'applicazione Web ASP.NET per l'uso di Shared Caching di Microsoft Azure per la memorizzazione nella cache di output di ASP.NET. La configurazione viene effettuata ottenendo le impostazioni della cache e modificando il file web.config per l'applicazione Web di destinazione.

noteNota
Questo argomento è specifico per Shared Caching. Le applicazioni che ospitano memorizzazione nella cache sui ruoli possono invece usare Gestione pacchetti NuGet. Se si sta usando memorizzazione nella cache basato su ruolo, vedere Provider di cache di output per Cache di Azure.

  1. Preparare innanzitutto il progetto di Visual Studio 2012 per l'uso di Cache di Microsoft Azure. Per altre informazioni, vedere Procedura: Preparare Visual Studio per l'uso di Azure Shared Caching.

  2. Nel selezionare la cache di destinazione. Per altre informazioni su come creare una nuova cache cache, vedere Procedura: Creare una cache (Azure Shared Caching).

  3. Espandere il riquadro Proprietà. Notare il valore URL servizio della cache. Questo è il nome host della Cache di Microsoft Azure. Può essere indicato anche come URI dell'endpoint della cache.

  4. Notare inoltre il valore del token di autenticazione per la cache. Per visualizzare tali informazioni, fare clic sul pulsante Visualizza nel campo Token di autenticazione. Si tratta di una chiave ACS che protegge l'accesso alla cache.

  5. Fare clic sul pulsante Visualizza configurazione client sulla barra degli strumenti.

  6. Nella finestra popup Configurazione client prendere nota dei frammenti XML. L'elemento section aggiuntivo deve essere inserito alla fine di qualsiasi elemento section esistente nell'elemento configSections nel file web.config.

  7. La sezione dataCacheClients deve essere inserita all'interno dell'elemento configuration.

    noteNota
    In questo modo vengono esposte due configurazioni di dataCacheClient, ovvero default e SslEndpoint. Il client della cache SslEndpoint usa SSL per le comunicazioni. È possibile scegliere di usare l'una o l'altra configurazione del client della cache a seconda dei requisiti di sicurezza.

  8. Se si desidera usare per la memorizzazione dell'output nella cache, aggiungere la sezione caching all'interno dell'elemento System.Web. La cache verrà ora usata dalle pagine ASP.NET che si avvalgono della memorizzazione dell'output nella cache.

  9. Se è necessaria la comunicazione SSL, modificare l'impostazione dell'attributo dataCacheClientName da default a SslEndpoint.

Esempio

Nell'esempio riportato di seguito il file web.config configura la memorizzazione dell'output nella cache per l'uso di Shared Caching.

<?xml version="1.0"?>
<configuration>
  <configSections>
    <section name="dataCacheClients"
             type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheClientSection, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core"
             allowLocation="true" allowDefinition="Everywhere"/>
  </configSections>
  <appSettings/>
  <connectionStrings/>
  <system.web>
    <compilation debug="true" targetFramework="4.0">
    </compilation>

  <caching>
    <outputCache defaultProvider="DistributedCache">
      <providers>
        <add name="DistributedCache" type="Microsoft.Web.DistributedCache.DistributedCacheOutputCacheProvider, Microsoft.Web.DistributedCache"
             cacheName="default"
             dataCacheClientName="default" />
      </providers>
    </outputCache>
  </caching>

    <authentication mode="None"/>

    <pages controlRenderingCompatibilityVersion="3.5" clientIDMode="AutoID"/>
  </system.web>

  <dataCacheClients>
    <dataCacheClient name="default">
      <hosts>
        <host name="your_cache_service_url" cachePort="22233" />
      </hosts>
      <securityProperties mode="Message">
        <messageSecurity
          authorizationInfo="your_cache_authentication_token">
        </messageSecurity>
      </securityProperties>
    </dataCacheClient>

    <dataCacheClient name="SslEndpoint">
      <hosts>
        <host name="your_cache_service_url" cachePort="22243" />
      </hosts>
      <securityProperties mode="Message" sslEnabled="true">
        <messageSecurity
          authorizationInfo="your_cache_authentication_token">
        </messageSecurity>
      </securityProperties>
   </dataCacheClient>
  </dataCacheClients>
</configuration>

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft